Puntuali come ogni mercoledì torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento, “Il Punto” (l’originale). Con Alessandro proviamo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

marinai-cocchiAlessandro c’è davvero poco da dire, domenica è arrivata una vittoria storica, una vittoria meravigliosa….

“L’ennesima pagina di storia che rimarrà impressa a lungo nella memoria dei tifosi. Considera che, essendo passati trent’anni dalla vittoria sulla Fiorentina in casa, per molti è stata la prima volta e vincere una sfida così sentita regala sempre un carico di entusiasmo notevole. E’ stata una bella giornata, ma anche il giorno dopo è stato bello e quello dopo ancora! Insomma, è una settimana che per tanti è contrassegnata dal buonumore. Il calcio sa regalare emozioni forti e difficilmente spiegabili a chi non ama questo sport”.

 

Queste sono le partite per le quali conta solo il risultato, il resto è davvero un dettaglio. Mi piace però sottolineare la bravura nel tenere botta in quel quarto d’ora iniziale in cui le cose non si erano certo messe al meglio…

“Sono sincero, vedendo i primi venti minuti della Fiorentina temevo che l’Empoli non riuscisse a portare a casa un risultato positivo e invece i ragazzi sono riusciti a giocare una gara con gli attributi. Non una gara bellissima dal punto di vista tecnico, ma una prestazione grintosa, con il cuore e questo serviva in una sfida del genere. Dobbiamo anche dire che pur soffrendo la superiorità viola nella prima parte di gara, di pericoli seri ne ha corsi pochi l’Empoli e questo grazie all’attenzione messa in campo da tutti”.

 

E poi la stranezza di queste gare. Zielinski è stato forse uno dei peggiori in campo ma poi il gol che ha chiuso a doppia mandata il match che lo porterà nella storia di questa partita e del suo significato…

“Zielinski è uno di quei giocatori che avrebbe bisogno di tirare un po’ il fiato perchè ha speso tanto in questa stagione e anche domenica scorsa lo si è visto. Un primo tempo sostanzialmente anonimo e una ripresa in cui ha sbagliato tanto, ma essendo un grande giocatore, perchè lui questo è e sono convinto che farà una carriera importante, ha trovato il guizzo vincente che lo consegna alla storia del club. Nelle ultime settimane abbiamo parlato molto se fosse giusto impiegare i cosiddetti titolari seppur non al top della forma oppure farli riposare; la qualità che richiedeva Giampaolo è questa, ci sono giocatori che hanno in canna la giocata vincente in qualsiasi momento. Poteva succedere anche a Saponara se non avesse allargato troppo il diagonale sotto porta”.

 

Una vittoria Alessandro che cancella con un colpo di spugna il non certo ottimo girone di ritorno…

“Assolutamente. Nessuno oggi pensa più alle dodici gare senza successi, a qualche partita non giocata esattamente con il coltello tra i denti, ma è normale che sia così. L’Empoli ha fatto un campionato straordinario, un girone d’andata da favola e non meritava di finire il campionato in modo mesto. La vittoria nel derby è quanto di meglio potessero fare i ragazzi per mettere la cosiddetta ciliegina sul capolavoro realizzato, un successo che riconcilia la squadra con una parte del proprio pubblico e che rimette a posto un bel po’ di cose”.

 

Una vittoria che mette l’Empoli in totale tranquillità per la salvezza…

“Sì sì, anche se non c’erano grossi problemi nel raggiungere l’obiettivo è innegabile che i tre punti di domenica scorsa abbiano di fatto regalato la certezza della permanenza in Serie A. Dubito che due tra Carpi, Frosinone e Palermo possano arrivare a 39 punti”.

 

Adesso gli stimoli quali dovranno essere?

“Gli stimoli dovranno arrivare da quelli che hanno giocato meno, dalla loro voglia di giocare e mettersi in mostra, di far vedere che anche loro possono essere importanti per questa squadra anche e soprattutto per la prossima stagione. Credo che il mister adesso debba fare questo tipo di scelte, chi ha la testa già altrove non può dare moltissimo in questo finale di stagione. Tra l’altro a breve ci sarà anche l’infrasettimanale e quindi mi aspetto tra Lazio ed Hellas delle variazioni di formazione”.

 

Si sta già parlando, e non da oggi, del futuro di Giampaolo. Che idea ti stai facendo?

“L’idea la sto maturando da qualche settimana,l’ho pure detto anche attraverso questa rubrica e le interviste di domenica scorsa non hanno contribuito a farmela cambiare quella idea. Ho la sensazione che non ci sia molta voglia di rinnovare il contratto all’allenatore e forse anche Giampaolo non è convintissimo di continuare. Sensazioni personali, sia chiaro, anche perchè se fosse dipeso da me il contratto sarebbe già stato firmato”.

 

Domenica a Roma con una Lazio fresca di cambio tecnico….

“Una partita difficile sulla carta perchè di fronte ci sarà una squadra più forte, assetata di successi per provare l’impresa di raggiungere il Milan al sesto posto e rinfrancata dal netto successo di Palermo nella prima della gestione Inzaghi. Il cambio di panchina sembra aver dato i suoi primi frutti e l’entusiasmo dell’ex tecnico della Primavera biancocelesete potrebbe essere un prezioso alleato in questo finale di campionato. Ho sentito che già nella trasferta di Palermo si sono intravisti schemi e movimenti che Inzaghi utilizzava con i giovani della Lazio e la squadra la faceva giocare bene. Roma è un campo storicamente complicato per l’Empoli e il successo sulla Fiorentina qualcosa potrebbe aver tolto ai ragazzi”.

 

Chi al posto dello squalificato Zielinski?

“Potrebbe anche giocare Dioussè, responsabile peraltro della squalifica del polacco, in vista anche dell’Hellas il mercoledì successivo. Prima della fine del campionato, però, mi piacerebbe vedere Krunic nel ruolo di mezz’ala”.

 

Alessio Cocchi

48 Commenti

  1. ciao,
    so che è un po il segreto del nulla, visto che anche per loro sarà la stessa cosa, ma andarsi a studiare bene la primavera della Lazio (a Roma si inizio a imbarcare acqua quando si rimase in 11 contro 10) ci deve servire per capire un po meglio quali potrebbero essere le contromosse da applicare…
    Domenica ho rivisto un po meglio Paredes a te com’è sembrato ?
    Ma quanto si dedica al particolare Cosic? è uno che da veramente tutto.
    Al posto di Piotr credo che ci sarà Assan, ma anche Rade non lo vedrei male, con Buchel più contenitivo di Croce.
    Laurini lo lascerei riprendersi per bene (dentro Bittante), le ali della Lazio spingeranno molto, bisognerà essere sul pezzo e cancellare la festa e la gioia di questi giorni…
    Io ci credo anche a Roma, il 4-0 dello scorso anno fu parecchio peso…
    Forza azzurri !!!!!!!!!!!

    • La prima squadra non è la Primavera anche se potrebbe servire per capire la filosofia e l’idea di Inzaghi anche se penso che possa bastare la partita contro il Palermo per capire quali accorgimenti ha portato. Paredes meglio, sì, ma ancora non è quello che abbiamo ammirato in inverno. La sfida dell’Olimpico ha un coefficiente di difficoltà elevato.

  2. Zielinski stanco, ma ha fatto il lancio sul quale è nato il gol di Pucciarelli e il gran tiro che ha chiuso la partita. Ale, sei curioso anche te di rivedere Pelagotti contro Klose e Keita?

    • Perchè Piotr ha qualità. Come ce l’ha Saponara al quale hai dato un bruttissimo voto, ma nel primo tempo ha fatto due assist meravigliosi che non sono stati sfruttati. Io sono curioso di vederlo in queste sei partite Pelagotti, potrebbe essere l’occasione della sua vita.

  3. Ciao Alessandro, cose da fare:
    – superare quota 42 punti e ottenere la matematica salvezza prima possibile;
    – risolvere presto i nodi allenatore e direttore sportivo, entro aprile, perché non mi sembrano scontati;
    – iniziare a tirare su la squadra, in modo da averla pronta per i primi di luglio.
    Cosa ne pensi?

  4. Ciao Ale , faccio fatica ancora a riprendermi , che giornata e quante emozioni comunque 2 domande : 1 ) ma non ci sono i presupposti per fare il ricorso contro la squalifica di Zielinski visto che non è stato lui a togliere la maglia ma un compagno ??? 2 ) Capitolo Levan è nuovamente infortunato ??? grazieeeee

    • Mica volevi tornare a casa con una delusione? 😀 Non lo so se ci sarebbero i presupposti per il ricorso, ma non la ritengo una cosa importante perchè un turno di riposo potrà fare solo bene a Zielinski. Mercoledì si rigioca e quindi nessun problema. Levan mi risulta in gruppo e a disposizione per domenica.

