IL PERSONAGGIO | Daniele Rugani: una stella azzurra in bianconero

IL PERSONAGGIO | Daniele Rugani: una stella azzurra in bianconero

Cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli: con la maglia azzurra l’esordio in Serie B e poi in Serie A, il primo gol tra i cadetti e poi nella massima serie. Alla Juventus una parentesi in primavera, ora è considerato il futuro pilastro della difesa della “signora”. Vinse il Premio Leone d’Argento nel 2014, due anni prima il Trofeo PianetaEmpoli Giovani.

Domenica 2 ottobre allo stadio Carlo Castellani di Empoli arriva la Juventus (ore 12,30).

Della rosa bianconera fa parte Daniele Rugani.

Ne è passato di tempo, da quando era uno dei piccoli dell’Atletico Lucca, poi giocatore delle giovanili della società azzurra.

Cuore e grinta, per un ragazzo che fin da bambino ha mostrato di avere i numeri per arrivare in alto.

Ventidue anni compiuti a fine luglio, il giovane difensore lucchese è cresciuto calcisticamente ad Empoli, per poi passare, nel 2012, alla Juventus. Marco Baroni lo ha allenato nella Primavera, avendo per lui sempre parole di grande stima. Nell’estate 2013 la squadra torinese ha acquistato la metà del cartellino del giocatore e Rugani è tornato a Empoli per affrontare la sua prima annata da professionista, esordendo in Serie B, a soli 19 anni. Il suo primo gol risale al marzo 2014, nella partita casalinga contro la Reggina, finita 4-0. Una stagione trionfale, chiusa con la promozione in Serie A – da ricordare anche un premio dell’Aic per il giovane difensore. Il suo debutto nella massima serie porta la data del 31 agosto 2014, nella gara Udinese-Empoli, finita con la sconfitta degli azzurri per 2-0. A settembre, il primo gol di Rugani in A, con la rete del definitivo 2-2 nella trasferta sul campo del Cesena. Alcuni mesi dopo, la Juventus ha acquistato anche la seconda metà del cartellino del calciatore, lasciando Rugani in prestito all’Empoli fino a fine campionato. Il giovane difensore ha chiuso la stagione disputando tutte le 38 partite e realizzando tre gol, senza mai essere sostituito, ammonito o espulso. Nessun cartellino e sempre in campo, un record particolare, un evento eccezionale, per un “predestinato” del calcio.

Poi, la Juventus. Ha giocato maggiormente nella seconda parte della scorsa stagione, confermando di essere molto più di un giovane di belle speranze. In questo campionato, l’esordio di Rugani con la maglia della Juventus è anche stato sinonimo del suo primo gol in bianconero, per l’1-0 contro il Cagliari lo scorso 21 settembre (la gara è finita 4-0).

Rugani e la Nazionale. L’esordio con la Under 21 porta la data del 5 marzo 2014 contro l’Irlanda del Nord (2-0 per l’Italia), partita in cui ha anche segnato la sua prima rete con gli azzurrini.

Il debutto del giocatore con la Nazionale maggiore risale a poco tempo fa, precisamente al 1° settembre 2016, nell’amichevole di Bari persa 1-3 contro la Francia. Nel 2012 Rugani ha vinto il Premio PianetaEmpoli Giovani, nel 2014 invece si è aggiudicato il Premio Leone d’Argento.

 

Alessandra Nespeca

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy