Puntuali come ogni mercoledi torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

marinaiAlessandro ben trovato. Arriviamo dalla sconfitta di Roma, una gara dove gli azzurri sono usciti a testa alta nonostante il passivo. Certo qualcosa da rivedere c’è…

“Una partita di facile lettura, per 55 minuti l’Empoli ha tenuto bene il campo e retto il confronto contro quella che molti indicano come la favorita per lo scudetto, poi le giocate dei loro campioni e le solite amnesie difensive hanno condannato alla sconfitta gli azzurri che hanno mostrato troppa fragilità dopo il gol subìto, salvo poi riscattarsi parzialmente nel finale anche se i giallorossi avevano ormai tirato il freno. Con un po’ di concretezza in più chissà… Quello di fare gol sta diventando un problema serio”.

 

A mio avviso sono arrivate delle conferme significative nei singoli: penso a Krunic, Buchel, Maiello e perchè no Paredes…

“Sì, buone prove da parte di molti. E’ andato bene anche Mario Rui così come Dioussè anche se nessuno può vantare un voto alto e quindi alla fine la media della squadra non è sufficiente da questo punto di vista. Si ha quasi sempre la sensazione che manchi qualcosa rispetto a quello che la squadra riesce a mostrare come trame di gioco. Dicevo prima del problema del gol da fare ma anche i gol subìti quasi in fotocopia denotano che qualcosa è ancora da sistemare e sarebbe opportuno farlo alla svelta visto il calendario”.

 

Davanti invece si continua a fare fatica e se non gira Maccarone…

“Se non gira Maccarone e Saponara non c’è è veramente dura segnare… Chi li dovrebbe fare questi gol? Ci voleva un attaccante da doppia cifra, ne è stato preso uno che non so fino a quanto volevano prendere, ma son discorsi vecchi che abbiamo fatto due mesi fa. Se vuoi salvarti devi fare i gol e nelle ultime quattro partite ne sono stati fatti soltanto due…”.

 

Ti ha stupito il fatto che la società non abbia fatto ricorso per Saponara, assente sicuro anche nella prossima gara?

“Mi aveva stupito di più la decisione iniziale di farlo. Per la dinamica dell’espulsione, per quello che dice il regolamento sarebbe stato quasi impossibile vincere il ricorso e allora non ha senso spendere soldi inutili. In questa vicenda non è stato il Giudice Sportivo a sbagliare, ma è stato Saponara”.

 

Arriva il Genoa, da dove si riparte?

“Dalle cose buone cercando di migliorare quelle meno buone. Dimenticare Roma e pensare a come fu affrontato il Sassuolo. Serenità, voglia di reazione, gioco di squadra. Quella col Genoa è una partita delicata perchè poi il calendario è terribile con la doppia trasferta contro Sampdoria e Palermo e il trittico Juventus-Fiorentina-Lazio. Loro sono una squadra strana, capace di fare grandi cose ma anche il contrario. Hanno giocatori forti che possono mettere in seria difficoltà l’Empoli”.

 

Non ti nascondo che la squadra rossoblù è una di quelle che ancora non sono riuscito a codificare. Che squadra ti aspetti al “Castellani” ?

“E’ difficile inquadrarla anche perchè forse siamo condizionati dal Genoa visto a Massa nel precampionato che non ci fece una grande impressione. Calcio d’agosto, è vero, ma non sembrò trascendentale. Mi aspetto una squadra che verrà a giocarsela, Gasperini non è uomo da barricate ed in più saranno galvanizzati per come hanno vinto contro il Chievo. Davanti sono bravi, ma dietro qualcosa concedono”.

 

Al di la della condizione fisica dell’argentino, ti aspetti un ritorno di Zielinski come interno destro?

“Difficile dirlo anche se le condizioni non perfette di Paredes potrebbero aiutare Giampaolo nella scelta optando per il polacco. Quando saranno entrambi disponibili e al top vedremo cosa deciderà il mister”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dell’ultimo turno…

“Promosso il Napoli di mister Sarri che ha ormai trovato definitivamente la quadratura del cerchio e adesso potrà giocarsela fino in fondo per qualcosa di importante. Sul podio anche il Frosinone, il 2-0 rifilato alla Samp non era affatto scontato e il “Matusa” potrebbe essere veramente un fortino per loro. Tra i bocciati il Verona dal quale mi aspettavo decisamente di più ed il Bologna che continua a collezionare sconfitte ma in generale boccio la scarsa qualità di questo campionato, tra i peggiori di sempre”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'Empoli ancora a fianco dell'associazione Nicco Fans Club
Articolo successivoDal campo | Prosegue la preparazione al Sussidiario
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

57 Commenti

  1. Voglio solo dire la mia…

    La sconfitta di sabato era in preventivo
    ma in quella partita cosa c’è veramente di buono?
    direi proprio poco…un tempo giochicchiato bene e poi il tracollo

    nessuno chiede di vincere a Roma o comunque con un avversario più forte
    ma di avere il dinamismo o la strategia di opporsi in campo quello si….
    e in questo fare le scelte giuste
    ….tutte cose che mancano a questo Empoli

    questa squadra vista e rivista gioca bene
    ma gli manca decisamente il “coltello tra i denti”
    e così si va poco lontano

    il dopo Roma è l’emblema di quello che non va cioè nascondersi dietro la forza dell’avversario per dire che tutto è apposto….

    • Cosa c’è stato di buono? Lo dici tu stesso, il primo tempo… Chi è che si nasconde dietro la forza dell’avversario?

      • Il tirreno e PE nel loro resoconto del dopo gara sono stati molto clementi…va bene ognuno ha le sue opinioni…
        …ma dire di essere contenti per come è andata mi sembra veramente troppo…
        …di diverso parere (con il quale concordo) i radiocronisti di Radioledy

        …il progetto per il quale far crescere i giocatori passa per il gioco
        è lodevole ma anche per il coltello tra i denti che però non c’è proprio…

        Tu l’hai vista la grinta che ci ha messo il mediano del Genoa nell’attaccare e mordere i giocatori del Chievo?
        lui ha rimediato un espulsione ma il tipo di partita fatta dal Genoa è stata di grande impatto agonistico oltre che di gioco
        e con un uomo in meno hanno saputo vincere lo stesso

        dico che manca questo…l’aggressività
        nessuno chiede di vincere a Roma
        ma di non farsi prendere a “sberle” si…

        • Ma chi avrebbe detto di essere contento, scusa? Io ero in trasmissione ad Antenna 5 sabato dopo la partita e dubito che tu abbia ascoltato quello che ho detto…

          • …no ma io non parlo di te…
            sentii Cocchi in una replica successiva che comunque era contento di quello che aveva dato la squadra e anche il Tirreno ecco parlo di questo…

            …siamo “nemici” ma spero che dentro tu abbia sentito la stessa rabbia incazzata al fischio finale della partita…

        • Quando manca il soggetto non sempre si riesce a capire di chi si parla e comunque io rispondo per quanto dico o faccio io… 🙂 Non ho nessun “nemico”, al massimo ho persone che la pensano in maniera diversa da me. Sinceramente ero molto più arrabbiato dopo la partita di Milano…

  2. Domenica e’ obbligatorio vincere secondo me visto che poi abbiamo in trasferta palermo e sampdoria e poi il trio juve fiorentina e lazio.
    Giampaolo perche ha perso un mese dietro il 3-5-2?
    Non aveva detto che lo avrebbe usato in caso di partenza di saponara? Riccardo non c’era e pero non lo ha usato e allora perche perche perderci tempo?
    Va cacciato

    • Ci ha perso un mese perchè secondo me aveva scelto quel modulo ed ecco il perchè del tardivo arrivo della punta perchè a quel punto la coppia era Saponara-Maccarone con Pucciarelli-Mchedlidze alternative… Poi il dietrofront… La punta, penso, non l’avrebbero presa col 3-5-2…

  3. Alessandro ti sembra che da parte di tutti, tifosi, dirigenza, giornalisti vi sia meno propensione a essere pazienti e soprattutto a remare tutti insieme dalla stessa parte ribadendo e innalzando i difetti della squadra? Dopo tutto la squadra del girone d’andata dell’anno scorso no fece inizialmente tanti punti e soprattutto segnò pochissimi gol. Non so mi sembra che quest’anno nell’ambiente ci siano tutti i presupposti per non fare bene…

    • Innalzando i difetti? Non mi pare di sentire in giro cose campate in aria… C’è comprensibile preoccupazione per una squadra che stenta a decollare. Pochi punti e pochi gol l’anno scorso? Ma la squadra trasmetteva entusiasmo e allegria, cosa che magari quest’anno arriva meno. Dici che mancano i presupposti nell’ambiente, ma la squadra stessa talvolta non manda segnali incoraggianti… Detto questo ci sono i margini per portare a termine la missione, ma servono risultati.

  4. Ci si arrabbia per la partita di Roma? Roba da pazzi, dovevamo invece farlo dopo il duo Atalanta, Frosinone.
    La punta da 10 gol ma chi era veramente alla portata dell’Empoli? Si critica il Carli per il mercato? Se non era per lui e per le vacanze agostante ad Empoli non giocava piu’ Sapo, Rui e Lorenzo.
    Rispondiamo in massa per sabato e facciamoci sentire vicini ai ragazzi!!!

    • Chi si arrabbia? Ognuno analizza la singola partita per come l’ha vissuta bel sapendo che a Roma si può perdere. Dopo Atalanta e Frosinone c’era decisamente più amarezza, non lo ricordi? Carli si prende gli elogi quando fa bene ma si prende anche le critiche quando fa meno bene, considerando che nel calcio il più bravo è quello che sbaglia meno. A me non ha fatto impazzire la gestione, la strategia dello scorso mercato e la punta (chiunque fosse stata) doveva essere il primo acquisto che doveva andare a colmare una lacuna già presente nella scorsa stagione.

  5. Alessandro ciao e buongiorno. Palesemente abbiamo dei problemi in attacco, E il croato lascia davvero molto a desiderare. Quale potrebbe essere un buon attaccante che da gennaio a fine maggio possa fare almeno sei o sette gol da poter prendere??

    • A gennaio non è mai facile inserire giocatori e non posso rispondere io a questa domanda. Bisogna essere sul pezzo per conoscere disponibilità, giocatori in esubero, arrivabili… E poi mica è detto che la scelta sarà quella giusta… Per l’attaccante c’erano tutte le condizioni a giugno/luglio…

  6. Anche l’impressione mia è quella! poi ci sta che l’anno scorso essendo partner ufficiale dell’empoli, dialogando con soggetti presenti da anni soprattutto per questa testata si fossero create delle dinamiche e dei rapporti diversi e più coesi! Alessandro io lo dico in senso buono non per accusarvi di “servilismo”, assolutamente no! Dico solo che si erano create certe alchimie che tendevano a giustificare e nascondere i limiti per esaltare invece le cose buone

    • Io negli ultimi tre anni non ho avuto bisogno di nascondere nessun limite e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Nelle precedenti gestioni ho criticato quando c’era da criticare e parlato bene quando c’era da parlar bene. In poche parole dico quello che penso senza dover essere per forza servili o critici a prescindere. Anche altri colleghi, altre testate sono più critiche rispetto all’anno scorso, ma è normale. E’ tutto determinato dai risultati e dalle situazioni ma non c’è nessun preconcetto.

  7. Salve Alessandro. I sette punti raccolti fin qui non possono certo essere valutati negativamente, ma di certo questa squadra ha delle difficoltà ed è peggiore (chi dice il contrario è un folle) rispetto alla squadra dello scorso anno. Credo che faremo almeno 10 punti in meno dello scorso anno, potremmo riuscire comunque a salvarci?

    • Ci sono le condizioni per farlo, ma sarà dura fino alla fine. Dieci punti in meno rispetto all’anno scorso significherebbe retrocessione al 99%… La squadra non è più forte, è più completa a livello di rosa ma questa è un’altra cosa…

  8. Visti i precedenti e viste le caratteristiche delle 2 squadre, di certo non finirà 0-0: Sei d’accordo? Laxalt sta facendo benissimo a Genova. Come francobollarlo e renderlo inoffensivo? E la nostra bestia nera Pavoletti? Dormirai tranquillo venerdi notte?

    • Sono due squadre che preferiscono giocare e quindi a lasciare inevitabilmente qualcosa all’avversario. Posso essere d’accordo sul fatto che difficilmente finirà 0-0, ma con il Sassuolo ci siamo andati vicini pur essendo anche loro squadra votata all’attacco. Hanno giocatori importanti, occorrerà la massima attenzione e curare al meglio i particolari. Dormirò tranquillo, sì.

  9. Ciao Alessandro,
    a mio parere il problema maggiore di quest’anno non è l’attacco, tra l’altro le squadre che lottano con noi non hanno fatto più goal così come l’Inter seconda in classifica. Il problema maggiore è che siamo carenti per quanto riguarda l’aspetto difensivo e al centrocampo non mancano i talenti, ma un giocatore carismatico da poter guidare la squadra nei momenti di non possesso.

  10. Ciao Alessandro. Io mi sono incavolato (passami il termine) sul secondo gol. Non è possibile non prestare maggiore attenzione a queste situazioni. lo scorso anno le palle inattive ci hanno tolto dai guai diverse volte, quest’anno è l’opposto. Tuttavia ho visto una buona prestazione, a mio parere, di Barba e Tonelli (non mi sembra che fossero loro a marcare de Rossi sul calcio d’angolo). Serve una punta, e sarà bene che la dirigenza cominci a pensarci da adesso. Oppure tirare fuori quel famoso modulo di scorta 3-5-2: so che su questo sei in disaccordo con me, ma continuo a vederla come soluzione fattibile. Se Saponara intende ambire a grandi squadre, deve adattarsi anche ad altri ruoli, tipo fare qualche metro più avanti e giocare da seconda punta, non ce lo vedo male. Adesso salta un uomo, due, ma il terzo lo stende o raddippia la marcatura. Se si avvicina alla porta penso sia più facile.

    • De Rossi è sfuggito a Tonelli, ma il fatto che l’Empoli prenda così tanti gol su palla inattiva significa che c’è un problema di reparto, di sincronia. Vero, a me non convince il 3-5-2 ma non sono il solo… 😀

  11. Ciao Alessandro 3 domande ; 1 ) diousse interno di di centrocampo e maiello al centro ti piacerebbe ??? 2 ) se paredes sta bene chi schiereresti trequartista lui o ziliensky 3) krunic in queste due uscite quanto ti ha convinto ??? grazieeeee

    • 1) Non riesco a vedere Dioussè interno. 2) Trequartista Krunic, ma se intendevi dire interno di destra credo che giocherà Zielinski. 3) Krunic è un ragazzo interessante sul quale si può lavorare. Non ha sfigurato, anzi.

  12. Volevo porti una domanda alla quale gradirei una risposta. Cosa pensi di questo avvio di stagione Barba? Vero che aveva una pesante eredità addosso, ma ad oggi per me è la più grande delusione

    • Sono d’accordo con te, tant’è che la sostituzione di Rugani non rappresentava per me un grosso problema sapendo che c’era Barba. Non ho però capito e condiviso le panchine, per me il titolare rimane lui e forse ha solo attraversato un momento negativo.

  13. Alessandro ho letto su un quotidiano nazionale che adesso abbiamo tre gare abbordabili. Io penso che siano tre gare tremendamente complicate dalle quali potremmo anche capire meglio il nostro destino.

    • Beh, se Genoa in casa, Sampdoria e Palermo in trasferta son diventate partite abbordabili dovremmo essere a cavallo… 😀 Quella col Genoa di sabato prossimo è di vitale importanza.

  14. Ciao Alessandro. Volevo un tuo giudizio su Skorupski che è promettente ma che non mi convince ancora in pieno e su Livaja che non lo vedo proprio amalgamato negli schemi tattici e che tra l’altro reagisce troppo spesso a piccole provocazioni denotando un nervosismo non da giocatore da Empoli. Serve gente umile, determinata e corretta e per questo ho apprezzato più l’ingresso di Piu che quello di Livaja.
    Poi nonostante i 3 gol subiti con Barba la difesa è più coesa e sicura nei movimenti e lo testimoniano i diversi fuorigioco fischiati a Gervinho e i pochi pericoli corsi nel primo tempo, secondo te verrà confermato Federico o rientrerà Costa?
    Io comunque ho un giudizio positivo dell’Empoli che ha giocato a Roma perché gli azzurri hanno giocato alla pari contro la squadra candidata allo scudetto e che lo è perché ha giocatori fenomenali come Pjanic che ha deciso la partita in un attimo.

    • Caro Alessandro, in sostanza anch’io penso che Piu sia meglio di Livaja, Barba bene, Skorupski ancora non ci siamo. Secondo me non basta dire che la difesa non protegge perché manca Rugani. Non capisco invece cosa sia successo. Lei che ne pensa? In difesa si marca per caso a zona? Mi sembra strano, ma alcuni dicono così. E Lei? Grazie

      • Sulle palle inattive l’Empoli difende a zona, ma difendeva così anche l’anno scorso quindi non può essere questo il problema. C’è meno attenzione probabilmente, ma questo aspetto sta diventando decisamente deleterio.

    • Skorupski ha margini di miglioramento e comunque è cresciuto rispetto al precampionato, ha preso confidenza con il ruolo perchè credo che ad un portiere che non gioca per tanto tempo occorra un po’ di tempo per riprendere le misure e la padronanza dell’area di rigore. Livaja non ha ancora dato nulla e rimango convinto che non fosse un obbiettivo dell’Empoli. Finora lo ricordiamo per i battibecchi e basta. Per me il titolare rimane Barba anche se può avere avuto un momento negativo oppure un disagio dovuto a non so cosa. Giudizio positivo per l’approccio e la personalità nell’affrontare una squadra forte ma non trascendentale, negativo per quanto profuso dalla cintola in su

  15. Non credo che Barba abbia grosse colpe sulle sconfitte dell’Empoli, lasciamo da parte la partita con il Chievo dove c’è stato un appannamento della squadra nel secondo tempo, con il Milan ha fatto una buona partita, sabato è stato sicuramente uno dei migliori, non era presente con il Frosinone ed Atalanta, ha giocato molto bene sia con il Napoli che ad Udine contro l’Udinese, pertanto basta dare a lui le colpe che sono di altri

    • Quando si perde non è mai colpa di uno solo e quando si vince non è mai merito di uno solo. Per me Barba era ed è il titolare, ma sarei bugiardo se non dicessi che per quelle che erano le mie aspettative mi aspettavo di più. Credo che rivedremo il Barba dello scorso anno, le qualità non si disperdono.

  16. Sono stato per alcuni anni un consigliere di una squadra di promozione e un anno fu presa la decisione di fare la squadra per passare in eccellenza, parlammo con alcuni allenatori e mi ricordo che uno di questi ci disse, voglio 2 punte come dico io, poi fate la squadra come volete voi.
    Alla fine si prese lui, si presero 2 punte che voleva lui, e vincemmo il campionato, naturalmente non fu facile, si persero delle partite durante la stagione, ci furono dei problemi, ma avevamo 2 giocatori che la mettevano dentro e questo significava vincere le partite e fare punti, l’essenza del gioco del calcio.

    Caro Alessandro, non pensi che sia l’ora di prendere una punta vera, anche in prestito ma che sia una punta vera, pronta fisicamente e mentalmente e no raccattati da rilanciare, e ti prego non mi dire che costano troppo, perché sai quante punte meglio delle nostre ci sono in serie B a costi giusti.

    • Evidentemente non mi segui spesso o non hai avuto modo di farlo, ma vorrei ricordare che il sottoscritto è dallo scorso giugno (dalle puntate di PEnAlty Estate) che invoca l’acquisto di una punta che andava già individuata la scorsa stagione. Con solo le due punte, comunque, non si vincono i campionati. Però aiutano…

  17. Alessandro ho seguito, come sempre, ho visto la puntata di penalty dopo la partita, ed ho sentito l’intervento di Alessio Cocchi abbastanza netto su Livaja. Premesso che io la penso come lui, tu che giudizio hai su quel giocatore?

  18. Bravissimo John! Se è per questo ce ne sono molte anche in C meglio di almeno due delle nostre punte (Livaja e Levan), e che verrebbero a Empoli per due lire e non per 200.000 € (o addirittura di più, visto che il contratto in questione è stato di recente rinnovato, alla faccia del piangere miseria…..). Di nomi in questi mesi ne ho fatti molti, ma per fare un esempio Brighenti, che a me non fa impazzire e che non è da serie A, sicuramente era meglio dei due sopra, sia per caratteristiche caratteriali (sarebbe venuto a Empoli motivatissimo) sia come scommessa: male che vada, va bene per la serie B (scongiuri), mentre il riscatto del croato a 6.5 milioni (ma non avete capito che è proprio questo il segno che la società non ci crede neanche un po?) prova che a Empoli non ha futuro… Che ne pensi Alessandro?

    • Sul tema ho già risposto ampiamente ai commenti precedenti. Livaja sta deludendo, ma speriamo ugualmente che contro il Genoa faccia una bella doppietta!

  19. Scusa Alessandro ma si dice sempre che manca una punta, però dobbiamo considerare il fatto che avremmo comunque giocato con Maccarone che è intoccabile, Pucciarelli che molti criticano ma senza di lui le occasioni da gol stenterebbero ad arrivare e Saponara che è il valore aggiunto di questa squadra.
    Si può discutere che quando andiamo a sostituire uno dei tre al momento non ci sono valide alternative perchè Livaja non stà dimostrando di poter dare molto fin’ora e Levan come al solito è infortunato fisso però i titolari sono questi tre e con Saponara in forma possiamo fare bene.
    Detto questo io mi preoccuperei più dei gol subiti in particolare da calcio piazzato.
    Dimmi la tua.

    • Non c’è dubbio che l’Empoli debba migliorare sui calci piazzati degli avversari, ma non c’è nessun dubbio che a questa squadra manchi un attaccante in grado di portare in dote qualche gol in più. Le occasioni vengono create nella maggior parte dei casi da Saponara, il problema è quando manca lui. Se poi fare soltanto 2 gol in 4 partite significa non avere questo tipo di problema allora va bene. Se poi Pucciarelli si dovesse mettere a segnare con una certa regolarità allora la punta non serve più, ma non credo abbia le stimmate del bomber di razza. All’Empoli serviva un “animale” d’area.

  20. Torres 1,Podolski 1,Marilungo 1,Keità 1,Cerci 1,Bergessio 1,Amauri 1,Cossu 2,Succi 2,Iturbe i2,ETO’O 2,Floro Flores 2,Floccari 2,Gervinho 2,El Shaarawy 3,Pazzini 4,Meggiorini 4,Muriel 4,Okaka 4,Palladino 4,Perotti 4,Gomez 4,Quadrado 4,Niang 5,Osvaldo 5,Sansone 5,Salah 6 ed è meglio che mi fermi Alessandro,perchè sotto ai dieci goals ci sono altri grandi nomi.Per curiosità sono andato a vedere i grandi goleador che hanno avuto l’anno scorso le altre squadre….Se non mi sbaglio Maccarone 10,Saponara 7,Levan 4,Pucciarelli 5,Ciccio 2….ti domando Alessandro ma siamo sicuri che le altre squadre hanno avuto ed hanno attaccanti tanto migliori dei nostri sotto il profilo realizzativo?E quest’anno si aspettano i goals di Tonelli e se ne fa una colpa anche all’allenatore,ma qualcuno si è accorto che un Glick che l’anno scorso ne aveva messi dentro 7,ad oggi non ne ha insaccato nemmeno uno?

    • Di tutto questo elenco vedo pochi attaccanti puri e di questi pochi molti non giocavano con regolarità. Ma è un giochino che non mi appassiona, nel senso che la casella dell’attaccante era da coprire e non è stata coperta. Punto. L’Empoli ha volontariamente preferito non prendere un attaccante, non puntare su un attaccante fin da subito, lo ha preso l’ultimo giorno di mercato perchè c’è stato un dietrofront nel modulo di gioco e a quel punto ha dovuto virare su idee alternative perchè sulla piazza non ce n’erano di appetibili a dieci giorni dalla chiusura del mercato. Nessun attaccante avrebbe garantito dieci gol, ma quello che voglio dire è che ci sarebbe stato bisogno di un attaccante per rinforzare il reparto. E’ opinione di tutti, o almeno diffusa, che c’era questa lacuna lo scorso anno? Bene, qui dobbiamo lavorare a maggior ragione se se ne va Tavano. La memoria storica ci dice che la società non riteneva il reparto lacunoso. E’ normale che venendo a mancare anche i gol dei difensori le carenze dell’attacco vengono risaltate maggiormente.

      • Caro Alessandro, non so se leggerà questa. Però lei va proprio ringraziato per la lucidità che mette nei suoi giudizi e, anche, per la sua indipendenza. Questo a parte il fatto che io sono quasi sempre d’accordo con lei, cosa che non mi capita spesso. Insomma: diciamo che nel giornalismo dell’Empoli lei è un valore autentico.

  21. Bravo Alessandro,pacato ed obbiettivo, certo manca la punt!io sono ottimista per gennaio,perché’
    CORSI e CARLI, sanno di calcio e vedono le partite e gli….allenamenti…..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here