  5. Ciao Alessandro. Pensi che Lapadula possa essere l’attaccante giusto per il prossimo anno? E Maccarone secondo te dovra iniziare a dosarsi?

    • Lapadula è assolutamente un profilo da Empoli e non a caso fu sul punto di arrivare la scorsa estate. Vedremo se saranno vere le voci che lo vogliono praticamente già con la maglia azzurra addosso. Uno che fa tanti gol in B merita l’opportunità della massima serie. Maccarone l’anno prossimo potrebbe non giocare sempre, dipenderà dal suo fisico che al momento sembra dare ampie garanzie.

  6. Alessandro,la mia sensazione è che le parti non aspettino altro che trovarsi i rispettivi patners ………il primo che lo trova fa felice l’altro. Il mister va migliorare sotto il profilo finanziario e il Corsi trova un mister con idee più innovative ed in rampa di lancio……stile Empoli insomma. Se il vero Giampaolo è quello del girone d’andata sia tutti felici…….ma se il vero Giampaolo fosse quello del girone di ritorno??!!. In quanti saremmo contenti della sua riconferma?. Io sono stato un pro Giampaolo dal primo minuto, ma vi ricordo che nel girone di ritorno abbiamo fatto la miseria di 9 punti, considerando l’esaltante vittoria di domenica. Giorni fá ho scritto che in caso di addio del mister i nomi che mi piacerebbe sentire sono quelli di De Zerbi attualmente al Foggia, Stellone e Oddo ……..se ti và, mi piacerebbe sapere un tuo giudizio su di loro e sulla mia considerazione iniziale. Ciao e grazie!!!!!!

    • Beh, su Giampaolo ognuno si fa e si farà la propria idea. Secondo me sarebbe da confermare perchè ha fatto vedere bel calcio, perchè ha raggiunto l’obiettivo che non era affatto scontato e perchè è una persona seria, umile e preparato. Detto questo, ripeto che secondo me non c’è quella voglia di andare avanti insieme probabilmente da entrambe le parti ma siamo solo alle sensazioni ancora. Per il possibile sostituto Stellone non mi appassiona, De Zerbi e Oddo hanno poca esperienza per gestire in Serie A una provinciale come l’Empoli che subirà un profondo cambiamento. Sarebbe una scelta coraggiosa, forse troppo.

  7. Faccio un invito al popolo azzurro..anche se c’entra poco in questo argomento.

    Girando per Firenze ed Interland fiorentino..da cima a fondo…in lungo e in largo…per le strade..nei vicoli e nei bar…si possono notare un po ovunque perché tanti le espongono (dai terrazzi e non solo) vessilli viola o bandiere di varia misura.
    Siccome noi Empolesi non siamo a di meno (se non come numero ma un vuol dire)…mi piacerebbe vedere (io ce l’ho da sempre in terrazza) girando per la mia citta’ la stessa cosa.
    Invito pertanto i miei concittadini tifosi SOLO dell’Empoli (ha chi ce l’ha) a mettere fuori dalla finestra o terrazza sciarpe o bandiere…non costa niente e ci vuole 5 minuti.
    Stamani sono passato da una via in zona Pontorme e guardando in alto ho visto in 3/4 case Bandiere azzurre…m’e’ preso veramente bene. Fa effetto a chi ama l’Empoli.
    TUTTI SIAMO BONI A PARLARE DI APPARTENENZA…MA POCHI FANNO QUALCOSA PER DIMOSTRARLA. A volte basta poco.

    SVEGLIA
    100 % EMPOLI

    • …purtroppo, lo spirito d’appartenenza non è un valore che si può acquisire esponendo una bandiera, o ce l’hai o nulla. In molti posti, magari, tanta gente nemmeno segue la squadra ma è ugualmente attaccata alla sua città, qui ad Empoli invece ad essere attaccati al nostro territorio sono solo quelli che seguono il calcio. Ci sono empolesi (per modo di dire) che ancora pensano faccia più “cool” dire d’esse’ di Fi.

  8. Ciao Alessandro buongiorno. C’è un profilo tra i papabili direttori sportivi che potrebbe piacerti in sostituzione di Carli?

    • Sono nel buio più assoluto, il ruolo di DS è decisamente più delicato di quello di allenatore. Non siamo abituati a commentare questo ruolo perchè per un decennio abbiamo avuto Pino e andato via lui è subentrato il suo secondo dopo anni di collaborazione oltre alla gavetta nel settore giovanile. Questa figura oggi non c’è nell’Empoli perchè Accardi non mi sembra eventualmente pronto per sostituire Marcello.

    • Se Skorupski torna a Roma sicuramente che va preso un portiere. Resta da capire se per fare il primo oppure il secondo, vedremo come si comporterà Pelagotti in questo finale di campionato, ha una grossa opportunità.

  9. Ciao Alessandro, che bello sentirsi dopo la giornata di domenica.
    Ti propongo una formazione:
    Pelagotti
    Laurini-Cosic-Costa-Bittante
    Buchel-Dioussè-Croce
    Krunic
    Pucciarelli-Maccarone (Piu)
    Al momento le certezze per il prossimo anno sono loro.
    Secondo te qual è il ruolo che andrebbe rafforzato con più urgenza? Secondo me l’attacco, anche perché Macca non può ripetere la stagione di quest’anno, non tanto per i gol segnati, quanto per i minuti giocati: finora, se non sbaglio, è sempre stato titolare tranne che a Palermo…molto per un 37enne, anche se con l’entusiasmo di un ragazzino.
    Tu che ne pensi?
    Un’ulteriore domanda: secondo te chi sarà il giocatore, tra quelli destinati a lasciare Empoli, che più farà sentire la sua mancanza?

    • Tutti i reparti andranno rinforzati perchè tutti i reparti registreranno perdite importanti. L’attacco era già precario quest’anno, motivo ulteriore per intervenire in maniera importante. Non è facile rispondere alla domanda finale, anche se d’istinto mi verrebbe da rispondere Mario Rui perchè non ci sono tanti interpreti bravi in quel ruolo.

  10. Alessandro ho letto che Corsi valuterebbe Tonelli 14 milioni di euro, a mio avviso è una valutazione spropositata. Quanto vale secondo te realmente il difensore? A giugno venderesti l’ormai scommessa persa Mchedlidze?

    • 14 milioni? Fa bene a sparare alto, a calare siamo sempre in tempo 🙂 E’ una valutazione oggettivamente eccessiva ma il prezzo lo fa il mercato e se Tonelli ha tanti estimatori come si dice è giusto che il costo del cartellino sia alto. Se non succede niente di clamoroso in questo finale, l’ipotesi di prendere una decisione diversa per Levan potrebbe prendere corpo. Io vorrei aspettare la fine del campionato.

  11. Vorrei sapere cosa ne pensa del progetto stadio, quando inizieranno i lavori per le curve?secondo me sarà il solito rattoppo perché la maratona e la tribuna resteranno lontano dal campo, non potrebbero fare un prolungamento dei settori? La maratona inferiore resta scoperta e per le famiglie è un disagio quando piove e tira vento

    • Non credo si possa parlare di rattoppo, se verrà fatto sarà fatto come si deve, per il calcio. Per l’inizio dei lavori dipenderà dall’iter burocratico.

    • Cosic anche se ha giocato poco è una delle sorprese di questa stagione. Lo vorrei sicuramente in rosa per la prossima stagione, ma occorrono ulteriori verifiche per dire se può essere il dopo Tonelli. Piu va fatto giocare, andava già fatto giocare prima invece di perdere tempo con Livaja. Non mi ha convinto la gestione del ragazzo.

  12. Esatto bosco….il senso d appartenenza o ce l hai o non sai nemmeno cosa voglia dire….purtroppo a empoli questa cosa a livello di popolo in generale non c’è apparte pochi casi!

  13. Buonasera Alessandro: ho rivisto ieri su antenna 5 la tua splendida telecronaca del derby con la viola:inutile ribadirlo che resterà per sempre nella nostra memoria di tifosi.Ho pensato subito per emozioni provate , di paragonarla alla vittoria di un anno fa col Napoli;due momenti esaltanti . pensi che ci siano delle grosse differenze e non credi che tolta l’ansia da prestazione possiamo finire l’anno in crescendo? Grazie

    • Il calcio sa regalare tempeste di emozioni e la partita scorsa ha un appeal eccezionale. Sono due belle vittorie quelle con Napoli e Fiorentina, ma vincere contro i viola avrà sempre un valore aggiunto rispetto alle altre. In questo finale di stagione conteranno le motivazioni di quelli che hanno giocato meno.

  14. Due contestazioni:
    39 pt per la salvezza potrebbero non bastare…ne servono un altro può per essere sicuri.
    Squadra scarica dopo la vittoria con la Fiorentina???? Hanno fatto 9 punti in 13 partite…con solo una vittoria…vorrei capire come possono sentirsi scarichi.

    Due Constatazioni:
    Giampaolo non resterà…non è mai piaciuto al Corsi e forse questo è il motivo delle vacanze ferragostiane (in pieno calciomercato) del DS.
    Quest’ anno squadra titolare rifatta x 6/11…Mister preso dal limbo della Lega Pro…DS non più in sintonia con la proprietà da un minuto dopo la partenza di Sarri e sul piede di partenza da oramai due mesi…giocatori distratti da calciomercato…qualcuno pure stizzito e nervoso dal 31 gennaio…2 giocatori con squalifiche di 3 giornate (mai successo prima)…12 partite filate senza vincere…alla fine però forse ci salviamo…direi che viste le premesse estive e quanto successo da febbraio in poi…beh non è andata male…ma non facciamoci l’ abitudine…e l’ anno prossimo ricostruiamo prima che la squadra uno spogliatoio perché negli ultimi mesi mi sa che è mancato.

    • Quindi tu credi che due tra Palermo, Frosinone e Carpi facciano 11 punti su 18 e che le altre nel mezzo facciano tutte più punti… Bene, una volta anch’io credevo alle favole 😀 Quando parlo di squadra scarica mi riferisco ovviamente dal punto di vista mentale con la consapevolezza di aver raggiunto l’obiettivo. Tanti giocatori ci sono arrivati in riserva, stringendo i denti, cercando di dare quello che potevano dare non supportati da una condizione eccellente. Arrivata la vittoria che di fatto regala la certezza della permanenza in A è normale, umano e fisiologico che la presa venga allentata. Sulle constatazioni che fai leggo molte verità, ma il succo di tutto è che l’Empoli ha compiuto l’ennesimo miracolo.

  15. Sono d accordo con te. C è andata benissimo…finche ci sono le squadre peggio di noi…..dovremo sperare che retroceda il Palermo così ne abbiamo altre 3 dietro anche il prossimo anno

    • Alla vigilia di qualsiasi campionato di A l’Empoli non potrà mai avere tre squadre dietro sulla carta, al massimo partono alla pari poi è il campionato che dice chi è più bravo.

  16. Ciao Alessandro, pensi che a questo punto potremmo iniziare a mandare in campo chi giocherà il prossim’anno al posto dei partenti? come cosic, krunic piu ecc

  17. Buonasera Alessandro: Il Ghelfi ha detto che a metà aprile saranno consegnati i progetti ufficiali dello stadio , domanda ?sai se è in programma una puntata su Penalty con il ghelfi per lo Stadio

    • No, non è al momento in programma. Almeno a me non risulta. Se Ghelfi sostiene che a metà mese verranno consegnati i progetti dobbiamo soltanto credergli. Il problema è la gestione che avviene dopo la consegna con le lungaggini burocratiche tipiche di questo Paese.

  18. Saponara rimane qui…scusa marinai ..ma chi glieli da 15 al corsi x un giocatore che ultimamente non sta convincendo x niente e poi secondo te saponara ritornerebbe da allegri dopo tutto quello che e’successo al milan? Se lo fa vuol dire che e’ scemo e il corsi x meno di 15 non lo da a nessuno piuttosto se loo tiene un altro anno e poi si vede. Io la vedo cosi te che ne pensi ?

    • Io non credo di aver mai detto che Saponara andrà alla Juventus, come non credo di aver mai affrontato l’argomento che lo porterebbe di nuovo da Allegri. Mi sento di dire però che Saponara non vestirà la maglia dell’Empoli il prossimo anno. Nemmeno se non dovessero sborsare 15 milioni.

  19. il prossimo anno abbiamo chievo crotone atalanta , una tra carpi , palermo e frosinone , cagliari , bologna, cesena , trapani o spezia e udinese ci possiamo salvare tranquillamente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here