Eccoci arrivati all’appuntamento settimanale in compagnia del collega ed amico Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento “Il Punto”.

Come sempre, con Alessandro, proveremo ad analizzare il momento azzurro a cavallo tra l’ultima gara giocata e quella a venire.

 

A Castellammare, oltre ai tre punti, cercavamo quell’ulteriore prova di maturità di questa squadra. Obbiettivi centrati…

Sì, è vero ed è pure ciò che aveva chiesto Sarri alla squadra nell’immediato dopo partita contro il Varese: la reazione in trasferta che, puntualmente, è arrivata al termine di una gara mai in discussione e ben condotta senza grossi patemi d’animo. Una prova, ulteriore come dici bene te, di maturità”.

penalty (14) 

Discorsi già fatti, è vero, ma la squadra ha impressionato per non aver mai subito “il clima” dentro al campo e sugli spalti. Non cadendo mai in certe provocazioni ed amministrando sempre al meglio la palla…

“L’Empoli ha una squadra di giocatori d’esperienza che certo non si fanno condizionare dall’ambiente in cui giocano, sebbene abbia comunque una linea difensiva giovane. Poi è normale che se andiamo a vedere l’episodio più eclatante e questo vede coinvolto uno dei giocatori più giovani allora diventa un merito pure questo, chiaro il riferimento a quel brutto gesto di Vitale su Laurini. La rosa azzurra non ha nel suo dna istinti rissosi o non ci sono attaccabrighe, che lo facciano gli altri…”.

 

E poi….il centesimo gol di Tavano….

“Come bere un bicchier d’acqua, come rendere semplice e normale un qualcosa che semplice e normale non è. Non era semplice avere quella freddezza a tu per tu con il portiere e non è stata normale l’esultanza di sempre, a dispetto di quelli che si aspettavano chissà quali festeggiamenti, che ha reso quel gol importante come qualsiasi altro, sebbene racchiudesse in sè un significato più ampio, il raggiungimento di un traguardo storico. Eppure, Ciccio, ha fatto tutto con la massima sobrietà, come del resto ci ha abituati negli anni. Sono contento ovviamente per lui, ma era solo questione di tempo…”.

 

Ma anche il primo stagionale di Levan…

“Questo è un altro segnale forte che arriva da Castellammare perchè oltre a far figurare il suo nome nel tabellino dei marcatori, Levan nella circostanza ha mostrato il mix delle sue qualità: esplosività, forza, tecnica. Si è appena spostato dopo la spallata ricevuta da un armadio come Murolo, ha avuto la serenità di controllare il pallone e di colpirlo come meglio non avrebbe potuto piazzandolo dove il portiere non sarebbe mai potuto arrivare. Un gol di straordinaria bellezza per preparazione ed esecuzione e, speriamo, un’iniezione di fiducia e fortuna per l’attaccante georgiano”.

 

Ti voglio stuzzicare. 23 punti dopo undici giornate, ma il secondo posto a questo punto del campionato, guardando alle statistiche delle stagioni di B a 22 squadre, vuol dire almeno playoff. Allora, o questa squadra subirà un clamoroso crollo o davvero si puo’ parlare di Empoli solo in funzione alla salvezza ed alla valorizzazione di alcuni giovani?

“E’ pericoloso lasciarsi andare a proclami come vedo fare in altre piazze dopo 10, 11 giornate. Noi la conosciamo bene questa categoria e sappiamo che dobbiamo tenere i piedi per terra perchè le sorprese sono sempre dietro l’angolo e perchè mollare di un solo centimetro potrebbe significare la perdita della strada maestra. Per quanto mi riguarda non mi sono mai nascosto, ho sempre detto che ritengo l’Empoli una squadra forte che lotterà per traguardi importanti e, pur non chiamando le cose con il loro nome, se dico importanti vuol dire almeno play off. Ciò non significa che lo debba sbandierare o lo debba enfatizzare questo concetto, è una mia convinzione credo anche oggettiva e suffragata dalla media che sta tenendo al momento la squadra. Il cammino è però ancora troppo lungo e l’equilibrio regna ancora sovrano”.

 

Si torna in campo tra due giorni contro un Bari che, a vederlo da fuori, sembra pieno di problemi. Il pericolo potrebbe essere prenderlo sottogamba?

“Non credo che l’Empoli corra questo rischio, non mi pare abbia mai tenuto atteggiamenti tanto presuntuosi da sottovalutare qualche avversario. In più c’è il ricordo ancora vivo della sconfitta dello scorso campionato e sarà un motivo in più per non distrarsi e prendersi la rivincita. Certo, vista da fuori appare una squadra con non pochi problemi, addirittura più debole dello scorso campionato, ma Bari è una piazza ormai, purtroppo, abituata a convivere con svariati problemi e di colpo può avere quel sussulto d’orgoglio”.

 

Leggevo di diverse critiche a questo tecnico, Alberti. Personalmente non lo conosco, ma certo le dimissioni di Gautieri hanno scatenato un effetto domino…

Le dimissioni di Gautieri stanno a significare che di problemi ce ne erano fin dal ritiro precampionato. Nemmeno io conosco Alberti e nemmeno conosco la loro situazione, diventa complicato poter esprimere un giudizio. Possiamo solo dire che Bari è una piazza esigente che un po’ di pressione addosso te la mette“.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi e bocciati dell’ultimo turno di serie B…

Tra i promossi al primo posto ci devo mettere per forza l’Avellino che non finisce di stupire ed è andato a vincere pure a Cittadella. Sta facendo un lavoro straordinario Rastelli ed è lecito e normale che la piazza possa sognare dopo anni di anonimato, rimembrando i fasti degli anni 80 quando i lupi stavano stabilmente in Serie A. Ri-promosso anche il Lanciano, anch’esso sempre atteso da uno stop che puntualmente non arriva. Il colpo di giornata lo ha però fatto il Crotone vincendo a Terni e frenando i timidi segnali di ripresa della Ternana. Non vedo bocciati particolari in una giornata relativamente tranquilla che ha fatto più rumore per i meriti delle appena citate che non per i demeriti di qualcuno”.

 

 

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteL'arbitro di Empoli-Bari
Articolo successivoNews da Bari
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

53 Commenti

  1. stiamo facendo un ottimo lavoro, non credi che dovremmo dare un po più spazio alle seconde liee. per fare tirare il fiato a qualche elemento.
    buon lavoro

    • No, sono contrario per principio a questo modo di fare. Spazio alle cosiddette seconde linee solo se qualcuno è indisponibile. Grazie.

  2. Ciao Alessandro, non credi che Ciccio meriti una premiazione sotto la Maratona? E’ da sabato che cerco di dare lo spunto affichè ciò avvenga; sarebbe un bel regalo al ragazzo e a quei tifosi che sono da sempre vicini a questi colori!!! Il cuore azzurro batte forte in Maratona!!!!

    • Sono tutti tifosi dell’Empoli quelli che sono al “Castellani”, anche quelli della tribuna. Credo che un premio ricevuto per un traguardo del genere suggerisca a Tavano di fare un bel giro di campo per condividere la sua gioia con tutto lo stadio. Poi, certo, il bagno di folla che riceverà dalla Maratona sarà probabilmente più caloroso rispetto agli altri settori e sarebbe anche giusto intrattenersi di più con coloro che portano i colori in ogni parte d’Italia.

    • L’ho sottolineato in trasmissione sabato scorso, dicendo che evidentemente avevano visto giusto i dirigenti azzurri. Per quanto riguarda il Lanciano, a questo punto aspettiamo il 17 novembre e gli misuriamo la pressione… 🙂

      • 2000-2001 RONDINELLA C2 8
        2001-2002 MONTEVARCHI CALCIO C2 esonerato
        2003-2004 CARRARESE CALCIO C2 esonerato
        2004-2005 Inattivo – n.d.
        2005-2006 F.C. SUD TIROL C2 4
        2006-2007 ANCONA CALCIO C1 esonerato
        2007-2008 A.C. SIENA SG
        07/2008-10/2008 A.C. SIENA SG
        10/2008-11/2008 A.C. SIENA A esonerato
        11/2008-08/2009 A.C. SIENA SG
        2009-2010 A.C. SIENA SG
        2010-10/2010 U.S. CREMONESE C1 esonerato
        2011-2012 F.C. JUVENTUS SG
        2012-2013 F.C. JUVENTUS SG
        2013-2014 VIRTUS LANCIANO B

        certo marcello vide giusto quando scelse sarri al posto di baroni…poi se quest’anno non verrà esonerato, finqui è stata una costante…mi ricrederò!

        • Ti ricordo che anche Sarri arrivò ad Empoli tra lo scetticismo generale, bollato come “pluriesonerato”. Non mi interessa che tu mi dica eventualmente che non eri tra quelli perchè non è questo il punto. A me questo schema non mi dice proprio nulla perchè ci sono curriculum ben peggiori di allenatori italiani che puntualmente riescono a trovare panchina. Evidentemente Baroni ha trovato un ambiente ideale nel quale lavorare, ha trovato un gruppo consono al suo modo di fare calcio, ha trovato chissà che cosa ma sta di fatto che è primo in classifica con una squadra più che normale.

  3. Alessandro volevo chiederti questo. È vero che ha giocato poco e nelle pagelle qui si PE non gli è stato dato voto ma io in quel poco l’ho visto male, parlo di Verdi.
    Sta secondo te accusando il sorpasso di Pucciarelli?

    • E’ probabile che stia soffrendo la competizione, ma non te lo saprei dire con certezza. Di solito si tende a fare uno più uno in questi casi ma non sempre si riesce ad inquadrare il problema. E’ vero, a Castellammare non ha fatto bene ma può dipendere da più fattori. Tocca al mister capire se il problema di Verdi possa veramente essere quello che dici tu e, casomai, lavorarci su.

  4. ma perche’ Toneli non rinnova ?? credo che vada blindato subito essendo a mio avviso uno dei difensori piu’ forti della cadetteria …Ciao Ale e grazie sempre x la tua competenza

    • Non essere ansioso, non c’è nessuna fretta visto che mi risulta in scadenza nel 2015. Non lo considero affatto un problema questo. Grazie a te.

  5. Bè io credo che fra i promossi ci sia posto anche per Corallone….lasciamo perdere le vicissitudini dall’arrivo di Maccarone…..(Io ho sempre pensato che le problematiche dei giocatori con la societa’debbano essere fatti loro e non dei tifosi)….Dopo 2 annate costellate da gravi infortuni è tornato a timbrare il cartellino e son sicuro che durante la stagione lo fara’ con frequenza…….Come ti avevo detto settimana scorsa io guarderò per fare un raffronto,solo i punti che faremo dalla 10cima alla fine del girone di andata…..direi che siamo in media….6 punti su 6….

    • Ognuno si fa le sue tabelle :-). Su Coralli hai fatto bene a citarlo, ma se dovessi farlo io tra società, squadre, allenatori e giocatori, ogni settimana i “promossi e bocciati” diventerebbe un articolo a parte! Qualcosa mi perdo di sicuro.

    • Mai fidarsi… Però penso che siano più preoccupati loro di affrontare l’Empoli che non viceversa. Sarà comunque una partita che avrà la sua storia e che dovrà essere interpretata nel migliore dei modi. Non so quale sia la loro problematica maggiore, lo vedremo venerdì.

  6. Alessandro mi è piaciuta molto la tua disamina dela juve stabia che facesti a penaty, dicendo palesemente che non la temevi. Per il Bari?

    • E’ rischiosissimo sbilanciarsi prima delle partite perchè poi c’è sempre quello pronto a rinfacciare quello che era stato detto. Non sempre mi sento di farlo e nemmeno voglio prenderlo come appuntamento fisso :-). Per il Bari… Ne parliamo domani sera eheh, lo devo ancora inquadrare e la cosa non è semplice.

  7. ritirare la maglia di Tavano no per favore.
    Mio figlio sogna di avere alle spalle il suo numero 10 quando giocherà nell’Empoli e non mi sembra giusto togliergli questo sogno già a 6 anni…. che poi ci penserà il tempo a riportarlo con i piedi per terra….

    • Ma l’ho detto, il gol di Levan è un mix delle sue caratteristiche: esplosività, forza, tecnica. Si dice che “una rondine non fa primavera”, aspettiamo la seconda e poi la terza, la quarta… Shekiladze è lì, fa parte di questa rosa, dipenderà anche da lui riuscire a ritagliarsi qualche scampolo.

  8. Carli ha detto che non si muoverà nessuno a gennaio. E per nessuno intende anche Shekiladze (detto da lui) perchè a detta sua “crediamo moltissimo in questo giocatore”.
    Ok. mi fa piacere che ci crediamo moltissimo, ma perchè insistere con questa linea (tenerlo in squadra per forza) anzichè mandarlo in prestito in qualche legapro?

    Abbiamo visto che con Pucciarelli, per esempio, ha funzionato.

    Rischiamo di far perdere inutile tempo ad un giocatore in cui crediamo moltissimo.

