Dopo il pareggio esterno ottenuto contro il Novara, l’Empoli si ripresenta al Castellani per affrontare il Carpi. Sfida difficile che analizziamo attraverso i nostri consueti “Più e Meno”. Partiamo, come sempre, dalle cose di cui preoccuparsi maggiormente.

1) LA PERMEABILITÁ DIFENSIVA
Purtroppo è una costante che ci portiamo avanti da inizio anno: l’Empoli non riesce a mantenere la propria porta inviolata ed è costretta a subire almeno un gol a partita. Un handicap non indifferente perché non sempre si possono realizzare almeno due reti.

2) IL CALO DEGLI ESTERNI
Nelle ultime partite l’Empoli ha dovuto fronteggiare la pesante assenza di Pasqual e si è visto. Anche sul lato destro c’è stato un piccolo calo da parte dei protagonisti in campo. Il 3-5-2 necessita assolutamente di laterali in grado di creare superiorità numerica in certe situazioni.

3) CARPI SQUADRA COMPLESSIVAMENTE IN SALUTE
Se si eccettua la debacle di Perugia, nelle ultime sei gare il Carpi non ha mai perso e ha ottenuto tre pareggi e due vittorie. Una squadra che gode di un buon periodo e che può avere molte armi per metterci in difficoltà.

Passiamo ora ai Più.

1) EMPOLI BOCCA DI FUOCO IN AVANTI
Anche se gli attaccanti sono rimasti a secco, l’Empoli è riuscito a pareggiare a Novara e a confermarsi miglior attacco cadetto. In casa solamente contro il Cittadella non siamo riusciti a segnare. L’arma in più degli azzurri si chiama attacco.

2) LE DIVERSE SOLUZIONI A DISPOSIZIONE DI VIVARINI
Anche contro il Novara chi è subentrato lo ha fatto con la carica e l’energia giuste: in particolare Zajc ha dato linfa al centrocampo e col suo gol ha permesso di ristabilire le sorti della contesa. Gli ingressi dalla panchina stanno avendo un peso notevole.

3) CARPI SECONDO PEGGIOR ATTACCO DI B
Gli emiliani sono al secondo posto nella non lusinghiera classifica dei gol fatti (16). Solo l’Ascoli ultimo li precede in graduatoria. La scarsa vena degli attaccanti del Carpi potrebbe favorire la voglia di rilancio degli azzurri.

4 Commenti

    • Io credo che l’Ascoli ha un bel manipolo di giovani che non sono davvero malaccio e che è una squadra che sicuramente finirà il campionato a ridosso dei play off….perciò se Cosmi va ad Ascoli non farebbe certo un affaraccio…visto anche che negli ultimi anni non è che,come allenatore,abbia fatto sfaceli…..sennò non starebbe ad aspettare una chiamata!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here