Torniamo puntuali come ogni mercoledi in compagnia del collega ed amico, Alessandro Marinai. Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri.

Alessandro ben trovato. Domenica a Verona l’Empoli è mancato in tutto, una brutta sconfitta, una pessima prestazione…

“Male. Malissimo su tutta la linea. Una prestazione imbarazzante che provoca sconcerto contro una squadra che in teoria avrebbe dovuto avere meno stimoli. Non si salva nessuno, è stata una mazzata che somiglia molto ad un’umiliazione”.

Forse il punto più basso della stagione…

“Sicuramente. E’ una sconfitta anche più grave di quella di Crotone perchè meno partite ci sono da giocare e più peso specifico assumono i risultati. Non mi aspettavo certo una battuta di arresto di queste proporzioni…”.

Inutile che si torni ancora sull’aspetto dei gol, ormai diventato aspetto di scherno sui social, ti chiedo semmai un commento su una fase difensiva ben lontana da quella a cui eravamo abituati…

La fase difensiva sta avendo delle difficoltà che non ci aveva fatto mai vedere quest’anno salvo rari e sporadici episodi. L’Empoli ha costruito la sua classifica sulla buona organizzazione della difesa ma qualcosa in questo momento non va come dovrebbe andare evidentemente“.

Inutile anche che ti chieda un podio perchè si fa davvero fatica, dimmi un giocatore di movimento che salvi dalla debacle veronese…

“Nessuno. Veramente non mi è piaciuto nessuno”.

Da El Kaddouri ti aspetti che metta la marcia superiore, ed invece…

“Me lo aspetto e soprattutto lo spero. El Kaddouri ha in dote le potenzialità per prendere per mano questa squadra. C’è bisogno di qualità, di estro, di fantasia e lui è uno dei pochissimi che può dare tutto questo. Certo che il contesto in cui si è trovato non è dei più semplici, ma l’Empoli ha assoluto bisogno di lui”.

Ed i tifosi sono sempre più delusi e meno pazienti…

Delusione comprensibile. Dopo i fischi contro il Genoa assistere ad una prestazione come quella contro il Chievo non è la risposta migliore che si può ricevere. Si può perdere, ma c’è modo e modo di perdere“.

Per la prima volta in stagione, non a livello locale conoscendo bene la situazione, si è pero’ parlato anche di esonero e fatto nomi per la successione di Martusciello. La società ha dato il suo segnale…

“Le logiche del calcio le conosciamo bene e non c’è da stupirsi se testate nazionali ipotizzano l’esonero di un allenatore di una squadra che sta raccogliendo poco. La società ha dato il suo segnale confermando la fiducia al tecnico anche se grossi dubbi non ve ne erano su questo. La cosa che faccio fatica a capire è che per molti cambiando allenatore equivale ad evitare sicuramente la retrocessione. Ma dove sta scritto? L’ultima stagione in cui l’Empoli ha cambiato allenatori la squadra si è salvata a uno spareggio play out grazie ad un rigore parato da Dossena. E poi, il Palermo ne ha cambiati due di allenatori, quali benefici ne ha tratto che sta sempre dietro a sette punti nonostante l’Empoli abbia fatto la miseria di un solo punto nelle ultime sette gare. Certo, in queste due gare è probabile che rosicchi qualche punto. E il Pescara? Quale beneficio ha avuto dal cambio che dopo la roboante vittoria sul Genoa ha messo insieme tre sconfitte di fila? Con questo mica voglio dire che chi chiede l’esonero di Martusciello è uno fuori di testa. E’ uno che esprime una sua opinione come ce ne sono altri che la pensano in maniera diversa. Io, per esempio, sostengo che puoi anche cambiare allenatore ma cambierebbe poco. La squadra fondamentalmente è questa”.

Guardi avanti e vedi Napoli e Roma. Mi fermo alla prima tappa, una gara che sulla carta è proibitiva…

“Non si scopre certo l’acqua calda se diciamo che sono due partite molto, molto difficili. Stiamo parlando delle due squadre che si giocano il secondo ed il terzo posto in campionato. Mi dispiace incontrare il Napoli in questo clima, avrei preferito una situazione diversa per vivere meglio il ritorno di persone che hanno scritto la storia recente del club”.

Appurato che l’Empoli non è squadra capace di fare le barricate, qual è la strada possibile per fare un miracolo?

“L’unica strada possibile, visto il divario tecnico abnorme, è quella dell’orgoglio, della reazione rabbiosa che deve scaturire dopo quanto successo in questi giorni. La classica partita perfetta. Ma credo sarebbe più importante riscontrare segnali di vitalità, di presenza”.

Chi e cosa proveresti a cambiare, pensando magari anche alcune delle “seconde linee” che magari potrebbero aver fame di campo e visibilità…

“In questo momento sarebbe servita molto la generosità e la combattività di Levan che però, purtroppo, non sarà della partita. Per il resto onestamente non intravedo cambi che potrebbero cambiare volto a questa squadra”.

Bisogna pensare a noi e non guardarsi dietro. Io non ci riesco e ti chiedo un parere sulla gara che il Palermo giocherà ad Udine…

“E’ sicuramente un impegno meno arduo di quello che attende l’Empoli. Diciamo che nel doppio confronto, Napoli e Roma per l’Empoli e Udinese e Cagliari per il Palermo, è assai probabile che i rosanero riducano il gap. La gara con il Pescara dovrà servire a ripristinare le distanze. Ci sarà da soffrire fino alla fine”.

Settimana scorsa è successo un episodio non edificante che ha visto coinvolto Marcel Buchel. La società ha deciso di punirlo tenendolo fuori dalla gara con il Chievo, che idea ti sei fatto?

Prima ancora di sapere chi fosse avevo scritto via da Empoli. Non giudico nessuno perchè non sono certo io a doverlo fare e perchè non ero presente all’episodio che potrebbe essere stato pure ingigantito nella sua dinamica. Il punto non è questo, mi interessa poco. Il punto è che se fosse stato dove doveva essere, cioè a letto, la musica sarebbe stata spenta e il vicino avrebbe dormito. E avrebbe dovuto essere a letto perchè un atleta professionista a quell’ora dorme“.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’EmpoliFC al fianco di AIL
Articolo successivo69ª VIAREGGIO CUP | Le pagelle di Empoli – Athletic Union
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

155 Commenti

  1. Buongiorno Marinai,
    poter contare su uno spogliatoio unito ha sempre rappresentato un elemento fondamentale per uscire dai momenti di crisi. Ritieni che questa componente sia ancora presente nell’Empoli attuale? E se no, per quale motivo?

    Se ripenso al momento peggiore della gestione Giampaolo (Frosinone-Empoli) e quello della gestione Martusciello (Chievo-Empoli), le reazioni alla deblacle da parte di campo e panchina sono state molto diverse. L’Empoli attuale non trasmette, parere personale, nè coesione nè voglia di riscatto.

    • Io non penso che ci sia uno spogliatoio spaccato. Anzi, non più tardi di una settimana fa misi in risalto l’unità di questo gruppo percepita da alcuni particolari come il backstage della foto ufficiale per esempio, ma anche dal fatto che ancora oggi tutti i giovedì la squadra va a cena fuori insieme. Come in qualsiasi gruppo di lavoro, poi, possono esserci elementi che faticano ad “allinearsi” con lo spirito del gruppo, ma in questo momento non mi sembra il problema dell’Empoli.

  2. “Io, per esempio, sostengo che puoi anche cambiare allenatore ma cambierebbe poco. La squadra fondamentalmente è questa”.
    Scusa ma secondo te a che serve l’allenatore? Se i giocatori sono quelli, tu dici. Perché un presidente allora dovrebbe pagare uno un sacco di soldi se tanto in campo ci vanno solo i giocatori?
    I giocatori sono quelli, tu dici, però con Gianpaolo e sopratutto con Sarri quelli che ci sono ancora oggi allora giocavano a mille. Ora sono tutti diventati l’ombra di se stessi.
    Un nuovo allenatore probabilmente cambierebbe modulo, poi gestirebbe i cambi in maniera diversa. Poi darebbe una strigliata all’ambiente, ormai asfittico. E poi magari potrebbe incidere inventandosi qualche schema sulle palle inattive e sulla posizione dei difensori. Se tutto questo ti sembra poco…. mah!

    • Allora se non capisci te lo spiego meglio quello che è il mio pensiero: con il materiale che ha a disposizione Martusciello sta facendo quello che deve fare, al netto di alcuni errori che sicuramente commette come tutti quelli che lavorano. Ribadisco che cambiare allenatore, sempre secondo me, servirebbe a poco. Se poi tu ed altri la pensate diversamente va benissimo, non ci sono problemi. Fammi la cortesia di non nominare Giampaolo visto che tu stesso, il 12 maggio alle ore 19.01, in merito alla mancata conferma scrivesti: “Date retta, il Corsi c’ha visto bene e ritiene che non sia la persona giusta per salvarsi il prossimo anno”. Visto che ci sono, dal momento che non perdi occasione per provocare, ti ricordo anche quello che scrivesti in merito alla scelta di puntare su Martusciello. Questo il 26 maggio alle ore 19.00: “Martusciello ottima scelta. Lasciamo lavorare la società che ci capisce parecchio. Date retta a nostradamus”. Buona giornata…

      • ….ciao…però, è anche vero il contrario, a volte, sul cambio di panchina. La percentuale di insuccessi, nonostante il cambio della guida tecnica, credo anch’io rimanga maggiore (almeno, vado a naso), però, e un esempio è nostro, quando nel ’05-’06 si cambiò da Somma a Cagni, il cambio di passo, passate le prime gare d’assestamento, fu evidente; eppure non ricordo un “restauro” massiccio in sede di riparazione (mercato). Alla stessa maniera, il campionato ’99-’00 partì male, a gennaio andammo a fare una sorta di spareggio a Fermo, poi subentrò S. Baldini e finimmo a metà classifica, ampiamente, di già ad aprile.

        • Ogni campionato, ogni stagione ha una storia a sè e ci sono sempre molte sfaccettature per analizzarle. Che poi ognuno le analizza a modo suo perchè nessuno è depositario della verità. Tu dici che è anche il vero il contrario e cioè che cambiando si risolvono i problemi. Certamente, ma io mica l’ho mai negato questo, ho sempre detto che secondo me non cambierebbe niente e che non sta scritto da nessuna parte che cambiando si risolvono i problemi. Questo ho sempre detto, ma mica è detto che abbia ragione io.

      • Certo, Gianpaolo a partire da gennaio 2016 non mi è più piaciuto e l’ho sempre detto, spiegandone a più riprese e in dettaglio i motivi (visto che ti piace andare a rileggere quello che ho scritto, vedrai che potrai confermare) che qui sintetizzo: incapacità nel gestire il clima di consacrazione che si respirava a Empoli dove i giocatori si erano montati la testa ben oltre il consentito, e un allenatore deve essere capace di fare anche questo.
        Riguardo a Martusciello, tanto per ribadire il concetto che io non sono prevenuto come invece tu sostieni, io mi sono guardato bene di parlarne male fino a ottobre. Ho pensato, come i più, che Corsi & Carli ne sapessero più di tutti e avessero le loro buone ragioni per affidare la guida ad un novizio. Ad ottobre, invece mi sono ricreduto. Mi è bastato vederlo all’opera per 3-4 partite per capire che non funzionava. A inizio dicembre ne invocavo disperatamente la sostituzione, e tu lo sai bene. A pensarla così eravamo ancora quattro gatti qui su PE. Ricordo S’Ostina, Riccardo e pochi altri. Tutti a dire che eravamo gufi e che avevamo la sfrontatezza di di brontolare anche quando vincevamo. E noi invece guardavamo la prestazione e non il risultato. E guardavamo come si comportava Martusciello e le dichiarazioni da extraterrestre che rilasciava dopo la partita. Ritengo che non fosse difficile capire che avevamo di fronte un tecnico impreparato.
        Per concludere e tornare nel merito vorrei che tu ti sforzasi una volta di argomentare le tue analisi Perché ormai è un leitmotiv quello che propini ogni qualvolta uno ti chiede se esonerare Martusciello possa essere una soluzione. Infatti cosa mi scrivi anche questa volta? “Ribadisco che cambiare allenatore, sempre secondo me, servirebbe a poco. Se poi tu ed altri la pensate diversamente va benissimo, non ci sono problemi. ” Senza polemica. Saluti

        • Grazie per la citazione. Quest’anno mi sono attirato le inimicizie di mezzo Empoli, con insulti vari per poi scoprire a metà marzo che ora sono in molti a pensarla come me. Alessandro Marinai, difende le sue posizioni anche perché con l’Empoli ci campa e rompere troppo non andrebbe a suo favore, per cui lo capisco. Io sono empolese e tifo solo ed esclusivamente Empoli, per me la A ha un grosso valore, e prima di rinunciarvi farei qualsiasi cosa, anche sacrificare una bandiera.

          • Grazie per la citazione?Ma per favore!A parte che gli insulti vari sono usciti dalla tua penna nei confronti di questo e quello e non certo il contrario e che probabilmente le inimicizie dipendono proprio da quello….sarebbe il caso che tu tornassi indietro con i commenti per vedere che è più o meno dall’inizio campionato che Martusciello non piace a nessuno….Su questo sito un po’ tutti i tifosi hanno pensato,su Martusciello,perfettamente il contrario di quello che dici….solo pochissimi credevano o speravano che Martusciello potesse far bene…..E’ STATO CRITICATO DI CONTINUO.Lunica speranza di TUTTI ERA CHE POTESSE MIGLIORARE CON L’ANDAR DEL TEMPO….MA ERA SOLO UNA SPERANZA MAI RAGGIUNTA,anzi mi pare che i passi indietro siano stati tanti e non certo da ora!Quanto al Marinai,mi permetto di dire che non difende nessuna posizione,ma da quello che gli ho sempre visto scrivere mi pare giornalista serio,competente,mai fuori dalle righe e che scrive quello che pensa!Ma non sta certo a me difendere il suo operato…..Dico solo che chi non è d’accordo con le sue risposte….è inutile che gli faccia le sue domande….Si fa una domanda e poi non si accetta quello che pensa?Ben altra cosa è quando si inizia una discussione……

        • Su Giampaolo, Nostradamus, non sono d’accordo.
          Fu la società che non intervenne su alcuni giocatori che a gennaio, a salvezza praticamente raggiunta, pensarono solo a chiedere la cessione invece di fare il massimo con la nostra maglia. Inoltre ricordati che Giampaolo a Febbraio (cioè da quando iniziò il calo di concentrazione) era già sicuro che non sarebbe stato confermato e questo lo ha delegittimato di fronte allo spogliatoio e di fronte a quei 4/5 titolari che hanno smesso di dare il 100% ma che per ordini dall’ alto dovevano comunque giocare.

          • Le tue sono giuste considerazioni però penso che un allenatore cazzuto, come sarri o spalletti ad esempio, non si farebbe mettere i piedi in testa e avrebbe gestito la situazione con più autorevolezza. Troppo facile gestire uno spogliatoio quando tutto va bene. È quando arrivano le difficoltà che si vede se uno c’ha le palle. Sarri nelle prime 9 partite ne perse 5 e ne pareggio’ 4. Ma la squadra l’aveva in pugno e dopo i risultati arrivarono. La stessa cosa successe nel primo anno in serie A. Poi sono d’accordo con te che la società remava contro e non ha saputo gestire la cosa.

          • Per Mork: grazie per le belle parole… Hai scritto una cosa sacrosanta: mi fanno le domande e poi non gli va bene come rispondo… E per giunta ogni settimana!

        • Cosa dovrei rispondere scusa? Se uno mi chiede se esonerare Martusciello possa essere una soluzione, quando rispondo che secondo me non cambierebbe molto perchè la qualità della rosa è modesta ho già dato la mia risposta. Se poi a te non va bene è un problema tuo, mica mio… Sei te che ogni mercoledì vieni qui a ripetermi sempre le stesse cose…

          • Preferirei che fosse il nostro claudio a tenere questa rubrica. Almeno ci mette un po’ l’anima per difendere Martusciello e non si impermalosisce come fai te. Capisco che ormai sia diventata una fatica convincere tutti quelli che non la pensano come te, ormai quasi tutti qui su PE. Prima almeno c’ero solo io che ti davo contro e mi davi un po’ più di soddisfazione. Ora invece mi sembri diventato un disco rotto. Pazienza me ne farò una ragione. W Martusciello.

          • Io non devo convincere nessuno, non me ne frega proprio nulla. Faccio il pieno di pazienza quando leggo il tuo nick. Arriverà un giorno in cui mi stuferò di rispondere alle tue sciocche provocazioni. Preoccupati dell’ambiente che mi sembra non stia messo tanto bene…

  3. Cambio di allenatore? Mi hai citato solo esempi negativi e Pioli all’Inter, Del Neri all’Udinese e Spalletti 1 anno fa a Roma? Non possiamo dire se il cambio va bene o male, per rimanere a Empoli il cambio di Cagni fu ottimo ma non quello di Aglietti, come potete essere così prevenuti?

    • Ho citato le squadre che lottano con l’Empoli che, per sopperire alla minor qualità, hanno fatto ricorso al cambio di allenatore . Sarebbe un giochino infinito quello che proponi perchè allora dovremmo chiederci perchè Lippi fallì all’Inter, Spalletti esonerato dallo Zenith ecc… Io non sono prevenuto con nessuno, esprimo solo il mio pensiero. Domenica scrissi “la società decida cosa fare con l’allenatore”. Ha scelto di proseguire, per me va bene così, Se poi, come ho già detto, altri la pensano in maniera diversa va altrettanto bene. Qua ognuno dice la sua, possibilmente se lo facesse con una certa logica ed equilibrio sarebbe meglio.

  4. Alessandro ti aspettavi questa involuzione di Bellusci ? Rimanendo alla difesa non sarebbe il caso di dare spazio a Barba?

    • No, onestamente non me l’aspettavo e mi dispiace pure. Su Barba ci stavo pensando giusto in questi giorni ma veramente non saprei dirti come sta dal punto di vista fisico atletico. Rimane comunque una carta da giocare se dovesse offrire garanzie da questo punto di vista.

  5. Alessandro ciao, la tua posizione su Martusciello è chiara e rispettabile anche se credo condizionata da fattori esterni. La mia domanda è: ci salviamo, rimaniamo in A, si riparte con lui e si puo onestamente dare a lui meriti? Credo che il rapporto Martusciello-Empoli piazza sia finito

    • Ognuno, a maggio, trarrà le proprie conclusioni. Ci saranno persone che daranno più meriti a tizio piuttosto che a caio e viceversa. Di quello che sarà la prossima stagione non ne ho idea e credo che nessuno sappia quello che accadrà. Ci sono troppe variabili da valutare in questo finale di stagione, facciamo un passo alla volta. Non ho ben capito il passaggio in cui dici “condizionata da fattori esterni”. Ti sarei grato se mi spiegassi quali sarebbero questi fattori…

      • Di fatto non hai risposto alla mia domanda ? La gente dice che la tua posizione sia di amicizia personale con Martusciello e questo, non ci sarebbe niente di male, puo condizionare un giudizio. Non voleva essere certo offensiva come considerazione.

        • La domanda era se possiamo attribuire a lui dei meriti in caso di salvezza? Certo che sì, perché non dovrebbe essere così? Dal momento che io penso che sta facendo il massimo con la rosa a disposizione per me sarebbe naturale. “La gente dice”… La gente può dire quello che gli pare, figurati… Ho già detto la scorsa settimana che il mio rapporto umano con Martusciello inizia dal momento in cui entra in sala stampa nel post partita e finisce cinque minuti dopo quando esce. Non ci frequentiamo e non ci sentiamo mai per telefono.

  6. Buongiorno Alessandro,una domanda.Secondo lei cosa altro può dare a questo gruppo Martusciello che non sia già riuscito a dare da Luglio ad oggi? A me pare di vedere una squadra molto scarica sotto tutti i punti di vista,in picchiata dal punto di vista dei risultati e della volontà.Non cito tenuta fisica e organizzazione di gioco d’attacco perché mi sembrano siano stati carenti fin da inizio stagione.Grazie per la risposta.

    • La partita di Verona ha suscitato anche in me alcuni interrogativi perchè mai mi sarei aspettato una prestazione del genere. Le altre gare che hanno preceduto questa trasferta non mi avevano trasmesso questa negatività ma solo palesato gli stessi problemi di costruzione e finalizzazione che ormai questa squadra ha per limiti strutturali. La domanda è cosa possa dare Martusciello a questo gruppo, io mi aspetto anche che questo gruppo dia qualcosa a Martusciello e di conseguenza ai tifosi, alla piazza. Non voglio sottrarmi alla domanda, ma penso che fare quadrato e stabilire un patto all’interno dello spogliatoio al fine di dare di più sia una soluzione possibile oltre che apparentemente logica.

  7. Pensi che il ciclo di Carli sia finito? Pensi che Accardi possa prendere il suo posto (spero di no) o chi vedresti bene a fare il ds del futuro? Grazie per la risposta e per la pazienza che tu e tutta la redazione avete con i provocatori gratuiti

    • ……io sono, sarei (e più avanti capirai perchè uso il condizionale)) un provocatore. Se te credi che tutti i commenti di questi giorni, anche astiosi lo ammetto, sia da parte mia ed altri, siano dettati da una semplice voglia di provocare, sei fuori strada. A che pro??? Per divertimento?? Per cattiveria??? Per ironia????
      Qui la gente, moltissima gente, ha gli zebedi a du’mila, probabilmente per il fatto che per noi, l’Empoli, è molto di più che una semplice squadra di calcio o passione sportiva o, addirittura (mi casca co…..i quando sento ‘sto vocabolo), un “passatempo” sigh sigh!! E’ opprimente e lancinante vedere che lo squadrone sta andando a scatafascio, e con l’impressione, nettissima, palpabile che nulla si stia facendo per arginare tutto ciò. Non dico si debba passare solo e necessariamente dall’esonero dell’allenatore, sono il primo a dire che le colpe vanno ricercate a monte (solito noto), però maremma cane…..i cosiddetti dirigenti, che dovrebbero un attimo dare conforto, spiegare, esporsi……..dove diavolo sono? O stanno zitti, o rilasciano dichiarazioni a tutti, fuorchè a Empoli, o, se qualuno parla, non lo fa col suo pensiero (nessuno me lo leva dalla testa, Il DG parla con parole d’altri). Alla fine di tutto la colpa è dei tifosi ora, diamine!!!!

      • Bravo Bosco. Non ti conosco ma dalle tue parole si capisce che tu sei uno di quelli (come me) che quando l’Empoli perde (specialmente alcune partite ) ci patisce.Io mi ricordo che al secondo gol di Paolucci non avrei saputo dirti il mio nome oppure il silenzio tombale che ci fu in casa mia dopo i maledetti rigori di Cesena. Tanto è vero che spesso,sempre piu’ spesso con l’avanzare dell’età ( classe 75 ) mi dico:ma sarò poco bischero ad incazzarmici a questo modo?

        • Figurati, io mi sento esattamente come te e dopo una perdita sono di malumore fino alla mattina dopo e di anni ne ho 83.
          Rassegnati la nostra è una malattia incurabile che ci accompagnerà fino alla fine dei nostri giorni.
          Ti abbraccio.
          Gianca

          • Un abbraccio anche a te Giancarlo. 83 anni e ancora questa enorme passione per l’Empoli calcio! Grande esempio anche per chi come me ne ha appunto quasi la metà.Chapeau!

          • Siete tutti in buona compagnia. Qui siamo tutti patiti per l’Empoli. Altro che gufi.

      • Io credo che criticare sia assolutamente legittimo, ma credo anche che non sia per niente facile per chi è chiamato a prendere delle decisioni in momenti difficili come questi. La scelta di non intervenire è da rispettare come lo sarebbe stata la scelta di cambiare.

    • Io credo che il finale di questa stagione determinerà non solo il futuro di Carli ma di tutti. Carli sembrava dover lasciare la passata stagione e invece è rimasto qui con tutte le difficoltà incontrate quest’anno. E’ probabile che possa essere finito anche il ciclo di Carli ma Accardi non mi sembra ancora pronto per prendere il suo posto. Ritengo che il ruolo di Direttore Sportivo sia più difficile di quello dell’allenatore e Pietro è da poco tempo al fianco di Carli per averne potuto imparare a fondo il mestiere. Grazie a te.

  8. Secondo te l’involuzione di giocatori come Buchel, l’ex Saponara, Bellusci, Pucciarelli, Barba, Costa sono da imputare al gioco espresso da Martusciello o dalla componente psicologica dove è appurato ormai che il nostro giovane allenatore non riesce ad incidere e ha molto da imparare? La valorizzazione parziale di Krunic Diousse e Levan a mio avviso non controbilancia in valore la perdita dei primi, tu cosa ne pensi?

    • Io non credo dipenda dal tipo di gioco proposto, ma sono convinto del fatto che Saponara e Pucciarelli abbiano iniziato il campionato non del tutto contenti perchè magari pensavano di andare altrove. Di Bellusci non possiamo parlare di involuzione perchè non era qui l’anno scorso e quindi, almeno io, non ne conoscevo l’esatto valore. Barba è per me un mistero; ero sicuro che avrebbe “sfondato” e si fosse preso il ruolo di difensore centrale di questa squadra, ma già l’anno scorso non godeva di grandissima considerazione tanto da essere ceduto a gennaio. Costa sta avendo una stagione altalenante ma non parlerei di involuzione, almeno non così presto. Buchel evidentemente ha nella mancanza di continuità il suo tallone d’Achille, le ultime cronache poi non depongono certo a suo favore. Krunic, Dioussè e Levan non controbilanciano ma non possiamo far finta di nulla in un’analisi generale. Segno che non tutto è da buttare.

  9. Io credo che a questa squadra sia mancato un Martusciello. Mi spiego meglio, Martusciello come secondo ha dato tanto ai vari allenatori che negli ultimi anni si sono succeduti, secondo me lui non ha avuto da allenatore in prima questo supporto. Cosa ne pensi Alessanro?
    Pucciarelli è per me la vera delusione della stagione, su questo che mi puoi dire?

    • Non conosco personalmente Sasà Russo e non ne conosco le caratteristiche, quindi non mi permetto di giudicarlo perchè per quel ruolo è importantissimo l’aspetto umano e motivazionale. Martusciello è stato un grande secondo per Sarri e Giampaolo e questo aspetto è stato un elemento di analisi ad inizio stagione proprio per commentare la promozione ad allenatore in prima di Martusciello che lasciava, ovviamente, vacante la casella del secondo. E’ probabile che qualcosina sia venuto a mancare anche in questo. Tutto sommato possiamo dire che ad oggi sia lui quello che ha dato meno in relazione a quello che ci si aspettava.

  10. Io penso che il cambio allenatore non sia utile e poi è troppo cattivo nei confronti di Martuscello che secondo me è esasperato dalla situazione (anche se comprendo le rgioni degli altri tifosi).
    Credo però che se voglia continuare ad essere Allenatore debba cambiare modo di giocare.
    Con tutte queste mezze punte (o punte di movimento belle spuntate) la tecnica direbbe di cercare profondità, verticalizzazione ed inserimento che un terzetto di trequartisti (Croce, Omar, Krunic) o (Croce Omar Pucciarelli-Marilungo) con Maccarone (perchè su Levan non ci si può fare molto affidamento sennò sarebbe il giocatore giusto) potrebbe risolvere il problema del gol il modulo sarebbe il 4-2-3-1.
    E prima o poi lo dobbiamo risolvere il problema gol
    mica possiamo continuare a dire che le certezze di Martuscello sono il 4312 e giocare per il massimo risultato che è lo 0 a 0 adesso.
    Deve Martuscello a bocce ferme dimostrare che può cambiare e far meglio.
    Dagli spalti parlo meglio che dalla panchina…ma qualcosa va fatto è evidente.

    • Quando vedo che in corso d’opera cerca di disporsi in maniera diversa sul campo provando a cambiare modulo non mi pare che le cose cambino in maniera netta. Per acquisire le nozioni di un nuovo sistema di gioco occorre un po’ di tempo e mi sembra che di tempo non ce ne sia molto. Inoltre io faccio parte di quelli che sostengono che questa rosa, con queste caratteristiche, sia costruita per giocare nel modo attuale. Nei momenti difficili, mi hanno sempre detto, è meglio fare le cose che si sanno fare. Però si può provare a fare qualcosa di diverso, magari durante la pausa.

  11. Io credo che…..l’andazzo difficilmente cambierà da qui alla fine,mi pare che quasi 30 giornate di campionato stiano confermando questo….Non c’è gioco,non ci sono goals e perfino quella che sembrava una difesa piuttosto organizzata(a parte qualche debacle con Inter,Milan,Fiorentina,Sassuolo)si sta sfaldando giornata dopo giornata.Magari non cambierà niente e si continuerà NON giocare,a NON segnare come sta succedendo adesso,ma tanto peggio di così non puo’ andare e allora provare una nuova soluzione in panchina mi pare il minimo.Purtroppo(o meno male,visto che qualche punto in più delle altre lo abbiamo messo in carniere)ciò che ancora ha salvato la testa di Martusciello sono quei 7 punti in più del Palermo,ma davvero si pensa che non ci sia qualità nella nostra rosa?Pucciarelli a fine dello scorso campionato non è stato venduto perché la società pensava di incassare alla fine di questo campionato ben più dei soldi offerti dal Sassuolo….Per Saponara valeva lo stesso discorso(ma adesso non c’è più e quindi poco importa)….Skorupski gran portiere,Laurinì ti sembra un brocco?E Pasqual?E Costa che l’anno scorso è stato uno dei più positivi…probabilmente anche più di Tonelli….Cosic?Autore di prestazioni veramente ottime con Giampaolo dove è finito?E Croce non è un giocatore di qualità?Buchel?El Kaddouri?Josè Mauri?Dioussè…se pur ancora un po’ acerbo mi pare che tecnicamente non sia uno sprovveduto.Lo stesso Levan non si difende male sotto questo aspetto(purtroppo lui ha altri problemi).Vogliamo parlare anche di Krunic?A me sembra un giocatore di grandissima qualità che da l’impressione di giocare con il freno a mano tirato,ma sarei pronto a scommettere che è un giocatore che ha poco da invidiare a qualsiasi centrocampista del campionato Italiano.La rosa è inferiore a quella dell’anno scorso?Può darsi,ma per me con questo allenatore anche chi è dotato di maggiore tecnica non riuscirà mai a metterla a servizio della squadra e se salvezza sarà….Martusciello c’entrerà davvero poco in questo anche se nessuno gli disconoscerà mai che lui quello che poteva dare come allenatore lo ha dato…..e che le colpe ricadono molto di più su chi ce lo ha messo.E’ VERO….alla fin fine quello che conta sarà raggiungere l’ennesima salvezza,ma raggiungerla anche o forse solo per la pochezza di chi ti sta dietro non è che dia poi al tifoso una gran soddisfazione sotto il profilo emotivo….e non solo sotto quell’aspetto!

    • Ognuno ha la propria idea sul valore della squadra. Io ribadisco ancora una volta che la qualità generale è inferiore all’anno scorso.

      • Inferiore sono d’accordo…ma non così inferiore.
        Senza dubbio questa situazione è in parte addebitabile ad un mercato estivo confusionario e ad uno invernale offensivo per chi aveva rinnovato la fiducia abbonandoti.
        Io credo però che le colpe di Martusciello siano superiori…ha perso per strada giocatori chiave come Saponara Pucciarelli Buchel Maccarone Gilardino Maiello (ma era così peggio di Tello?)…infortuni a raffica sia tra i difensori che tra i centrocampisti…nessuno dei giocatori che gli sono stati affidati per migliorarli lo hanno fatto (forse in minima parte solo Krunic)…non ha dato una parvenza, anche solo minimale, di gioco. La squadra entra sempre in campo senza sapere cosa fare ne come collettivo ne come singoli… non c’è neanche confusione…solo smarrimento e zero idee…da questo punto di vista le tre dietro sono più avanti di noi (ti anticipo sottolineando che i punti di differenza in classifica al momento sono dovuti a fattori casuali)…insomma Martusciello da l’idea di conoscere, del calcio, solo che si va in campo in 11 ed uno deve essere il portiere.

        Io credo che siamo quasi in B…a meno che non troviamo 2 vittorie inaspettate…oltre naturalmente a 9 pt tra Pescara Bologna e Sassuolo.

        • Tue considerazioni, le mie le conoscete e in altre risposte le ritroverete. E poi te non sei attendibile, lo dice la storia di questo sito.

          • Rinunciati S’Ostina ormai sa scendere solo sul personale. Zero commento nel merito. Al punto che, in barba alla privacy, sa anche come ti chiami e che lavoro fai.

          • Certo, come no… Sono io che scendo sul personale… Ho risposto a sessanta persone per non dire nulla, certo… La privacy? Ti piaceva di più quando ti sentivi “anonimo”? Dai su, è giusto che anche io sappia con chi sto parlando, no?

          • a parte il fatto che io non so chi tu sei e non mi interessa. Io sono iscritto al forum in forma anonima, come tutti qui, a parte te che lo fai per scelta o per lavoro, e tu non dovresti avere accesso ai miei dati. Punto. Peggio ancora se poi scrivi ti permetti di scrivere anche cose che mi dovrebbero o meno riguardare nella vita privata. No fare il furbo Marinai per ci metto 5 minuti a denunciare te e PE. Poi dopo vedrai che tu fai meno il ganzo. Spero di essere stato chiaro.

  12. Buongiorno Alessandro,

    non ho avuto pregiudizi verso il mister ma onestamente da ogni punto di vista (tattico, atletico e di gioco) siamo peggiorati e di molto al netto di alcuni nuovi interpreti. Disarmante vedere l’empoli l’ultima partita. Non voglio commentare ulteriormente ma siamo involuti e la guida tecnica secondo me non riesce a dare una sterzata. Se qualcuno ha fatto sport di qualsiasi tipo, sa che l’entusiasmo ed il carisma dell’allenatore fa la differenza. Io tiferò fino alla fine ma secondo me la situazione è questa.

    • Che la situazione sia questa, ovvero di difficoltà, è sotto gli occhi di tutti e sono d’accordo sul tuo giudizio in merito alla gara di Verona. Usi una parola secondo me importante: il carisma. Questo potrebbe rappresentare veramente il nodo della questione. Alcuni elementi della squadra, anche inconsciamente, potrebbero non avvertire l’autorità dell’allenatore che fino all’anno scorso era il suo confidente. E’ un’ipotesi, di difficile lettura però.

  13. Io toglierei subito bellusci che secondo me influisce negativamente sul rendimento di costa e metterei barba. E jose mauri per diousse.
    Qualcosa deve cambiare martusciello.
    Comunque accertato che martusciello resto spero che la città resti unita e sostenga lui e la squadra.
    Andava cambiato a natale ma li erano in pochi a dirlo.

    • Nessuno dei veri tifosi va allo stadio con l’idea di contestare questo o quello….si va allo stadio con la consapevolezza che contro qualsiasi squadra si parte dallo 0-0 e si tifa come sempre per gli azzurri….dal 1 al 95’…e almeno da parte mia mai uscirà dalla mia bocca un fischio contro i giocatori…..poi è chiaro quando senti un allenatore che fa certe dichiarazioni nei dopopartita almeno delle critiche qui su Pianeta,non vedo perché non debbano esser fatte!Se poi si deve dire che l’allenatore è bravo,la squadra gioca bene,i goals prima o poi verranno ok diciamolo e soprattutto speriamolo…..Sarà però bene andare a vedere la classifica e vedere che i goals fatti sono 15,quelli subiti 43,le partite perse 16 su 28 e che la nostra posizione è la diciassettesima a 7 punti dalla squadra che ci precede.Questo ad oggi….perché la speranza non muore mai PER CARITà,ma nelle prossime 5 partite se tiri fuori 3 punti dal cilindro c’è da essere contenti.Comunque chi sta dietro di noi forse vorrebbe essere al nostro posto,su questo non c’è dubbio,però nessuno mi toglie dalla testa che con un allenatore tipo Giampaolo,il discorso salvezza,arrivati alla partita con il Genoa,era gia chiuso dalla partita di Crotone.Martusciello ha dato poche certezze a questa squadra,soprattutto non gli ha dato una mentalità vincente!

    • Bellusci sta attraversando un momento negativo e non sarebbe del tutto campata in aria l’idea di concedergli un po’ di riposo. Più difficile vedo l’avvicendamento tra Mauri e Dioussè perchè l’ex milanista non è un regista. Sul fatto dell’unità non si dovrebbe nemmeno discutere secondo me.

  14. Secondo me Martusciello è ormai indifendibile ma è inutile fare polemiche anche se su di lui la vediamo in maniera diversa. Da bravo opinionista quale sei ti chiedo due cose. Pelagotti può essere pronto per il dopo Skorupski? Thiam è ancora proponibile?
    Grazie

    • Quando Pelagotti ha giocato perchè Skorupski si stava riprendendo dall’infortunio ha fatto il suo, però non giocando non si ha poi la percezione se possa crescere oppure no. Io credo che l’Empoli andrà alla ricerca di un primo portiere prospettando di nuovo il ruolo di secondo a Pelagotti, poi se la giocherà lui. A Thiam voglio concedere ancora un po’ di tempo ma la sensazione è che non sia pronto per la A.

  15. Alessandro non trovi che si scriva un pò troppe minchiate su questi social, si enfatizza tutto, siamo pur sempre l’Empoli

      • Vuol dire che molti hanno perso la dimensione di quello che è Empoli e L’Empoli calcio, anche se in questi anni ha fatto grandi cose

        • …ok, allora tiriamo a risparmiare, ma non si parla più di sport, dove si cerca di ambire sempre al massimo. Facciamo un campionato di A diviso in tre fasce e notte; o B è uguale. D’altronde, è lo stesso identico pensiero dei soloni del calcio. Quando avevamo una certa dimensione, nessuno osava chiedere di più, dopo diversi anni a certi livelli è normale che un tifoso abbia sempre più l’aquolina in bocca.

        • E riborda con la filastrocca sulla perdita della dimensione…ma voi che fate codesti discorsi, da che dimensione arrivate?!

          E’ l’Empoli società che ha smesso di fare l’Empoli, e sono anni che ha smesso…a partire dal settore giovanile post-benservito a Ettore Donati. Oggi se ne paga il fio anche in prima squadra.

          Ma aprite gli occhi diosanto, non lo vedete che dopo i ’91 di Donati (l’ultimo è Pucciarelli) in rosa non c’è un giocatore proveniente dal vivaio??? L’unico è Diousse (1997)!!!

          A me girano fortemente gli zebedei perchè constato che gli errori di gestione che stanno portando allo sfacelo il settore giovanile vengono progressivamente messi atto pure in prima squadra…a partire dagli allenatori di nomina presidenziale!

    • Quelli che secondo te scrivono minchiate sono quelli che pensano che le minchiate le scriva io. Dipende sempre dal lettore in chi si rivede 😀

  16. Occorre che in questo momento si dica la verità e che non si prenda in giro la gente che ha pagato un abbonamento per vedre questo brutto spettacolo, oltre agli inossidabili che hanno il coraggio di andare ancora in trasferta. la Società non può continuare a prenderci in giro, deve dire veramente le cose come stanno e come sono accadute, altrimenti un’altranno in qualunque serie siamo, il popolo empolese se ne starà giustamente a casa. Ci sono stati errori evidenti in tutti i reparti, hanno lavorato superficialmente, non nello stile Empoli e questo lo sanno e lo sapevano, ora si sta cercando di portare in fondo questo campionato indecente nel gioco e nel punteggio, si pensa di salvarsi, visto che le altre si sono suicidate prima di noi, per poi venire fuori a dire, che l’importante è salvarsi e noi siamo modesti, bla bla bla, ma ripeto, molti empolesi questa volta non cascheranno nel tranello e sono sicuro dal prossimo anno, se non spiegano bene e chiedono scusa a tutto empoli, se ne vedranno bene di fare l’abbonamento. Non basta salvarsi in un campionato come questo, occorre prepapararsi anche un futuro, che vedo indecifrabile sia nella società che nel gruppo squadra. Mi sembra che tutti i giocatori pensano solo a se stessi, dove si ritroveranno l’anno prossimo e non hanno più voglia di combattere in campo. Il carattere e la voglia dovrebbe trasmetterla il Mister, ma lui è forse quello che ha meno colpe in questa situazione, trovatosi a combattere con una cosa più grande di lui, ma nello stesso tempo era anche il meno qualificato a farlo e tutti lo sapevano, lo dimostra il fatto che non se la sentono di esonerarlo. Io dico di non fare troppo gli struzzi, ma di dire sempre la verità, parlo alla società, e comunque anche se viene la salvezza, dovranno mettersi ad un tavolo, fare mia colpa e ripartire da zero, se vogliono che ritorni l’entusiasmo della gente.

    • Le valutazioni e le considerazioni verranno fatte a bocce ferme, non certo ora nel periodo cruciale del campionato. Ma veramente pensate che la società non sia conscia degli errori commessi? Ma ora non servirebbe a nulla piangersi addosso, l’obbiettivo è quello di raggiungere la salvezza poi verrà il resto.

  17. Ciao Alessandro, devo darti atto che tu ti sei sempre dichiarato non a pro dell’acquisto Gilardino che ha mandato in estasi tutti i tifosi. Però ricordo bene la soddisfazione per aver tenuto Saponara e Pucciarelli (ricordo bene un passaggio in tv con il Cocchi questa estate.. giusta coppia televisiva non l’attuale) e le lodi a Bellusci. Tu dici in sostanza che Martusciello ha una squadra di M e lui piu di questo non poteva fare, pero, ripeto, a questa sqaudra a giugno son state fatte lodi. Poi mi dici chi ha valorazzito Martusciello? Saponara deprezzato, Pucciarelli deprezzato, di giovani manco uno. Non mi dire Levan perche quel poco che ha fatto lo ha fatto solo perche gli ha retto il fisico un mese, non mi dire Diousse. Forse, dico molto forse, Krunic. Come fai, lo dico perche ho stima di te, ha sostenere questo qua, anche dopo che rilascia dichiarazioni che solo per quelle andrebbe cacciato? Forse hai ragione, cambiare ora potrebbe non cambiare i giochi (io mi sarei aspettato le sue dimissioni) ma la prossi a stagione non si puo ripartire da lui, ne in A, ne in B.
    Buon lavoro

    • Se fai riferimento ad un passaggio televisivo si risale almeno a giugno/luglio, bel lontani da una fisionomia definitiva del mercato. Io per la verità tutta questa contentezza di aver trattenuto Saponara e Pucciarelli non la ricordo anche perchè, sempre riferendosi a “PEnAlty estate”, era ben lontana la certezza che sarebbero rimasti qui. Ricordo di aver apprezzato il fatto di aver consegnato la rosa quasi al completo e alcuni ingaggi tra cui Pasqual che “sponsorizzai” fin da subito. Tu dici che Saponara e Pucciarelli si sono deprezzati… E siamo sicuri che sia colpa di Martusciello? Oppure, essendo rimasti controvoglia, sono stati invece un boomerang per l’allenatore che non ha potuto contare su due elementi comunque importanti di questa rosa? E perchè non dovrei dirti di Levan? Ricordo ancora gli sghignazzi in tribuna quando lo presentò titolare in casa contro il Cagliari: 2-0 con doppietta di Levan. In 8 partite con Levan titolare l’Empoli ha vinte 3 partite, 3 pareggi, una sconfitta al 94′ a Bergamo e quella rovinosa di Crotone. Totale 12 punti. Infortunato Levan, 5 partite e 5 sconfitte. Un caso? Forse… O forse no. Magari con Levan aveva trovato la quadra giusta, magari la mancanza di un attaccante aitante, con quelle caratteristiche, quell’esplosività si è fatta sentire enormemente… Dioussè cosa dovrebbe fare? Mica sarà colpa sua se si è ritrovato investito di una responsabilità forse più grande di lui in questa stagione perchè la società ha perso tempo a rincorrere il sogno Paredes? Secondo me Dioussè andava utilizzato un po’ di più dell’anno scorso, ma non farlo diventare perno fondamentale di questa squadra, ma ciò nonostante secondo me è cresciuto tanto dall’inizio della stagione. E Martusciello secondo te chi ci doveva mettere in quel ruolo lì? Josè Mauri che regista non è? Krunic è in fase di crescita e tagliato per il ruolo che sta interpretando. In buona sostanza l’Empoli ha sostituito Paredes e Zielinski con due ragazzi alla loro prima vera stagione; entrambi, secondo me, anticipando di un anno il loro definitivo lancio. Della prossima stagione ce ne occuperemo più avanti.

  18. Formazione consigliata a Martusciello visto che si considera allievo di Sarri:
    Skorupski
    Laurini Barba Cosic Zambelli
    Mauri
    Marilungo Krunic El Kaodduri Croce
    Maccarone
    Quando torna Levan al posto di Mac.
    Cosi si prova a giocare un po sulle fasce.
    Mi farebbe piacere cosa ne pensate?

    Per adesso un pò di panchina a Diosse ( anche se mi piace…ma in questo momento in confusione) Bellusci, Costa, Pasqual e quel fumogeno di Pucciarelli.

  19. Ciao Alessandro. Si parla di involuzioni di giocatori, non pensi che l’involuzione più importante sia quella di Carli? Non per una campagna acquisti sbagliata, ci sta, per le sensazioni di non trasparenza che emana da diverso tempo a questa parte.
    Siete tutti molto bravi, te Cocchi Galli Guastella però siate meno filosocietari, siete un punto di riferimento e soprattutto in certi momenti abbiamo bisogno di verità e correttezza nei nostri confronti.

    • Perdonami ma un giorno mi dovete spiegare cosa significa essere filo societari… Parlo ovviamente per me che ho criticato gli aumenti dei prezzi degli abbonamenti… Sono stato tra i primissimi a criticare l’ingaggio di Gilardino beccandomi anche degli insulti… Ho criticato in generale la campagna acquisti dicendo che era “partita bene ma a un certo punto non l’ho più capita” e ancora fino ad oggi ho sempre addossato maggiori responsabilità alla società per questa situazione. Su Carli non sono molto d’accordo, anche domenica scorsa è andato in sala stampa prendendosi le responsabilità. E anche quando è venuto in tv qualche mese fa l’ho trovato schietto come sempre. Poi sbagliare alcune valutazioni ci sta.

  20. Io penso che la colpa della situazione attuale sia sopratutto di chi ha fatto il mercato sia quello estivo che quello di riparazione.
    Sono stati fatti tantissimi errori di valutazione su tanti giocatori(da Bellusci a Mauri, da Thiam a Gilardino), errori che ci possono anche stare come l’acquisto di Gilardino dopo due anni che si sentiva la necessità di un attaccante che facesse goal. Lo sbaglio grosso è stato fatto a gennaio, dove una squadra in crisi di goal ha comprato un solo attaccante, i giudizi tecnici su Thiam li lascio a voi, ma mi sembrano molto univoci.
    Tutto ciò per dire che in alcune partite della scorsa stagione dove giocarono delle riserve, che quest’anno fanno i titolari, si mantenne più o meno la media punti di questa stagione.
    Martusciello ha delle colpe? Certo!
    Ma purtroppo il materiale messogli a disposizione della società é di scarsa qualità, spesso scarsissima e l’allenatore è certo colpevole della situazione, ma in quantità minima rispetto a coloro che hanno fatto il mercato.

  21. Ciao Alessandro buongiorno. Hai detto che la prestazione di Verona è stata addirittura peggiore di quella vista è Crotone e sono d’accordo con te. Secondo te ci sono alla base problemi di natura atletica e tutto si riduce ad una mentalità ormai non più vincente ?

    • Se ci siano problemi solo e soltanto di natura atletica non saprei dirtelo. Verona è stato un passaggio talmente a vuoto che non riesco nemmeno ad inquadrarlo bene. Sono curioso di vedere come reagirà la squadra contro il Napoli.

  22. Marinai “fuori di resta” sei tu.. e da mo!!! Io l’ho con chi ti sta a discutere con te…. POERANNOI… PROPRIO DA LEGAPRO SIAMO.. con sti giornalai!

    • Corsi non mi fa tanta simpatia nemmeno a me ma bisogna ammettere che da più di 20 anni che Empoli è una società ammirata e stimata in tutto il mondo , non lo dobbiamo dimenticare MAI , si può criticare qualche scelta sbagliata ma se siamo quel che siamo è merito suo

    • Hai colto nel segno….anche perché volenti o nolenti la rubrica è la sua e non di Mork o di qualsiasi altro commentatore di Pianeta Empoli…..Sicuramente è da sempre che vengono fatte delle domande in cui si chiede il suo parere e se si chiede il suo parere è perché il Marinai è stato messo lì per farlo e perché ne ha la competenza.

    • Mi spiace che oggi questa rubrica sia diventata una ……….. e questo anche per colpa mia che sono intervenuto più volte ma vorrei dirti che uno che fa certi discorsi,mi fa pensare che non sia solo il Corsi(come da tuo nick)che sia arrivato al capolinea…..Si sta tornando sulla falsariga di prima con commenti che di costruttivo hanno ben poco…ma di offensivo….parecchio!

    • Ce l’hai con quelli che stanno a discutere con me e puntualmente ogni mercoledì trovo i tuoi commenti in questa rubrica…

  23. ciao Ale , hai fatto un’analisi perfetta su tutto soprattutto sulla delusione dei tifosi !!! siamo una tifoseria tranquilla che ha sempre apprezzato il lavoro e i risultati della nostra società ,nonostante le risorse sono insufficienti ma come dici tu c’è modo e modo di perdere ma così no , tutti sappiamo che la serie A è tanta roba per la nostra dimensione e retrocedere ci può anche stare però senza mettere impegno e sacrificio non si va da nessuna parte sarebbe un peccato perdere la categoria con 7 punti di vantaggio a 10 giornate dalla fine !!! 2 domande : 1) se l’entusiasmo dell’arrivo del cambio societario del Palermo può portare più punti ai rosanero e quindi essere uno svantaggio per noi ? 2) se Di marco ( unica nota lieta di verona ) può essere riproposto come esterno offensivo nelle prossime gare ( a me non dispiace ) ??? grazie

    • 1) Il Palermo ha sulla carta un calendario più agevole e credo dipenderà da questo aspetto un ipotetico vantaggio dei rosanero e non dal ribaltone societario. 2) Sono sincero, ancora Di Marco non mi ha fatto impazzire anche se sembra possedere qualità importanti. Non credo tuttavia che verrà proposto titolare domenica prossima, non mi sembra nemmeno la partita adatta per impiegarlo.

  24. Buonasera, come ogni settimana ti richiedo:
    – sono più i meriti dell’Empoli o i demeriti degli altri per questo campionato in cui veleggia in zona salvezza?
    – se il tuo rapporto con Martusciello comincia e finisce in sala stampa, abbiamo assistito a ‘i fischi sono per gli altri’ sugli infortuni ‘in campo vanno skoru più dieci’ ‘abbiamo tutti contro’? Il contatore che trasforma una serie di uscite infelici quando si arresta e le trasforma in assurdità?
    Io penso che farebbe meglio stare in silenzio stampa, è una barzelletta.
    Infine aggiungo una domanda alle solite. Come fa l’Empoli a durare un’ora quando si allena sul campo di media 50′?

    • Perchè chiedi conto a me di quello che dice Martusciello in sala stampa? Mi hai forse scambiato per il suo addetto stampa o per il suo avvocato? Fino a quando l’Empoli sarà davanti saranno sempre i meriti dell’Empoli. Perchè io sono ottimista per natura e il bicchiere lo vedo mezzo pieno. E se anche fossero demeriti degli altri mi interessa il giusto… Mi dispiacerebbe per loro. Non seguo gli allenamenti quindi non sono in grado di rispondere all’ultima domanda.

      • Prendo atto che non mi si risponde sul punto del rapporto con la stampa. Era la stessa domanda che ho riproposto altre volte e alla quale le volte scorse avevo avuto risposta. Visto che l’atteggiamento del mister non solo non migliora, se possibile peggiora ad ogni partita, la ripeto. Immagino che i risultati non aiutino, comunque per fare quel mestiere serve quella gestione della pressione che ancora secondo me manca. Grazie della disponibilità

        • – se il tuo rapporto con Martusciello comincia e finisce in sala stampa, abbiamo assistito a ‘i fischi sono per gli altri’ sugli infortuni ‘in campo vanno skoru più dieci’ ‘abbiamo tutti contro’? Il contatore che trasforma una serie di uscite infelici quando si arresta e le trasforma in assurdità?
          Cioè, dovrei rispondere a questa domanda? E che domanda sarebbe? Io non sono l’addetto stampa di Martusciello, ma cosa dovrei rispondere a questa domanda proprio non capisco… Il contatore delle uscite infelici che le trasforma in assurdità? Bah…

          • Scusami ma scrivo spesso dal cellulare e questo non aiuta la sintassi.
            Mi dispiace molto che tu abbia definito “uscita infelice” quanto dichiarato la volta scorsa in sala stampa, in altre piazze sarebbero dichiarazioni da sollevazione popolare del tifo. Questa volta ha spiegato “abbiamo tutti contro”(?), dopo una sconfitta imbarazzante.
            Che voto dai, da 1 a 10, alla sua gestione del rapporto con la stampa?

          • Quindi secondo te cosa avrei dovuto dire? Come avrei dovuto definirla? Mi pare abbia ricevuto parecchie critiche per questo. Ho già detto in altre occasioni che su questo aspetto deve crescere perché volente o nolente è un aspetto importante di questo mondo. Ci sono anche gli allenatori che allenano stampa e tifoseria, evidentemente lui non è così. Non dò nessun voto, non lo faccio solitamente nemmeno coi calciatori figurati se lo faccio per una cosa del genere.

  25. Gli errori più grandi sono stati fatti indubbiamente dalla società però non vedo come si possa difendere Martusciello: Gioco assente, squadra molle, rinunciataria che non è mai riuscita in tutto l’anno a fare una rimonta o a ribaltare un risultato e condizione fisica pessima.
    A questo va aggiunta un’incapacità comunicativa imbarazzante.
    Con un cambio in panchina si poteva provare a porre rimedio ad alcune di queste pécche e comunque sarebbe stato almeno un tentativo di invertire rotta e invece ci si vuole intestardire ad andare avanti così.
    Io ci vedo molta presunzione

    • La società ha deciso di puntare sull’unità anzichè fare un salto nel buio. Ai posteri l’ardua sentenza…

  26. Errori a non finire della società ma a questo punto una scossa può venire solo col cambio di allenatore. D’altra parte non vedo cosa di particolarmente positivo abbia fatto Martusciello

  27. Buonasera Marinai,partendo dalla constatazione che lei non si è mai espresso a favore della eventuale scelta di esonerare Martusciello,ne deduco che secondo lei nella gestione Martusciello ci sono degli aspetti positivi.Me li può per cortesia citare?

    • Il fatto che l’Empoli abbia ancora alcuni punti sulla zona retrocessione è un aspetto positivo come lo è stato a lungo la solidità difensiva con ben 10 gare senza subìre gol. E poi tutto il discorso che ho fatto in risposta al post di Z*M. Il tutto con una rosa inferiore nettamente all’anno scorso.

  28. Alessandro onestamente c’è un acquisto estivo che ti ha soddisfatto? Domenica secondo te quante possibilità ha seriamente l’Emopoli di pareggiare?

    • No, non c’è. Almeno non per quanto mi aspettavo. Domenica è una sfida impari. Come dissi alla vigilia della sfida con la Juventus ci vorrà un Empoli perfetto e un Napoli ampiamente al di sotto delle proprie possibilità per cercare di strappare un risultato positivo. Voglio aggrapparmi anche alla voglia di reazione dopo la figuraccia di Verona.

  29. Buon pomeriggio,
    cambiare l’allenatore è un salto nel buio! Continuare con un allenatore che non è più seguito dal gruppo è sinonimo di retrocessione, pertanto mi auguro che la società sia certa che il gruppo segue l’allenatore.
    Le ultime due gare mi fanno dubitare della fiducia del gruppo verso l’allenatore.
    Lei ha dubbi su questo?

    • La mano sul fuoco non ce la metto di sicuro perchè non vivo lo spogliatoio e quindi non posso avere sentore di questo, ma se la società ha deciso di andare avanti così evidentemente non ha ravvisato questo problema. Dalle sensazioni che ho nemmeno io penso che il gruppo non segua l’allenatore.

  30. Ciao Alessandro.
    Mamma mia quanti commenti.
    L’essere in disaccordo a volte fa scrivere tanto, e si vede.
    Se mai troverai tempo per rispondere a tutti, mi permetto di dire che sono in completo disaccordo con quel che dici a proposito di Martusciello.
    E mi permetto di dirlo perché mi pare di capire, amicizia (con lui) a parte, che Tu smentisci e Ti credo, che l’argomentazione sia un po’ scarsa.
    Mi spiego.
    Tu dici «Le logiche del calcio le conosciamo bene e non c’è da stupirsi se testate nazionali ipotizzano l’esonero di un allenatore di una squadra che sta raccogliendo poco»
    Indubbio. Del resto, come si dice sempre, non potendo cambiare 20 giocatori “sbagliati”, perché questo ha fatto la società, errori macroscopici e basta, può solo rimediare ad uno degli errori fatti, ovvero la scelta dell’allenatore.
    Poi dici: «La cosa che faccio fatica a capire è che per molti cambiando allenatore equivale ad evitare sicuramente la retrocessione. Ma dove sta scritto?»
    Da nessuna parte, come del resto non sta scritto da nessuna parte il contrario, o no?
    Altrimenti dimmi dove, che lo vado a leggere.
    Continui poi dicendo «L’ultima stagione in cui l’Empoli ha cambiato allenatori la squadra si è salvata a uno spareggio play out grazie ad un rigore parato da Dossena». Ti rispondo: utilizzare quella stagione come termine di paragone è, a mio modesto avviso, improponibile ed impossibile, e se lo si fa si commette lo stesso errore di chi, pensando al 10° posto dello scorso anno, pretendeva di salvarsi facilmente. Voglio dire che non si possono usare come termini di paragone le “eccezioni”. L’annata di cui parli tu è (forse) una delle più disgraziate della storia dell’empoli, salvata solo dal risultato finale, altrimenti paragonabile al secondo anno di A degli anni ’80, con la scelta di Gigi Simoni. Quell’anno, quello dello spareggio, in cui gli allenatori cambiati furono 4 (Aglietti, Pillon, Carboni, Aglietti) e ci fu pure la confessione finale di Vitale che disse che all’inizio non avrebbe voluto richiamare Aglietti, e prese Carboni, per “scaramanzia” (era sempre retrocesso riprendendo gli esonerati). Menomale che alla fine non fu scaramantico fino in fondo.
    Parlando invece di casi “simili”, e non eccezioni, già altri hanno parlato di Baldini Silvio, che il primo anno in cui lo prendemmo ci salvò da sicura retrocessione i B (addirittura ci fece pure vincere con Napoli 5-0), per poi portarci in A l’anno dopo; oppure Cagni, che aprì il suo ciclo sostituendo Somma. Ed aggiungo qualcosa di storico, tanto so che puoi ricordarti: Giampietro Vitali, artefice della promozione più importante, a mio avviso, della storia dell’Empoli, ovvero quella che nel 1982 ci portò per la prima volta in B, era “subentrato” l’anno prima salvandoci da retrocessione certa (per chi non conosce questa storia, invito a guardare i risultati su Empolipedia, prima e dopo l’esonero del precedente mister di cui ora non ricordo il nome).
    Questi, come vedi, sono esempi in cui l’Empoli, non altre squadre, anche più blasonate, si è salvato cambiando allenatore. Non sono andato troppo lontano come vedi per sostenere il mio concetto.
    Dici ancora «Io, per esempio, sostengo che puoi anche cambiare allenatore ma cambierebbe poco. La squadra fondamentalmente è questa»: che vuol dire questo scusa? Lo hanno già scritto altri, lo ripeto: quindi perché Allegri prende un sacco di soldi alla Juve? tanto i giocatori son quelli. Perché Conte sta vincendo con il Chelsea lo scudetto con pressappoco gli stessi giocatori con i quali Mourinho (non un “pirla” qualsiasi) aveva fallito.
    Detto ciò, mi permetto, molto umilmente, di dire perché secondo me la società avrebbe dovuto (parlo al passato non a caso, perché secondo me non si può più tornare indietro, ahimè).
    Tu scrivi ancora «L’unica strada possibile, visto il divario tecnico abnorme, è quella dell’orgoglio, della reazione rabbiosa che deve scaturire dopo quanto successo in questi giorni. La classica partita perfetta. Ma credo sarebbe più importante riscontrare segnali di vitalità, di presenza». Ecco, questo. Secondo me, un altro allenatore, con più esperienza di partite “calde”, di “salvezze” all’ultima giornata IN SERIE A, avrebbe potuto dare una scossa, e portare quella reazione rabbiosa. Ceto, il basso livello tecnico non si può cambiare. Ovvio. Ma ci sarà un perché Puccinelli (avete letto bene, non Pucciarelli) per chi se lo ricorda, l’anno prima era un U.F.O. e con Spalletti, l’anno della promozione dalla C alla B, sembrava comunque un giocatore normale. No? Questione di “stimoli” e di “capacità”. Martusciello, purtroppo, per me non ha “al momento” il bagaglio tecnico-conoscitivo per fare tutto questo. CI può stare. E’ capitato a Seedorf, a Inzaghi, a Brocchi, di essere catapultati da presidenti “poco accorti” in contesti inappropriati ed è capitato pure a Martusciello.
    Il bello guaglione ha dimostrato di avere grosse pecche conoscitivi (conosce solo un modulo), umane (i rapporti con i tifosi sono pessimi), tecniche (non è mai riuscito a cambiare una partita in corso, spesso si scorda il terzo cambio…) e di tenuta dello spogliatoio (non è un caso che sia stato Buchel ha sbagliare, secondo me, non perché lo giustifichi, ma per capire “perché proprio lui”, ovvero l’emarginato del gruppo, quando doveva essere il suo anno. Colpa sua. Ma Martusciello non ha saputo gestirlo, perché non ne ha i mezzi e le conoscenze).
    Mi fermo e mi scuso per la lunghezza del post.

    • Mi associo a Riccardo. Complimenti per il post. Per contenuto e stile, questo sarebbe dovuto essere il contenuto della intervnista fatta a Marinai e non un commento alla sua intervista. Ho come la vaga impressione che il nostro opinionista di fiducia si sia incaponito con il difendere l’indifendibile adducendo motivazioni vaghe e spesso contraddicendosi, pur di non ammettere che avevamo ragione noi. Non che poi a me freghi qualcosa. Anzi preferivo di gran lunga avere torto ed essere smentito da una classifica diversa. Ma il fatto che lui si arrocchi in questa difesa ad oltranza di Martusciello non so perché mi infastidisce non poco.

      • Tantissimi complimenti a usualemi.
        Nessuno odia il Martusciello uomo, ma il Martusciello allenatore allo stato attuale NON E’ IN GRADO di gestire una squadra (e sta rovinando anche l’uomo).

        • Vero, se Martusciello avesse l’intelligenza di fare un passo indietro, sarebbe ancora più apprezzato, perchè sarebbe da lì che si capirebbe che ha veramente a cuore l’Empoli e Empoli.

      • C’è un rimedio molto semplice al tuo fastidio: evita di leggermi. Ne guadagnerai in salute. Io continuerò a dire quello che penso, non quello che vorresti che dicessi. Fattene una ragione. E qui se c’è uno che si contraddice tra me e te non sono certo io… E’ facile salire e scendere dal carro come fai te…

        • vale anche per te. Fattene una ragione. Io continuerò quando e come voglio a commentare sul sito. Delle tue risposte a me frega zero. Mi piace leggere i commenti degli altri. Non i tuoi, sempre gli stessi e mai argomentati. Sul carro (di carnevale) mi sembra tu ci sia te. E stai bene attento a quello che scrivi riguardo a dati personali e sensibili protetti dalla privacy.

          • Che hai paura? Guarda che io sono una persona seria eh… Te continua pure a “trolleggiare”, mi prenderò la facoltà se risponderti o meno, a me frega meno che a te. In fondo sei tu che vieni a scrivere a me, non il contrario…

    • Non ho capito cosa dovrei rispondere, qual è la domanda… E’ una lunga disamina personale anche condivisibile per lunghi tratti. Provo a ricordare alcuni passaggi e soprattutto ad avere la lucidità vista l’ora e le tante risposte… Quando scrivi… Poi dici: «La cosa che faccio fatica a capire è che per molti cambiando allenatore equivale ad evitare sicuramente la retrocessione. Ma dove sta scritto?»
      Da nessuna parte, come del resto non sta scritto da nessuna parte il contrario, o no?
      Altrimenti dimmi dove, che lo vado a leggere.
      Da nessuna parte ed è vero quello che dici, ma siamo 50 a 50, no? Vale la mia come la tua, ognuno si espone per quelle che sono le proprie sensazioni/convinzioni.
      Quando porti ad esempio i cambi di allenatore non capisco il motivo per il quale non dovrei prendere in considerazione l’annata dello spareggio contro il Vicenza e la definisci un’eccezione. Perchè? Perchè è stata una delle stagioni più sciagurate della storia del club? E questa perchè non dovrebbe avere gli stessi crismi? Una squadra che si presenta con quattro cessioni importanti non rimpiazzate a dovere, che si è trovata con due giocatori di punta insoddisfatti, con un attaccante sul quale la società ha investito molte speranze che ha fallito ed è già altrove, con un altro attaccante storicamente sempre ai box che stava togliendo parecchie castagne dal fuoco che si è dovuto fermare di nuovo, con un ragazzo del ’97 “costretto” a caricarsi le responsabilità di un ruolo fondamentale perchè non è stato preso un vero regista, con un allenatore, perchè no, esordiente al quale andava comunque concesso qualche errore e invece già dalla prima giornata di campionato è stato criticato in maniera significativa. Come vedi ce ne sarebbero di argomenti oggettivi peer allargare a tutto tondo il discorso delle responsabilità. Ti consiglio poi di leggerti il post di risposta a Z*M per completare il concetto da me espresso, comprenderai che scorrendo i vostri commenti mi trovo spesso a dover essere ripetitivo. Il cambio Somma-Cagni avvenne principalmente per motivi diversi dall’aspetto tecnico ed è un altro paio di maniche, anche se non sto dicendo che il cambio porta sempre negatività. Non andiamo ai tempi di Vitali perchè ero troppo piccolo, non sapevo nemmeno dov’era Empoli! Non accetti il paragone con la stagione dei quattro allenatori, io non accetto il paragone con la Juve, Allegri, Conte, il Chelsea e il Milan… Prima di tutto sono allenatori con grande esperienza, società di altissimo livello ecc… Vorrei ricordare che all’inizio della stagione in molti chiedevano l’esonero di Conte per l’avvio stentato del Chelsea, se Abramovich aveesse ceduto chissà dove sarebbe oggi la squadra… Che poi Martusciello abbia commesso errori e debba crescere sono d’accordo con te, ma dal momento che si è deciso di affidare la squadra a lui si doveva fare in modo di consegnargliela più competitiva. Su Buchel non sono affatto d’accordo. Ha 26 anni, cresciuto nella Juve, nazionale, con ormai diversi campionati sulle spalle… Insomma, non è nella condizione di avere un controllore e se non è stato il suo anno magari ci avrà messo del suo.

      • Grazie della replica, vista l’ora e la mole di risposte date.
        Sono d’accordo con te, siamo 50 e 50.
        Spero davvero sia il tuo 50 quello giusto, ovvero che la strada corretta per salvare l’empoli fosse quella del NON esonerare Martusciello.

        • Credo sia la speranza di tutti. Ho apprezzato il post, pacato e con punti di vista assolutamente rispettabili.

    • usualemi sei proprio sicuro che nel 1982 l’Empoli salì per la prima volta in B? Ti dice niente campionato 1947-48 girone C? Arrivo 5°

      • anche no, non ho ragione nemmeno io, ho dimenticato di guardare l’anno 1946-47, nel quale Empoli arrivò 3° a soli 7 punti dalla promozione in A….comunque io sono del parere che non è giusto salvarsi per demerito delle 3 squadre che stanno sotto per povertà di rendimento e che sarebbe giusto fare retrocedere 4 squadre e stare con un campionato a 16 squadre il prossimo anno

  31. Alessandro mi piacerebbe se anche tu lanciassi un appello alla tregua momentanea, per eventualmente criticare anche con toni duri ci sarà tempo adesso le scelte sono state fatte e se amiamo questi colori possiamo dargli una mano soltanto sostenendoli.
    Volevo chiederti anche il tuo parere sul peso specifico in positivo di questa stagione di Skorupski.

    • Chi ha veramente a cuore le sorti di questa maglia non ha bisogno di nessun appello. Il peso specifico di Skorupski in questa stagione è notevole, lo dicono i numeri. E’ tra i migliori portieri del campionato, è cresciuto tantissimo ed ha secondo me ancora margini di miglioramento importanti.

  32. Premetto che a mio avviso Martusciello doveva essere esonerato perché è palese che a questa squadra non riesca a dare niente e basta vedere il suo atteggiamento in panchina durante la partita. Detto questo ed accurate le volontà della società ti chiedo se potrebbe essere giunto almeno il momento di un cambio di modulo perché credo che sia palese il fatto che le squadre sanno tutte come prenderci e ti chiedo alternativamente che modulo disegneresti tu per questa squadra visti gli elementi a disposizione ? Abbiamo capito tutti che tu sei per andare avanti con questo allenatore anche il prossimo anno, mi permetti però di chiederti se c’è un alternativa che ti piacerebbe e te lo chiedo in ottica di serie A

    • Io veramente ancora non mi sono espresso per il prossimo anno 😀 e quindi nemmeno ho pensato ad una eventuale alternativa. Io ho sempre sostenuto che con le caratteristiche della rosa questo modulo è il più congeniale. Non cambierei modulo anche perchè per farlo bisogna lavorarci almeno un po’, non è automatico riuscire ad interpretarlo bene fin da subito. Se poi dobbiamo dire che questo modulo è arrivato alla fine e per la prossima stagione bisognerebbe metterlo in soffitta allora è un altro discorso e potrei anche essere d’accordo, ma in questo momento si rischierebbe, secondo me, di creare ulteriore confusione. Se il tecnico riuscirà a trovare qualche accorgimento bene, altrimenti non sarei favorevole ad uno stravolgimento.

    • Hai colto nel segno….anche perché volenti o nolenti la rubrica è la sua e non di Mork o di qualsiasi altro commentatore di Pianeta Empoli…..Sicuramente è da sempre che vengono fatte delle domande in cui si chiede il suo parere e se si chiede il suo parere è perché il Marinai è stato messo lì per farlo e perché ne ha la competenza.

  33. Faccio una domanda a tutti i commissari tecnici:
    Se i difensori si scansano, è colpa di martusciello? Li vedete i gol che prendiamo o state a spippolare sui telefonini anche mentre si gioca?

  34. Più si va avanti e più mi fa schifo tutto quello che gira attorno all’Empoli in questa stagione e da un po’ di tempo anche questa rubrica con risposte fin troppo arroganti.

    Annata ridicola per quanto riguarda:
    Telenovela Stadio
    Rilascio abbonamenti/tessere
    Castigo vecchio speaker
    Infortuni/condizione fisica
    Mercato
    Comunicazione Allenatore

    Gli unici che ci han tenuto a galla sono San Skorupsky e quelle 5 gare che abbiamo avuto Levan.

    Senza di loro si sarebbe preso 80 goal e nn sarriveverebbe a 10 goal fatti, perciò è impossibile trovare le scuse per difendere qlcn

    Io dopo 24 anni di abbonamento nn credo di rifarlo perché mi sento preso fin troppo pe’ i kulo

    • Risposte arroganti? Hai dato un’occhiata anche a qualche domanda oppure hai letto solo le risposte? No perchè sembra che io debba stare qui a farmi prendere a pesci in faccia da qualcuno…

  35. Bellusci e’ in calo di rendimento e a rischio squalifica: Visto che col Napoli il confronto è ìmpari, te gli daresti un turno di riposo a favore della giovinezza e dell’esuberanza di Cosic? E Dimarco? Un sarebbe la partita adatta per lui? Pasqual alle prese con Callejon mi sembra un bel rischio….

    • Sono domande alle quali ho già dato risposta ad altri utenti. Comunque riassumendo, un turno di riposo a Bellusci ci potrebbe stare, mentre su Di Marco la penso in maniera opposta: secondo me non è la partita giusta per lui perchè secondo me è meno efficace di Pasqual in fase difensiva.

  36. Alessandro voglio muovere una critica alla vostra categoria,ovviamente nei limiti della conviviale decenza e del buonsenso.
    Giustamente ,voi giornalisti di testate locali siete stati conniventi con la società fin dall’inizio,salvo qualche sporadica critica,per cui il minimo che possiate fare adesso è mantenere il punto.
    Comunque,io penso che polemizzare tra di noi abbia la stessa utilità delle disquisizioni filosofiche dei nobili del Dacamerone, chiusi nel loro palazzo mentre fuori imperversa la peste.
    Io sono uno dei primi che ha criticato le scelte societarie di quest’anno ed in primis quella del Mister e ne ho chiesto più volte la testa.
    Ma devo dire anche una cosa,prima di tutto sono un tifoso azzurro ed ho amato,amo ed amerò l’Empoli per tutta la vita e nel corso della mia militanza ho già visto avvicendarsi dirigenze,presidenze,allenatori e giocatori ed ho maturato quel distacco necessario per esprimere in piena autonomia il mio parere circa le “res” azzurre.
    Purtroppo si sta creando una schiera di tifosi di nuova generazione,e questo a prescindere dall’età,che identifica l’Empoli in quello attuale e lo considera integralmente una creatura del Corsi ,ascrivendone ad esso tutti i meriti.
    Questo atteggiamento fa sì che ci sia una pletora di proseliti del Corsi che ciecamente,anche contro la dura verità, continua a difenderne a spada tratta le scelte.
    Da questo punto bisogna partire,ovvero far capire alla presidenza ed alla dirigenza quando si è oltrepassato il limite e che la frase del Carli secondo cui si deve accendere il cero in chiesa perché siamo in A equivale alla medesima affermazione che fece il Bini ad Ernestina in “A come Empoli” quando le disse “le donne farebbero meglio a stare a rigovernà”,questa ottusità di visione deve e può essere smantellata anche grazie al giudizio critico della piazza che non può più accettare passivamente quello che gli viene propinato.
    E questo in primis spetta anche a voi,che siete più vicini agli ambienti azzurri di chiunque altro.
    Nello specifico tu,che considero un giornalista serio,preparato e,con tutto il rispetto dato che penso che tu sia anche più giovane di me, col grado di anzianità giusto per averne viste tante ad Empoli e poter esprimere liberamente il proprio giudizio anche se negativo nei confronti delle scelte societarie.

    • C’è una verità nel post quando parli di schiera di tifosi di nuova generazione, un tasto interessante che meriterebbe un approfondimento perchè i ventenni di oggi non hanno mai visto la Serie C e probabilmente hanno un metro di giudizio e valutazione diverso rispetto a chi ha già i capelli bianchi. Per quanto riguarda il discorso delle critiche alla società non mi sento, perdonami, chiamato in causa perchè non mi sono mai sottratto dal dire quello che penso in merito alle scelte societarie. Con assoluta serenità e libertà. Ovviamente parlo per me 🙂

  37. Ciao Alessandro, volevo scrivere ieri ma vista la mole di messaggi ho desistito, lo faccio oggi prendendo anche spunto per un’altra cosa.
    Martusciello si, Martusciello no… questo il dilemma ed ognuno ha la sua. A te volevo chiedere questo, se potessi dare un consiglio al mister, a Giovanni, cosa diresti adesso?

    Poi volevo dire un’altra cosa per la quale abuso di PE e di questo spazio dove anche Alessio Cocchi è partecipe essendo colui che ti fa le domande. Premetto che questa cosa non vuol mancare di rispetto a nessuno e mi scuso con te Alessandro e con Alessio già da adesso, potete cancellare se non ritiene opportuno questo intervento. Conosco Alessio Cocchi marginalmente ma conosco bene chi lo conosce e so diverse cose sui diversi perché di questa stagione. Perché Alessio ed Antenna5 non fanno un passo indietro per amore dei tifosi, dei lettori e degli spettatori e non si torna alla trasmissione televisiva che era. Ho visto gli ospiti che ci saranno stasera, puntata importante che seguirò (non le ho viste tutte quest’anno perche diverse cose non mi piacciono) e trovo assurdo che non ci sia Cocchi che, piaccia o non piaccia, ma è oggi tra i più in vista del nostro panorama. Vi chiedo scusa ma, e parlo a nome anche di tante altre persone, il torto vero lo fate a noi. Grazie

    • Un consiglio a Martusciello? Di leggere ed ascoltare meno quello che dice la gente perché porta solo negatività e amarezza. Non è facile, lo so. In merito ad Alessio ti rivolgi alla persona sbagliata. Non mi permetto ti rispondere al posto di altri, per quanto mi riguarda posso solo dire che mi dispiace che ci siano tante cose che non ti piacciono della trasmissione.

  38. Caro Alessandro come sempre hai fatto un’analisi accurata e fine, lascia perdere se ci sono i criticoni, tanto quelli ci saranno sempre. Condivido tutto il tuo pensiero, tranne una cosa, io un giocatore lo avrei premiato per la partita di domenica, sto parlando di Di Marco. È entrato in un ruolo non suo e come sempre c’è la mette tutta, poi se non altro è l’unico che ha gli attributi per provare il tiro da fuori area. Per quanto riguarda Martusciello io non gli attribuisco molte colpe, è vero sta pagando la sua inesperienza, ma tutte le volte mette i migliori che ha a disposizione, che ahinoi quest’anno sono davvero poca cosa. Rispetto all’anno passato abbiamo una squadra completamente nuova ed inesperta, e chi è rimasto, come si dice, ha una certa…
    Sono d’accordo con Carli, il primo responsabile è la società. Pino Vitale attese la fine dell’anno con l’Empoli salvo e poi si dimise. Carli molto probabilmente farà lo stesso. Però sinceramente non so se questo sia un bene per l’Empoli, insomma un anno schifoso ci può stare, poi chi metteremo al suo posto? Accardi?! Chi verrebbe ad Empoli gestendo una campagna acquisto con 0 euro?!
    Ragazzi rimaniamo uniti e difendiamo la nostra salvezza con i denti, impariamo dagli errori per ripartire più forti l’anno prossimo senza commettere di ulteriori!! Forza Azzurro

    • Su Di Marco ho già detto che secondo me sa fare meno bene la fase difensiva rispetto a Pasqual. In questo momento lo “sfrutterei” più volentieri a gara in corso come a Verona. Non so se Carli andrà via, ma stai sicuro che se l’Empoli dovesse cercare un direttore sportivo non ci metterebbe molto a trovarlo. Anche se dovesse fare mercato a costo zero.

  39. Ma come, mister Somma, non sà che ci sarebbe l’eventuale paracadute? Una ventina di milioni circa, per l’Empoli. Perchè parla di campagna acquisti con 0 euro?

  40. la piu’ grande delusione questanno non viene dai giovani ma nonostante l’eta’ è mancato soprattutto il macca pasqual laurini costa gila erano loro che dovevano cementare creare l’amalgama giusta anche tra squadra e allenatore e la mazzata finale l’anno data puccia e saponara,a fronte di questo grandissime colpe martusciello e società credo non ce l’abbiano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here