A cura di Fabrizio Fioravanti

 

Campionato Nazionale Allievi Professionisti

Girone  E – 2° giornata andata         

EMPOLI – Grosseto  0 – 2

 

TABELLINO

EMPOLI

Ricci, Mattiello, Brumat, Gargiulo, Bachini, Rugani, Saccà, Altieri. Tempesti, Bencini, Frugoli

A disposizione: Cappellini, Bellavigna, Diarrà, Ghelardoni, Kabashi, Montella, Silvestri.

Allenatore: Martino MELIS

Sostituzioni:

Al 33′ esce Gargiulo – entra Ghelardoni

Al 59′ esce Frugoli   –  entra Montella

 

GROSSETO

Lella, Coleschi, De Rose, Busdracchi, Dalmazzi, Silvestro, Barra, Martinelli, Bigliazzi, Faenzi, Giustarini

A disposizione: Albonetti, Guglione, Cretella, Crisci, Scoppetti, Rosi, Guiggiani

Allenatore: Roberto PICARDI

Sostituzioni:

Al 62′ esce  Silvestro     –  entra Cretella

Al 75′ esce  Martinelli   –  entra Scoppetti

 

Ammoniti

Brumat (E) – Martinelli e Giustarini (G)

 

I GOL

27´ Giustarini

77′ Bigliazzi

 

Arbitro:         Sig.ra Vitulano di Livorno

Collaboratori: Sig.ra Carta di Firenze – Sig. Martini di Empoli

 

LA GARA

 

Un momento del match degli Allievi tra Empoli e GrossetoNon basta all’Empoli un secondo tempo giocato con intensità e cuore per aver ragione della solita organizzazione di gioco dei maremmani. I giocatori di mister Melis pagano un primo tempo giocato sottotono che ha lasciato ai grossetani le redini del centrocampo ed il ritmo della gara. Forse non c’è stata una sufficiente concentrazione nella prima parte della gara che è corsa via senza nessun pericolo particolare portato dalle parti di Lella. Di contro invece i ragazzi del Grosseto si sono resi varie volte pericolosi, con azione di contropiede rapide ed efficaci, tessendo geometrie di gioco che hanno messo spesso in imbarazzo gli azzurri.

Il Grosseto si presenta con un 4-2-3-1 che lascia alla velocissima punta Bigliazzi il compito di creare scompiglio nella retroguardia azzurra, bel supportato dal tridente Barra-Faenzi-Giustarini e dai “ragionieri” del centrocampo Silvestro e Barra. Gli azzurri si presentano con un 4-3-3 che affida al tridente avanzato Saccà, tempesti e Frugoli la fase conclusiva affidando ai tre di centrocampo Gargiulo (questo schierato davanti alla difesa), Altieri e Bencini la costruzione dle gioco.

Ma il gioco non va….non riesxe ad essere fluido e , soprattutto manca di quell’intensità che invece vedremo nelk secondo tempo. E’ così che le azioni dei biancorossi si susseguono nei primi minuti e al 13′ Giustarini costringe Ricci a mandare in angolo un pericoloso rasoterra scagliato dal limite dell’area. Al 14’la fortuna non aiuta gli azzurri. Sugli sviluppi di una punizione Altieri spara una mezza fucilata da fuori area ed il pallone si infrange sulla traversa.  Gli azzurri sembrano entrare in partita tanto che al 16′ un veloce contropiede porta Frugoli dentro l’area avversaria e viene fermato solo da un tempestivo intervento di Coleschi. Al 19′ è Brumat che si presenta solo davanti a Lella, ma in posizione defilata, e il portiere para. Al 20′ Bencini batte una punizione poco fuori la linea destra dell’area del Grosseto ma il suo traversone attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno concluda in rete. Ma il Grosseto non sta a guardare ed al 22′ un colpa di testa di Faenzi, su rimessa laterale costringe Ricci a mandare in angolo la palla che si stava insaccando poco sotto la traversa. Al 24′ contropiede biancorosso: su rilancio della difesa Bigliazzi “buca” però il pallone, altrimenti sarebbe entrato solo in area. Al 27′ il GOL. Faenzi parte da centrocampo e fa fuori diversi giocatori azzurri, giunto al limite dell’area appoggia a sinistra per Frugoli che conclude in rete con un diagonale che si insacca alla sinistra di Ricci. Al 28′ ancora Grosseto: traversa con un tiro dalla distanza di Martinelli, la palla torna in campo ma Bigliazzi spara sul portiere. Bella l’azione azzurra al 32′: scambio in velocità Tempesti, Saccò,Brumat: il terzino entra solo in area ma un difensore del Grosseto riesce a mandare in angolo. Rischio autogol azzurro al 41′: Tempesti, in fase difensiva, manda in angolo un traversone avversario e la palla passa a pochi centimetri dal palo.

