Puntuali come ogni settimana  torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

Alessandro MarinaiAlessandro ben trovato. Siamo a commentare la terza vittoria consecutiva dei nostri, una gara non scontata alla vigilia ma vinta con merito. Primo tempo difficile, poi il gol ad inizio ripresa ha fatto capire chi comandava…

“Parlare dopo il 3-0 è facile, ma alla vigilia era una partita che nascondeva diverse insidie e qualche preoccupazione era normale che ci fosse. A livello mentale l’Empoli poteva pagare qualcosa ma ciò non è successo e questo certifica la maturità del gruppo, l’umiltà e la professionalità. Primo tempo difficile a causa di una tattica diligente degli avversari che non concedevano spazi e costringevano gli azzurri a giocare spesso in orizzontale. In questi casi quando il tuo trequartista non è nella condizione migliore fai fatica. Una volta trovato il gol è diventato tutto più semplice, è cambiato lo spartito”.

 

Una gara che ha visto ancora una volta la nostra porta imbattuta, particolare non da poco…

“È un aspetto assai positivo che infonde ulteriori sicurezze a una squadra che già sta facendo grandissime cose. Magari sarà un caso, ma la fase difensiva funziona decisamente meglio da quando Giampaolo ha trovato la quadratura del centrocampo con Paredes play basso e un Buchel sempre più importante e positivo per sostituire Croce, oltre a Zielinski che si sta consacrando in questa stagione. Se poi a questo aggiungiamo la crescita di Skorupski e Costa allora si hanno le risposte giuste per darci una spiegazione logica”.

 

Una gara che ha visto il ritorno al gol di Saponara…

“Un gol importante per lui in questo momento, una rete che potrebbe essere particolarmente di aiuto nel percorso intrapreso alla ricerca della condizione migliore. Anche contro il Carpi si vedeva chiaramente che è ancora lontano da una forma accettabile e fino al gol sarebbe stato pure da sostituire… Che la rete sia stata uno stimolo lo si è pure visto nei minuti immediatamente successivi quando ha fatto vedere un paio di giocate degne della sua classe. L’imminente sosta invernale servirà per rimetterlo in sesto”.

 

Numeri da capogiro. Il miglior Empoli di sempre in serie A, un Empoli che (facciamo tutti gli scongiuri) mal che vada gira a 24…

“Numeri impressionanti, da rimanere a bocca aperta perché questa squadra, ma sarebbe più corretto dire questa società, non finisce mai di stupire. Quando sembra che devi ricominciare da capo, che sarà difficile farlo, puntualmente l’Empoli tira fuori una stagione con i fiocchi. È successo tante volte e ogni volta mi viene in mente cosa veniva detto a fine anni 80 quando l’Empoli salì in A per la prima volta. Chissà quando ci ritorneremo, si diceva. Beh, mi pare diverse volte da allora… Nessuno si sarebbe aspettato un cammino simile e una classifica simile a questo punto del campionato, nemmeno il più ottimista dei tifosi. È giusto godere di un momento come questo”.

 

Noi lo abbiamo sempre detto con grande onestà intellettuale, non siamo dei Giampaolisti della prima ora, ma questo mister ha enormi meriti sull’andamento della stagione. Quale secondo te da marcare più a fondo?

“Lo abbiamo detto fin troppe volte, forse è meglio smettere di dirlo perché oggi il “trapasso” è stato compiuto in tutto e per tutto e non ha più molto senso continuare a fare paragoni con l’anno scorso.Tutti quelli che avevano manifestato scetticismo avevano le loro ragioni dettate dal percorso fatto negli anni dal tecnico, non era in quel momento il profilo che molti si sentivano di appoggiare. Era successo anche con Sarri così com’era successo a suo tempo con Cagni; evidentemente è l’ambiente che funziona e una persona con cervello sfrutta questo vantaggio. Giampaolo è stato bravo a calarsi in questa realtà con grandissima umiltà e intelligenza, non disperdendo la filosofia passata e portando progressivamente qualcosa di suo che hanno reso questa squadra più concreta e meno leziosa, più sfacciata e meno bellina in certi contesti”.

 

Adesso una gara tosta, un bell’esame che si puo’ però affrontare con grande serenità…

“Si affrontano le due squadre più in forma del campionato, sarà una sfida affascinante anche perché è l’anticipo serale e ci sono gli occhi addosso di tutta l’Italia calcistica. Il Bologna di Donadoni non è nemmeno lontano parente di quello di Delio Rossi, sembra proprio un’altra squadra. Gara complicata ma come hai sottolineato tu l’Empoli ha la fortuna di affrontarla con grande serenità che non vuol dire rilassatezza. In queste situazioni spesso l’Empoli riesce a dare il meglio di sè. Potrebbe venire fuori una bella gara”.

 

Tra l’altro, parlando di numeri, il Bologna di Donadoni ha una media punti davvero importante…

“Viaggia ad una media scudetto e se pensiamo a dov’era il Bologna un mese e mezzo fa ci fa ricordare che nonostante i 24 punti non dobbiamo mai abbassare la guardia perché le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo. Anche se questa squadra è complessivamente migliore rispetto ad altre sette o otto del campionato. Comunque anche l’Empoli viaggia a una media niente male, soprattutto se consideriamo le ultime quattro gare…”.

 

Levan e Croce i primi “acquisti” del mercato di gennaio?

“Croce sicuramente, Levan una speranza perché sappiamo quanto sia soggetto a contrattempi. Avesse avuto la fortuna di stare fisicamente benecome l’anno scorso avrebbe senza dubbio dato il suo contributo. Daniele ha recuperato dall’infortunio, il suo problema, semmai, sarà riprendersi il posto da titolare visto quanto stanno facendo i centrocampisti. Fino a qualche settimana fa non avevo dubbi sul fatto che una volta a disposizione sarebbe tornato al suo posto, oggi non sono più così sicuro”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi ed i bocciati dell’ultima giornata…

“Tra i promossi le due squadre che si affronteranno sabato sera al “Dall’Ara”. Empoli e Bologna sono tra le squadre più in forma in questo momento e se gli azzurri occupano una posizione di classifica inimmaginabile, i rossoblù hanno fatto una rimonta incredibile. Bocciata la Fiorentina, a Torino ha dimostrato di non essere pronta per lottare per certi traguardi, nelle partite importanti spesso esce sconfitta. Bocciato Mihajlovic, se vuoi avere determinate ambizioni e non riesci a battere il Verona in casa non prendertela con l’arbitro. Dietro la lavagna anche l’Udinese, è vero che giocava contro l’Inter ma gli errori commessi sono di una gravità inaccettabile per una squadra di Serie A; la rosa è di bassa qualità, occhi aperti…”

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa squadra in visita al "Meyer"
Articolo successivoWEEK END AZZURRO GIOVANI | Le gare del 19 e 20 dicembre
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

55 Commenti

  1. Ciao Alessandro. Sei d’accordo con me che il percorso di Costa assomiglia molto a quello di Regini, cioè da terzino discreto è diventato un ottimo centrale difensivo?
    Non sentiamoci superiori a nessuno per carità, però domenica mi è sembrato di vedere una grande squadra che dopo un primo tempo difficile per la strategia dell’avversario è rientrata nel secondo tempo come una furia ed ha approfittato forse dell’unica disattenzione difensiva del Carpi con due passaggi veloci finalizzati con decisione da Big Mac e poi dopo ha subito chiuso la pratica ed ha addirittura gestito la gara nel finale. E molti hanno sminuito il Carpi che aveva vinto a Genova, pareggiato con il Milan e che ieri ha eliminato la Fiorentina…
    Alla luce degli ultimi risultati delle altre concorrenti, 38 punti bastano per salvarsi?

    • Costa ha molta più esperienza di quanta ne aveva Regini, però capita che un calciatore nato per un ruolo specifico possa trovare la sua consacrazione in un altro ruolo. Costa sta facendo un bel campionato e può ancora migliorare quando si affinerà ulteriormente l’intesa che ha già raggiunto ottimi livelli. Sono sincero, per me il titolare era Barba ma l’ex del Parma si sta meritando la titolarità del ruolo. Il gol iniiziale della ripresa ha stravolto il tema tattico della partita ed ha premiato la squadra con più qualità e più spensieratezza. Il Carpi stava in un buon momento, è vero, ma le avversarie da te citate ci hanno messo molto del suo. 38 dovrebbero essere sufficienti, sì.

  2. Perché non fate le tazze che avete vinto la coppa Italia 🙂 cmq parliamo di cose serie e reali , Alessandro si può sognare in grande anche se è giusto rimanere con i piedi x terra però secondo te l’ Empoli ha la rosa x ambire ad un posto in Europa oppure è una strada irrangiungibile ???

  3. Alessandro, tralasciando i soliti commenti intelligenti dei fiorentini, utili solo per ridere un po’ (anche se mi basta vedere la classifica degli azzurri per essere al settimo cielo), volevo chiederti: ultimamente Giampaolo sta sperimentando nuovi ruoli: Paredes regista (non per vantarmi, ma l’avevo detto in tempi non sospetti! 😉 ) e negli ultimi 20 minuti di domenica Diousse mezzala…come vedi il senegalese in quella posizione? Contro il Carpi non ha fatto male, anche se ormai la partita era già che finita. Potrebbe essere una soluzione proponibile per il futuro oppure è stata una mossa compiuta solo in quello specifico caso, perché Buchel avvertiva un fastidio?
    E ancora: il mercato di avvicina, Corsi e Carli hanno già detto che non ci saranno movimenti importanti, il popolo chiede a gran voce una punta…io vado controcorrente: perché a gennaio non mettersi già sulle tracce di un giovane terzino sinistro? In quel ruolo abbiamo di fatto solo Rui (forse anche Bittante, ma non mi convince appieno)…se, toccando ferro, Mario fosse indisponibile, chi giocherebbe? Non pensi che una riserva farebbe comodo, anche solo per farlo rifiatare di tanto in tanto?

    • Paredes regista è stata una mossa azzeccata, quella di Dioussè credo sia stata contingente alla situazione dettata dall’andamento della gara. Non vedo molto spazio per lui in quel ruolo visto lo strepitoso campionato che sta facendo Buchel e il ritorno ormai a pieno regime di Croce. E’ positivo però il fatto che Assane possa cimentarsi in più ruoli ma soprattutto che possa avere la possibilità di crescere e di accumulare minutaggio. E’ un patrimonio della società. Non so se il popolo, tutto, chieda a gran voce una punta nel senso che molti potrebbero anche preferire non toccare un organico che sta funzionando alla grande. Personalmente andrei alla ricerca di un profilo giusto per l’attacco per il semplice motivo che Levan non offre garanzie assolute e poi io manderei Piu a giocare qualche mese da titolare. Fosse solo anche per un fatto numerico. Sul terzino credo proprio che Carli già si stia guardando intorno perchè è probabile che Mario Rui il prossimo anno lascerà Empoli.

  4. Alessandro, io credo che la partita di sabato sia da 1 x 2, squadre in forma, che giocano e lasciano giocare con individualita’ importanti quindi la partita sara’ imprevedibile, la domanda e’ che sensazioni hai sullo stadio nuovo? Si fara’ o no?
    Grazie mille per il tuo contributo settimanale e buon natale

    • Sì, credo che possa venir fuori davvero una bella gara dall’esito incerto perchè sono due squadre che in questo momento possono far risultato contro chiunque. Sullo stadio non ho sensazioni perchè non so come ragiona questa classe politica, ma ho solo la logica che mi dice che è un’occasione da non lasciarsi scappare. Per tutti. Grazie e buon Natale anche a te.

  5. Allora nane non avete capito! Fuori da questo sito. Siete dei gelosi e ridicoli. Cantatelo ora :salutate la capolista. Vi aspettiamo a Empoli. Costo biglietto curva nord 40 euro. Solo e sempre forza magico azzurro.

  6. Pienamente daccordo sul fatto che Buchel stia diventando un insostituibile,ma Croce per me è di un altro pianeta,forse a volte si fa alla svelta a dimenticarsi di chi manca da mesi dal rettangolo verde.Stessa cosa successe piu’ o meno quando tornò Saponara,con lui al posto di Verdi,qualcuno pensava di sciupare il giocattolo.Con questo,Buchel da riscattare comunque se possibile,perchè ottimo giocatore in previsione futuribile,anche perchè Croce va per i 34 anni,ma ad oggi per me Croce titolare,Buchel alternativa in sua mancanza.

    • Io non ho assolutamente dimenticato Daniele, ci mancherebbe. Dico solo che se qualche settimana fa non avevo dubbi circa il suo posto da titolare, oggi non ho più questa certezza per il semplice motivo che chi lo ha sostituito sta facendo benissimo e questo va inserito in un contesto di sana competizione sportiva. Secondo me è meglio avere tanti giocatori bravi, poi spetterà all’allenatore scegliere gli uomini giusti per la partita da giocare.

  7. Sig. Marinai buongiorno…..cosa ne pensa Dell involuzione tecnica di Colombini ….e vero che forse non arriverà a giocare in serie A Ma nella ultima partita contro la lucchese è stato pressoché imbarazzante…

    • In questo momento non sto seguendo il Tuttocuoio come la scorsa stagione e non ho elementi per dare giudizi sull’ultima gara giocata. La Serie A sembrava in effetti una categoria fuori misura per lui, ma in un contesto come quello neroverde può avere la possibilità di affermarsi anche se mi sembra di capire che non stia attraversando un bel momento. Dipende da lui.

  8. Ciao Alessandro, volevo fare con te questa riflessone. Costa sta facendo bene e merita di giocare ma bon credi che Barba sia stato gestito male e si rischi di perderlo?
    Manderesti Piu a giocare in B a gennaio?

    • Dici tu stesso che sta facendo bene e merita di giocare, Giampaolo preferisce un giocarore esperto in difesa e partendo da queste considerazioni non saprei proprio come sarebbe stato possibile gestire diversamente Barba. Sono situazioni che nel calcio accadono frequentemente. Sì, Piu lo manderei a giocare.

  9. Destro Mounier e Brienza: Un tridente che potrebbe farci del male o dietro siamo troppo in forma e coi meccanismi ormai oleati, per temerlo?

    • Sarà un bel duello tra un attacco cresciuto rispetto ad inizio stagione e una difesa che si sta rivelando di ferro. Vedremo quale risposta ci darà il campo.

  10. Ciao Alessandro, Dioussè, Più è Tchanturia…. Quale potrebbe essere il miglior percorso per loro? Per me esperienza altrove, ma la prossima stagione.

    • Piu lo manderei a giocare a gennaio, Dioussè lo terrei qui anche la prossima stagione, Tchanturia (se la prima squadra continua su questi ritmi) lo aggregherei nelle ultime gare di campionato per fargli assaggiare la Serie A e dargli minutaggio. Muoio dalla curiosità di vederlo all’opera in una prima squadra.

  11. Si vocifera di una possibile partenza di Barba a gennaio,ma non credi Alessandro,che la possibilità che possa giocare anche a sinistra al posto di Rui,dovrebbe far riflettere circa una sua cessione? A me sembrerebbe al quanto inopportuna.Certo che se Costa continua a giocare così,anche gli anni prossimi vestirà la maglia azzurra,ma quanto spazio potrebbe trovare Barba essendo un mancino come lui?Si sa che l’optimus per i due centrali è di essere uno destro e uno sinistro.

    • In linea del tutto teorica sarebbe una perdita tecnica importante, ma potrebbe essere lui stesso a premere per la cessione se dovesse ricevere un’offerta allettante. A Empoli ormai le gerarchie sono definite.

  12. Ciao Marinai, cosa ne pensi del fatto che i tifosi (intendo i tifosi normali, non quelli istituzionali legati mani e piedi alla società di monteboro) siano stati del tutto ignorati dalla società riguardo al progetto della nuova curva? non è stato chiesto nemmeno un parere pro-forma, tanto per dare un minimo senso di partecipazione con chi poi dovrà popolarla, nulla di nulla.
    Piano piano qualcuno si sta accorgendo del fatto che una curva di quelle dimensioni porta dritti alla inconsistenza del tifo di casa, mentre si amplificherà a dismisura la consistenza (anche numerica, visto che la maratona sarà vuota, terra di nessuno) del tifo ospite.
    Secondo te quanto pensa di ricavare Monteboro dal subaffitto delle sottocurve? 100.000 euro all’anno? 300.000 ?
    sono questi i famosi introiti che danno la sicurezza alla societa?
    grazie

    • Confesso di aver capito molto poco di questo commento… Chi sarebbero i tifosi normali? Poi non ho capito perchè dovrebbe diventare inconsistente il tifo di casa a vantaggio di quello ospite… Forse ti riferisci al fatto che in curva ci andrebbe solo il cuore pulsante e l’esiguo numero rispetto al numero di posti disperderebbe la passione? Io non credo che sarebbe così, ma è un argomento a cui non avevo mai pensato in profondità e quindi potrei sbagliarmi. Ci rifletterò, cercando di immaginarmi lo scenario. Su quanto pensi la società di incassare non ne ho idea, ma è un progetto che io non lascerei incompiuto.

      • si era difficile.. lacia perdere, non ci perdere il sonno, pensavo tu fossi più dentro a certe dinamiche.
        comunque i tifosi istituzionali erano ovviamente l’unione club e in generale chi prende i biglietti dalla società, i quali recepiscono ogni cosa arrivi da monteboro come un islamico radicale recepisce il corano, ed il cui parere dunque sarebbe scontato e incondizionato.

        • Adesso mi è più chiaro il concetto. È vero che non sono molto dentro a certe dinamiche e vado per sentito dire e a me non piace prendere posizione per sentito dire.

  13. STIAMO DAVVERO VIVENDO UN BEL PERIODO

    In questo periodo in questo tempo non sospetto pensare di portare in azzurro una punta giovane ma rodata nelle serie minori..pronta e con il senso vero del gol..un bomber pronto a manifestarsi tale..che ne pensate?..tu e la redazione?

    Guardando alle condizioni del reparto offensivo…Maccarone segna e va bene ma bisogna considerare l’età..Pucciarelli fa più movimento che marcature..Livaja fa quel che può..e Levan è fuori dai giochi..Piu lo considero un ragazzo importante ma pur sempre un primavera..

    ..per me le condizioni per partire alla ricerca di un attaccante ci sono..e facendo come le formichine rispetto alla cicala anticiperei il lavoro..portando a casa l’attaccante..appunto in tempi non sospetti..(è vero che i gol vengono e non ce ne sarebbe bisogno ma..)

    I DUBBI INIZIALI

    Personalmente visti i primissimi allenamenti a me il mister era piaciuto…non comunicativo come Sarri ma bravo sui contenuti tecnici..spesso l’ho difeso e a volte criticato…

    Sinceramente per me avete fatto bene a dire quali erano i vostri dubbi di precampionato
    non vi ho mai sentito troppo critici nei confronti del mister
    nemmeno quando c’era da incavolarsi veramente
    (gli errori…come tutti..ci sono stati poi Marco è stato bravo a riprenderli…)
    e poi lo avete sempre fatto proponendo un oggetto di discussione.

    • Su Levan ti sbagli…ha seguito percorso di riabilitazione in quel di Barcellona ed è pronto a ritagliarsi un posto da protagonista.

      Ma queste notizie non dovrei dirvele io…

    • Sulla punta ho risposto ad un precedente commento e in linea di massima sono d’accordo con te sull’andare a scovare un attaccante dal giusto profilo per Empoli, considerato che manderei Piu a giocare e che Levan non offre garanzie assolute anche se non condivido l’espressione “fuori dai giochi”, spero sempre che possa ritagliarsi uno spazio importanti. A Giampaolo abbiamo concesso tempo non nascondendo lo scetticismo iniziale, fermo restando che non vige il pensiero comune ma ognuno esprime la propria opinione con il massimo rispetto per il lavoro di tutti.

  14. alessandro ciao. Come giudichi il rendimento complessivo stagionale di Tonelli? E quanto puo’ valere secondo te?
    Maiello potrebbe chiedere di andare via a gennaio? Fossi lui sarei molto deluso.
    Grazie

    • Il rendimento di Tonelli è sicuramente positivo, ha acquisito esperienza e si sta confermando nella massima categoria. Quanto vale? Boh, non saprei… Negli anni sono cambiate le valutazioni, non ci sono più le cifre da capogiro di una volta ma credo che sui 5/6 milioni ci dovremmo essere. Maiello potrebbe chiedere la cessione? Forse, ma le sue occasioni le ha avute ed evidentemente non ha convinto il mister.

  15. Se guardiamo i profili dei centrocampisti abbiamo o giocatori che sono arrivati lì per loro capacità nella metà campo avversaria (Croce, Zielinski, Paredes) o di giocatori chiamati a fare da registi (Dioussé, Maiello, Ronaldo). Non manca secondo te un polmone abile di recuperare palloni da far entrare per difendere il risultato?

    • Un vero incontrista… Sì, in effetti manca ma la squadra sopperisce bene a questa mancanza e quasi non ce ne accorgiamo. Il centrocampo sembra aver trovato un suo equilibrio, però è una giusta considerazione.

    • Se riacquista la miglior condizione e finisce in crescendo può arrivarci tranquillamente. Al momento ci vogliono sempre i 17/18 milioni.

  16. Sabato sera sarà difficile…loro sono in gran condizione…noi al di là dei risultati invece no…con il Carpi la squadra ha vinto xche è stata umile e concentrata ma dal punto di vista fisico l’ ho vista ancora piuttosto imballata.

    Donadoni sembra si schiererà con il 4-3-3…ed è un modulo che ci dà fastidio…non come il 3-5-2, ma quasi.

    Credo sarà importante l’ aspetto mentale…spero i giocatori salgano a Bologna umili e concentrati…non con la testa ad asadi…abbacchi…bolliti…panettoni…ecc ecc. Sotto l’ aspetto mentale serve fare come con il Carpi…sotto quello tecnico serve ripetere il primo tempo di Firenze (abbacchi che un po meno ma x 90 minuti) sotto quello temperamentale la strada giusta è il secondo tempo di Udine o di Verona.

    Tu faresti qualche mossa a sorpresa sia nel modulo (per confondere i felsinei) sia negli uomini? (Inserendo chi ha giocato meno e ha voglia di spaccare il mondo facendo riposare chi è evidentemente in debito di condizione).

    Shorupsky
    Laurini Costa Tonelli Barba Mario Rui
    Bittante Paredes Zielinsky
    Maccarone Livaja

    Poi dopo un’ ora se siamo riusciti a congelare la partita sullo 0-0 dentro nell’ ordine Maiello x Bittante…Saponara x Barba…Pucciarelli per il più stanco tra Maccarone e Livaja….si torna al 4-3-1-2 e ci si prova.

    Peccato per l’ indisponibilità di Krunic e Zambelli…bella mia formazione a sorpresa sarebbero stati titolari…uno dietro Maccarone o Livaja, l’ altro al posto di Laurinì.

    • Non ravvedo una situazione di tale emergenza da stravolgere la squadra. È l’ultima gara dell’anno solare, si riposeranno durante la pausa. Non capisco perché si debba partire con un modulo che la squadra non conosce e che snatura la filosofia e le caratteristiche di questo gruppo. Contro il Carpi mi piacerebbe capire da dove l’hai misurata la condizione dei ragazzi visto che l’ultima mezz’ora hanno passeggiato forti del 3-0 contro un avversario sfiduciato. Io non farei nessun cambio, contro un avversario tra i più in forma del momento non mi pare il caso di stare a fare esperimenti.

  17. Buongiorno Alessandro, volevo farti una domanda in prospettiva futura.. viste le probabili partenze di fine anno di Tonelli, Mario Rui e Saponara dalla quale la società incasserà una trentina di milioni pensi si possa fare un investimento per l’acquisto dei 3 centrocampisti Zielinsky Paredes e Buchel e perchè no anche Skorupsky?

    • Per Buchel non credo ci saranno grossi problemi, gli altri invece potrebbero rientrare nei piani delle società di appartenenza. Non c’è dubbio però che se esistesse una possibilità di prenderli sarebbe da non farsela scappare.

  18. Non capisco “l’odio” fra empol(ani) 😀 e viola e non so se Marinai è anche lui anti fiorentino, come Cocchi. Per gli acquisti di Zielinsky e Paredes credo anch’io che l’Empoli farebbe “carte false”, ma sono in prestito puro e quindi dipende tutto da quanto vorranno Udinese e Roma. 🙁 E poi i due si accontenteranno anche il prossimo anno dello stipendio dell’Empoli?

    • Per quanto mi riguarda odio è una parola troppo grossa per me. Lo sfottò è normale che ci sia, ma ci sono limiti dove non vado oltre nè con la Fiorentina nè con altre squadre. Il problema è che sono allergico a certi tipi di comportamento nel calcio e il tifoso viola spesso ne è protagonista. Sui calciatori è normale che la decisione spetterà alle società di appartenenza, ma se ci fosse un solo spiraglio sarebbe da valutare.

  19. grande empoli i dirigenti sono persone competenti e brave ed umane stanno rilanciando dei giocatori e allenatori che nel modo del calcio alcune società erano già Bruciati grande società che da possibilità di crescere vedete TONELLI ecc…forza EMPOLI che a BOLOGNA a sig. DONADONI gli diamo il ben servito……FORZA EMPOLI Rossano settore degli sfigati in carrozzina un grazie al Presidente tanti e tanti auguroni di buon Natale a tuttiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here