IL PERSONAGGIO | Antonio Di Natale, quante magie in azzurro…

IL PERSONAGGIO | Antonio Di Natale, quante magie in azzurro…

A cura di Alessandra Nespeca . Nome: Antonio Cognome: Di Natale Nato a Napoli il 13 ottobre 1977 . [caption id="attachment_224706" align="alignleft" width="253"] Antonio Di Natale esulta dopo un gol pesantissimo contro il Modena (Serie B 2001/02)[/caption] Questo mercoledì ad Empoli si accend

A cura di Alessandra Nespeca . Nome: Antonio Cognome: Di Natale Nato a Napoli il 13 ottobre 1977 .

modena empoli
Antonio Di Natale esulta dopo un gol pesantissimo contro il Modena (Serie B 2001/02)

Questo mercoledì ad Empoli si accendono di nuovo i riflettori del Castellani: turno infrasettimanale, ospite l’Udinese, giornata numero 23 del massimo campionato italiano.

Antonio Di Natale, “Totò”, è il capitano della squadra friulana. Un giocatore legatissimo alla nostra città (peraltro, sua moglie è empolese, ndr), dove è cresciuto diventando un campione.

Di Natale mosse i primi passi con la scuola calcio San Nicola di Castello di Cisterna e arrivò ad Empoli all’età di 13 anni. L’esordio in prima squadra avvenne nel 1996-97, stagione terminata con la promozione in Serie A: in quella stessa stagione lui ed un certo Luca Toni davano spettacolo il sabato pomeriggio al campo di Petroio con la formazione Primavera (quando gli azzurrini giocavano in casa, ndr). Andò poi “a farsi le ossa” in altre squadre: Iperzola, Varese, Viareggio, sempre in Serie C. Con quest’ultimo club il talento di Totò “esplose”, grazie anche ai consigli di un bomber come Pruzzo, tecnico dei versiliesi: 12 gol in 25 partite, davvero un bel bottino.

.

Tornato ad Empoli, disputò tre campionati di Serie B. Nel 2001-02 arrivò la promozione in Serie A, alla quale Di Natale contribuì segnando 16 reti. Nella stagione 2002-2003 ne realizzò 13 in Serie A, gol pesanti che contribuirono in maniera determinante alla salvezza dell’Empoli. L’annata successiva, invece, finì con la retrocessione. In quella stagione, l’attaccante partenopeo segnò solo cinque gol. Cinque, come i campionati di fila che Totò disputò in azzurro, a suon di gol, ben 49. Come dimenticare la sua particolare esultanza? L’aeroplanino in omaggio al suo collega, amico e compaesano Vincenzo Montella, altro ex azzurro illustre.

Negli anni empolesi per il giocatore arrivò la meravigliosa soddisfazione dell’esordio in Nazionale: era il 20 novembre 2002 e si giocava l’amichevole Italia-Turchia (1-1). Un grandissimo orgoglio per Di Natale e per tutta Empoli. Il suo primo gol in Nazionale risale al 18 febbraio 2004, nell’amichevole Italia-Repubblica Ceca (2-2).

Poi il passaggio all’Udinese, nel 2004. Nella stagione 2005-2006, con la maglia bianconera, ha stabilito un record: è stato infatti l’unico giocatore italiano della stagione ad aver segnato almeno un gol in campionato, Coppa Italia, Coppa Uefa e Champions League.

Un perno della squadra friulana, una bandiera, un leader da oltre dieci anni.

Antonio Di Natale: un calciatore, anzi, un ragazzo prima e un uomo poi che ha legato indissolubilmente il suo nome all’Empoli e ad Empoli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy