il Pisa tornerà al Castellani sabato 17 per disputare la sfida interna contro il Brescia. Non c’è ancora il timbro dell’ufficialità, è vero, ma l’Empoli è già stato informato. Un po’ a sorpresa, anche, visto che in un primo momento sembrava che Pisa-Brescia non si potesse giocare al Castellani per motivi di ordine pubblico: rivalità fra le tifoserie, compresa quella azzurra, e la quasi concomitanza con Fiorentina-Roma, altra gara a rischio che si giocherà domenica 13 al Franchi.

Stavolta, l’Empoli non ha per niente gradito la notizia. Perché c’era una sorta di accordo fra gentiluomini per limitare al minimo il disagio, ma soprattutto perché stavolta l’aggiunta di un’altra partita rischia di creare problemi seri al terreno di gioco del Castellani. L’Empoli, infatti, domenica 18 giocherà in trasferta a Torino, ma mercoledì 21 ci sarà il turno infrasettimanale e gli azzurri dovranno vedersela in casa contro l’Inter. E visto che il campo porta ancora le “ferite” di Pisa-Novara, il problema è reale. Anche perché rifare il fondo del Castellani, la scorsa estate, è costato fra i 250.000 e i 300.000 euro

fonte: iltirreno

1 commento

  1. Pensiamo per noi, però onestamente questi pisesi hanno rotto….
    Se un sono in grado d’organizzassi è giusto faccian la fine di Parma!!!

  2. “Stavolta, l’Empoli non ha per niente gradito la notizia. Perché c’era una sorta di accordo fra gentiluomini per limitare al minimo il disagio.”

    E’ la seconda partita al Castellani, non la decima…come si fa a parlare di “disagio”? E se nell’accordo “fra gentiluomini” non hanno considerato eventuali danni al campo e relativo ripristino a carico del Pisa, chi è causa del proprio male pianga se stesso invece di farlo sul Tirreno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here