Le Pagelle di Empoli-Juventus 0-2

Le Pagelle di Empoli-Juventus 0-2

Queste le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti sconfitti pee 2-0 dalla Juventus.   BASSI: 6 Non completamente esente da colpe in occasione del gol del vantaggio della Juventus siglato da Pirlo su punizione, sulla quale il portiere azzur

Commenta per primo!

Queste le pagelle, redatte dalla redazione di PE, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri usciti sconfitti pee 2-0 dalla Juventus.   BASSI: 6 Non completamente esente da colpe in occasione del gol del vantaggio della Juventus siglato da Pirlo su punizione, sulla quale il portiere azzurro legge con un pizzico di ritardo. Sul secondo gol di Morata non può nulla. Per il resto compie due grandi interventi su due conclusioni velenose di Tevez.   LAURINI: 6  Il francese al suo rientro in squadra dopo un mese  di assenza, nei 56′ nei quali rimane in campo offre il suo contributo di generosità e combattività, coprendo con efficacia la sua zona di competenza riuscendo a limitare le scorribande del dinamico Morata, riuscendo talvolta a proporsi in fase di spinta.   HYSAJ: 6 Entra nel momento di maggior spinta della Juventus, nella sua zona di competenza soffre le percussioni e le iniziative della formazione bianconera, che con Tevez trova maggiore forza penetrativa e profondità. Nel finale è costretto ad un fallo che gli costa il cartellino giallo.   TONELLI: 5.5 Molto bene “The Wall” nel primo tempo, dove e’ abile in più di un occasioni a leggere le linee di passaggio avversarie, togliendo le castagne dal fuoco in un paio di circostanze. Nella ripresa soffre come tutta la squadra azzurra la spinta della Juventus, che preme con maggiore continuità. Commette qualche errore di troppo in fase di impostazione, ed è costretto a spendere un fallo in occasione della punizione vincente di Pirlo, nel finale viene espulso per un intervento analogo su Tevez.   RUGANI: 6 Come il suo compagno di reparto mostra autorità e sicurezza nella prima frazione, nel secondo tempo soffre come tutta la squadra la spinta bianconera. Appare talvolta in difficoltà sulle palle inattive dove Bonucci e Chiellini sfiorano il vantaggio. Tuttavia da il suo contributo in fase difensiva, proponendosi anche in attacco dove non trova fortuna come in altre occasioni.   MARIO RUI: 6  Se la deve vedere con un cliente molto difficile come il vivace Pereyra, riuscendo a limitare le incursioni del talentuoso argentino. Nella ripresa la squadra bianconera aumenta le frequenze e anche il portoghese soffre maggiormente ma si propone con generosità e determinazione in fase offensiva, dalle sue parti nascono le maggiori iniziative degli azzurri.   empoli_juventus (6)VECINO: 6.5  Bel passo in avanti dell’uruguaiano che offre una buona prestazione, dando fosforo e quantità al centrocampo azzurro, facendosi trovare nel vivo della manovra con maggiore continuità rispetto alle precedenti partite.    VALDIFIORI: 5.5  Sulla sua valutazione pesa in maniera rilevante la sanguinosa palla persa che origina la punizione dalla quale nasce il gol di Pirlo. Per il resto la sua prestazione era apparsa comunque non brillantissima,con diversi errori in fase di impostazione.   CROCE: 6 Ha un buon impatto nel confronto il “Prestigiatore”, riesce in un paio di circostanze a sfondare sulla corsia mancina, cercando il dialogo con Maccarone e Pucciarelli. Quando la Juventus spinge nella sua zona di competenza non disdegna di ripiegare, coprendo l’intera fascia. Nella ripresa paga a livello fisico il pressing portato agli avversari, e mostra minore lucidità.   ZIELINSKI: 5.5 Anche lui nelle prime fasi del confronto si propone con pericolosità nei sedici metri avversari, con il passar del tempo i centrali della Juventus riescono a prendergli le misure, e il polacco spesso e volentieri va a sbattersi contro il muro eretto dai bianconeri. Nel finale Sarri lo sostituisce per dare spazio a Tavano.   TAVANO: 6 L’uomo dei record entra nell’ultimo quarto d’ora, quando la gara virtualmente chiusa, con il doppio vantaggio dei bianconeri. Tuttavia ha il merito di costruire una buona palla gol, ma Buffon gli nega la gioia del primo gol su azione.   MACCARONE: 6 Gara di sacrificio e di applicazione per big-mac, che nella prima parte del confronto subisce anche un paio di brutti falli dai difensori bianconeri. Non disdegna di fornire il suo contributo in fase di ripiegamento, quando la Juventus attacca. Inutile dire il suo apporto in prospettiva è fondamentale per la salvezza degli azzurri.   MCHEDLIDZE: S.V   PUCCIARELLI: 6 Solo un grande Buffon gli nega la gioia del gol, che avrebbe permesso agli azzurri di pareggiare. Per il resto cerca di dialogare con i compagni, cercando la profondità, ma trovando in Bonucci e Chiellini un muro a tratti invalicabile. Tuttavia la sua prestazione e’ generosa.   SARRI: 6 Prepara la partita con la consueta attenzione, il pressing continuo degli azzurri riesce ad inaridire le fonti di gioco dei bianconeri. La gara di fatto si decide da un episodio; Pirlo da quale campione che è, trasforma il calcio di punizione dal limite. Lascia un’pò perplessi il ritardo con il quale fa le sostituzioni. Gli azzurri hanno comuqnue offerto una buona prestazione contro una grande del calcio italiano, e continuando su questa strada ci si può giocare le nostre carte per poter mantenere la categoria, che varrebbe come la vittoria di un campionato. L’importante ora è stare sereni e non far pesare le tre sconfitte consecutive.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy