Torniamo puntuali come ogni settimana in compagnia del collega ed amico, Alessandro Marinai. Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri. A SEGUITO DELLO SLITTAMENTO DELLA RUBRICA, PER IMPEGNI PERSONALI E PROFESSIONALI, ALESSANDRO QUESTA SETTIMANA NON GARANTISCE DI RISPONDERE ALLE DOMANDE DEGLI UTENTI. 

Alessandro ben trovato. Ci aspettavamo il successo azzurro con il Pescara, è arrivato un pareggio ed una prestazione decisamente inferiore rispetto alle ultime uscite…

“Ci aspettavamo una vittoria, sì, che però non è arrivata e la partita non ha certo lasciato strascichi di entusiasmo. La delusione è stata tanta perchè con l’ultima in classifica la speranza di riprendersi dopo un filotto negativo era tanta. Prestazione inferiore a fronte di una gara diversa, nel senso che rispetto alle ultime uscite in questa partita l’Empoli aveva tutto da perdere. E alla fine ci è andato anche vicino…”.

Eppure si era messa bene…

“Visti i primi minuti onestamente pensavo fosse la giornata giusta per rimettere a posto un po’ di cose e invece non è andata esattamente così. Peccato perchè vincendo la salvezza sarebbe stata più vicina e sicuramente sarebbe anche partito un messaggio diverso per le dirette avversarie”.

La sensazione è quella di una squadra impaurita…

“Fino al gol del pareggio del Pescara, tutto sommato, la squadra non stava facendo malissimo nonostante qualche sbavatura, ma dopo l’1-1 la paura è tornata a farla da padrona e i ragazzi hanno fatto molta fatica a reagire. Nel finale, come detto prima, c’è stato pure il rischio di perderla perchè gli abruzzesi sapevano benissimo che soltanto una vittoria poteva tenerli ancora in vita e negli ultimi quindici/venti minuti hanno giocato per vincerla a differenza dell’Empoli che, invece, ha dato la sensazione di preoccuparsi più di non perderla anzichè vincerla. Certo che la sconfitta sarebbe stata ancora più drammatica sportivamente parlando, ma dire che ci si poteva aspettare qualcosa in più credo sia legittimo”.

Riesci a darmi il tuo podio personale?

Non è semplice, la squadra non ha fatto benissimo nel suo insieme. Posso salvare El Kaddouri che, gol a parte, non ha fatto una cattiva prestazione. Gli altri più o meno si sono equivalsi“.

Come ti spieghi questo momento di forte critica da parte di tantissimi tifosi verso la squadra che, lo dice la classifica, è virtualmente salva…

“Questo momento? Mi pare che ci sia da parecchi mesi una forte critica di un gruppo di tifosi che è andato via via aumentando per effetto dei mancati risultati. Non vuol essere un’accusa, ognuno è libero di fare quello che gli pare, ci mancherebbe, purchè non si trascenda, ma dire che la forte critica è di questo momento è sbagliato. Sono solo aumentate le persone che criticano e il tono, tutto qui. Non voglio stare a ripetere concetti che esprimo da mesi, dico solo che qualcosa è cambiato anche a Empoli e ne dobbiamo prendere atto”.

Certo che un duro colpo al weekend lo ha dato la vittoria a sorpresa del Crotone…

“Senza dubbio è stato un risultato a sorpresa, inaspettato. Sicuramente anche per l’intero entourage azzurro che nel post gara contro il Pescara aveva manifestato una certa soddisfazione per il risultato di parità che metteva di fatto fuori causa gli stessi abruzzesi e poneva l’Empoli a più sei proprio sul Crotone. Purtroppo però la domenica non era ancora arrivata”.

Adesso il derby. Maccarone ha detto che questa, in questo momento, puo’ essere la miglior partita a disposizione…

“Ci fosse stata un’altra avversaria la risposta sarebbe stata più o meno la stessa. Siamo in una fase in cui servono i fatti e non le chiacchiere. Da parte di tutti. Anche se la partita contro la Fiorentina porta con sè sensazioni e motivazioni diverse rispetto alle altre gare”.

In discussione la difesa che nel girone di ritorno non è stata sui livelli di quello d’andata. Torneresti a Firenze con la coppia centrale di inizio stagione?

“La difesa non è ai livelli del girone di andata ma la colpa è di tutta la squadra perchè i difensori son sempre quelli. Sono pure cambiati, sono ruotati, ma non è cambiato nulla in concreto. A Firenze, come fino alla fine del campionato, deve giocare chi sta meglio, chi è più fresco fisicamente e mentalmente per garantire massima affidabilità. A prescindere dal nome scritto dietro la maglia”.

Dentro Levan dall’inizio secondo te?

“Come il concetto precedente… Se Levan dimostra di stare bene e di aver completamente recuperato dall’infortunio allora deve giocare lui se se lo è meritato nella settimana degli allenamenti, ma visto il ruolino di marcia degli azzurri forse sarebbe meglio trovargli un posticino da titolare”.

Ritroviamo Saponara…

“Lo saluteremo. Ripensando alle tante gioie che ci ha regalato e all’educazione che ha sempre avuto nei confronti di tutti. Purtroppo molti lo ricordano soltanto per gli ultimi cinque mesi e si sono dimenticati tutti gli anni precedenti”.

Lotta salvezza. Calendari alla mano verrebbe da dire che il Crotone sta peggio di noi…

“Sulla carta… Ma sulla carta non ci si salva, ci si salva sul campo. Il calendario peggiore del Crotone rispetto all’Empoli includeva anche la partita con l’Inter che, secondo pronostico, doveva battere agevolmente i calabresi e invece è accaduto esattamente l’opposto. Mancano sette partite, sette finali e le finali vanno vinte perchè se le perdi arrivi secondo…”.

35 Commenti

  1. Cro Marinai, lei reistra che da molti mesi c’è polemica da parte dei tifosi nei cr. della squadra (dl’allenatore e dl socità nhe di voi giornalisti, tanto per completare il quadro). Poi regista rche il malumore è aumentato. Scusi, ma lei deve anche registrare: i limit dell’allenatoe, la politice dela società negli acquisti, lo scarso rendimento della squadra. E poi se vuole ce ne dia anche una giudizio. Sennò così lei sembra incolpare i tiosi per la loro polemica. Ma i tifosi, glielo giuro, avrebbero fatto molto volentieri a meno di criticare. Quanto a Saponara, tutti gli abbiamo voluto bene. Lui però fino a gennaio non ce l’ha messa tutta perché voleva andare via. Avrebbe dovuto mettercela tutta lostesso e poi andare via. Inoltre, poteva andare via un paio di giorni dopo e giocare con l’Empoli la domenica. Perché andare via di venerdì (o di sabato, non ricordo bene)? Io pensavo che lei fosse più indipendente, più libero nei giudizi E anche meno testardo: è tutto l’anno che dice che Martusciello non ha colpe. Ma basta sentirlo parlare scusi..e poi i risultati? MAH! E inoltre, perché non ci racconta una buona volta perché il contratto di Giampaolo non è stato rinnovato? Perché costava di più, perché era più indipendente, perché…ecc.ecc.? Se non le dite voi giornalisti queste cose, quale altro professionista ce le deve dire? So che non risponderà, come annuncia PE e allora: Buona Pasqua.

    • Ottimo commento Giovanni, difendere l’indifendibile e attaccare i tifosi è il motto di quest’anno.
      Quanto a Giampaolo, il contratto non gli è stato rinnovato perché Corsi non l’ha mai voluto, il nostro presidentissimo aveva bisogno di uno yes man. Ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

  2. Chiedo scusa a utti per qualche lettera mancante, ma non mi ero accorto che le pile della tastiera forse mi si sono un po’ scaricate.

  3. Ti chiedo questo Alessandro, come ti spieghi questa involuzione così netta della fase difensiva? E le parole di Pasqual settimana scorsa nell’intervista a pe?

  4. Caro Alessandro, due cose:
    1) Riconosco che all’inizio dell’anno ero tra coloro che avevano fiducia in Martusciello, conoscendone il carisma soprattutto da calciatore, per cui non ti posso muovere critiche come fanno altri su questo punto. I fatti probabilmente ci stanno smentendo, nel senso che Giovanni sta rivelando scarsa esperienza e visione. Cionostante, ritengo che le colpe maggiori di quest’annata (anche della scelta dell’allenatore…) siano della società. Credo che su questo punto tu stesso non ti possa esimere dal formulare delle critiche. In particolare, vorrei che l’ambiente muovesse critiche quando in fase di mercato si vanno a prendere giocatori imbarazzanti. Penso a Livaja o a Thiam, ul cui ruolino era ben concosciuto da chi segue un minimo il calcio come giornalista o anche semplice tifoso. Giocatore messo in tribuna a Salonicco (a Salonicco!!!!!), che non aveva prospettive di mercato se non forse (forse) in serie B, finchè la Juventus non comincia a proporlo qua e là alle società amiche e una abbocca, allettata dalla grtuita dell’operazione e, pare, da un bel premio di valorizzazione a presenza…. L’importante è non fingere che giochi anche bene come a Roma perchè si è dato da fare sennò si scade nel ridicolo visto che il giocatore non sa neanche stoppare il pallone… vorrei che tifosi e giornalisti attenti non cascassero nel tranello di elogiarlo qualora (potrà succedere, come per Levan…) magari segnasse nelle ultime “morbide” partite, in modo da incoraggiare la società a confermarlo per il prossimo anno. Si dovrebbe poi parlare di Marilungo, che stava aspettando una chiamata dalla serie B quando a un certo punto, con sua grande sorpresa (lo ha detto lui in conferenza stampa di presentazione!) lo chiama l’Empoli dalla A! Si è stupito lui stesso di andare a giocare in serie A! Mah….
    2) Vorrei che mi dicessi cosa ne pensi su una circostanza che mi lascia alquanto perplesso: quando l’Empoli aveva 11 punti di vantaggio sulla terz’ultima, ben due agenzie di scommesse si dicevano certe dell’esonero di Martusciello….

  5. Ciao Alessandro io le mie domande provo comunque a farle. Il simbolico cucchiaio di legno della stagione lo daresti a Pucciarelli, è lui la maggior delusione? Il Crotone a Torino col toro come lo vedi?

  6. Da parte mia solo un saluto. Magari tra qualche anno ci dirai cosa è successo veramente questa estate, perché dell’ostinazione su Martusciello, perché Saponara è fuggito, perché delle scelte di mercato (estate e inverno), del mutismo di Marcello (apre bocca soli per discorsi banali e di circostanza) …. insomma di cose che non potete non sapere e che non potete dire. Buona Pasqua a te e a tutti quelli che frequentano il sito PE: belli e brutti, buoni e cattivi (come me).

    • Purtroppo Marcello quest’anno è stato scavalcato dalle volontà presidenziali già sapendo di andare via a giugno! Si parla di una squadra ambiziosa di B…

  7. noi non l’abbiamo con la squadra ma bensì con un’allenatore che nonostante la piazza chiede l’esonaro continua con presunzione a rimanere in panchina , la società ha solo la colpa di aver puntato su di lui e ne sta pagando le conseguenze perché se Pucciarelli valeva 10 milioni saponara 20 laurini 5 costa 3 ecc adesso valgono meno della metà ( vedi saponara ) e inoltre con un vantaggio di più 11 rischia seriamente la retrocessione , non ha gioco , non ha idee , non ha tattica , schemi ecc e ancora si continua a confermarlo e si parla di aprire un ciclo ma stiamo scherzando !!!!!!!!!!!!!!! la tifoseria azzurra è consapevole che si può retrocedere e nonostante lo smantellamento della squadra ha fatto 7000 abbonamenti !!!! finiamola di dire che i tifosi sono esigenti , siamo INCAZZATI

  8. Ciao Alessandro buongiorno, in questi ultimi giorni ho sentito tante dichiarazioni che posso comprendere ma che alla fine mi fanno arrabbiare ulteriormente. Calciatori e dirigenti strapagati per fare questo mestiere che chiedono quasi pregando che la gente non mugugni ma faccio sentire soltanto la parte positiva. Non pensi che si stia andando oltre in questo atteggiamento e magari si dovrebbe fare un po’ più di mea culpa da parte di tutti, giocatori compresi che non ho mai sentito dire non sono all’altezza

  9. Io riassumere la situazione così…se ci si salva ha ragione la società sebbene esteticamente quest anno siamo stati vergognosi per molte partite..se retrocediamo bè urge un Mea culpa grosso come una casa..questo immobilismo è ciò che ha tolto entusiasmo..che ne pensi Alessandro?

  10. Buonasera Marinai,
    come ti spieghi il diverso atteggiamento di società e giocatori verso i tifosi rispetto all’anno del playout?

    Eppure quell’anno ci fu aspra contestazione, con gli ultras che si presentarono al campo di allenamento, ma non ricordo nessun tesserato cercare giustificazioni nella (presunta) ostilità dell’ambiente. Aglietti fu fatto oggetto di cori e offese allo stadio, non ricordo però un’analoga levata di scudi a sua tutela come per Martusciello.

    Ora ci giochiamo la A, allora ci giocavamo la sopravvivenza sportiva…QUELLA era pressione.

  11. Quesito tecnico, Ale: Pè una vorta Buchel a omo su Saponara, demandando a Diousse la regia e rinunciando a Krunic. Cosa ne pensi?

  12. Buonasera Alessandro,
    parli di ambiente negativo, ma quale altra piazza avrebbe permesso così tanti allenamenti a porte chiuse o non avrebbe contestato un allenatore che fa uscite così “infelici” in continuazione (l’ultima sul non tifoso che fischia la melina contro l’ultima in classifica in casa)?
    Quante sono le probabilità che si riparta con questo “personaggio” in panchina, in caso di serie A o di serie B?

  13. Giornalista totalmente schierato con le linee presidenziali e societarie.
    Tanto vale disattiviate i commenti,tanto sappiamo già cosa ci racconta.
    La fede calcistica è come l’amore di una bella donna.Quando ti ferisce e lo fa ripetutamente,prima per molto tempo è il dolore che la fa da padrona insieme allo stupore e al rancore,ma poi subentra la rassegnazione ed una sopravvenuta,razionale percezione delle cose.
    Il distacco è l’ultima, naturale, conseguenza..

  14. “Come ti spieghi questo momento di forte critica….?” Ah ah ah ah
    Ma che che domanda è? Roba da matti. Ma voi siete giornalai o giornalisti?
    Ma secondo voi se L’Empoli faceva il campionato dell’Atalanta ci sarebbero state le forti critiche? Ci volete convincere che siete davvero meravigliati che dopo 8 sconfitte e 2 pareggi (uno con pozzanghera e l’altro con l’ultima in classifica) ci sia qualcuno che abbia anche da ridire? Che fenomeni che siete. La vera sorpresa è che ancora non vi sia la città piena di scritte e volantini di protesta. Questa doveva essere la domanda. Poveri noi. Come siamo caduti in basso a Empoli.

  15. Nostradamus come al solito pisci fuori dal vasino , non si vuole il campionato dell’ Atalanta , ci accontentiamo di quello che hanno fatto Carpi e Frosinone lo scorso anno ovvero onorare la maglia , metterci impegno, lottare poi se si retrocedete pazienza , e magari un allenatore preparato

    • Perché per caso ho detto che i tifosi dell’Empoli vogliono andare in champions? Fuori dal vaso mi sa che pisci tu. Siamo passati dall’essere una squadra vera con Sarri, che lotta e magari si salva all’ultima giornata a una squadra di morti viventi. E tutto questo con il bene placido della stampa empolese che non osa muovere una critica che sia una.

  16. Martusciello non è piu difendibile.
    Ti sembra normale un allenatore che aspetta 84 minuti per mettere levan e non fa giocare nemmeno 20 minuti maccarone che con la sua esperienza in queste partite vedi pescara andata e palermo fa la differenza??
    E ti sembra normale fare giocare thiam che non sa stoppare i palloni??
    La scusa di barba che era mezzo e mezzo non ci crede nessuno.
    Quando alcuni come me criticavano fortemente martusciello anche dopo le vittorie casuali con udinese e palermo voi lo incensavate, te dicendo che stava facendo un lavoro straordinario e cocchi che scrisse il pezzo dal titolo ” martusciello meglio di sarri” dopo empoli-udinese.
    È per questo che la gente è arrabbiata anche con voi giornalisti che non vedevate o probabilmente facevate finta di non vedere ciò che era palese, cioe che martusciello è incompetente.

  17. Mi piacerebbe sapere se anche in caso (del tutto probabile purtroppo) che già dopo il Milan il Crotone ti sia passato avanti cosa ci racconta la società xchè con una squadra ed un allenatore in questo stato almeno uno scossone andrà dato o no??
    E basta con questa storia dei fischi, vorrei vedere da QUALSIASI altra parte cosa facevano dopo uno 0-4 in un derby come il nostro….

  18. Il Marinai probabilmente il prossimo anno non terrà questa rubrica. Ora ha voluto verificare il grado della sua popolarità e il tono delle domande. E’ stato un assaggio della situazione-tifosi. E’ difficile che risponda, penso.

  19. diciamo che in generale c’e’ una PERMALOSITA’ al TOP per le critiche….non piace essere criticati ….uguale mancanza di Umilta’

  20. Se dovesse andare male quest’anno, credo che non ci capiti più un’occasione del genere, dove, ormai le tre sotto erano completamente spacciate e noi qualche settimana fa eravamo addirittura ad 11 punti di vantaggio sulla terzultima, con molte partite da giocare, di cui sicuramente lottavamo con squadre più forti ma abbiamo avuto anche squadre alla nostra portata. Purtroppo una eventuale retrocessione, con il morale così a terra e i tifosi non da meno, vedo dura anche un ritorno in serie A, per i prossimi anni. Quindi, non so quale possa essere lo stratagemma della salvezza, visto la pochezza del gioco e uno spirito che viene sempre più a mancare, ma comunque vada, vorrei un MIA COLPA da parte della Società e che si ricominci come abbiamo fatto nel passato, con giovani promettenti, e smettere di seguire il calcio di Sarri, che non ha senso in questo momento. Sono stati fatti tanti errori, ma non dai i tifosi, che fra l’altro molti continuano ancora ad applaudire, dare la colpa alla gente che paga non è corretto, questo Alessandro è un errore e lo sai…spero comunque si riavvolga il nastro e ricominciare in stile Empoli che ci ha sempre fatto distinguere e conoscere in tutto il mondo. BUONA PASQUA A TUTTI!!!.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here