Le pagelle di Empoli-Carpi 1-1

Le pagelle di Empoli-Carpi 1-1

Queste le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri della gara di questo pomeriggio del castellani contro il Carpi terminata  1-1. Redatte come di consueto dalla redazione di Pianetaempoli.it.     BASSI: 5.5 Incerto in occasione del gol di Gagliolo dove rimane tra i pali

Commenta per primo!

Queste le pagelle inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri della gara di questo pomeriggio del castellani contro il Carpi terminata  1-1. Redatte come di consueto dalla redazione di Pianetaempoli.it.     BASSI: 5.5 Incerto in occasione del gol di Gagliolo dove rimane tra i pali ma anche in precedenza non era uscito su richiesta di Tonelli. Nel secondo tempo poco lavoro per l’estremo azzurro.     LAURINI: 6.5 Mette come di consueto grande determinazione e cattiveria oltreuna smisurata dose di coraggio. Concede pochi spazi a Di Gaudio che trova nel francesino una linea maginot invalicabile. Ottimo anche il suo contributo in fase offensiva dove si sgancia con continuità.     TONELLI: 6 Il nostro “The Wall” fa fatica più di altre volte in fase di copertura. Coinvolto nel black-out dell’intera retroguardia che permette a Gagliolo di siglare il gol del vantaggio emiliano. Per il resto una prestazione sufficiente, anche perchè in alcuni frangenti della gara toglie letteralemente le castagne del fuoco.     RUGANI: 5.5 Prestazione ( ci puo’ stare per un ’94 dopo oltre 20 gare )al di sotto dello standard straordinario che ci aveva abituato. Anche lui come tutta la retroguardia azzurra colpevolmente fermo in occasione del gol di Gagliolo. Per il resto in alcuni frangenti appare impreciso e poco sicuro.     HYSAJ: 6.5 L’albanese riprende il proprio posto sulla fascia sinistra, e fornisce un grande contributo sulla fascia di competenza. Soffre leggermente ne secondo tempo Acosty e Concas. Tuttavia si fa notare recuperando preziosi palloni nella metà campo avversaria appoggiando la manovra azzurra. Oggi lo si è rivisto ad alti livelli.     VALDIFIORI: 6.5 Come previsto riceve un trattamento particolare dagli avversari. Nonostante questo catalizza come di consueto molti palloni. E’ il cuore ed il cervello della manovra azzurra distribuendo palloni per i compagni, anche se nel finale sbaglia qualche pallone di troppo. Buono il suo contributo anche in fase di non possesso.     gol ciccioCASTIGLIA: 6 Alla prima maglia da titolare in azzurro (in assoluto gli mancava dallo scorso Aprile). L’ex Juve va a correnti alternata, inevitabilmente da un apporto diverso da quello che fornisce Croce oggi in tribuna per squalifica. Si fa notare per alcuni interessanti spunti nella metà campo avversaria. Regge bene i suoi primi 90 minuti stagionali ed appare in crescita.     ERAMO: 6 L’ex Samp dimostra di non avere la partita piena nelle gambe, non potrebbe essere altrimenti visto le poche presenze raggranellate in blucerchiato. Prestazione sufficiente la sua per quantità e determinazione messa sul rettangolo verde. Un bello spunto in avvio di gara per Tavano.     MORO: 6 Dopo tre mesi rientra in campo acclamato dalla maratona che gli ha dedicato una standing ovation. Al di la di quello che ha potuto dare nella mezzora nel quale è stato impiegato è da sottolineare l’importanza del suo ingresso in campo. Fondamentale il suo contributo che potrà dare il capitano in questa ultima fase del campionato. Quello che è in grado di dare lui anche a livello di intensità non lo può dare qualche altro senza con questo voler tirare la croce addosso a nessuno.     PUCCIARELLI: 6 Preferito a Verdi si fa notare a sprazzi per qualche buono spunto nei 16 metri avversari. Gli manca la continuità e un pizzico di incisività nei 16 metri finali. In ultima analisi però fornisce un buon contributo alla causa.     MCHEDLIDZE: 6 Non ha un grande impatto nel confronto, ma si riscatta in zona “Cesarini” con un paio di buone cose: su tutte il meraviglioso assist per Tavano, Purtroppo Ciccio scivola.   TAVANO: 6.5 Ha il merito di costruirsi e finalizzare l’unica occasione degli azzurri del primo tempo. A inizio ripresa si procura il penalty e lo realizza con freddezza olimpica. Peccato per l’occasione che getta alle ortiche nel recupero scivolando più per stanchezza che per altro.   MACCARONE: 5.5 Big-mac conferma di attraversare un periodo di forma non ottimale. Si da un gran da fare facendo molto movimento ma dimostra di avere le polveri bagnate. Gli manca il gol da tre mesi, sono periodi che capitano ai grandi attaccanti come lui ma si sa il gol è il pane degli attaccanti. Tuttavia è un elemento fondamentale dello scacchiere di Sarri e ci auguriamo che si sblocchi presto, magari a partire da sabato a Padova.   VERDI: 6.5 Ottimo il suo impatto nella gara. Un paio di brillanti serpentine sulla corsia di sinistra che mettono in grande difficoltà la difesa avversaria. Dai suoi piedi i pericoli maggiori per il Carpi. La sensazione è che riesce a esprimersi al meglio quando subentra rispetto alle volte in cui parte titolare.   MISTER SARRI: 6 La squadra dimostra di attraversare un periodo particolare. Questo è un dato inconfutabile; 4 punti nelle 4 gare di questo 2014 e una vittoria al Castellani che manca dallo scorso 17 Novembre. Tuttavia come sottolineato nel dopo gara; non si può giocare al massimo della condizione fisica e psicologica. In questo periodo le cose anche le più semplici non riescono al meglio. Come sottolineato nel dopo partita non bisogna crearci pressioni, perchè il nostro deve continuare a essere un sogno e non una ossessione. Nella ripresa Ha provato a cambiare modulo passando a un 4-3-2-1 con Pucciarelli e Verdi larghi e Tavano punto di riferimento in avanti. La squadrà però ha confermato di non essere al top. Il bicchiere mezzo pieno è rappresentato dal fatto che la classifica dice ancora 2° posto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy