Ieri Marcello Carli direttore sportivo azzurro, a margine di una intervista rilasciata al collega Carlo Salvadori del quotidiano “La Nazione”, concludeva che non andava restrinta troppo la zona retrocessione. Tra ierisera e oggi pomeriggio però pare proprio che la restrizione ci debba essere, poichè sia Grosseto, ieri vittorioso a Varese, che Cittadella sono riusciti a fare bottino pieno in trasferta.

.

Oggi pomeriggio infatti i veneti sono andati a vincere a Livorno, complicando le cose ai labronici, che però tra tre settimane recupereranno la partita di Pescara partendo dal vantaggio di 2-0 acquisito al minuto trenta del primo tempo.

.

CITTADELLA CORSARO A LIVORNO – Si chiude con una sconfitta la prima gara del Livorno dopo la tragica morte di Piermario Morosini: i labronici escono sconfitti per 2-1 al ‘Picchi’, contro il Cittadella, nel posticipo della 36/a giornata di Serie B contro il Cittadella. Gli ospiti vanno in vantaggio al 42′ del primo tempo con Di Nardo, sono raggiunti al 14′ della ripresa da Dionisi, prima del definitivo 1-2 al 28′ della ripresa con Job. La gara era stata aperta dal ricordo del giovane calciatore scomparso, con una grande gigantografia di Morosini che campeggiava nella curva dei tifosi labronici: sotto quell’immagine i suoi compagni si sono recati a deporre un mazzo di fiori, prima che dei palloncini bianchi e amaranto facessero salire verso il cielo una grande maglia amaranto con il numero 25 di Morosini. Applausi, tanti, da parte del pubblico e tanta commozione anche in tribuna autorità, con il presidente della Lega di serie B Andrea Abodi al fianco del presidente della squadra livornese Aldo Spinelli.

.

Ora il Cittadella è a quota 44 punti, ben dieci punti di vantaggio sugli azzurri, e quindi sulla zona retrocessione. Tre punti pesantissimi per la squadra di Foscarini che con questa vittoria ha compiuto tre passi da gigante verso la salvezza… restringendo ulteriormente la zona retrocessione.

.

Gabriele Guastella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here