Anticipiamo di un giorno la rubrica settimanale di approfondimento “Il Punto” in compagnia di Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento della squadra azzurra a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire, ma non solo….

 

marinaiAlessandro ben trovato. A Bergamo è arrivato un pareggio quanto mai beffardo, peccato perchè gli azzurri avevano fatto una grande gara…

“Assolutamente. Una gara di spessore che è andata oltre quelle che erano le mie aspettative e che ha dimostrato che questa squadra è ancora sul pezzo e non ha aperto gli ombrelloni. Ho rivisto l’Empoli che conosco, capace di imporre il proprio gioco con grande personalità su un campo difficile, contro una squadra in salute, in un ambiente non facile per l’entusiasmo dilagante dopo gli ultimi risultati. Il gol nel finale è una beffa tremenda ma è comunque arrivato un risultato che in molti, compreso me, avrebbero sottoscritto alla vigilia. Va bene lo stesso, il calcio è anche questo”.

 

Nessuna colpa ad hoc ma che ingenuità quella di Sepe nel regalare quel calcio d’angolo. Un Sepe che per il resto aveva fatto bene…

“Guarda, non voglio difendere a tutti i costi Sepe e mi spiace non aver ritrovato da nessuna parte il filmato specifico, però mi era sembrato che Sepe cercasse di evitare l’angolo perchè l’ultimo a toccarla era stato un azzurro. Non ho certezza di quello che sto dicendo, ripeto, ma non ho davvero trovato il modo per verificare. Nel tentativo di prendere il pallone è scivolato sull’erba ed è finito oltre la linea di fondo. Magari qualche lettore può esserci di aiuto in questo, qualcuno che ha certezza laddove io non ce l’ho”.

 

La gara di Bergamo non verrà però ricordata per quanto accaduto nel rettangolo verde ma per quello che poi è successo negli spogliatoi. Partiamo dal fatto, questo pugno arrivato in maniera vile sul volto di Tonelli da parte di Denis…

“Una pagina triste per il calcio perchè simili episodi non dovrebbero esserci. Capisco l’adrenalina, la tensione della partita, ma un gesto del genere dopo un quarto d’ora dal fischio finale è indifendibile. La modalità poi è da vigliacchi, sbucare da dietro un compagno, sferrare il colpo e scappare via. Almeno affrontalo viso a viso, difendi il tuo orgoglio, fai valere le tue ragioni. Io non lo so  se Tonelli ha pronunciato o meno quella frase perché non ero lì, ma anche se fosse dobbiamo ricordare, senza fare tanto gli ipocriti, che in campo vengono dette le cose peggiori spesso non pensandole neppure, ma quando la partita finisce dovrebbe finire tutto lì altrimenti ogni gara sarebbe una rissa. Se poi dobbiamo ragionare in questi termini diventa difficile capire chi ha provocato chi, se davvero Tonelli ha pronunciato quella frase sarebbe intetessante capire come mai sia arrivato a tanto. La cosa, insomma, doveva finire in campo”.

 

Hai sentito poi le parole dei due ds, anche qui emerge una grande differenza…

“La differenza è sostanziale, chi ascolta le parole di entrambi nel dopo gara capisce benissimo che Carli è un uomo di campo, che viene dal campo mentre Marino è uomo di società, d’ufficio. Il DG dell’Atalanta ha usato termini inaccettabili come quando ha associato la presunta minaccia di Tonelli alla criminalità, parlando peraltro per sentito dire perchè per sua stessa ammissione non ha visto nulla dal momento che non era presente. Non è accettabile difendere la violenza, da dirigente dell’Atalanta doveva per prima cosa condannare il gesto del proprio tesserato anzichè cercare di giustificarlo poi, semmai, poteva preoccuparsi degli altri”.

 

Una minaccia di morte, tutta da verificare, un pugno che ha lasciato il segno…

“Il pugno rimane, è un gesto che c’è stato perchè ci sono i segni e perchè nessuno lo ha smentito. Le minacce, presunte minacce, nessuno può dimostrare in maniera assoluta che ci siano state. Su un milione di persone che commenta questo episodio soltanto una manciata di persone conosce esattamente i fatti e come si sono svolti. Non si è capito quando e dove sia stata pronunciata questa frase, non si è capito chi l’ha ascoltata e questo è per me elemento importante perchè se fosse stato un componente del sestetto arbitrale ad udirla perchè non è intervenuto durante la gara? E se fosse stato un esponente della Procura Federale a sentirla, dato che viene specificato che la presunta minaccia sarebbe stata fatta all’interno del recinto di gioco, perchè non ha fatto in modo di vigilare al rientro delle squadre negli spogliatoi? Alla fine, comunque, chi alza le mani ha sempre torto e chi difende l’argentino perchè la famiglia non si tocca si ricordi la prossima volta che va allo stadio di non offendere la mamma degli altri”.

 

Poi il giudice sportivo…

“La mia sensazione è che Denis abbia pagato per il gesto inqualificabile, Tonelli invece per il clamore scatenato dall’episodio. Non ricordo nessuna squalifica con tale motivazione eppure mi risulta, come dicevo prima, che in campo venga detto di tutto e di più tra i calciatori. Come le bestemmie, il regolamento le vieta ma quasi tutti bestemmiano, tutti sentono e nessuno viene squalificato ad eccezione di Sarri. C’è un’ipocrisia elevatissima nel calcio e una partigianeria spesso troppo marcata”.

 

Parliamo di calcio e di Napoli. Che gara ti aspetti?

“Terribile. Però stimolante. Il Napoli è in una condizione strepitosa e sarà difficilissimo riuscire ad arginare la sua furia. In questo momento è di gran lunga la formazione più in forma, ha giocatori di caratura mondiale e uno stimolo importante: quello di riuscire a scavalcare la Roma in zona Champions. E’ pur vero che la squadra di Benitez in questa stagione è incappata in scivoloni inattesi e di fronte troverà una squadra rinfrancata dall’ottima prestazione di Bergamo e che non resterà certamente a guardare, ma il pronostico è ovviamente in favore dei partenopei”.

 

Dopo il secondo tempo di Bergamo, con un Pucciarelli che non sembra essere al suo top, ti aspetti di vedere il 4-3-2-1?

“Chissà che non sia davvero la volta buona per vedere l’albero di Natale dal primo minuto, ma qualche dubbio che ciò si verifichi me lo tengo però! Pucciarelli non sembra essere al top, Tavano ormai mi sembra di capire che sia indietro nelle preferenze e allora perchè non giocare con Levan dal primo minuto con Maccarone a girargli intorno? Sempre che Sarri non decida davvero di lanciare l’attaccante unico”.

 

Chiudiamo con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno…

“Promosso il Toro, vincere il derby dopo 20 anni, oltretutto ribaltando il risultato è impresa da ricordare. Promuovo anche Maran, un tecnico che stimo perchè parla poco e lavora molto, e il suo Chievo capaci di bloccare sul pari la Lazio ed anche il Napoli che, come dicevo prima, in questo momento rappresenta il meglio del calcio italiano. Tra i bocciati ci metto le prime della classe, tra le prime sei soltanto il Napoli ha vinto e si registrano i tonfi di Roma, ma ormai non fa più notizia, e soprattutto Fiorentina che esce incredibilmente sconfitta contro il Cagliari. Uno stop rischiosissimo per Montella e i suoi ragazzi che rischia di compromettere la stagione. Tra i bocciati, ovviamente, quei fenomeni che si sono messi in evidenza per le strade di Torino e anche all’interno dello stadio. Di qualunque colori essi siano, gente nemica del calcio che dovrebbe andare altrove”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteLuigi Sepe a radio KissKiss: "Giovedi partita speciale"
Articolo successivoTonelli squalificato, anzi no!
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. Ciao Alessandro, voglio parlare di calcio giocato. Che modulo sceglieresti giovedi e se magari non sarebbe il caso di mettere Levan con Maccarone?

    • Forse non hai letto attentamente… 🙂 Ho detto che non essendo al top Pucciarelli e con Tavano ormai indietro nelle preferenze perchè non mettere Levan? Forse è la volta buona per il 4-3-2-1

  2. Ciao Alessandro,

    due domande:
    1) pensi che questa squadra riuscirà a raggiungere i 40 punti?
    2) credi in una possibile rimonta del Cagliari (il loro calendario non mi sembra così proibitivo)?

    Ciao e grazie

  3. Ciao Alessandro, hai giá espresso ampiamente il tuo pensiero sulla nota vicenda di Bergamo, ed avendo visto penslty sprint ho sentito anche quella di Cocchi, qui in veste di intervistatore. L’unica cosa in piú che ti vorrei chiedere e se L’Empoli non potesse fare anch’esso una battaglia legale assieme al proprio tesserato. Grazie

  4. Buongiorno Marinai e buongiorno alla redazione di PE
    Si parla molto di quota salvezza raggiunta, sulla carta, ma in considerazione anche degli scontri diretti di quelle squadre che stanno sotto di noi REALISTICAMENTE quanti punti occorrono per festeggiare la permanenza in serie A?
    Grazie e buon lavoro

    • Con una vittoria non ci sarebbero problemi, ma secondo me è molto, molto difficile una rimonta di Cagliari e/o Cesena.

  5. Per quanto riguarda sepe sono d accordo con te secondo me voleva evitare l’angolo.
    Ti volevo chiedere secondo te quanti punti ci servono x la tranquillita?
    Visto uno come higuain quanto e’ pesa la squalifica di tone?

    • Sui punti ho già risposto sopra più o meno. Tonelli sarà sostituito da un giocatore assolutamente valido e affidabile come Barba.

  6. Salve Alessandro
    per rimanere nell’argomento del giorno, la giornata di squalifica a Tonelli grida allo scandalo
    A noi squalificano chi tira un moccolo in campo e chi “offende” un avversario.
    Il regolamento è chiaro e chi ha sbagliato paga ma vorrei un tuo giudizio su alcuni punti:
    Totti che manda regolarmente a fare in c…. l’arbitro?
    Stranieri che se le dicono di tutti i colori senza che la terna arbitrale capisca un’acca?
    Chiellini sempre con le mani quasi in faccia agli arbitri?
    Offese continue in tutte le lingua ai collaboratori arbitrali?
    Io credo che non ci trattino tutti allo stesso modo, ma siccome apprezzo la tua competenza mi piacerebbe conoscere il Marinai-pensiero in merito
    Buona giornata

    • Sulle offese in lingua straniera puoi farci poco, non possiamo pretendere che gli arbitri sappiano tutte le lingue del mondo. Sulle bestemmie, atteggiamenti aggressivi e intimidatori soprattutto da parte dei giocatori più importanti stenderei un velo pietoso. La squalifica di Tonelli è una cosa ridicola, una giornata dovuta al clamore della vicenda.

  7. Buonasera a tutti
    vorrei fare alcune domande
    1-Pensi che alla luce delle ultime critiche, sia il momento di proporre Bassi in porta e dare un po’ di riposo a Sepe?
    2-Contro il Napoli pensi che il nostro Mister cambierà molto in difesa, considerando per certa la squalifica di Tonelli?
    3-Pucciarelli dopo lo scoppiettante inizio sta stentando molto, è il momento di Ciccio?

    • 1) No, non credo che in questo momento sia un pensiero del mister.
      2) Il sostituto di Tonelli è di sicura affidabilità, qualora non venisse accolto il ricorso. Con Hysaj e Rugani sicuri vedremo chi scenderà in campo tra Laurini e Mario Rui visto che nessuno dei due è al meglio e quindi credo che la decisione verrà presa in extremis.
      3) Io proverei a partire con Levan giovedì, in alternativa lancerei l’albero di Natale.

    • Sta attraversando un momento difficile come può capitare a tutti, ma era una larga fetta di quelli che scrivono qui che lo volevano in campo al posto di Tavano. Chi si aspettava gol a grappoli probabilmente non aveva capito che non è esattamente un bomber di razza. Ha altre qualità che in questa fase del campionato non riesce a far emergere.

  8. Salve Marinai
    dopo quello che è accaduto a torino, con la bomba carta che ancora non si capisce bene chi l’abbia tirata, mi potresti spiegare a cosa serve la tessera del tifoso, i tornelli e la vendita nominativa dei biglietti?
    buon lavoro

  9. Ciao Ale , per la prima volta mi trovo in disaccordo con una scelta di sarri di far entrare Mario rui e non michelidze che poteva dare peso e soprattutto altezza soprattutto nei calci d’angolo avendo giocatori molto bravi di testa come stendardo , il vigliacco , benaloune ed altri sei d’ accordo ????

    • Mettere Levan avrebbe significato assumere un atteggiamento diverso rispetto a quello che voleva Sarri con i quattro giocatori offensivi che aveva l’Atalanta. Vedere il mister schierare la difesa a cinque fa capire quanto vedesse in difficoltà la squadra nel contenere gli attacchi dei nerazzurri. Sono scelte che si fanno nel giro di poco tempo ed evidentemente in quel momento Sarri ha avvertito questa necessità. La vittoria è svanita per un soffio…

  10. Non credi che la vittoria, impronosticabile del Cagliari a Firenze ci ponga, per effetto di un calendario durissimo, come la più seria candidata al terz’ ultimo posto?

    Io posiziono Atalanta e Cagliari a 40 pt a fine campionato…a noi non basterebbero…ne servirebbero 41… è possibile pescare 2 vittorie prima della trasferta al Meazza considerato che questa squadra ha vinto appena 6 volte in 32 partite?

    Possibile che ne la società…ne la squadra…ne l’ ambiente si rendano conto di essere con un piede e mezzo in B?

    • …guarda, tante volte, su certi tuoi discorsi sono anche d’accordo. Più che altro perchè esponi pensieri su un sito altamente filosocietario, quindi certe affermazioni possono irritare, soprattutto se contro l’operato della Società. Ora, nemmen io son stratranquillo della salvezza, finchè la matematica non mi conforta, ma da qui a di’ che siamo con un piede e mezzo in B………..un po’ più d’equilibrio!!!

      • Sono daccordo un piede e mezzo in serie B è davvero eccessivo. Anche se è vero che la vittoria del Cagliari a Firenze ha cambiato un pò la situazione. Se i Viola (che un ne azzeccano una nemmeno per sbaglio) avessero vinto avrei detto che saremo stati già salvi con 12 punti sul Cesena e sei partite da giocare ed il bonus scontri diretti. Con 11 invece sul Cagliari non abbiamo più il quattro partite su sei di vantaggio ed a pari punto si salva il Cagliari. Quindi? Serie B? Nemmeno per sogno, soltanto qualche giornata in più prima della matematica ma la salvezza rimane sempre molto vicina. Comunque meglio 100 S’Ostina che 1000 pecoroni filo societari che scrivono a comando.

    • Ma come ca**o fa il cagliari a fare 19 punti che fino ad ora ne ha fatti 21…………..ma me lo spieghi ? poi in 6 partite fare 19 punti è dura……..ma nemmeno i conti sai fare

      • A parte che il Cagliari ha 24 punti e quindi per arrivare a 40 gli basta
        farne 16 di punti e no 19 e purtroppo a malincuore ma questa volta sono d’accordo con S’Ostina!!!!

        • Aggiungo: avete visto le ultime tre partite del Cagliari? Sono 9 punti. Con questo, se domani perdono a Chievo è game over

          • Mi spiace occupare lo spazio di Alessandro,ma mi preme dire una cosa….E’ vero che finche’ la matematica non ti da ragione,non puoi pensare di essere salvo….ma vorrei capire come si sentirebbero i tifosi Cagliaritani con 10 punti di vantaggio sull’Empoli e con un’Atalanta a 4 punti…..e se avessero avuto una squadra che ha dimostrato grande personalita’ su tutti i campi.Mi spiacerebbe vedere giovedì,dopo aver magari matato il Napoli,i soliti pseudo tifosi,come sempre risalire come da 3 anni a questa parte sul carro dei vincitori…..Avere un po’ di timore va bene,ma per il Napoli giovedì non sara’ una passeggiata e comunque sti ragazzi meritano solo l’applauso….S’ ostina son diversi anni che non ne azzecca una,ma si sa non sara’ certo quest’anno( è mi auguro nemmeno tra 10 anni)che retrocederemo, ma un giorno succedera’ perche’ e’ nella logica delle cose che accada,perche’ il destino delle piccole societa’ e’ comunque quello.Ecco,quando succedera’,il primo che dira’ “Hai visto S’ostina aveva ragione siamo retrocessi”,puo’ tranquillamente pensare di essere un bel coglione!

    • caro S’ostina, io credo che tu sei solo un povero provocatore… Come fa il Cagliari a fare 16 punti in 6 partite, quando in 34 ne ha fatti solamente 24…cioè deve triplicare la sua media punti… il calendario del Cagliari non è per niente facile… deve giocare in casa del Chievo e del Cesena, poi deve andare anche allo Juventus Stadium ( sono tre partite che può benissimo perdere)..Certo può succedere di tutto anche che la Juve le perda tutte e vinca il campionato la Lazio… questo non vuol dire ovviamente che noi siamo salvi e bisogna fare qualche punto…ma è più facile che si arrivi noi a 40 punti…Poi ti ricordo che te eri uno di quelli che ad inizio campionati dicevi che l’Empoli sarebbe retrocesso matematicamente prima di gennaio…quindi io delle tue patetiche previsione ne faccio a meno….

    • Certo, come no? L’Empoli che ha vinto “solo” 6 partite su 32 non può vincerne 2 però il Cagliari, che di partite ne ha vinte 5, nelle ultime 6 partite ne vince 5 e ne pareggia 1… Certo che sei forte te però eh… Considerando che in tre anni non ne hai azzeccata una mi senti ancora più tranquillo… L’Empoli ha un piede e mezzo in B in egual misura a quando lo aveva (secondo te) in Lega Pro nelle scorse due stagioni… Ti ricordi vero che l’Empoli a un certo punto del campionato, secondo te ovviamente, era la più seria candidata ai play out?

  11. Alessandro una domanda a cui non so se saprai rispondere:
    Visto che l’Empoli ha fatto ricorso, quando credi arriverà la risposta del GS?
    In caso venga tolta la squalifica a Lorenzo, credi che Sarri lo farà giocare oppure si affiderà ormai a Barba?
    grazie

    • Credo che la risposta sul ricorso arriverà domani (mercoledì) ma sono quasi certo, diciamo al 99% che verrà respinto. Barba è un ottimo e degno sostituto.

  12. Alessandro due domande:
    – Ti aspettavi una pena piú pesante per Denis?
    – Tavano potrebbe il prossimo anno fare come fatto da Moro quest’anno?

    • A questo punto potevano dargliene sei di giornate almeno non rigiocava per quest’anno, ma non mi ero posto una misura sulla giusta punizione. Non credo che Tavano lascerà Empoli; Moro ha ancora qualche anno da giocare, per Ciccio credo che il prossimo sarà l’ultimo.