Il secondo tempo è davvero un’altra musica. Bencini viene portato a ridosso delle tre punte, tanto che si potrebbe parlare di un 4-2-1-3 ed il gioco ne acquista in velocità ed intensità. Probabilmente i ragazzi di Melis scendono in campo con una convinzione diversa da quella iniziale e si vede…

Appena 4′ dopo l’inizio della seconda parte della gara Frugoli smarca tempesti in area: è solo davanti a Lella ma il suo rasoterra finisce a lato, seppur di poco. Punizione per gli azzurri al 52′. Siamo al limite dell’area: traversone di Bencini sul quale tempesti non arriva per un soffio, anche perché disturbato da un difensore avversario. Ancora su punizione l’Empoli si rende pericoloso al 67′: ancora Bencini che manda in area un traversone sul quale Tempesti arriva di testa e mette sul fondo,…davvero di poco. Al 74′ è lo stesso tempesti che dopo un’azione personale traversa nell’area piccola ma nessuno arriva. Al 75′ sembra fatta: è ancora Bencini che manda un pallone in area sul quale si avventa Mattiello. La palla sembra in rete ma non è così…arriva di corsa Frugoli ma anche lui non riesce a fare il tap-in vincente. Ed ecco la dura legge del calcio; gol sbagliato gol subito. Al 77′, dopo un calcio d’angolo battuto dagli azzurri, il Grosseto parte in contropiede e si verifica un 3 contro 1 fino a quando prende la palla Bigliazzi che va via in velocità e si presenta solo davanti a Ricci. Il portiere azzurro respinge ma non trattiene, la palla torna sui piedi di Bigliezzi che da posizione defilata indovina il diagonale del gol. 2 – 0. Il Grosseto potrebbe addirittura triplicare al 4′ di recupero ma questa sulla respinta di Ricci su tiro di Bigliazzi che si era presentato da solo è Faenzi che non trova la porta e spara a lato.

  

IL GIOCATORE PIANETA EMPOLI

BENCINI Nel primo tempo si vede meno ma nel secondo tempo, forse perché trova una sua collocazione più congeniale a ridosso del tridente avanzato, è l’uomo in più del centrocampo azzurro. Suoi i traversoni su calcio piazzato che hanno creato non poche grane alla difesa biancorossa ma soprattutto una regìa attenta ed efficace, un ottimo di lavoro di “cerniera” che ha creato spesso situazione favorevoli all’attacco azzurro. Un’ottima tecnica individuale.

 


 

Campionato Giovanissimi Nazionali Professionisti

Girone  E – 2° giornata andata         

Sangiovannese – EMPOLI     1 – 1

 

Formazione:

Bolognesi, Gemignani, Agrifogli, Perrella, Tiso, Di Nardo, Fontanelli, Albano, Nuti, Cappelli , Santi, Piu

A disposizione: Biggeri, Basteri, Sacco, D’Apolito, Faraoni, Agostini, Rinaldi

 

Tutte nel secondo tempo:

1′   esce Sacco esce Albano

12′ esce Scalbi entra Germignani

19′ esce Santi entra Cappelli

23′ esce Prezioso entra Perrella

 

I GOL:

10′ SANGIOVANNESE

65′ Nuti (E)

 

Espulsi

Di Nardo (E)

 

LA GARA

La partita ha ruotato intorno ad un episodio: il primo gol della Sangiovannese venuto in seguito ad una ingenuità del nostro portiere che ha respinto un tiro sui piedi di un giocatore avversario fornendogli un involontario assist per la conclusione a rete. L’Empoli ha cercato di rimontare, ma si è giocato su un campo il cui terreno di gioco non era in “eccellenti” condizioni, il che ha sfavorito il miglior tasso tecnico della squadra di mister Cecchi. Aggiungiamo alcuni episodi sfavorevoli, la non buona giornata di gare dell’arbitro ed alcuni “legni” che hanno respinto i tiri degli azzurri. Per fortuna gli azzurri vanno in gol  5 minuti dal termine. E’ pareggio…..e il pare

 

Lunedì sera su PE i risultati del girone e la classifica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here