Le Pagelle Empoli-Cesena 0-0

Le Pagelle Empoli-Cesena 0-0

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di Pianetaempoli.it. inerenti le prestazioni dei giocatori azzurri della gara di questo pomeriggio del Castellani contro il Cesena finita 0-0.   BASSI: s.v  Pomeriggio di assoluto riposo per l’estremo azzurro mai chiamato in causa dai giocatori del

Commenta per primo!

Ecco le pagelle, redatte dalla redazione di Pianetaempoli.it. inerenti le prestazioni dei giocatori azzurri della gara di questo pomeriggio del Castellani contro il Cesena finita 0-0.   BASSI: s.v  Pomeriggio di assoluto riposo per l’estremo azzurro mai chiamato in causa dai giocatori del Cesena che mai hanno tirato nello specchio della porta.   LAURINI: 7 Ormai ” le grognement francaise” è una garanzia: copre la sua zona di competenza con grande autorità non mollando mai un centimetro e sbarrando sistematicamente la strada agli esterni bianconeri. Buono anche l’apporto alla fase offensiva.   RUGANI: 6.5 Consueta prestazione impeccabile per il giovane azzurro, E’ vero che il Cesena è venuto al Castellani con l’unico intento di non fare giocare gli azzurri non cercando grande gioco offensivo. ma in ogni caso ha il merito di farsi trovare sempre nel posto giusto, non disdegnando di buttare via la palla per risolvere situazioni complicate. Sfiora il gol nel primo tempo con un bel colpo di testa.   TONELLI: 6.5 Come il suo compagno di reparto non concede niente agli attaccanti bianconeri. Dimostra concentrazione ed attenzione, leggendo tutte le linee di passaggio degli avversari. Da il suo contributo anche in fase offensiva soprattutto sui palloni alti dove in un paio di circostanze è protagonista di alcuni episodi che fanno gridare al rigore.   HYSAJ: A corrente alternata l’albanese che sulla sua corsia di competenza spinge con troppa timidezza compiendo il suo compitino e nulla più.   MARIO RUI: 6 Più autoritario dell’albanese soprattutto in fase di spinta dove sulla corsia di sinistra disegna traversoni interessanti per i compagni. Talvolta si fa prendere dalla foga e perde qualche pallone di troppo.   IMG_3384VALDIFIORI: 6.5 Tocca un infinità di palloni e da geometria e profondità alla manovra dei nostri. Nella prima frazione sfiora anche il gol con una stilettata dai 20 metri disinnescato da Rossini.   SIGNORELLI: 6 Buona la prova del venezuelano soprattutto nel primo tempo. Dai suoi piedi nasce un assist d’oro per Maccarone che purtoppo si mostra poco lucido e spara alto. Nella ripresa appare meno lucido e incisivo perdendo qualche pallone di troppo, e alcuni tempi di giocata.   CASTIGLIA: s.v   CROCE: 6.5 Corre in tutte le parti del campo “il prestigiatore”, spinge molto sulla corsia di sinistra e in alcune fasi della gara cerca di accentrarsi per trovare spazi e per depistare gli esterni avversari che in fase difensiva formavano un autentica linea maginot.   PUCCIARELLI: 5,5 Si accende solo a sprazzi Manuel che spesso finisce per imbottigliarsi nel traffico costituito dalla ragnatela dei giocatori bianconeri. Qualche spunto sulla trequarti che non porta quasi mai a nulla di concreto. Ha il merito di lottare con grande abnegazione in una gara forse non adatta alle sue corde.   MCHEDLIDZE: 5.5 Con il suo ingresso Sarri passa al 4-3-3 con Tavano e Maccarone esterni. Ha molta voglia di fare ma alla fine dei conti si mostra poco incisivo e non cambia le sorti del nostro match   TAVANO: 6 Partecipa alla manovra della squadra dando la profondità ai centrocampista azzurri. Sotto porta dimostra di avere le polveri bagnate come il suo compagno di squadra Maccarone.   MACCARONE: 6 Si da davvero un gran da fare BigMac, bravo a farsi trovare nel posto giusto liberandosi dalla guardia dei centrali avversari sprecando in maniera clamorosa 2-3 occasioni limpidissime.    MISTER SARRI: 6 Gara difficile quella odierna degli azzurri contro un avversario chiuso a testuggine. Tuttavia sono state create almeno 4-5 occasioni nitide da gol, contro una squadra messa in campo solo per non fare far gioco. Nella parte finale ha optato per il 4-3-3 ma nel dopo partita ha fatto capire come la squadra, per il motivo in cui è strutturata, non sia in grado di attuare quel sistema di gioco. Insomma una soluzione da mettere in atto solo in alcune circostanze. Il 3° pareggio consecutivo fa storcere la bocca, ma alla fine dei conti non compromette assolutamente niente in un campionato molto equilibrato. A tratti sembra mancare un pò di cattiveria agonistica nei 16 metri finali. Ad ogni buon conto il consuntivo finora è più che positivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy