Il calcio ha un giudice unico che non ammette repliche, e sarà solo attraverso questo che si potrà dire se le cose sono state fatte bene o meno. Il campo ed i risultati che su esso arriveranno potranno smentire o confermare quelle che adesso possono essere solo chiacchiere.

 

carli intDetto questo, ieri è terminato un mercato lunghissimo che (seppur non ufficialmente) si è praticamente aperto con la fine della passata stagione ed è terminato anche in ritardo rispetto al canonico 31 Agosto.

Quello dell’Empoli è stato un ottimo mercato, mirato, giudizioso e volto al mantenimento dell’ossatura base della squadra che non si sarebbe dovuta snaturare tatticamente.

 

Due cessioni importantissime effettuate (una in particolare) a giochi ancora in corsa, con due situazioni importanti anche per le casse azzurre, seppur quella di Regini ad oggi è una cambiale ancora non incassata.

Due caselle vuote, ruoli importanti da ricoprire con la società che ha avuto le idee chiare fin da subito su chi fossero le pedine da andare a prelevare. Rugani è arrivato subito, Verdi ci ha messo un po’ di più e Barba (complice il quiproquo tra Grosseto e Roma) si è fatto desiderare ma alla fine, voluto, è arrivato.

Ma in mezzo a loro altre situazioni come quella di Mario Rui o del rientrante Ronaldo, mosse intelligenti ed accurate, oltre che per la bravura dei due, per mettere le mani sulle altre due caselle che si sarebbero potute liberare, ovvero quelle di Hysaj e Valdifiori.

Ed anche qui il plauso per aver creduto fortemente in questi due elementi non svendendoli e tenendo duro anche su richieste importanti (in un mercato che non muove un soldo) come quella della Lazio.

 

Un mercato oltretutto fatto in tempi rapidi, consegnando, come promesso, una squadra fatta per l’inizio della stagione, potendo cosi lavorare da subito sugli elementi che avrebbero composto questa rosa e che avrebbero già avuto un ruolo gerarchico nell’undici titolare.

Mancava solo una cosa, un’ultima situazione, anch’essa messa in piedi in tempi non sospetti, ed anche su quella si è lavorato per portarla a termine, arrivando qualche ora prima del gong ma arrivando.

La coda è stata lasciata per sistemare quelle situazioni dei cosiddetti “esuberi” permettendo a calciatori che sarebbero stati chiusi di andare a giocarsi le proprie carte, come Dossena (Venezia) e Gigliotti (Badalona).

Resta invece Camillucci e si attende la firma di Pratali, altra freccia importante da mettere all’arco di Sarri.

 

Adesso si penserà solo a giocare, con il campo, lo ribadiamo, che sarà il severo giudice a dirci a maggio se il lavoro fatto (vero che a gennaio ci sarà un’altra finestra di mercato) come si è lavorato.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteGigliottì vola in Spagna
Articolo successivoRenato Dossena a PE: " Parto con sentimenti contrastanti"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

  1. Sì però questa firma del Pampa si fa attendere troppo. Spero che non sia un brutto segno. Il Pampa là in mezzo alla difesa vuol dire tanto e lo si è visto eccome la passata stagione.

  2. Mi preoccupa la questione pampa, temo che l’infortunio sia stato molto più grave del previsto e, visto che è comunque sempre rimasto vicino alla società( verdi dichiarò’ di essere stato contattato da lui per convincerlo a venire a Empoli) questo tergiversare sia dato dal dover capire se fargli un contratto da calciatore o dirigente se non recuperasse, altrimenti non mi spiego bene perché non farlo rinnovare in attesa del recupero. Naturalmente è solo una mia paura poiché vorrei vederlo in campo altri due o tre anni con noi.

  3. Ottimo mercato da parte degli azzurri!!
    La squadra e’ rimasta quella dello scorso anno, quella che ha sorpreso tutti e sfiorando la serie A…adesso concentrati ed uniti con la testa sul campionato!!!

  4. …fortunatamente è rimasto anche Mirko, che ha dimostrato anche quest’anno quanto tenga alla nostra maglia!! Un ringraziamento a Dossena, per sempre nella storia dell’Empoli!!

  5. Anche a me fa’ pensare la questione Pratali…io credo che aspetti a firmare per vedere se può trovare spazio o no in questa difesa..e sinceramente con Tonelli-Rugani-Barba e forse Accardi davanti diventa difficile vederlo spesso in campo…
    Bisogna vedere cosa vuole il pampa da questa stagione, se è disposto a giocare 15/20 partite, ok, altrimenti credo che questo rinnovo non arrivi…
    Nonostante tutto però vorrei che Francesco firmasse anche solo per l’esperienza che può dare sia in campo che nello spogliatoio..

  6. Pratali anche se non giocasse mai sarebbe importante per la crescita dei giovani…..soprattutto Barba e Rugani…per me la sorpresa più evidente è la maturita’ raggiunta da TONELLI……dopo 2 paio di annate in cui molti,e devo mettermici pure io,lo consideravano giocatore da c2 o meno,ha avuto la forza di reagire contro tutto e tutti e diventare una pedina INSOSTITUIBILE DELLA DIFESA….PER QUELLO CHE SI E’ VISTO DA UN CERTO PUNTO DEL CAMPIONATO SCORSO e dall’inizio del campionato attuale…..non ci sta facendo certo rimpiangere la partenza di Regini…..

  7. A mio modesto avviso, è stato costruito, almeno sulla carta, un ottimo organico: abbiamo cambiato poco, mantenendo intatto il gruppo e la filosofia di gioco. Ci saranno meno margini di crescita, ma abbiamo 2 giocatori per ruolo e in 40 partite ci sarà spazio per tutti!!! Credo che Verdi e Castiglia siano ottimi innesti, sperando che sul campo traducano le grandi aspettative.
    L’ultimo pensiero lo concedo a Renato, grande portiere (per me il migliore degli ultimi 5 anni) e grande professionista: mi rimarrà per sempre la tua parata e le emozioni di quella fantastica notte di giugno!! Ti auguro le migliori fortune da calciatore e da uomo…. grazie Renato!!!!

  8. Non mi sembra che nello scambio dell’anno scorso Gigliotti-Lazzari ci abbiamo guadagnato molto quindi… 😉 Un difensore con un dito rotto ad vitam che poi é stato dato per disperazione alla C spagnola in cambio di un centrocampista di categoria. :))

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here