Le Pagelle di Empoli-Spezia 2-0

Le Pagelle di Empoli-Spezia 2-0

Ecco le pagelle, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, relative alla gara di questo pomeriggio del Castellani contro lo Spezia terminata 2-0. A cura della Redazione di Pianetaempoli.it.   BASSI: 6 Quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto con i giusti riflessi. Nel primo

Commenta per primo!

Ecco le pagelle, inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri, relative alla gara di questo pomeriggio del Castellani contro lo Spezia terminata 2-0. A cura della Redazione di Pianetaempoli.it.   BASSI: 6 Quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto con i giusti riflessi. Nel primo è bravo tempo a disinnescare la minaccia portata da Lisuzzo. Nella ripresa è reattivo a smanacciare un paio di traversoni degli aquilotti.   LAURINI: 7,5 Il simbolo della sontuosa prestazione del francesino, è la corsa sulla fascia destra a pochi minuti dalla fine, evidenziando grande condizione fisica e mentale. Un autentico guerriero che lotta e corre sul binario di destra con la combattività e la determinazione di un leone, e con grande qualità.   TONELLI: 7 Torna “The Wall” dopo la prestazione incolore di Lanciano: Cancella letteralmente dal campo Ebagua anticipandolo spesso nel gioco aereo, nonostante debba regalare molti centimetri al proprio diretto avversario   RUGANI: 7 Segna un gol di fondamentale importanza (il 2° stagionale) sfruttando un assist al bacio di Valdifiori ed un blocco di Tavano su palla inattiva. Per il resto consueta prestazione di alto livello la sua, caratterizzata da precisione e puntualità non concedendo mai palle pulite ai talentuosi avversari.   HYSAJ: 6.5 Efficace l’albanese nelle due fasi; in fase di non possesso non concede spazi a Catellani e si propone con continuità in fase offensiva con continuità giocando palloni con semplicità e efficacia.   VALDIFIORI: 7,5 Mirko si mette i panni del direttore d’orchestra e tutta la squadra suona uno spartito all’unisono. Grande lucidità e capacità di verticalizzare con un destro davvero educato. Ha il merito di pescare con il contagiri Rugani in occasione del vantaggio, non facendo mancare il suo contributo in fase di non possesso denotando di essere in crescita anche sul piano atletico. Indispensabile.   tavano golSIGNORELLI: 6.5 Il venezuelano conferma il suo momento di crescita, soprattutto a livello mentale. Dialoga con i compagni e non si limita a giocare nella sua zona di competenza, accentrandosi quando se ne presentava la necessità. Nella ripresa qualche errore in fase di appoggio.   ERAMO: s.v   CROCE: 6 Prestazione al di sotto del suo standard per il “Prestigiatore”,:soprattutto all’inizio del confronto perde un paio di palloni sanguinosi in zone pericolose di campo. Con il passar del tempo il suo rendimento cresce, facendosi notare per alcune sgroppate sulla sinistra. Ha il merito di dare una mano in fase di non possesso   MARIO RUI: 6 Da il suo contributo nella mezzora (compreso il recupero) nel quale viene impiegato con spunti interessanti sulla corsia mancina, non disdegnando di dare il suo contributo in fase di non possesso.   VERDI: 6,5 Va a corrente alternata, anche se rispetto alle ultime uscite denota maggior vivacità. Corre molto e dialoga con i compagni con efficacia ed a bravo quando punta l’uomo. Manca forse un pizzico di incisività negli ultimi 16 metri.   TAVANO: 6.5 Quando le partite hanno un peso specifico elevato non manca la zampata dell’uomo dei record autore di un gol di pregevole fattura: diagonale di destro chirurgico che muore all’angolino. Una rete che potrebbe voler dire molto per Ciccio soprattutto a livello morale nella fase decisiva della stagione.   PUCCIARELLI: S.V   MACCARONE: 6.5 Consueto contributo di generosità di Big-mac che svaria su tutto il fronte offensivo cercando di sfondare la difesa ligure. Fondamentale il suo appoggio anche quando c’è da amministrare il vantaggio innescando le azioni di contropiede e procurando molte ammonizioni per gli avversari.   MISTER SARRI: 7 Capita che il Chievo possa battere Juventus…. vogliamo riprendere le sue parole nella presentazione del match di ieri. L’Empoli ha vinto meritatamente contro lo Spezia, evidenziando una buona tenuta mentale e fisica e una maggior organizzazione di gioco e compattezza. Da sottolineare oltre alla capacità di offendere, anche quella di non concedere palle gol agli avversari, e gli aquilotti hanno un rosa da mille e una notte, forse non sono sempre i soldi e gli acquisti a essere decisivi. E’ arrivata la 4° vittoria consecutiva e il 2° posto è stato ritrovato, e ora bisognerà cercare di tornare a fare punti a Brescia in una trasferta difficilissima, dal rigamonti inizia lo sprint finale verso quello che per noi è il grande sogno, non dimentichiamolo mai. Dicevamo, capita che il Chievo batta la Juve, ma mai che la Juve vada a Verona a difendersi ed in molto persino molto falloso, a buon intenditor, poche parole….      

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy