Mercoledì 14 ottobre prossimo, alle ore 21.00, al Palazzo delle Esposizioni di Empoli, il gruppo consiliare FabricaComune per la Sinistra organizza un incontro pubblico per parlare della questione stadio, ma non solo di questo perché c’è , negli organizzatori dell’incontro, la preoccupazione che la “questione stadio” porti con sé anche altre problematiche.

Invitati il Sindaco e gli Assessori interessati, l’Empoli FC, la Società di Atletica Leggera, UISP, Confesercenti, CGIL; Lega Ambiente.

Pubblichiamo perciò il Comunicato Stampa che ci è stato inviato.

 

Redazione PE

 

Parliamo dello stadio ma anche del futuro della città

Il gruppo consiliare FabricaComune per la Sinistra organizza un incontro pubblico per parlare della questione stadio e lancia l’allarme sui rischi della cementificazione della piana di Villanova.

Assemblea pubblica nella  saletta del  palazzo delle esposizioni il 14 ottobre 2015 alle  ore 21.

Invitati la sindaca, l’Empoli calcio e la società di atletica.

“Sullo stadio bisognerebbe ragionare a mente libera” dice Dusca Bartoli Capogruppo di fabricaComune per la Sinistra. “Non da tifosi, perché se è giusto chiedere all’amministrazione di trattare, sarebbe altrettanto doveroso chiedere all’Empoli FC di impegnarsi di più per la costruzione dell’eventuale nuovo polo di atletica. L’Empoli su questo  deve rassicurare. Non basta offrire  delle cifre, bisogna assumere pienamente l’obiettivo della realizzazione di un impianti adeguato come vincolo per la realizzabilità di tutto il progetto. Adeguato poi non vuol dire faraonico. Bisogna aprire un confronto che però tenga congiunti la ristrutturazione dello stadio e la realizzazione dell’impianto di atletica.”

“Ma anche l’amministrazione deve avere la mente libera da altre problematiche che rischiano di inquinare il ragionamento” aggiunge la capogruppo. “Perché si parla di stadio ma pare che si stia parlando anche di molto altro. E questo lo si tiene sotto traccia. Si parla di urbanizzare una parte cospicua della piana di Villanova. Che a noi sembra un disegno in campo da tempo, senza che venga esplicitato. Dopo la sciagurata localizzazione del polo tecnologico, fatta al di fuori di ogni previsione urbanistica fino ad allora pensata, ci troviamo con una viabilità che scoppia e con la necessità quindi di intervenire. Ma laddove doveva provvedere il privato, ci troviamo un carico quasi esclusivo sulla collettività e quindi probabilmente si cerca di attingere ad altre risorse. E per invogliarle si arriva a promettere tutto ciò che serve per rendere remunerativo l’investimento. Superfici commerciali, direzionali e chissà cosa. Ma siamo sicuri che tutto questo serva alla città? Siamo sicuri che urbanizzare quell’area al di la dell’orme e della ferrovia, creando all’altro polo di, un altro centro commerciale e direzionale importante, sia la scelta giusta?” “A parte le ovvie considerazioni sull’ulteriore consumo di suolo e sulla cementificazione di terreno agricolo, che tipo di città abbiamo in mente? Con quali dimensioni, in quale rapporto con l’area e con Firenze? Vorremmo che queste problematiche , che secondo noi chiaramente stanno interferendo anche con la decisione sulla questione stadio, venissero discusse alla luce del sole. Con i cittadini.”

“A noi lo abbiamo già detto pare irrealistico pensare a due stadi per una cittadina come Empoli. Preoccupa che dietro ci sia l’idea di espansione urbana in un area che si salderebbe con l’area artigianale di Montelupo, ripercorrendo un modello sfrangiato e anonimo di urbanizzazione, che ricorda esempi non certo attraenti, come quelli della piana fiorentina e dell’Osmannoro. Aree senza identità, periferia per definizione. Invece un intervento non eccessivo di riqualificazione del Castellani potrebbe addirittura entrare in sinergia positiva col rilancio del centro, viste le distanze contenute. Se si riuscisse, unendo tutte le forze a realizzare un polo di atletica nell’area scolastica, potremmo davvero produrre un arricchimento per la città. Ma ci vuole prima di tutto la volontà dell’amministrazione.”

E siccome questa discussione sullo stadio ha coinvolto tutta la città, ma non ha ancora visto una sede collettiva di discussione,  visto anche come è finita in consiglio la mozione delle opposizioni, abbiamo pensato di organizzare una serata pubblica  a cui abbiamo invitato l’amministrazione, l’Empoli calcio e la società di atletica ed alla quale soprattutto invitiamo tutti i cittadini e le forze sociali della città, perché ci sembra che in gioco ci siano scelte significative per il nostro futuro e la discussione deve essere il più ampia possibile.

