emp sassuolo (5)Reduce dalla sconfitta interna contro il Frosinone, l’Empoli si rituffa nel campionato affrontando il Sassuolo del mister Di Francesco: sarà un banco di prova importante e impegnativo per gli azzurri che, nonostante continuino a macinare gioco, sono ancora a secco di vittorie in questo girone di ritorno. Avranno di fronte un avversario tosto e preparato, che veleggia con un punto di vantaggio su Maccarone e compagni. Vediamo quali sono le insidie e le certezze positive di questo match, analizzando come faccio ogni settimana i Più e i Meno di questa sfida. Partiamo dai Meno:

 

1) LA FISIONOMIA DI SQUADRA DEL SASSUOLO

Il Sassuolo è forse la squadra che più assomiglia all’Empoli, per certi versi. Disponibilità economica a parte, i neroverdi giocano un calcio aperto, propositivo, e hanno un impianto di gioco collaudato, grazie alla presenza di un nucleo di giocatori che sono assieme da molto tempo. È una squadra equilibrata, con buoni movimenti e interpreti in tutte le zone del campo, per cui l’attenzione dovrà essere massima da parte di tutti gli azzurri.

 

2) IL NON VINCERE DA UN MESE E MEZZO POTREBBE CREARE NERVOSISMO

L’Empoli deve ancora mettere a referto una vittoria in questo girone di ritorno. I ragazzi hanno spesso giocato contro squadre chiuse, votate più che altro al “non prenderle”, facendo vedere sempre cose interessanti in tutti i match ma non riuscendo a portare a casa i tre punti. Un aspetto che potrebbe creare una sorta di freno mentale per gli azzurri e che potrebbe far crescere un po’ di nervosismo.

 

3) ALCUNI CALCIATORI AZZURRI NON SONO IN PERFETTA FORMA

Crediamo di non dire un’eresia se affermiamo che alcuni calciatori azzurri non sono nel loro miglior momento di forma. Saponara è in crescita, ma nelle ultime partite gli è mancato il guizzo che ci si aspetta da lui; lo stesso Maccarone, pur segnando il gol del momentaneo pareggio col Frosinone, non è al suo top. E anche la difesa, talvolta, è andata in difficoltà.

 

Passiamo ora ai Più:

 

1) IL SASSUOLO NON HA MAI VINTO NEL GIRONE DI RITORNO E NON VINCE IN CASA DA NOVEMBRE

Non solo l’Empoli è a secco di vittorie in questo girone di ritorno. Anche il Sassuolo non vince da sei turni, quando nell’ultima di andata, andò a violare il campo dell’Inter (mentre l’Empoli vinse col Torino). In sostanza le due squadre hanno fatto una sorta di “cammino comune”, che speriamo possa prolungarsi (per loro) e interrompersi (per noi). L’ultima affermazione interna degli emiliani risale a novembre quando batterono il Carpi (altra cosa in comune con gli azzurri).

 

2) IL GIOCO DEL SASSUOLO POTREBBE FAVORIRE PARADOSSALMENTE L’EMPOLI

Abbiamo già detto che entrambe le squadre giocano a viso aperto, cercando di imporre il proprio gioco su qualunque campo. Ciò potrebbe essere, se vogliamo, anche un vantaggio per gli azzurri, che contro squadre che lasciano giocare hanno sempre dimostrato di avere le doti giuste per metterle in difficoltà. Anche Saponara potrebbe finalmente avere più spazi e tornare ad essere decisivo.

 

3) LA GRANDE VOGLIA DI RISCATTO DI MACCARONE E COMPAGNI

Anche durante gli allenamenti continua a trasparire una grande voglia di fare da parte degli azzurri, che vogliono schiodare dallo zero la casella delle vittorie nel girone di ritorno. Siamo convinti che anche a Reggio Emilia l’Empoli tirerà fuori l’orgoglio e la determinazione che servono per battere un avversario ostico come il Sassuolo.

 

Simone Galli

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews da Sassuolo
Articolo successivoL'ultima gara con il pallone invernale
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

3 Commenti

  1. Esatto a centrocampo avremo un uomo in più e dovremo sfruttarlo al meglio visto che si potrebbe soffrire sulle fasce.

  2. Si, per la prima volta anch’io credo che i 3 punti andranno a Di Francesco: Il loro tridente avrebbe bisogno di Costa e Tonelli insieme. Da quando Costa è infortunato la nostra linea difensiva subisce troppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here