Posticipati eccezionalmente al venerdi, torniamo in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento “Il Punto”. Uno sguardo al match di Carpi e due avanti verso la doppia sfida interna che ci attende.

 

Alessandro a Carpi è arrivata la terza vittoria in 4 gare. Che Empoli ci consegna quel match?

“Ci consegna un Empoli primo in classifica, un Empoli solido e autoritario che ha superato brillantemente anche l’esame di Carpi, scacciando i timori della vigilia incentrati sulla fresca vittoria degli emiliani a La Spezia e sul fatto che per la prima volta giocavano in B di fronte al proprio pubblico. Alla fine mi sento di poter dire che gli azzurri hanno sofferto 5/6 minuti, quelli subito dopo il 2-0, su 93 e non mi pare cosa di poco conto”.

 

marinai alessandroCi è piaciuta molto la frase di mister Sarri per gettare acqua sul fuoco: ” festeggiare ora sarebbe come se lo facesse un maratoneta dopo 4 chilometri”….

“In questo caso ha pienamente ragione considerando che di chilometri ne mancano 38. Certo, se il percorso fosse stato di 5 chilometri il discorso sarebbe stato diverso! Battute a parte, da queste parti sappiamo bene che non è il caso di esaltarsi troppo, pensiamo allo scorso anno: dopo 9 partite l’Empoli era ultimo con 4 punti e sappiamo com’è finita. E cosa dire del Sassuolo? In testa fin dalla prima giornata e per tutto il campionato ha rischiato all’ultima giornata di non salire direttamente. La B è questa, lunga e imprevedibile dove non è consentito mollare di un centimetro, altro che chilometri. E’ giusto anche dire che, esaltazione a parte, qualcuno, tipo me, potrebbe avere semplicemente la convinzione che questa è una squadra forte”.

 

Doppietta di Tonelli e due gol su calcio da fermo. La forza di quest’Empoli la possiamo riassumere con il fatto che tutti possono segnare e, finalmente, le palle inattive vengono sfruttare al meglio…

“Pensa che in telecronaca ero convintissimo che pure a Bari lo scorso anno fece una doppietta e invece no. Evidentemente il gol fatto al San Nicola ebbe per me una valenza talmente importante che sembravano due… La forza dell’Empoli è semplicemente il mettere a frutto il lavoro settimanale perchè fare tanti gol su palla inattiva significa questo, applicare schemi, movimenti e idee che vengono provate e messe a punto durante gli allenamenti. Anche l’anno scorso era così, quanti gol furono fatti in questo modo? E’ fondamentale sfruttare queste situazioni nel calcio di oggi sempre più impregnato di tatticismi ed ostracismi per ingabbiare il genio, la fantasia e le trame avversarie. Tante squadre verranno al “Castellani” per chiudersi e per non far giocare l’Empoli, la palla inattiva diventerà così fondamentale, una sorta di grimaldello”.

 

Adesso arriva un doppio impegno casalingo nel giro di pochi giorni. Iniziamo con il Padova. Che gara ti aspetti ma soprattutto che Padova troveremo?

“Credo che troveremo un Padova sicuramente in difficoltà visti i risultati fin qui ottenuti, forse una squadra anche un po’ tesa conscia del fatto che deve iniziare a fare punti. Non mi è piaciuto questo loro piagnisteo verso presunti torti arbitrali ricevuti, questo voler ottenere rassicurazioni dalle istituzioni. Se non hanno ancora un punto e non hanno ancora segnato un gol avranno anche altri problemi. O no? Poi al Siena ci penseremo dopo… Certo, è un doppio confronto importante perchè se l’Empoli dovesse uscirne bene rafforzerebbe le proprie fondamenta. Sono molto sereno”.

 

Temi tutte le lamentele che i patavini hanno sollevato in questi giorni sull’operato degli arbitri che gli hanno diretti?

“No, mi hanno infastidito ma non le temo. Lo sapete che non amo parlare degli arbitri e che non credo a complotti e scenari prefigurati. Detto questo, l’arbitro designato è di sicura affidabilità e non ho la minima preoccupazione che possano esserci condizionamenti. Vedremo se saranno così attivi i dirigenti biancoscudati quando beneficeranno di alcuni errori a favore”. 

 

E poi arriva il Siena. Un big derby…

“E’ un derby sentito per entrambe le tifoserie, un derby che ritroviamo con piacere e che sarà sicuramente tutto da vivere. A me non dispiace il Siena, mi pare un’ottima squadra per la categoria, con un tecnico che sa il fatto suo e che è in perfetta sintonia con l’ambiente. Non credo di andare molto lontano nel dire che lo ritroveremo nei quartieri alti della graduatoria a fine stagione”.

 

Come sempre voglio chiudere con i promossi e bocciati dell’ultimo turno di B…

“Il Trapani alla grande tra i promossi e non potrebbe essere altrimenti dopo il 4-0 alla Reggina. Per conto mio una grande impresa l’ha fatta anche il Varese battendo il Pescara, non tanto per la vittoria in sè ma per come è andata a ricercarsela dopo il pareggio degli abruzzesi a pochi minuti dalla fine. Anche il Brescia promosso perchè non avrei mai pensato che potesse andare a vincere a Terni anche se può ringraziare l'”infortunio” di Brignoli sul secondo gol. Bocciato il Padova sia per i risultati sul campo ma anche per quanto profuso fuori dal terreno di gioco. Tra i bocciati ci debbo mettere pure la Reggina, ma non è escluso che possa trattarsi di un passaggio a vuoto anche se personalmente faccio fatica a capire perchè molti, alla vigilia del campionato, avevano indicato la formazione di Atzori come una candidata a giocarsi la promozione. Magari mi sbaglio io…”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteDa Padova…parla l'ex Pasquato
Articolo successivoEmpoli-Padova: le probabili formazioni
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

56 Commenti

    • C’è tempo, è appena iniziato il campionato… Io non ho grossi dubbi sul positivo campionato che andrà a fare. Certo, i gol aiutano e a parte questo diciamo che lo meriterebbe pure ma non penso se ne faccia un cruccio, prima o poi arriverà. Questo anno fa parte di un suo percorso di crescita e mi pare che lo abbia iniziato molto bene questo percorso, deve continuare e non abbattersi quando metterà insieme qualche prestazione più opaca.

    • Io sono un estimatore di Verdi…ma dire che i gol li ha sempre fatti non è propriamente corretto visto che è ancora alla ricerca del primo gol da professionista (escludendo quello in Coppa Italia su rigore al SudTirol…

  1. Curioso come sull’errore di ricordare una doppietta di Tonelli a Bari ci siamo cascati in diversi; Alessandro cosa ne pensi della questione Pratali? Credo che ormai la precedente versione regga poco, mentre mi viene da pensare che l’infortunio abbia lasciato gravi conseguenze che gli impediscano di tornare al meglio e per lui ci sia pronto un contratto di collaborazione,visto che

  2. È sempre rimasto vicino alla società. Scusa il messaggio spezzato, è partito un invio prematuro. Buon divertimento per domani a te e a tutti noi

    • Guarda, su Tonelli ero veramente convinto, può capitare quando parli in presa diretta e sei convinto di una cosa… :-). Su Pratali (premettendo che non ho aggiornamenti da qualche settimana) per quanto ne so io la situazione è molto chiara… L’Empoli ha il contratto già compilato in attesa della firma del giocatore che, e non è un mistero, ha sempre detto che avrebbe firmato quando avrebbe avuto la certezza di poter dare il suo contributo per non “rubare lo stipendio”. In poche parole: non ci sono secondo me sotterfugi o tattiche particolari nè da una parte nè dall’altra, semmai ci sarebbe da sapere quali siano le condizioni fisiche di Pratali nel suo programma di recupero. Cercherò di capirlo.

    • Quando leggo la formazione dell’Empoli che scenderà in campo in genere non temo mai nessuno… :-). Brutta fine non direi, è pur sempre un calciatore di Serie B di una società blasonata come il Padova… Diciamo che non è riuscito ad imporsi e salire un gradino per varie ragioni, fermo restando che probabilmente più di quanto ha fatto vedere non può fare.

  3. Chi per rimpiazzare eventualmente Moro??
    Sinceramente vuoi per tecnica, vuoi per i tiri da fuori, vuoi per il contributo “fisico” e soprattutto vuoi per quello che fino ad ora ha dimostrato, in mezzo al campo mi sento di dire che Signorelli non è adatto.
    Io forse ci vedo Ronaldo, o forse Camillucci..
    Vorrei sapere la tua
    Grazie

    • Posto che credo che alla fine Moro sarà in campo, se però non dovesse farcela sarei dispiaciuto del fatto che Castiglia non sta benissimo e sarei stato curioso di vederlo. Alla fine penso che giocherebbe Signorelli, Ronaldo io lo vedo più come vice Valdifiori che non vice Moro e/o Croce, Camillucci credo che in questo momento venga dopo Signorelli.

  4. Alessandro guardiamone una x volta ma vorrei chiederti se per te il Siena è squadra che può ambire alla promozione diretta o la metti nel mischiume?

    • Ha una buona squadra, oggi però indicarla come promossa diretta è quanto meno azzardato considerando che arriveranno presumibilmente altri punti di penalizzazione. No, oggi la vedo più da play off.

  5. Ciao Ale. La storia si ripete. Lo scorso anno Italiano-Milanetto. Quest’anno Iori-Musacci, calciatori bravi ma simili e non “spendibili” in altri ruoli con le conseguenze che vediamo. Sembra che certe squadre non siano assemblate da gente del mestiere ma da altre dinamiche. Cosa pensi ?

    • Capisci perchè poi mi inalbero quando queste persone attaccano gli arbitri per presunti torti arbitrali? Io farei fatica a prendere un giocatore del Padova per sostituirlo a uno dell’Empoli… E quasi sicuramente sarebbe una fatica inutile perchè non riuscirei nell’intento. Non mi pare un centrocampo irresistibile il loro…

  6. Se fossistato al posto di Marinai alle domande avrei risposto come lui.
    Non capita quasi mai.
    Ma oggi la penso esattamente allo stesso modo.
    Aggiungo solo una cosa.
    Qualcuno (Daniele) ci ha fatto notare che anche i ricambi sono validi tradotto gran bella rosa.
    Qualcun’altro ci ha fatto notare che finalmente la squadra ha avuto i propri giocatori fin dall’inizio.
    E non dopo la decima giornata…(come si diceva Io Sam Usualemi e altri).
    Vuol dire tanto.
    Forse tutto.
    Due partite due avversarie pericolose (considero il Padova pericoloso e il Siena una bella squadra con quella puntaccia maledetta).
    Mettiamoci un fermino!

    • Non ho capito se mi devo preoccupare io o ti stai preoccupando tu per questa convergenza di pensieri… :-). Credo di averti dato un buon consiglio la scorsa settimana eheh… Poi prenderei i concetti espressi da quel qualcuno e da quel qualcun altro, li metterei insieme ed avrei una spiegazione ulteriore di questo avvio di campionato. Ma siamo ancora all’inizio, non dimentichiamolo mai… Come dicevo, se l’Empoli riuscirà ad uscire indenne da queste doppio turno sarebbe un bel passo avanti…

  7. Salve Alessandro. Intanto concedimi una amichevole sgridata perché questo appuntamento lo aspettiamo tutta la settimana e questo ritardo è ingiustificabile. Ovviamente scherzo.
    Questione Padova: dici di non temere un arbitraggio pro veneti, ma non credi che adesso, dopo tutte le chiacchiere fatte, ogni chiamata dubbia dell’arbitro a loro favore, possa essere vista sotto una luce diversa?
    Grazie e buon lavoro, anche per stadio azzurro che riprende sabato.

    • La sgridata la giro immediatamente ad Alessio Cocchi… :-D. L’arbitraggio pro Padova è un pensiero che nemmeno mi sfiora, è lontanissimo da me e Ciampi rappresenta un’assoluta garanzia. Quando dici che “ogni chiamata dubbia dell’arbitro a loro favore, possa essere vista sotto una luce diversa”, questo significa essere prevenuti e io non lo sono. Ci saranno sicuramente persone che al primo calcio di punizione dubbio si alzeranno in piedi sbraitando “Lo sapeo io!”, “Vai, la ‘isto a piangere icchè succede?” e via dicendo… Non penso proprio che un arbitro come Ciampi abbia voglia di “macchiarsi” volontariamente arbitrando spudoratamente in favore di qualcuno. Hanno voluto un arbitro garante? Benissimo, almeno non ci saranno scuse…

    • Dovessi scommettere lo farei per Moro in campo, ma non dovesse essere così penso Signorelli. Ho già risposto prima comunque, che mi sarebbe piaciuto molto vedere Castiglia.

  8. Non so se eri a Carpì, la redazione di PE c’era. Volevo sapere il tuo pensiero su quando accaduto nel dopo gara tra quei (non dico niente perché potrei usare brutti termini) carpigiani ed i nostri tifosi.

    • Non ero a Carpi, ho dovuto dare forfait venerdì sera perchè ho una situazione privata abbastanza movimentata… :-). Non mi sento di esprimere un pensiero su ciò che non ho visto… Dico solo che son cose spiacevoli quando succedono e dimostra che la famigerata TdT non serve a nulla. Pensassero a gestire meglio l’ordine pubblico visto anche l’esiguo numero di spettatori presenti…

      • Acerbo non direi… Terzo campionato di B, quattro gol l’anno scorso, già due quest’anno per un difensore centrale non sono mica pochi… Poi che debba ancora crescere è un altro discorso ed è destinato a farlo, per questo potrebbe essere un uomo mercato, ma non pensare di arricchirti con i difensori. Qualche soldo potrà entrare ma non tanti.

  9. Alessandro leggo, con pacere, che sei un estimatore di Castiglia. Pensi che possa essere arrivato il suo momento? Cosa potrà dare in più questo giocatore?

    • Sono un estimatore a pelle, sulla parola… :-). Nel senso che aspetto di vederlo in campo e sono curioso di vederlo quanto prima. Prima o poi arriverà il suo momento, quando starà bene dal punto di vista fisico. Spero possa portare qualche gol, porterebbe sicuramente qualche centimetro e poi vediamo…

  10. Ciao Alessandro, penso che la partita con il Padova ci dirà molto del potenziale della nostra squadra, credo che sia una partita bruttina in cui loro baderanno al sodo e potrebbero agire in contropiede. Ti dico che un pari non mi dispiacerebbe anche perché in passato partite similare le abbiamo perse, poi è chiaro che spero di sbagliarmi e che big Mac e c ci regalino da subito una grande partita. Da toscano invece ti posso dire che sento molto la partita con il Siena e spero con tutto il cuore che i nostri ragazzi ci regalino una gran vittoria!!

    • Volevo aggiungere e so che Maurizio non è d’accordo, ma più turnover? La rosa e’ ampia e tutti, dico tutti, posso essere titolari!!

      • Personalmente non ho bisogno della partita con il Padova per capire il potenziale dell’Empoli che è di assoluto livello. E’ normale che poi un campionato presenta mille particolarità e sono queste che fanno la differenza tra le squadre più attrezzate. Un pari? Se avessi la certezza dei tre punti in quella dopo potrei anche essere d’accordo con te… :-). Quattro punti nel doppio casalingo non sarebbero poi così male. Sono contrario da sempre alla logica del turn over, specialmente quando ti trovi a dover disputare due gare di campionato impegnative. Secondo me deve scendere in campo la miglior formazione possibile dal punto di vista tecnico e fisico. Anche nella famosa trasferta di Zurigo venne applicato il turn over… La domenica seguente, proprio a Siena, 3-0 per loro…

    • Non appartengo a questa corrente di pensiero, Tavano e Maccarone rappresentano il top per la Serie B ed i titolari sono indiscutibilmente loro. Nel malaugurato caso di una loro assenza è normale che Levan sarebbe la sola alternativa (ma c’è pure Shekiladze…) e in molti storcono il naso non tanto per il valore di Levan ma per la sua affidabilità fisica. Timore legittimo, ci mancherebbe, ma la società ha voluto puntare su di lui perchè potenzialmente è un giocatore che può avere mercato se trova la giusta via per sconfiggere i contrattempi muscolari. Sarebbe sfortuna e la sfortuna non è prevedibile; non mi sembra che tutte le altre squadre stiano meglio da questo punto di vista… Prova a togliere Hernandez al Palermo, Gonzalez al Novara, lo stesso Siena non abbonda in attacco… Sono piuttosto tranquillo da questo punto di vista e poi, se proprio fosse necessario, c’è sempre gennaio per intervenire…

  11. Caro Alessandro, finora nessuno a parlato di Rui, io personalmente penso che vada fatto giocare, per la B è un signor giocatore, ha i piedi educati, fa delle ottime chiusure in difesa ( ne fece 2 perfette con il trapani), inoltre tira le punizioni molto bene (che non è poco).
    Capisco le gerarchie, lo spogliatoio, il gruppo etc… ma per me non farlo giocare è veramente uno spreco.

    • In generale sono d’accordo con te e su quanto dici però avrei preferito mi dicessi al posto di chi dovrebbe giocare altrimenti è una discussione sterile… :-). Peraltro sono convinto che in un modo o in un altro riuscirà a guadagnarsi sempre più spazio.

      • Concordo che trovargli un posto non sia facile, però abbiamo un’allenatore per questo e qualcosa dovrà inventare da qui in poi perchè tenerlo fuori sarà sempre più difficile. Forse potrà essere facilitato dal turn over visto che quest’anno abbiamo una rosa veramente super, ed anche se te non sei propenso al turn over il nostro mister dovrà pensarci bene per non arrivare in fondo come l’anno scorso, completamente scoppiati.

        • No aspetta, sono contrario alla logica del turn over in questo senso: lasciare fuori un titolare per una riserva in modo scientifico, per gli impegni ravvicinati non lo concepisco. Se il titolare sta bene deve giocare il titolare, io la vedo così. In questo caso, siccome sono d’accordo sulla forza e sull’importanza del calciatore in questione, si tratta di uno scambio alla pari se non (addirittura) superiore. Se Mario Rui continua a fornire queste prestazioni sono convinto anch’io che troverà posto in squadra… Al posto di chi, come dici tu, ci penserà Sarri. La competizione è questa e la squadra titolare, senza fare gli struzzi, è ben chiara a tutti. Se poi nel corso del campionato qualcuno riuscirà a scalzare il titolare meglio! Sarebbe un segno che tutti stanno sul pezzo e lavorano al massimo… Spero di essere riuscito a spiegarmi.

  12. torniamo alla gara di domani, Alessandro: Meglio aggredirli subito, provando ad andare in vantaggio per smorzare sul nascere le loro velleità di rivalsa o…..essere attendisti, lasciare anche che siano loro a voler fare la partita e poi colpirli col nostro micidiale contropiede?

    • Non si deve aggredire nessuno, non c’è fretta e l’Empoli ha fatto vedere spesso che preferisce capire cosa farà l’avversario. E’ normale poi che dipende anche da come scenderanno in campo loro, dagli episodi che si creeranno. Non so come stiano psicologicamente quelli del Padova perchè mi sembra di aver capito che le prestazioni non sono del tutto mancate. Se hanno paura forse rinunceranno a fare la partita, ma non credo che sarà così. Come non credo che attaccheranno all’arma bianca. Mi piace l’idea che giochino con la difesa a tre…

  13. Ciao Alessandro, volevo sapere la tua opinione personale per quanto riguarda un possibile utilizzo di Mario Rui….A mio parere Sarri dovrebbe schierarlo a sinistra con Hisaj sulla destra. Rui è secondo me un pezzo da 90 per la serie B, ha grinta da vendere e aggredisce la palla come nessuno in squadra e a Palermo, con il suo ingresso, ha dato pressing e vivacità tenendo alta la retroguardia rosanero. Stimo Laurini ed il suo gioco, ma nel complesso, secondo me, da quando è arrivato a Empoli il gioiellino portoghese sono sempre rammaricato nel vederlo in panchina….Grazie in anticipo

    • Ho già risposto in maniera abbastanza esaustiva su Mario Rui. Sono d’accordo su quanto dici di lui e, come detto, penso che troverà posto in questa squadra. Hysaj a destra non lo so, dovrei vederlo altre volte per farmi un’idea migliore però, certo, può essere un’alternativa. Il tuo rammarico è il mio e credo quello di molti altri, purtroppo più di 11 non si può… 🙂

    • Domanda difficile perchè non conosco nessuno dei due personalmente. Ebbi modo di scambiare due parole con Marcolin qualche anno fa al di fuori del contesto stadio ma non posso certo dire di conoscerlo. Li vedo due tecnici comunque diversi fra di sè, Beretta più grintoso, passionale e Marcolin più riflessivo, calcolatore. Me ne hanno sempre parlato bene di Marcolin essendo stato a lungo all’ombra degli altri, soprattutto di Mihajlovic, non aveva avuto molto spazio per mettersi in mostra. Dovessi scegliere io, ma è un giudizio molto superficiale, a chi affidare una mia squadra la darei a Marcolin.

  14. Marinai ma secondo lei, contro il Padova, non sarebbe meglio risparmiare il buon Ciccio Gol e buttar dentro il grande Micelidze? Cosa ne pensa lei del nostro georgiano?

    • Ho già risposto a questa cosa, al turn over. Ripeto in maniera ancora più chiara: Tavano e Maccarone sono i titolari e in questo momento nessuno è meglio di loro, se stanno bene devono giocare. Ciò detto ripongo profonda fiducia su Levan che spero vivamente possa affermarsi in questo campionato in maniera tale da mettere in difficoltà Sarri nelle prossime settimane.

  15. Ciao Alesandro, buonasera. Stasera vorrei permettermi anche io di farti alcune domande, alle quali spero rispnderai.
    Convieni con me che se dovessimo fare bottino pieno con Padova e Siena non dovremmo più nasconderci dietro i discorsi, un po’ cosi, sulla salvezza?
    Non avresti mandato in prestito Pucciarelli che rischia di perdere un atro anno?
    A livello mercato cosa avresti fatto che Carli non ha fatto?
    Mi permetto di rubarti un altro minuto per una domanda diservizio, domani riorende stadio azzurro? Ma il giovedi tornerete un girono a fare qualcosa, anche qui su PE,magari.

    Grazie per il tempo dedicatomi, sei un grande e tutto PE è un grande !!!

    • Grazie per tutti i complimenti che mi fai… Bottino pieno con Padova e Siena? E’ normale che se l’Empoli le vince tutte di cosa stiamo a parlare? :-). Comprendo e condivido l’atteggiamento della società ed il profilo basso tenuto, ma io non faccio parte della società e non ho bisogno di nascondermi: credo che l’Empoli abbia una squadra molto forte che lotterà fino in fondo per conquistarsi qualcosa di importante. E’ ancora presto e possono succedere ancora tante cose, per questo non sbandiero le mie convinzioni per evitare di alimentare false illusioni. Ognuno è libero di sognare quello che gli pare. Pucciarelli se è rimasto qua significa che c’era bisogno di lui, mi fido ciecamente di Sarri da questo punto di vista. Carli ha fatto un mercato al limite della perfezione per quello che è l’Empoli e per quello di cui necessitava l’Empoli. Non solo, tutt’ora sta facendo ottime cose con i rinnovi dei contratti in scadenza. Credo sia difficile onestamente chiedere di più. Domani riprende Stadio Azzurro, per il giovedì chissà…

  16. Alessandro,è vero che ci sono alcuni giocatori che indubbiamente non sono facilmente sostituibili,ma nel caso di partite ravvicinate,credo che in particolar modo Rui,Castiglia,Accardi(magari Pratali o chi per lui fra Rugani o Barba),Mchelidze,siano giocatori che debbano giocare in tutti i modi,se non vogliamo arrivare come l’anno scorso con la spia della riserva accesa….Conoscendo Sarri però non sarei poi tanto sicuro di questi turn over…..credo piuttosto che i cambi saranno fatti principalmente per sostituzioni a partita in corso o per eventuali squalifiche…..Io personalmente avrei schierato Mchelidze accanto a Ciccio,Rui sulla sinistra al posto di Moro(se non giochera’)con lo spostamento di Croce a destra…..dietro spazio ad Accardi e Barba,per ripresentare i “presunti titolari” con il Siena….partita sulla carta ben piu’ importante e determinante…..Tu che ne pensi?Soprattutto sul turn over naturalmente,in quanto c’è un allenatore che sa chi mettere in campo a livello di nomi…Non certo….Daniele 😉

    • Ho già spiegato cosa penso del turn over rispondendo a Fucecchio60. Io rispetto la tua opinione, ma non nascondo che quando ho iniziato a leggere tutte le modifiche che avresti apportato per la partita di domani ho avvertito un leggero giramento di testa… :-). Troppe variazioni, troppi stravolgimenti, a me hanno sempre insegnato che quando una macchina va bene meno la si tocca e meglio è. Poi, potrei metterlo per iscritto, dovesse andar male non mancherebbero quelli che si scaglierebbero contro Sarri reo di aver cambiato una formazione vincente. Avanti con la migliore formazione, sto con il mister!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here