 

Invitiamo quindi tutti all’incontro pubblico che si terrà il giorno 14 Ottobre 2015 alle ore 21 presso la saletta del palazzo delle esposizioni

 

Gruppo Consiliare FabricaComune per la Sinistra

.

Allegato: Volantino assemblea stadio

 

24 Commenti

  1. Il popolo si è già espresso più volte a favore dello stadio parliamoci chiaro ad Empoli lo sport primario è il calcio unico vero orgoglio di tutto il territorio Empolese visto che i 7000 abbonati arrivano anche dagli comuni limitrofi però se invitate il presidente dell’ atletica del UISP e quasi quasi degli oratori che devono fare capire che gli asini volano come le dichiarazioni del presidente Marchetti che sostiene che x realizzare la pista ci vogliono 5 milioni o che l’ atletica è seguita da 4000 persone è meglio non perdere tempo …VOGLIAMO LO STADIO…UNO STADIO DECENTE E MODERNO …UNO STADIO DA SERIE A

  2. Mi sembrano dichiarazioni di buon senso.L’ideale è un Castellani fortemente rinnovato ( non solo la pista e’ indecente anche la tribuna coperta è tutta un rattoppo e dimostra i suoi cinquant’anni ) e una pista con nuovi spazi fruibili per tutta la cittadinanza.Magari con interventi per alleggerire la viabilità in zona stadio.Altre soluzioni sono senza senso.Inoltre se il Comune non riesce nemmeno a far dare una mano di vernice alle cancellate tutte rugginose e ai pennoni del laterale,siamo messi di nulla.Mi dicono che anche le condizioni dei vecchi spogliatoi siano tremende.

  3. Mi sembrano dichiarazioni giuste, ma stanno sempre un passo indietro. Dicono e non dicono… sembrano espressive di una chiara presa di posizione a favore di uno dei “contendenti”, ma senza affondare il colpo sull’altro…

  4. Scusate, ma dibattito su cosa? E’ palese che ad Empoli non servano due stadi, il futuro è riqualificare, aree e strutture e non cementificare.
    Gli incontri non devono essere con la cittadinanza ma tra Empoli Calcio e Comune, devono trattare di cifre da mettere per il polo d’atletica!!
    Da tifoso mi aspetto uno stadio nuovo e più confortevole in cui la famiglia (tutta) trovi il modo per passare un pomeriggio e non solo le ore della partita …. come capita aimè in tanti luoghi in Europa.

    • e c’è bisogno di spendere 20 milioni di euro perche tu possa portare la famigliola in giro?
      portala a serravalle come tutti, a gratisse.

      vu fate dei discorsi nemmeno una scimmia li farebbe..

  5. 7000 abbonamenti è vero…ma è anche vero che gran parte di loro sono pseudo tifosi che vengono allo stadio solo per le grandi occasioni quando giocano le loro squadre del cuore a strisce..a volte rimpiango i primi anni 90 della C quando tutti quelli che venivano allo stadio erano veramente tifosi dell’Empoli

  6. 8200 perché sommano il numero di abbonati a quello dei paganti ma effettivamente si sarà stati sì e no 5000..non tutti gli abbonati erano presenti

  7. Pensa te se avessimo uno stadio coperto moderno e da vivere non solo x le 2 ore di partita e soprattutto senza pista con gli spalti attaccati al campo sarebbe tutta un ‘ altra cosa soprattutto non prendi acqua e non ti vagano addosso i piccioni …facciamoci sentire dobbiamo venire in massa all ‘ incontro

  8. Forse bisognerebbe iniziare a proporre qualcosa, anni fa il corsi propose un cinema multisala. Voi avete qualche proposta?

  9. Comunicato giusto e pienamente condivisibile. 2 stadi non hanno senso. Credo che lo capisca anche un bambino. L’Amministrazione deve farsene una ragione. La strada da percorrere più logica e meno costosa per la collettività è riammodernare degnamente il castellani (che è un obbrobrio) e fare la pista di atletica con una tribuna degna ma non faraonica (1-2 mila posti) adiacente al polo scolastico. In un Paese civile questo sarebbe il da farsi. Vediamo se i nostri amministratori hanno sale in zucca e onestà intellettuale.

  10. Andate a farvi fotterx fra 2 giorni renzi va via cosi ci levate dalle pallx , schiavi della coop ..Vogliamo lo stadio punto e basta e per due cojonx disfattisti e anziani non permettiamo che non venga realizzato …lo stadio si deve fare perché questo stadio è indecente per una società che da 30 anni è stabile nel calcio professionistico , l” Empoli calcio è apprezzato e stimato e preso d” esempio da ogni parte del mondo e noi tifosi e cittadini meritiamo uno stadio moderno e decente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here