Consueto appuntamento con il tecnico azzurro, Alfredo Aglietti, che come ogni settimana, alla vigilia del match, presenta lo stesso con un’attenta disamina degli avversari e della situazione in casa azzurra:

 

Mister, partita difficile due volte: arriva una della squadre più in palla del campionato ma un altro avversario potrebbe essere la pressione che inevitabilmente su questa gara ci sarà:

Partita difficile perchè arriva un avversario forte, una delle squadre migliori di questo campionato che assolutamente per me non rapresenta una sorpresa vederla nei piani alti della classifica. La Reggina ha mantenuto l’ossatura della passata stagione ed anche cambiando allenatore ha però lasciato immutato il suo gioco offensivo. Poi davanti hanno dei giocatori davvero importanti per la categoria. Ho chiesto maggiore attenzione, è un momento in cui quello che sbagliamo lo paghiamo, e loro davanti sono spietati. Per quanto riguarda l’aspetto della pressione che dire, non possiamo essere ipocriti facendo finta che la gara sia una delle tante, le quattro sconfitte sulla schiena pesano e danno fastidio a tutti. Non possiamo però permetterci di far prevalere la paura, anzi dobbiamo stare sereni e prendere coscienza delle qualità che abbiamo. Mi ripeto rispetto anche ad alcuni discorsi fatti in settimana dalla dirigenza, siamo ampiamente soddisfatti della squadra che abbiamo ed in questi calciatori abbiamo piena fiducia.”

 

Però mister è innegabile che l’aspetto caratteriale stia venendo meno. Cosa che poi  si diceva anche nella passata stagione:

E’ vero, questo gruppo non ha nelle corde una spiccata personalità, questo magari può dipendere, parlo per il presente, anche dai risultati non positivi che stanno arrivando. I ragazzi durante la settimana, come tutti noi, danno il massimo e quindi è chiaro che uscire poi sempre sconfitti possa buttare giù. Sappiamo che dobbiamo supplire questa carenza con le gambe durante i novanta minuti di gioco. Sono convinto che appena arriveranno i risultati si sbloccherà anche l’aspetto mentale.”

 

Come arriva la squadra a questa gara? Rientra Coralli e finalmente toccherà a lui:

Sono contento che Claudio possa tornare in campo, per lui ma soprattutto per la squadra. E’ un giocatore fondamentale dentro e fuori il rettangolo da gioco. Dicevamo e facevamo gli elogi al pacchetto avanzato della Reggina ma credetemi avere due come Coralli e Tavano e poterli schierare insieme è davvero un lusso. Ovviamente non c’è solo Claudio, che dobbiamo sottolineare non essere ovviamente al top, soprattuto per la tenuta dei novanti minunti. Ci saranno anche altri dieci elementi che dovranno dare il massimo. Ancora ci sono dei piccoli nodi da sciogliere anche se ho le idee abbastanza chiare che riflettono quello provato quest’oggi. Ho chiesto molto in questa settimana e sono soddisfatto di come i ragazzi abbiano risposto. Dobbiamo sfruttare gli inserimenti tra le linee ed essere molto bravi a far girare la palla.”

 

Mister Aglietti come sta?

Ovviamente deluso e dispiaciuto per come sia iniziata quasta stagione, lavoriamo per i risultati e se non arrivano ovviamente anche io ho le mie responsabilità ed i mie gap da colmare. Sto però bene perchè non c’è tensione nell’ambiente, abbiamo parlato e con la società non ci sono situazioni di tensioni ma semmai di rispetto e fiducia. E’ chiaro che lunedi sarà importante far bene anche per la gente che in questo periodo difficile sta comunque sostenendo positivamente la squadra.”

 

Hai chiamato in causa la gente, i tifosi. Che tipo di accoglienza ti aspetti per la gara?

Positiva, i nostri tifosi sanno quello che è bene e quello che non lo è. Ci hanno sempre sostenuto e sono convinto che per tutti i novanti minuti saranno una spinta in più. Facendo tutti gli scongiuri del caso, se poi dovesse andar male è giusto che facciano sentire la loro voce ed il loro dissenso.”

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon la Reggina solo un risultato, obbligati a vincere
Articolo successivoIn diretta su Radio Bruno
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

10 Commenti

  1. Mister io sto con te, hai molte meno colpe di quante non te ne vogliano addossare. Siamo una squadra di gente sopravvalutata, il problemo è questo a partire dai vari giovani (Dumitru, Saponara, Tonelle) che dovevano spaccare il mondo. Spero di vincere anche perchè non vorrei il tuo esonero.

    • La tua analisi cara Martina e’ abbastanza giusta…sul Mister non posso essere daccordo, uno dei peggiori allenatori mai visti nel mindo del calcio!!! Ma sulla sopravvalutazione dei nostri giovani mi trovi perfettamente daccordo, son 2/3 anni che vedo uno svilimento del nostro ottimo settore giovanile, gli ultimi usciti sono dei mediocri che non possono certo farci fare il salto di qualita’ dei precedenti campioncini che sono usciti da Empoli!!!

  2. I giovani vengono “sopravvalutati” ad arte dalla nostra dirigenza xchè devono essere venduti… Purtroppo, peró, questo giochino ci sta costando troppo in termini di prima squadra, quest’anno davvero in bilico sulla lega pro.
    A mio avviso, solo un allenatore di esperienza e grande personalità potrebbe cambiare le cose…

  3. Qui i discorsi li porta via il vento….o si vince o quest’anno si fa un campionato anonimo…a meno che poi non si faccia 5 o 6 vittorie di seguito!IN QUESTO MOMENTO E SOLO DOPO 6 TURNI,DICO SOLO DOPO 6 TURNI,ANCHE SE CON UNA PARTITA DA GIOCARE IN POSTICIPO,SIAMO A 9 PUNTI DALLA SESTA IN CLASSIFICA,ULTIMO POSTO DISPONIBILE PER RAGGIUNGERE I PLAY-OFF.Addirittura siamo a 11 punti dalle prime due in classifica.E’vero che il campionato è lunghissimo,ma il vantaggio che hanno le prime 6 su di noi è veramente importante…anche perchè non credo che staranno ferme in classifica ad aspettarci!In questo momento i punti che abbiamo in classifica ci dicono soltanto che siamo una squadra in lotta per non retrocedere…inutile pensarla differentemente…la realta’ è questa!E non mi si venga a dire lunedi sera dopo la partita che “Un pareggio va bene lo stesso in quanto abbiamo interrotto la serie di sconfitte!”.L’UNICO RISULTATO POSSIBILE E’LA VITTORIA,SIA PER SALIRE IN CLASSIFICA,SIA PERCHE’ SI GIOCA IN CASA,SIA PERCHE’SI DIMOSTRA CARATTERE,SIA PERCHE’SI DIMOSTRA QUELLA FORZA DI SQUADRA CHE TUTTI SBANDIERANO AI QUATTRO VENTI!Questa è la partita che ci fara’ vedere di che pasta siamo fatti!

  4. Il mister avrà le sue colpe ma non può rappresentare il capro espiatorio della situazione…un bell’esamino di coscienza ai “piani alti” non guasterebbe, come un’iniezione di carattere a questi giocatori se vogliono arrivare da qualche parte…

    Poi si sa, la cosa più semplice da fare è sempre tagliare l’allenatore piuttosto che mettere in riga 25 giocatori o, per certi dirigenti, fare un bagno d’umiltà ammettendo di aver sopravvalutato la rosa.

    Ma ora stop ai processi che c’è da pensare alla partita: forza Alfredo, forza ragazzi, forza Empoli!

  5. io credo che i ns giovani non siano sopravvalutati…a mio avviso valgono davvero e molto..hanno soltato bisogno di potersi esprimere al meglio…attraverso qualcuno che sappia metterli in campo nel modo corretto..

  6. Caro Mister, spero sinceramente che tu domani sera vinca e che la crisi di questo inizio di campionato tramonti…però se non dovesse accadere per il bene di questa squadra dimettiti da solo…perchè se aspettiamo il presidente addio, quello prima di pagare un’altro allenatore ci fa andare in Lega pro!!! AUGURI AGLIETTI

  7. Caro “Aglio” anche io al di là di ogni risultato ti auguro di non perdere il tuo posto di lavoro.

    La Reggina adesso è più forte di noi ed un atteggiamento più accorto è auspicabile.

    Però come sempre ti complichi la vita!

    Avevi scelto il 4-3-3 secondo me adatto al gioco verticale al quale sei molto legato. Poteva essere più che giusto se interpretato di contropiede.

    Tutto ad un tratto cambi per il 4-2-3-1.

    La Reggina gioca con il 3-5-2, i 5 centrocampisti
    Agiranno sulla nostra tre quarti dove opponiamo solo 2 mediani e anche ricevendo il contributo dei nostri terzini (+2) saremo scoperti lateralmente.
    Ovvero 4-2 contro 2-5.
    Da li arriveranno palle “cattive” e saranno dolori!
    (I nostri tre quartisti non rientreranno mai per tempo
    sono in posizione troppo offensiva).

    Poi con il 4-3-3 i nostri 3 attaccanti avrebbero potuto puntare sempre nell’uno-contro-uno con i 3 difensori reggini. Avendo Ciccio Tavano e Claudio Coralli le schans di segnare si sarebbero amplificate notevolmente pur non avendo un gran gioco.

    Volevo scommettere sull’ 1 era a 2,45 ma così ci credo poco…

  8. la rosa é buona peró ha perso la grinta cosa che a empoli non abbiamo mai visto.E ora di svegliarsi e giocare lampartita della vita come se dopo di questa ci fosse la serie C. Oggi sono un poco nostalgico …. chi si ricorda il gol di Ekströem alla juventus nell 87? Bellissimo ole ole ole Jhonny Jhonny….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here