  13. Ciao Alessandro, daresti una opportunità a Zielinsky? Al posto di Croce, oppure di Pucciarelli. Lo metteresti fra gli obiettivi di mercato? Io per primo (altre a Barba). Oppure, infortunio permettendo, Verdi al posto di Pucciarelli? Si pesterebbe troppo i piedi con Saponara?

      • Potrebbe essere un’ipotesi anche comprensibile, ma riscattarlo per girarlo ad una squadra che, mezzi economici a parte, ha più o meno i nostri punti credo non sia la cosa migliore per nessuno, soprattutto per il giocatore, dopo che ha giocato da noi due anni e si trova bene, a quanto pare. A me di Federico Barba piace il fatto che non fa “rumore” (a differenza di un certo Bianchetti), si impegna molto, è sempre disponibile e ha fornito pure buone prestazioni.

    • Al posto di Croce non credo, ma la chance a Zielinski potrebbe essere data. Dipenderà molto da come vorrà interpretare la partita Sarri contro la squadra più in forma del momento e considerando che qualcuno non è al top della forma. Un tentativo per tenerlo a Empoli lo farei sicuramente ma la vedo un’ipotesi difficile. Anche per Barba andrà fatto il possibile per tenerlo qua.

  14. Caro Marinai, facciamo un pronostico? Tanto se non si avvera ci si può giustificare sempre col fatto che non abbiamo la palla di vetro…Io prevedo che sotto di noi arriveranno alla fine: Parma, Cagliari, Cesena e Atalanta. Ci scommetto un caffé, mi voglio rovinare. Lei che cosa “prevede” (si fa per dire)?

  15. Ciao Alessandro, giovedì chi metteresti come terzini? Come vedi questo Napoli che sembra un’altra squadra rispetto a quando l’abbiamo affrontato a dicembre? Possiamo dire che ormai è tornato il Saponara che conosciamo o pensi che possa avere ancora margini di miglioramento?

    • I terzini sicuramente Hysaj, poi tra Laurini e Mario Rui giocherà chi darà maggiori garanzie dal momento che entrambi non stanno benissimo dal punto di vista fisico. Difficile oggi dire chi giocherà dei due. Il Napoli adesso rappresenta la maggiore espressione del calcio italiano, la squadra più in forma e capace di far fare figuracce a chiunque. Sarà un match molto complicato ma stimolante. E’ un Napoli diverso rispetto a dicembre, sì, perchè cresciuto come gruppo e più consapevole della propria forza. Saponara a Bergamo ha giocato una partita straordinaria ma sono convinto che può migliorare ancora. La prossima stagione dovrà essere quella della consacrazione e per questo dovrà avere continuità d’impiego.

  16. Alessandro hai letto le dichiarazioni rilasciate da Tonelli? cosa ne pensi? come si giustifica allora (io sto con Lorenzo sia chiaro) quel gesto?

    • In campo se ne dicono di tutti i colori e chi ha giocato un minimo a calcio lo sa… Qualcosa avrà detto sicuramente anche Tonelli, cosa abbia detto non lo so ma se fosse una cosa pesante perchè non posso pensare che l’abbia detta perchè a sua volta provocato? La soglia tra provocare e essere provocati è molto labile… Quello che rimane sopra ogni altra cosa è il pugno. Punto.

  17. Alessandro…..ti do dei numeri…tu cosa ne pensi?
    Ferrigno(Como)pugno negli spgliatoi a Bertolotti(Modena)gravi conseguenze….3 anni di squalifica……..
    Denis pugno negli spogliatoi a Tonelli….occhio nero…. 5 giornate di squalifica…..
    Mi domando: “Ma,si punisce la gravità delle conseguenze del colpo o si punisce l’atto che si commette?Io giudice sportivo non ti squalifico per le conseguenze del colpo perché a quello deve pensare la giustizia penale,ma allora perché Denis solo 5 giornate di squalifica?

    • A volte si squalifica in base alle conseguenze, ne è riprova la squalifica di Tonelli che dopo il polverone che si è alzato è stato squalificato per sentito dire. Non ho ancora capito dove, quando e soprattutto chi avrebbe ascoltato queste frasi…

  18. Ciao Alessandro,
    volevo tornare sulla vicenda Denis-Tonelli perché trovandomi lontano (sono al Cairo per lavoro) confesso che c’ho capito poco: la condanna a 1 giornata di squalifica per Tonelli rende questo caso molto simile al famoso “Farina-Repetto” stagione ’98-’99.
    Su quale base il giudice sportivo ha emesso la sentenza? Chi ha scritto il referto? Chi sono stati i testimoni presi in considerazione?

    Durante la partita risulta che nessuno (arbitro e collaboratori) abbia segnalato niente.
    Poi, al rientro negli spogliatoi sembra che Tonelli e Denis non si siano nemmeno incrociati perché Denis fermato per l’intervista Sky.
    Ma allora, in che momento sarebbero arrivate queste famose minacce “criminali” come dice quel pagliaccio di Marino?

    Saluti a tutto il popolo Azzurro e complimenti a te ed ai ragazzi di PE

    • Sono le stesse domande, più o meno, che mi sono posto io stesso ne “Il Punto” ma non trovo grandi analogie sull’episodio da te citato… Quella fu un’altra storia avvenuta durante la settimana e figlia sicuramente di un fraintendimento che costò caro all’Empoli. Almeno in quel caso, però, sapemmo chi scrisse e chi denunciò a differenza di oggi. Grazie per i complimenti.

  19. Credo che S’Ostina scriva sul sito per provocare e di conseguenza sciorina previsioni solo quando la squadra ha momenti di difficoltà
    Se potessimo mettere in una pagina tutto quello che ha scritto ci sarebbe da divertirsi per le cantonate che ha preso, se poi ne azzecca una su venti, apriti cielo…..
    Marinai scusa per questo preambolo e vengo alle domande: se la frase di Tonelli è stata detta durante la gara perché non è stato ammonito dall’arbitro?
    Evidentemente non ha sentito e se non ha sentito cosa ha scritto nel referto per far dare una giornata di squalifica?
    Calcio giocato: ci aspettano 6 gare molto difficili ed abbiamo alcuni uomini in calo di forma è un po’ distratti dal mercato, io credo che 4/5 punti li potremo fare a dispetto dei gufi, tu quanti punti possa fare l’Empoli?
    Grazie e saluti a te ed alla redazione

    • Le giuste domande che ti poni su Tonelli me le sono poste anch’io nel pezzo, ma nessuno ha fatto chiarezza su questo. Non lo so quanti punti farà l’Empoli, ci sono troppe variabili da considerare ma è probabile che non arrivi a 40.

    • Per mettere a tacere qualsiasi strascico velenoso. Per giustificare in parte la follia di Denis, ma di fatto non ricordo nessuno squalificato per offese, minacce ecc…

  20. Ale, ti chiedo se secondo te ci sono i presupposti perchè Empoli-Napoli risulti una partita altamente spettacolare. Con molti gol.

    • Onestamente non lo credo e nemmeno lo spero perchè tanti di questi ho il timore che non li farebbe l’Empoli…

  21. Buona..notte Marinai
    volevo chiederti un tuo autorevole parere sul giro di panchine che si prospetta a fine campionato, si fanno tanti nomi, tra i quali il nostro grande Mister, con, pare anche, clamorosi addii di allenatori stranieri giunti in italia ma ecco la domanda: quali panchine credi realmente cambieranno proprietario?
    grazie come al solito

    • Di panchine ne cambieranno diverse, ma è ancora un po’ presto per iniziare a fare l’elenco. Quello dell’allenatore in genere è il primo nodo da sciogliere. Aspettiamo ancora due-tre settimane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here