Cambia giorno la rubrica “Il Punto” in compagnia di Alessandro Marinai. Da questa settimana, fino a fine stagione, la rubrica di approfondimento verrà realizzata il mercoledi visto che il giovedi saremo impegnati con la nuova creatura “PEnAlty” ed Alessandro non sarebbe in condizione di poter rispondere a tutti Voi come sempre accade.

 

Alessandro ben trovato. Se mai ci fosse stato da dare delle risposte post-Avellino, queste sono arrivate sotto ogni punto di vista…

“Direi di sì… La gara con il Modena ha lanciato molti messaggi e tutti positivi, rafforzando il concetto che quello di Avellino è stato uno stop indolore, quasi fisiologico se così possiamo dire. Era opinione diffusa di un Empoli meno bello ma vincente, non sono molto d’accordo; prima di tutto dovremmo specificare e capire meno bello rispetto a quale? A quello visto ad Avellino non direi, ma nemmeno rispetto a quello visto, secondo me, contro il Padova seppur vincente. E’ normale che se facciamo i paragoni con in mente l’icona dell’Empoli dell’anno scorso non se ne esce più. Questo campionato è un’altra storia”.

 

Un Empoli, che al di là dei tre punti, ha dimostrato a mio avviso di avere grande carattere ed una delle specialità della casa sembra essere il saper soffrire…

Alessandro Marinai“Aver carattere, saper soffrire, son caratteristiche inglobate dentro l’essere un gruppo sano e quando una squadra di calcio è un gruppo prima ancora di buone individualità è già un passo avanti.  L’aver cambiato pochissimo e l’aver mantenuto lo stesso staff è un vantaggio non indifferente nelle difficoltà. Contro il Modena, differentemente a quanto successe ad Avellino, la squadra ha saputo capitalizzare al meglio gli episodi. Ce ne saranno tante di partite così”. 

 

Un Pucciarelli in grande spolvero…peccato per l’infortunio che potrebbe pregiudicarne l’utilizzo nel prossimo match…

“Parlando di Pucciarelli molti potrebbero dire che rappresenta la sorpresa di questo inizio stagione ma non gli renderebbe pieno merito. Mi spiego meglio: una sorpresa in genere è rappresentata da uno sconosciuto, da qualcuno mai visto all’opera a certi livelli e mi viene in mente l’Hysaj dell’anno scorso. Manuel non è esattamente piovuto da Marte, aveva fatto benissimo a Gavorrano, qualcosa avevamo visto anche l’anno scorso in alcuni spezzoni e quindi anzichè definirlo una sorpresa preferisco dire che rappresenta la nota più lieta. Speriamo si rimetta al più presto, di sicuro non perderà il sorriso che è il suo marchio di fabbrica”.

 

Un prossimo match che si giocherà a Reggio con una Reggina decisamente in crisi. Te l’aspettavi?

“Io non avevo inserito la Reggina nel novero delle formazione più attrezzate del campionato e rimasi molto sorpreso quando Dionigi, nelle varie griglie e nei vari pronostici che si fanno alla vigilia, definì la formazione calabrese una corazzata. Certo, nemmeno pensavo di ritrovarla in fondo alla classifica ma c’è ancora tanto tempo per recuperare”.

 

L’Empoli sarà in campo e farà la sua partita ma sull’incontro  potrebbe pesare molto la voglia che la squadra locale avrà, o non avrà, di provare a salvare il proprio tecnico…

“Non ho alcun dubbio che dal punto di vista psicologico stia meglio l’Empoli rispetto ad una Reggina “condannata” a vincere. Giocare con l’assillo del risultato non è mai semplice, anche perchè per vincere devi fare la partita e, per loro, l’Empoli non rappresenta certo l’avversario ideale. E’ vero anche che simile condizione, a volte, invita a tirare fuori quel qualcosa in più e in questo caso dovranno essere bravi gli azzurri nelle prime battute del match a farsi trovare pronti a ribattere colpo su colpo”.

 

Voglio per una volta esulare dall’Empoli chiedendoti un parere su una cosa di cui si sta discutendo in questi giorni, ovvero il fatto di chiudere un intero stadio per dei cori cosiddetti razzisti…

“Credo che sul razzismo, e non solo nel calcio, si stia esagerando e si finisca con il fare confusione. Il razzismo è una cosa seria da non confondere con alcuni sfottò, seppur beceri, che possono essere fatti e nemmeno possono pagare migliaia di persone per colpa di pochi. Per non parlare del danno che le società son costrette a subìre. Non hanno voluto i biglietti nominali? Non hanno voluto la Tessera del Tifoso? Non ci sono forse telecamere della Questura disseminate in ogni dove negli stadi? Bene, identifichino i colpevoli e puniscano loro altrimenti tirando troppo la corda alla fine si rompe”.

 

Chiudiamo con i promossi e bocciati dell’ultimo turno di serie B…

“Sui bocciati non posso che partire da Signori, reo di una simulazione vergognosa in pieno recupero e, conseguentemente a questo, anche tutto il sistema calcio che sbraita puntualmente contro gli arbitri e non muove un dito verso questi comportamenti ingannevoli. Oggi il calciatore si ritrova con un’ammonizione e 1500 euro di multa, ma di che parliamo? Metto anche il suo allenatore tra i bocciati per il comportamento irritante tenuto in campo e per le dichiarazioni rilasciate nel post partita. Dietro la lavagna anche il Novara: mai mi sarei aspettato una secca sconfitta interna contro il Lanciano che, di contro, metto al primo posto dei promossi e non potrebbe essere altrimenti. La squadra di Baroni sta stupendo tutti anche se l’impressione è stia facendo cose straordinarie rispetto al proprio potenziale. Promosso anche l’Avellino, non credevo riuscisse a vincere il secondo turno casalingo consecutivo. Per il resto non mi pare ci siano altre situazioni degne di essere citate”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews da Reggio Calabria
Articolo successivoLa storia di Reggina-Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

54 Commenti

  1. Ragazzi così ci prendete in contropiede 🙂
    Alessandro quando vedremo con un po di continuità Levan? Non avete detto niente ma sarebbe ancora da sottolinere il fatto che ha rinunciato alla nazionale x restare ad allenarsi ad Empoli.

    • Sono curioso, e fiducioso, quanto te di vedere Levan finalmente a posto sotto ogni punto di vista. La rinuncia alla Nazionale per lui non è una novità e non si può che apprezzare il suo gesto di mettersi a disposizione del club. Secondo me quando lui si renderà conto di aver superato e risolto ogni problema ci divertiremo.

  2. Ciao Alessandro, sempre più un icona giornalistica per noi tifosi azzurri… avrei 3 domande da farti 1) se ti ha sorpreso Baroni, allenatore del Lanciano…ricordo eri scettico quando l’Empoli stava per ingaggiarlo per il dopo-Aglietti. 2)se il Palermo all’inizio della stagione è stato sopravvalutato oppure solo le titubanze in classifica sono dovute principalmente a Gattuso (un non allenatore). 3)visto le ottime prove d Mario Rui, se Hisay a questo punto a gennaio puo partire a fronte una buona offerta… PS giovedi sera tutti in piedi sul divano per Penalty…!!!! 😀

    • Non esageriamo con gli appellativi :-). 1) hai una buona memoria vedo… Il mio scetticismo era dettato dalle informazioni raccolte da chi aveva avuto modo di seguirlo e soprattutto dal fatto che non aveva mai allenato una prima squadra, quindi un giudizio molto sui generis. Mi piace sottolineare che evidentemente la società ci aveva visto giusto, anche se è ancora troppo presto per una sentenza assoluta. 2) la partenza a rilento del Palermo credo sia figlia di una somma di fattori che vanno dall’inesperienza di Gattuso alle pressioni della piazza, da uno scotto inevitabile dovuto alla retrocessione al peso di dover vincere sempre e comunque. Sarebbe ingiusto incolpare soltanto Gattuso che, se poi allarghiamo il discorso, eventualmente dovrebbe dividere le responsabilità con chi l’ha scelto. 3) credo che sarebbe partito ad agosto a fronte di una buona offerta, a gennaio ci sarebbero da valutare più cose. Vedremo…

    • Domanda secca alla quale non è facile rispondere ed allora voglio rispondere in maniera originale: l’anno scorso c’era Saponara che in quel ruolo rappresentava un’eccellenza assoluta ed uno dei timori (termine forse non giusto per questa realtà ma rende l’idea) di tutti era quello di sostituirlo. L’Empoli in questo avvio si trova due giocatori che nel complesso si equivalgono e quindi alla domanda Pucciarelli o Verdi rispondo Sarri. In questo senso: con la speranza che faccia sempre la scelta giusta fra i due per sfruttarne appieno le potenzialità. In questo momento le differenze tra i due sono minime.

  3. Ciao Alessandro….Dopo aver visto all’opera la squadra per ben 8 partite,pur non giocando GRANDISSIME partite come abbiamo fatto l’anno scorso,mi preme sottolineare 2 cose su cui vorrei un tuo approfondimento……Primo….bene o male anche se sarebbe giusto non prendere come riferimento il campionato scorso….dopo 8 giornate siamo secondi e con ben 17 punti E QUALCOSA VORRA’ PUR DIRE…..Secondo…..nonostante le prestazioni MOLTO confortanti di Verdi(QUESTO è UN RAGAZZODALLE GRANDISSIME QUALITA’) e SOPRATTUTTO DI PUCCIARELLI,mi pare di vedere nella squadra una mancanza……la mancanza di un vero trequartista….che oltre a fare i goals,riesca a servire con frequenza assist per le punte….i due suddetti mi paiono solo 2 esterni adattati ad un ruolo che non è loro….e’ vero anche che bisogna dargli tempo…..ma a volte il buongiorno si vede dal mattino……

    • 17 punti dopo 8 giornate sono un bel biglietto da visita e sicuramente vorrà dire qualcosa. Vuol dire che l’Empoli ha dato continuità, vuol dire che l’aver cambiato poco o nulla si è rivelato un vantaggio non indifferente, vuol dire che è una squadra di valore, forte, come già ho avuto modo di dire. Il paragone con l’anno scorso non si può fare perchè questo è un altro campionato, un’altra storia con altri interpreti e, soprattutto, con avversari che contro gli azzurri assumono un diverso atteggiamento rispetto all’anno scorso perchè l’Empoli, piaccia o no, è vista come la squadra che ha perso la finale per andare in Serie A con valori importanti. Sul secondo quesito, come ho risposto in precedenza a Luciano, ritengo che si possa sopperire bene con Pucciarelli e Verdi. Non saranno trequartisti puri, ma nemmeno Saponara lo era. Vediamo come si sviluppa questa stagione, la metamorfosi di Regini è ancora impressa nelle nostre menti.

  4. ciao alessandro, convieni con me, che aglietti al primo anno in una società sia un fenomeno, e che gia dal secondo anno sia una frana?? potrebbe anche venir silurato presto…

    • Mi posiziono al centro, non per richiamare un atteggiamento prettamente democristiano ma per non usare i termini fenomeno e frana… Non saprei nemmeno affermare con assoluta certezza che il percorso di Aglietti rispecchi quello che tu dici. E’ vero che il difficile è sempre riconfermarsi ma quando si ha fiducia in un tecnico e in un uomo (non dimentichiamo che Aglietti ha firmato un contratto pluriennale con il Novara) è più difficile scaricarlo alle prime difficoltà.

  5. Ciao Alessandro, volevo sottolineare e quotare tutta la tua risposta circa la situazione grottesca che si sta creando intorno ai cori, cosiddetti territoriale, e mi viene una domanda, allora ogni qual volta viene offeso un giocatore ad personam dovrebbe essere razzismo? No?

    • Oggi in Italia viviamo in questa situazione paradossale: ad una persona puoi dire le peggiori cose ed offendere i suoi parenti fino alla quarta generazione (ed allo stadio ne sentiamo di tutti i colori, ma anche per strada, sui social ecc…), se però battibecchi con una persona di colore o extracomunitaria che sia il rischio, e sottolineo rischio, è che tu venga tacciato come razzista. Dispiace anche constatare che buona parte dei media e dell’opinione pubblica strumentalizzi queste situazioni al fine esclusivo di alimentare polemiche.

  6. Ciao Alessandro…dopo le prime tre quattro giornate dovevamo iniziare a correre…ed invece si cammina in campo…almeno per metà partita…preparazione toppata in pieno…concordi?

    • Chi lo ha detto che dopo tre/quattro partite l’Empoli doveva iniziare a correre? Ma perchè con il Modena hai visto camminare? Io no, ho visto una squadra su un campo pesante che ha retto bene, seppur in 10, l’assalto finale del Modena. Qualora poi concordassi con te mi fregherei ancor più le mani perchè se l’Empoli è secondo camminando figurati quando inizierà a correre… :-). Purtroppo non concordo con te…

        • Prima S’ostina attaccava Corsi per la scelta di Carli, poi Carli per la scelta di Sarri e il mercato, poi Sarri per la scelta della squadra, ora si sarà buttato su Selmi… tra un pò attaccherà il Marchisio per finire con il Fontanelli..

          • Io penso che nemmeno lui creda a ciò che scrive… Comunque carina la catena stile “Alla fiera dell’Est” 😀

  7. Ciao Alessandro, ci racconti cosa è successo con Novellino? Anche le dichiarazioni di Sarri che lo invita a cambiare spacciatore qualcosa vogliono dire.
    Vai con Penalty domani!!!

    • Non è successo niente di che… Può succedere di essere nervosi quando si perde… Voleva passare da un percorso in cui sarebbe inevitabilmente finito davanti alla nostra telecamera e gli ostruii il passaggio dicendogli che da lì non poteva passare. Secondo lui glielo disse in maniera sbagliata ed iniziò a dirmi che dovevo stare zitto e che sono un presuntuoso. Magari ha pure ragione a dire che sono un presuntuoso, ma tra me e lui sarebbe una bella lotta e quasi sicuramente perderei… Grazie per domani sera.

  8. Buonasera, onestamente questa settimana sono a corto di domande e poi mi avete rubato un giorno 🙂
    Scherzi a parte volevo rinnovare a tutta la redazione gli in bocca al lupo per domani sera

  9. Ciao e buonasera. Secondo te Alessandro tra quanto tempo potremmo avere una classifica più delineata per capire i reali obbiettivi dell’Empoli?
    Non potendo vedere la trasmissione in diretta domani sera (allenamenti di pallavolo) quando la ridarete?
    Grazie e forza empoliiiii

    • C’è tempo… Porterò ad esempio per tutto l’anno il caso del Sassuolo dello scorso anno: in testa fin dalla prima giornata e per tutto il campionato, all’ultima giornata rischiò di non andare in Serie A… In televisione: Venerdì 05,30, 12,15 e 16,45; Sabato ore 03,00 e 10,00. Su Pianeta Empoli basta andare nella sezione “Pianeta Empoli TV” e lì si potrà rivedere.

      • Questa informazione è utilissima anche per me. In un ragionamento complessivo, penso che il futuro della tv sia on demand, io credo che la rivedrò online.

        • La possibilità di rivedere dopo i programmi è molto utile. Certo, non è consigliato per chi vuole interagire in presa diretta…

  10. Più che dei giocatori (in particolare Fishnaller), ho paura dell’ambiente da ultima spiaggia che ci attende a Reggio, Alessandro. Condividi? Cosa rischiamo?

    • Non condiviso per nulla… Quando anni fa mi parlavano dell’effetto Granillo, ricordo che la prima volta che andai a Reggio rimasi profondamente deluso e parliamo di stagioni in cui la Reggina era molto più seguita. Da allora il fattore ambientale inerente Reggio Calabria non mi ha mai impensierito, semmai in questo stato di cose dovrebbe preoccupare più la Reggina stessa.

  11. Ciao Alessandro, vorrei soffermarmi sul Pampa. Ha firmato e se si credi che sia pronto per disputare uno scampolo di partita? Se non ci fossero né Verdi e il Puccia tutti pensiamo a Croce dietro le punte e chi al suo posto?
    Grazie

    • Per quanto ne so io a Pratali occorre altro tempo per poter pensare di scendere in campo anche perchè non avrebbe senso accelerare i tempi dopo appena nove giornate di campionato. In caso di assenza di entrambi credo anch’io che sarebbe Croce a giocare da trequartista, in tal caso ripeto quanto detto la scorsa settimana: son curioso di vedere Castiglia.

    • Volevo aggiungere una piccola nota a favore di PE e del nuovo link …. grandioso, avete ideato un sito che è ha modificato diametralmente il modo di vivere il calcio ad Empoli, è contemporaneamente la vigilia e il seguito delle partite, è un modo per permettere a chi è lontano di vivere la passione. Non so se in altre piazze ci sia un sito analogo a PE, ma onestamente vi ritengo davvero GRANDI!!!

  12. Oh che novità è questa del mercoledì….
    Alessandro ciao, una domanda semplice semplice: quando sarà pronto Castiglia? Ho molta curiosità di vedere questo giocatore che ho sempre apprezzato.

    • Il giovedì ci sarà “PEnAlty”, meglio distribuire le risorse. Secondo me il suo essere pronto è più un fatto di testa, mentale che non fisico/tecnico/tattico. Quando Sarri riterrà opportuno schierarlo sarà perchè lo ritiene anche pronto ad inserirsi nei meccanismi di una macchina che viaggia bene. Credo che la difficoltà più grande fosse questa. Anche io sono curioso di vederlo all’opera.

  13. Alessandro, dacci una percentuale secondo te su chi giocherà dietro le punte a Reggio.. Pucciarelli o Croce? Nel secondo caso, potremmo vedere Castiglia anzichè Signorelli a centrocampo nel ruolo che più predilige il primo?
    Io credo che l’ex vicenza non abbia mai giocato perchè Sarri un pò è conservativo e un pò lo vede solo lì.. ora che non c’è Croce quante possibilità ci sono che giochi invece dell’usato (abbastanza) sicuro Signorelli?
    Un’ultima chiosa su questo tema. Signorelli ha avuto moltissime possibilità ma mai è stato in grado di impensierire il titolare designato. Che ne pensi? Nel ruolo di Valdifiori, in caso di assenza, meglio Ronaldo? E al posto di Moro, meglio Camillucci?

    • E’ presto per capire chi giocherà, se Pucciarelli riuscirà a recuperare o meno. Chiaro che se gioca lui non ci sono ulteriori aggiustamenti da fare, dovesse invece giocare Croce a quel punto la scelta spetta al mister. Su Castiglia ho appena risposto che secondo me dipenderà da quando si riterrà arrivato il momento giusto per inserirlo nei meccanismi di questa squadra, questo spetta a Sarri e solo a lui. Signorelli sta mancando le proprie occasioni e più il tempo passa meno ne avrà. Continuo a pensare che abbia basi importanti ma deve farne uso per la sua crescita professionale. Ho sempre detto che Ronaldo, per me, è il sostituto naturale di Valdifiori mentre al posto di Moro può giocare Camillucci ma anche Signorelli e pure Castiglia che interpreta bene sia l’interno destro che l’interno sinistro.

  14. Ciao Ale secondo te al giro di Boa con l’ Empoli ancora lassu’ si potrebbe chiedere Saponara in prestito visto che al Milan e’ la 4 scelta ???

    • Non la vedo una strada percorribile. In primo luogo perchè spero vivamente, soprattutto in questo momento, che a Riccardo venga data almeno la possibilità di giocarsi le sue chanches e se giocasse adesso di sicuro non farebbe peggio di quelli attuali. In secondo luogo sarebbe un messaggio decisamente negativo per Pucciarelli e Verdi perchè se l’Empoli fosse ancora lassù lo sarebbe sicuramente anche grazie a loro.

  15. Alessandro non trovi una grande delusione (lo diciamo da appassionati di calcio) questo Pescara partito con grandi ambizioni?
    Ma anche Atzori mi sembra, e tocchiamoci, che stia facendo una bella parabola discendente.

    • Il Pescara ha risposto al di sotto delle aspettative ma non la chiamerei proprio delusione. Si sapeva che con Marino qualche difficoltà difensiva ci sarebbe stata, come si sapeva che un minimo di difficoltà iniziale dopo la retrocessione ci poteva stare. C’è ancora tempo per tutti, figuriamoci per il Pescara. Atzori ha perso qualche treno importante, è vero, ma non credo sia la settimana giusta per parlarne… Le delusioni più grandi, al momento, sono per me rappresentate da Ternana e Padova ma, ripeto, è ancora troppo presto per trarre conclusioni.

    • In tempi non sospetti dissi che mi avrei firmato per 10/12 partite ad altissimo livello, perchè Pratali al 100% è tanta roba in Serie B. Visto che la coppia attualmente titolare sta facendo benissimo ritengo preferibile non forzare i tempi per il rientro del “Pampa”.

  16. Secondo te Sarri avrà avuto l’inteligenza di chiedere lumi a Giampieretti visto che è stato secondo di Atzori fino all’altro ieri?

    • Io credo che Sarri se non sa già vita, morte e miracoli di Atzori poco ci manca… :-). Non saprei se abbia o meno fatto una chiacchierata con Giampieretti, ma al giorno d’oggi non è così essenziale parlare con chi ci ha lavorato in passato. Sarri, al pari di tutti gli altri allenatori, ha già i suoi collaboratori che vivisezionano tutte le gare settimanalmente e sono convinto abbia ben chiaro in testa chi andrà ad affrontare.

  17. Alessandro ti faccio una provocazione, siamo all’ottava ed abbiamo 17 punti, tra due giornate saremo ad un quarto di campionato e da statistica chi è nelle prime due alla decima fa i playoff (quando erano a 6 oggi sono ad 8).
    Se fossimo tra le prime due fra due giornate sarebbe davvero così sbagliato parlare di playoff come obbiettivo?
    Grazie

    • Dipende a chi ti riferisci… Io, per esempio, non ho bisogno di attendere altre due giornate per dire che secondo me l’Empoli disputerà un campionato di vertice. E’ giusto e doveroso, però, fare un passo alla volta: nel mirino ci deve essere il primo traguardo che è la salvezza, poi andiamo oltre com’è successo, in fondo, l’anno scorso. Non è fondamentale assegnarci un obbiettivo ambizioso che finirebbe soltanto per creare aspettative e generare pressioni inutili. Manteniamo un basso profilo.

  18. Come ti è parso Mario Rui contro il Modena? Potrebbe insidiare Hysaj che secondo me per adesso è di gran lunga indietro rispetto allo scorso anno?

    • Sono d’accordo con te e mi è parsa ottima la prestazione di Mario Rui. Non avevo grosse perplessità su di lui eh… Può insidiare il posto ad Hysaj, certo, ma la concorrenza sana alla fine è salutare per la squadra, ben venga!

  19. Mi avete preso in contropiede col cambio di giorno.
    Intanto auguroni per stasera e poi volevo chiederti se secondo te la Reggina è un bene o un male incontrarla in questo momento per loro particolare.
    Grazie e buon lavoro

    • Se non ricordo male ho già risposto in parte a questa domanda dicendo che dal punto di vista psicologico è senza dubbio avvantaggiato l’Empoli rispetto alla Reggina alla quale sono scaduti i bonus di errore. Dover vincere equivale a dire dover fare la partita nella maggior parte dei casi e contro questi avversari gli azzurri hanno sempre fatto bene. Poi è normale che alcuni episodi potranno essere determinanti in positivo o in negativo, ma dovessi scegliere in quali panni mettermi sceglierei quelli dell’Empoli. Grazie per stasera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here