Torna al giovedi l’appuntamento di metà settimana con il collega Alessandro Marinai. Con lui, come sempre, proviamo ad analizzare la situazione della squadra azzurra a cavallo tra la gara giocata e quella da giocare. Con uno sguardo poi al campionato in maniera generale.

 

Ciao Alessandro, ben trovato. Partiamo con il solito sguardo al passato, a Vercelli. Una gara non bella, dove forse la stanchezza è stata complice, ma li è arrivata una vittoria importante, di quelle che possono tracciare il cammino…

“Con le festività pasquali sembra un passato remoto! Son passati diversi giorni dalla gara di Vercelli e la speranza è che questa pausa sia servita per ricaricare un po’ le pile in vista del rush finale. Una partita non bella, è vero, condita sì dalla stanchezza degli azzurri ma anche da un livello tecnico basso della Pro Vercelli. Mi era piaciuta di più all’andata”.

 

La maggior bravura dei nostri, forse, potrebbe essere stata quella di non crollare nel momento di maggior pressione dei piemontesi, che, va detto, hanno sbagliato tanto…

“Pressione è una parola eccessiva. Hanno messo il cuore, la volontà, ma, come dicevo, i limiti della squadra di Braghin sono apparsi evidenti. L’Empoli con il minimo sforzo ha portato a casa l’intera posta in palio e questo è ciò che conta. Magari poteva finire 0-0, ma nessuno può gridare allo scandalo per la vittoria azzurra”.

 

Una vittoria, unita ovviamente ai risultati di Verona e Livorno, che ributta gli azzurri (e non solo) dentro al playoff…

“L’Empoli deve fare il suo campionato ed è normale, oggi, puntare ai play off. Se poi Verona e Livorno riusciranno a mantenere questo ritmo elevato e tenere a dieci punti di distacco la quarta in classifica faremo loro i complimenti, ma se questi play off non si dovessero disputare non sarà certo per colpa dell’Empoli”.

 

Nella gara di Vercelli sono tornati tutti i nazionali. Ti voglio chiedere quanto sono stati importanti i tre (Regini, Saponara ed Hysaj)…

“Se sono titolari inamovibili significa che sono giocatori importanti e quindi è meglio averli. Hysaj sembra aver superato il periodo di leggera flessione fisiologica e che peraltro Sarri in tempi non sospetti aveva pronosticato; su Saponara leggo a volte delle critiche assurde come se ogni volta dovesse segnare due gol e fare tre assist e non se ne sottolinea l’importanza del solo averlo in campo. Regini ormai è una certezza e migliora ogni giorno di più, adesso deve soltanto isolarsi dalle pressioni perchè in questa settimana, dopo le vicende politiche italiane, è stato lui il tema più caldo. Non ho alcun dubbio che ci riuscirà”.

 

E adesso ci aspetta la gara interna con il Crotone. L’Empoli non ha obblighi, sia chiaro, però sarebbe doveroso tornare a vincere in casa…

“Vincere fa sempre piacere, che sia in casa o fuori casa non fa differenza. Però, certo, sarebbe auspicabile centrare nuovamente una vittoria al “Castellani”, per giunta contro il Crotone. Personalmente devo ancora metabolizzare la sconfitta dell’andata. Obblighi non ce ne sono, ma la voglia di raggiungere quel sogno c’è e per farlo occorrono punti”.

 

Che gara ti aspetti contro i calabresi che, forse, potrebbero essere un pizzico più rilassati dopo la vittoria nel recupero…

Guardando la loro classifica non mi pare che abbiano molti motivi per rilassarsi. Sarà una gara complicata perchè il Crotone è una squadra strana. Capace di compiere l’impresa ma anche di incappare in una debacle. Però se l’Empoli gioca da Empoli non credo ci saranno grossi problemi“.

 

Si inizia Alessandro già a parlare di mercato. Sistemato Saponara è Regini l’uomo mercato azzurro. Che scenari ti aspetti per lui e quanto, secondo te, puo’ valere la metà in mano all’Empoli?

“Come dicevo prima, si è parlato e si parla molto di lui. Ipotizzare uno scenario non è facile, anche perchè leggo di interessamenti di Juve, Inter e Milan che rappresentano il top del calcio italiano. Dipenderà molto anche da questo finale di campionato, dal possibile Europeo con l’Under 21 e dalle logiche di mercato che non sono mai facilmente comprensibili. E se non è facile ipotizzare lo scenario, è praticamente impossibile indicare un valore del cartellino. Su due piedi potrei dirti 2/2,5 per la metà, ma può darsi che sia completamente fuori dalla valutazione che, va detto, può variare anche di molto in base all’asta che si potrebbe scatenare. Questo in linea generale, poi bisogna aggiungere che il giocatore è in comproprietà con la Sampdoria e l’Empoli si interfaccerà con i blucerchiati a meno di clamorosi colpi di scena”.

 

Ultimamente, parliamo sempre di fanta-mercato, sono usciti i nomi di Hysaj, Laurini e Croce. Inevitabile perchè i tre stanno facendo davvero bene. Cosa ti aspetti per loro, e che consigli daresti alla dirigenza sulla loro gestione?

“Con Saponara già ceduto e Regini destinato sicuramente alla Serie A, ritengo che per tutto il resto non sia il momento giusto per parlare di mercato. Non si possono fare piani precisi e di ampie vedute non sapendo quale futuro si avrà. Ci sarà tempo per parlare di questo fra un paio di mesi e non sono certo io a dover dare consigli ai dirigenti, figurati. A mio modo di vedere, le piccole società hanno il dovere morale, oltre che economico, di non rifiutare offerte vantaggiose”.

 

Chiudiamo con il solito sguardo all’ultima di B dove, come già detto, su tutto si sono registrati i pari di Verona e Livorno. Ma ti chiedo anche come vedi i giochi nella lotta salvezza?

“Grosseto e Pro Vercelli sono in gioco solo per un fatto matematico, per il terzo posto è fortemente indiziato il Vicenza mentre per le due che si giocheranno il play out è ancora tutto molto aperto e incerto. Tra la Juve Stabia ed il Cesena che sono a 44 punti e la Reggina che ne ha 38 ci sono ben 12 squadre. Impossibile dire chi andrà allo spareggio”.

 

Alessio Cocchi

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Crotone
Articolo successivoCon Francesco Pratali: " Campionato finito? Spero di no"
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

58 Commenti

  1. Ciao Alessandro, tu hai sempre sostenuto che i playoff si faranno. Pensi che in questo senso, ovvero il fatto che alla fine si facciano, possa pesare anche l’aspetto economico?

    • Non sono sicuro di aver capito la domanda… Se ti riferisci al fatto che i play off si faranno per un ritorno economico da parte di tutti (tv in testa) la risposta è “no”. Se così fosse vorrebbe dire che tutto è studiato a tavolino e non ci voglio minimamente pensare. Se invece ti riferisci al peso economico e/o politico che certe società che faranno i play off potrebbero avere, la risposta è “mi auguro di no”.

        • Empoli si trova in Italia e non può esimersi dall’avere idee di complotti, sotterfugi, piani strategici predefiniti… 🙂

  2. Salve, sono un lettore assiduo di Pianetaempoli ma é la prima volta che commento e faccio una domanda. Volevo chiedere ad Alessandro, uno dei telecronisti più bravi d’Italia (che ci teniamo stretto) che tipo di mercato può avere Valdifiori, un giocatore che a mio modesto avvio ha già dato il suo meglio. Grazie e ottimo lavoro.

    • Grazie per i complimenti, ma non esageriamo :-)… Io a Valdifiori mi sento particolarmente legato ma non saprei dire onestamente che tipo di mercato potrebbe avere. L’ideale sarebbe che approdasse in Serie A con l’Empoli, altrimenti (se proprio non deve vestire questa maglia) credo che lo vedrei meglio titolare in una B a vincere piuttosto che in una A giocando poco. E’ in un’età particolare e non credo gli gioverebbe il secondo scenario anche se, per un calciatore, la Serie A rappresenta il sogno di sempre. Ammesso poi che arrivino richieste dalla massima serie.

  3. Ciao alessandro ho tre domande da farti : 1 ) se tutte queste voci di mercato possono distrarre la marcia verso i play off visto che quasi tutti i giocatori sono richiesti da diversi club vedi bassi laurini hisay regini valdifiori croce saponara coralli … 2) se l’ empoli avra’ un calo fisico o rischio infortuni rispetto a verona e livorno avendo giocato + partite senza turn over vedi l’ attacco 3) perche’ nn dare spazio a mori anche gli ultimi cinque minuti visto che a mio parere e’ uno dei piu’ forti della categoria e si e’ ripreso dall’ infortunio e potrebbe essere fondamentale in chiave play off ….. Grazie e sempre forza empoli

    • 1) Mi sento di escluderlo nella maniera più totale. Non mi sembra di respirare ancora quell’aria che già proietta al prossimo campionato e poi c’è un traguardo possibile da raggiungere che ha la priorità nella testa dei calciatori. 2) L’Empoli ha già dato molto in fatto di infortuni e non credo ci sarà un calo fisico. Sta arrivando la primavera, stagione da sempre amica degli azzurri, e confido molto sulle motivazioni che possano prevalere sulla condizione fisica. Poi se ci saranno infortuni da trauma è un altro discorso, ma facciamo tutti gli scongiuri del caso. 3) Su Mori ripeto quanto detto nelle scorse settimane: se non gioca è perchè evidentemente Sarri non lo ritiene pronto. Fargli giocare gli ultimi cinque minuti lo ritengo del tutto inutile, semmai quando il mister lo riterrà sulla via del completo recupero potrebbero fargli fare una partita o due con la Primavera.

  4. Alessandro chi temi del Crotone? Loro fanno quel 4-3-3 che é stato indicato come un modulo difficile da affrontare per l’Empoli…..

    • Sì è vero, è una particolarità che abbiamo colto nelle scorse settimane e ci sarà curiosità anche in questo senso per la partita di sabato. Gabionetta è sempre quel tipo di giocatore che può mettere in difficoltà le difese ed è sicuramente il loro giocatore di maggior estro. Un singolo però, soprattutto in B, è difficile che faccia la differenza. Il Crotone lo vedo come la classica squadra di B, con giocatori di categoria che non sarà facile affrontare. Come detto nel pezzo, sono capaci di centrare l’impresa come di affondare clamorosamente. Detto tra noi, mi andrebbe bene anche un 1-0 al 90′ 🙂

  5. Concordi Alessandro sul fatto che l’Empoli potrebbe non avere i ricambi adeguati per sostenere al massimo il finale di stagione e gli eventuali playoff?

    • Prima di tutto speriamo di non necessitare di ricambi, vorrebbe dire che sono tutti a disposizione. In secondo luogo aggiungo di non essere completamente concorde su questo aspetto; in attacco un supporto potrebbe arrivare da Coralli e soprattutto da Mchedlidze, qualora ce ne fosse bisogno. A centrocampo non vedo questo problema ed in difesa l’Empoli ha dovuto inventarsi di tutto in questo campionato. Non ho timori e poi quelle gare lì sono sempre gare particolari. Intanto arriviamoci. poi vediamo…

  6. Ciao Alessandro, una domanda semplice.
    Quanto vale la nostra metà di Regini? Pensi che sará la Samp a riprenderselo?
    Grazie

    • Non è una domanda semplice :-). L’ho già detto: 2/2,5 mln. Però non è facile quantificare il costo della metà perchè è un costo che potrebbe lievitare a fronte di prestazioni convincenti e richieste sempre più insistenti da squadre importanti. Se devo fare una previsione, penso che l’Empoli risolverà la sua compartecipazione con la Samp e poi i blucerchiati lo cederanno probabilmente ad una big.

  7. [OT] Ciao Alessandro, approfitto della Tua gentilezza e disponibilità a 360 gradi e mi permetto di fare copia/incolla di un Tuo messaggio lasciato in coda ad un altro articolo di PE (Tavano e Maccarone, i gemelli del goal) a cui avevo dato seguito con una domanda (per la quale faccio un secondo copia/incolla) alla quale vorrei che Tu rispondessi.
    GRAZIE e scusami la digressione.
    Alessandro*Marinai says 3 aprile 2013 at 14:59:
    «Non è vero che la parata di Dossena è stata la più inutile della storia, anzi… Vorrei ricordare che l’Empoli, in caso di sconfitta in quella gara, non avrebbe goduto di ripescaggio in quanto condannato dalla giustizia sportiva nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse…»
    Risponde usualemi says: 3 aprile 2013 at 15:34:
    «Cavolo, questa non la sapevo proprio, ma considerando la “coerenza” della giustizia sportiva mi pare comunque possibile.
    Vuoi dire che: in caso di sconfitta col Vicenza, poichè l’Empoli ai tempi risultava comunque coinvolta per la questione Empoli-Grosseto 2-2 (poi rivelatasi una bufala, vedi TNAS), con l’esclusione del Lecce dalla serie B, la Federazione, in una sorta di “giustizia a priori”, basata solo sul “sentito dire”, avrebbe ripescato i biancorossi vicentini invece che noi?»
    GRAZIE

    • Scusami per non aver risposto, mi era passata pur avendola letta. Inizio dalla fine: non avrebbero ripescato il Vicenza perchè, in caso di retrocessione dell’Empoli, loro si sarebbero salvati sul campo :-). Avrebbero ripescato la Nocerina perchè i criteri di ripescaggio escludono che a beneficiarne possano essere società condannate dalla Giustizia Sportiva e l’Empoli, anche se ingiustamente, fu condannato. Dire che trattandosi di una società che era appena retrocessa sarebbe potuta essere più approfondita la posizione nell’inchiesta è impossibile. Di sicuro ci sarebbe stata la “guerra” di Citarella (presidente Nocerina).

    • Domande più semplici no eh? 🙂 … Come si fa a dirlo oggi? In 6 punti ci sono 12 squadre e mancano ancora 8 partite alla fine… E’ impossibile dai, rischierei di fare due nomi a caso… Ci sono ancora troppi punti e troppi scontri diretti.

  8. ciao alessandro, non so come tu faccia a non cadere mai nella banalità cosa che a me invece capita spesso…ovviamente io non faccio il tuo lavoro pertanto ti chiedo di giustificarmi!
    premesso che ogni giorno che passa vedo il rinnovo di sarri sempre più lontano, oggi ti volevo chiedere un giudizio sulla posizione del nostro direttore sportivo:
    se vogliamo esprimere un giudizio alla sua prima esperienza con autonomia operativa totale non può che essere più che positivo, ma secondo te è giusto che rimanga ancora a empoli oppure come sembra* ci lascerà per tornare a fare settore giovanile,(si parla di Milan), in una grande società?
    grazie e scusa se sono stato prolisso
    * vero motivo per il amncato rinnovo di sarri…

    • Non credo e non penso che Carli lasci Empoli a fine stagione. A meno di una rottura come da te paventata e a me ignota oppure da un’offerta irrinunciabile. Sul rinnovo di Sarri è vero, nessuno dice più niente. Però credo che sia meglio non essere insistenti con il rischio di distrarre energie ed alimentare tensioni che non servono a nulla. All’orizzonte c’è un qualcosa di importante da giocarsi, dopo verrà tutto il resto. Sarri e Carli compresi.

  9. Ciao, i complimenti a te, Alessio e tutta la redazione sono scontato. Tre piccole domande
    1) Pensi che la vittoria di martedì del Crotono gli possa far venire ad Empolincon un pochina di pancia piena?
    2) Novità per il rinnovo di Sarri?
    3) chi lo vince il leone d’argento?

    Grazie mille

    • Grazie per i complimenti. 1) No, non hanno una classifica tale da poter stare sull’albero a cantare 🙂 2) Nessuna novità al momento 3) Bella domanda… Per par condicio non dovrei dire nulla ma per più motivi voterei Tavano.

    • Mi sfugge completamente il senso di questa domanda… A meno che tu non sia uno di questi utenti assalito da una morbosa curiosità. Curiosità che non verrà soddisfatta perchè già sono in difficoltà ad esprimere giudizi sui calciatori, figuriamoci se mi metto a fare le pulci anche agli utenti di Pianeta Empoli…

  10. Ciao Alessandro, complimenti per come state portando avanti questo portale e per questa fantastica rubrica. Oggi voglio partecipare anche io con una curiosità.
    L’Empoli ha forse fatto la sua fortuna passando dal 4-3-2-1 al 4-3-1-2. Dovesse restare Sarri, come ci auguriamo, e mantendendo questo modulo, chi dietro le punte e chi a centrocampo se Valdifiori e Croce dovessero partire?
    Signorelli e Pucciarelli possono essere pronti il prossimo anno? Anche fosse serie A?
    Grazie e complimentoni.

    • Senza dubbio il cambio di modulo ha influito molto sulla metamorfosi dell’Empoli, dire però oggi con quali giocatori presentarsi il prossimo campionato non è possibile. Nemmeno Carli o Corsi saprebbero rispondere ad una domanda del genere. La categoria sarà importante, ma non volendosi illudere troppo ed immaginando un altro campionato di B, Signorelli e Pucciarelli possono far parte della rosa anche se Pucciarelli continuo a vederlo più un esterno che un centrale e di fatto, con questo modulo, un po’ tagliato fuori. Su Valdifiori e Croce non posso esprimermi, il mercato in questo momento è per me molto lontano, non riesco a metterlo a fuoco. Sicuramente ci sono degli step e il primo sarà verificare se arriveranno o meno delle offerte per questi due calciatori e se verranno ritenute congrue, ma son discorsi aleatori. Ne riparleremo più avanti. Grazie per i complimenti!

  11. Ciao, posso chiedere come giocato Hysaj contro Vercelli? Segui qualificazioni mondiali di coppa del mondo?
    përshëndetje

    • Ha fatto una buona partita, considerati anche i viaggi fatti con la Nazionale. Non seguo le qualificazioni, mi spiace ma non riesco a seguire tutto… 😀

  12. Ciao Alessandro, volevo farti una domanda, ma, te ne farò due.
    Ti volevo chiedere del discorso che ho letto riguardo la possibilità di trattenere i nazionali under in caso di playoff. Ma siamo sicuri? Quando si giocano le fasi finali in Israele?
    Poi, siccome leggo scetticismo sul rinnovo di Sarri, ma secondo te, perché non dovrebbero rinnovare le parti? A questo punto, mi viene da pensare che se non rinnova é perché l’Empoli non vuole andare in serIe A e peggio ancora vuole smantellare tutto? Ci puoi fare un po di chiarezza. Anche Alessio, che segue sempre gli azzurri nel quotidiano, se sapesse qualcosa in più.
    Grazie infinite.

    • Sono indiscrezioni trapelate dalla Lega, di ufficiale non mi risulta ci sia niente. Le fasi finali dell’Europeo inizieranno il 5 giugno, il ritiro dell’Under 21 partirà dal 22 maggio, mentre il 2 giugno è in programma la finale di ritorno del play off. Sul rinnovo di Sarri mi chiedi perchè le parti non dovrebbero rinnovare. Anch’io me lo chiedo se faccio un’analisi nuda e cruda del campionato e dei risultati ottenuti, poi però ci sono altri aspetti da considerare che possono andare dai programmi futuri alla compatibilità caratteriale delle parti in causa. Dalle ambizioni alle aspettative… Cose delle quali non sono a conoscenza, lo preciso, ma che fanno parte della firma di un contratto. Escludiamo discorsi del tipo “l’Empoli non vuole andare in Serie A” oppure “vuole smantellare tutto”. Ho già detto più volte che non vedo un motivo che sia uno per il quale l’Empoli dovrebbe rinunciare ad un’entrata stimabile tra i 20 e i 22 milioni di euro. Aspettiamo… Avremo tempo per parlare di queste cose… Pensiamo a questo finale di campionato prima.

  13. Alessandro come vedi questa rimonta del Novara del grande Alfredo Aglietti? Io in questo momento credo che giochino il miglior calcio, e li temo, in ottica playoff più del Livorno. Tu che ne pensi? Hai sentito Aglietti, che dice?

    • Il Novara è la squadra da temere di più per i play off perchè, nonostante il disastroso avvio, è una signora squadra. Sono d’accordo con te nel metterla un gradino sopra il Livorno da questo punto di vista. Non ho sentito Aglietti e non ho in programma di sentirlo.

      • Non lo conosco direttamente, però vedo che si sta rilanciando con le ultime due stagioni in D e C2 dopo non essere riuscito a sfondare in B e C1. Non è giovanissimo ma è nel pieno della maturità a 28 anni. Giocatori che hanno fame e che meritano una chance dopo aver fatto bene nelle categorie inferiori come poteva essere Fioretti del Gavorrano l’anno scorso. Tuttavia non so se farebbe al caso dell’Empoli e non so se anche per lui sarebbe la giusta destinazione. Tornare a giocare poco o, peggio, a fare panchina a quell’età potrebbe essere deleterio. Meglio una C1, che tra due anni diventerà categoria unica, con la possibilità di giocare. I gol li sa fare, è pur sempre un figlio d’arte… 🙂

  14. Ciao Alessandr,

    Seguo sempre il sito e la tua rubrica ma di rado commento. Innanzitutto ti faccio i miei complimenti perché pur parlando di calcio riesci sempre ad essere abbastanza equilibrato e non eccessivamente banale.

    Vorrei chiederti, pianetaempoli a parte, come ritieni l’apporto dei media al contesto Empoli calcio.
    Non credi che un approfondimento settimanale com’era il vecchio Forza Azzurro (mi sembra) su Antenna 5, con ospiti in studio come avveniva un tempo possa essere interessante?

    Inoltre tornando al calcio giocato vorrei sapere cosa ne pensi di Signorelli, un giocatore che alterna ormai da troppo tempo buone prestazioni a amnesie colossali. Eppure tecnicamente non sembra male.

    grazie

    • Grazie per i complimenti. Mi è piaciuto particolarmente l’essere “non eccessivamente banale” in un mondo in cui la banalità dilaga :-). L’apporto dei media cammina di pari passo con la richiesta e sui numeri, specialmente in un momento così delicato. Antenna 5 ha fatto una scelta diversa che può essere o meno condivisa: per il giovedì ha optato per un programma diverso, che abbracciasse più discipline, preferendo il dopo partita per l’Empoli. Su Signorelli hai posto un quesito con risposta incorporata che rispecchia fedelmente il mio pensiero. Deve trovare continuità ed eliminare le amnesie perchè i mezzi tecnici ci sono.

      • osteria says:

        4 aprile 2013 at 16:14

        ciao alessandro, non so come tu faccia a non cadere mai nella banalità cosa che a me invece capita spesso…ovviamente io non faccio il tuo lavoro pertanto ti chiedo di giustificarmi! …il mio non ti è piaciuto?

        • Son due cose diverse, se analizzo i commenti in pratica tu mi hai detto che non lo sono e quindi per me avrebbe un valore più grande, anche se poi alla fine è difficile rimanere immuni dalla banalità. Questo mi aveva colpito di più perchè di fatto dice che sono banale, ma non troppo… Ma è una sciocchezza, una particolarità colta in un momento in cui mi son trovato a rispondere a svariati commenti. Li considero entrambi dei complimenti.

  15. Ciao Alessandro, due curisita. È vero quando dici che è presto per parlare di mercato ma sai che è un argomento sempre molto stimolante. Secondo te arrivasse una buona offerta per hysaj sarebbe da vendere? O lo faresti maturare un altro anno?

    Chi vedi in porta nell’Empoli 2013/14?

    • L’Empoli, al pari di moltissime altre società, non ritengo sia più in grado di permettersi di far maturare un altro anno i propri prodotti. Se arriva una buona offerta va accettata, almeno è ciò che penso io. Chi vedo in porta? Pelagotti.

  16. Alessandro ho letto ieri su PE che se non dovesse giocare Laurini si potrebbe spostare Hysaj a destra e mettere Accardi a sinistra. Mi sembra una manovra per non far giocare Romeo. Tu non vedresti meglio Tonelli a destra e Romeo centrale con Hysaj a sinistra?

  17. Leggo con piacere un ottima analisi sul fatto che sembra che Saponara debba fare sfraceli ogni partita. Secondo lei Marinai quanto ha giovato al ragazzo fare il trequarti in stagione, e dove lo vedrebbe bene in una squadra che non gioca con l’attuale modulo di Sarri.
    Voglio farvi i complimenti per l’ottimo lavoro che fate.

    • Secondo me ha giovato, ma credo che sia stato soprattutto il salto a livello umano, di maturazione che abbia inciso fino a farlo esplodere. Su Saponara devo allargare il discorso raccontando un aneddoto. Credo di essere stato tra i primissimi a vederlo giocare e a tesserne le lodi, lo ricordo molto bene. Fu una partita di Coppa Italia a Genova nell’ottobre 2008, Genoa-Ravenna, e l’allora allenatore ravennate, Atzori, lo buttò nella mischia. In quella gara, che il Ravenna perse 2-1, Riccardo giocò molto bene, feci le telecronaca di quella partita e lo sottolineai trovando conferma anche nel giudizio della mia seconda voce che nell’occasione era Roberto Pruzzo. Quando poi lo prese l’Empoli rimasi chiaramente contento perchè ne avevo già apprezzato le doti. Per questo l’anno scorso sono stato anche severo con lui, perchè non vedevo tradotte sul campo tutte le potenzialità di cui era in possesso, cosa che invece è riuscito a fare quest’anno e che mi ha convinto che l’alternanza di prestazioni della scorsa stagione fosse attribuibile al percorso di crescita e formazione. Io in questo ruolo, con questo modulo, ce lo vedo molto bene perchè può spaziare ovunque e tra le linee può mettere in difficoltà le difese avversarie. In un modulo differente lo vedo sempre in quella posizione di tre quarti, anche esterno, in caso di 4-2-3-1 per esempio, oppure esterno alto in un 4-3-3. Lo vedrei invece limitato per le sua caratteristiche in un 4-4-2. Più che limitato direi frenato, forse è il termine più giusto.

      • Non conoscevo questo aneddoto. Ha avuto l’occhio lungo allora, bene. Credo anche io che in un 4-4-2 potrebbe faticare un pizzico in più, nonostante Mangia alla fine lo impieghi esterno nei quattro di centrocampo.

  18. Buonasera Alessandro, vedo che ti hanno spremuto anche stasera. Proverò a farti una domanda semplice: otto gare, quattro dentro e quattro fuori, 24 punti a disposizione: secondo me ne facciamo 18, ci bastano per il playoff, ma come ci collocheremo?
    Temi davvero il Novara?
    Buon lavoro

    • Buonasera… In effetti questa è una domanda facile, la matematica non è un’opinione… :-). Se l’Empoli facesse 18 punti su 24 (e i punti di distacco fossero inferiori a 10 a garanzia della disputa dei play off) al 99,99% arriverebbe quarto perchè il Varese per scavalcare l’Empoli dovrebbe vincerle tutte e fare 24 punti. Sì, temo il Novara perchè la ritengo un’ottima squadra.

  19. Buonasera Alessandro, come sempre pacato e lucido nei giudizi.
    I prossimi turni sembrano sulla carta molto favorevoli. L’empoli è una squadra che può vincere dovunque e con chiunque, perchè in casa fatica più di frequente a esprimere le proprie giocate? Se penso a tutte le partite di quest’anno solare al Castellani, in ogni partita, da Novara a Bari, passando per Livorno, Padova, Varese, siamo andati per un tratto di gara in grossa difficoltà, in particolare si è faticato nella fase di costruzione. E’ più un problema di singoli, di modulo o di squadra? Qual’è secondo te la natura del (piccolo) problema?

    • L’Empoli per caratteristica strutturale si fa preferire quando gode degli spazi, quando gli avversari lasciano giocare. Contro formazioni che si chiudono fa più fatica ma questo è un aspetto che riguarda molte squadre. Al “Castellani” spesso vengono per chiudersi dietro e questo complica la manovra. E succede che se trovi il guizzo giusto o un episodio per sbloccare il risultato allora vinci, altrimenti rischi di andare sotto e non riuscire a recuperare. E’ un fatto abbastanza normale che specialmente in B si verifica spesso. Qualcuno potrebbe dire che ciò rappresenta un limite e può essere vero ma venendo più allo specifico devo dire che contro il Bari è veramente stato un episodio a condannare l’Empoli, così come contro il Varese un clamoroso errore di un difensore consentì agli azzurri di andare sul 2-0 e gestire la gara in maniera diversa. Non si può sempre vincere facile, tuttavia confido in un’inversione di tendenza in questo finale di campionato. Almeno questo è l’auspicio.

  20. Salve Alessandro, sono un tifoso azzurro di 45 anni, da poco, lo ammetto, ho scoperto questo sito che mi dicono essere attivo da anni. Con piacere scopro che anche lei fa parte di questo staf e questa rubrica é meravigliosa. Volevo farle una domanda già qualche settimana fa, mi permetto di fargliela adesso. Tutti i discorsi fatti dal Corsi in estate sul mettere in vendita la squadra, erano veritieri o un bluff?
    Mi unisco a chi dice che il giovedì deve ritornare su Antenna 5 la trasmissione dell’Empoli, voi siete i più qualificati per farla.
    Grazie e tanti complimenti.

    • Grazie per i complimenti e diamoci pure del tu… Sul discorso della vendita non è facile dire se si trattasse di un bluff, di una cosa seria oppure di un momento di debolezza misto a depressione per il susseguirsi di eventi intensi in spazi ravvicinati. La sofferenza di un campionato vissuto in apnea, il play out da infarto, la separazione da Vitale dopo tantissimi anni ed una situazione economica oggettivamente difficile hanno sicuramente inciso sullo stato d’animo di quel momento. Detto questo, ammesso che fosse vero, non ricordo di aver visto code a Monteboro per reperire informazioni. Oggi la situazione è diversa, c’è più serenità ed una squadra che sta regalando soddisfazioni, una situazione finanziaria sicuramente migliore grazie alla rivalutazione della rosa e all’esplosione di un paio di elementi e un futuro meno nebuloso. Ho detto migliore, non florida… E’ sempre bene stare con le antenne dritte ed evitare che qualcuno possa pensare che l’Empoli possa spendere e spandere. Sulla trasmissione del giovedì non dipende da me, ho già spiegato in un commento precedente la questione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here