    Per di più abbiamo Pucciarelli che è praticamente una punta, quindi come parco attaccanti abbiamo Mac, Tavano, Pucciarelli, M’chelidze. Solo dopo i 4 viene Shekiladze. Credo meriti una chance, anche se per metà stagione.. Qualcuno dovrà pur misurargli la febbre a questo giovane?

    grazie

    Saluti

    • giusto lo penso anche io, però la solita cosa vale anche per signorelli . gli manca tanto la sicurezza che troverebbe sicuramente con una stagione in lega pro

    • Per le società non è sempre facile scegliere cosa fare con i propri giovani. Non sta scritto da nessuna parte che mandando in prestito il giocatore X sia un bene piuttosto che un male. Io non conosco così bene Shekiladze da poter dire che potrebbe giovargli, non lo conosco caratterialmente, non conosco la sua storia e le sue difficoltà incontrate in Italia. Forse la società ritiene che abbia più possibilità di crescere stando in un gruppo e in un ambiente del genere piuttosto che mandarlo in chissà quale squadra di Lega Pro con il rischio che venga disperso il suo talento. Lo chiederemo a Carli quando verrà ospite a “PEnAlty” ed analizzeremo la situazione a tutto tondo, non credo passeranno molte settimane. Non sono nemmeno del tutto d’accordo sul fatto che stiamo al riparo da sorprese in attacco. Bastano una squalifica ed un’infortunio per essere corti e fino a quando non potremo dire che Mchedlidze avrà definitivamente risolto i problemi che lo hanno segnato in questi anni io non sarò tranquillo.

    • Certo che concordo, com’era stato tra i migliori contro il Varese. Vincent sta bene, è in un momento di forma eccellente ed è migliorato tantissimo soprattutto in fase difensiva. Un grande acquisto, è vero.

  9. a seguito dell’intervista di carli sul mercato di gennaio, non credi che le sue parole siano di circostanza? Shekiladze, mario rui, camillucci, romeo, ronaldo secondo te chiederanno la cessione?

    • Non posso sapere cosa potranno chiedere i giocatori che citi. L’unico che potrebbe chiedere la cessione, secondo me, potrebbe essere Romeo. Per gli altri non ne vedo la ragione.

  10. Volevo chiederti anche io di Ronaldo che anche tu in estate definisti un valido elemento. Mi sembra ai margini.
    Giovedì prossimo avrete Tavano a penalty?

    • Lo definii un elemento valido perchè questo vidi. Non è ai margini, è parte integrante di una rosa che al momento presenta una formazione titolare collaudata nella quale non è semplice trovare posto. Arriverà il suo momento, l’importante è saper aspettare il proprio momento. Gli ospiti di “PEnAlty” vengono decisi di concerto con la società ed in base alle esigenze dei giocatori stessi, non lo so se ci sarà Tavano giovedì prossimo ma prima o poi lo avremo.

  11. Buonasera sig. Alessandro Marinai, è la prima volta che le scrivo ma la seguo da molto e le faccio grandi complimenti. Complimenti anche per la nuova trasmissione che, vivendo a Perugia da due anni, seguo in streaming.
    Le volevo chiedere un giudizio complessivo su questo nuovo corso azzurro che con la dipartita sportiva di Vitale ha dato un senso di novità e di quella leggerezza. Carli è molto bravo, ci mette la faccia e sta facendo scelte giuste. Sarri l’uomo giusto al posto giusto.

    • Grazie per i complimenti. L’addio di Vitale e la promozione di Carli hanno senza dubbio significato un nuovo corso per l’Empoli. Sono cambiate diverse cose (in meglio), è cambiato il clima, sono cambiati i rapporti. Uno dei grossi meriti di Carli è stato a mio avviso proprio quello di voler instaurare un rapporto diverso con l’esterno, avvalendosi ovviamente della stampa con la quale si rapporta in maniera più semplice e aperta rispetto a quanto faceva Vitale. Questione di caratteri, di diverse vedute sul come comunicare. Forse Marcello, essendo anche più giovane, ha capito di dover arrivare al cuore dei tifosi in maniera diversa. In tutto questo c’è stato bisogno anche di un pizzico di fortuna che non guasta mai, il jolly è stato riuscire a non esonerare Sarri dopo la sconfitta con l’Ascoli l’anno scorso. Tutti i tasselli sono andati al loro posto, la serenità acquisita ha contribuito a mettere in risalto il lavoro ed il valore delle persone ed oggi l’Empoli si trova a camminare verso un sogno. Ancora lontano, ma sempre di sogno si tratta.

  12. Alessandro cosa ne pensi di questa secondo parte di girone di andata, più semplice o più difficile di quello già fatto?

    • Non credo ci saranno differenze sostanziali, il coefficiente di difficoltà sarà più o meno lo stesso. Però non vedo l’ora di giocare contro il Lanciano…

    • Non è una novità che non ti sia simpatico, pertanto mi viene d’istinto domandarmi perchè continui a chiedere la mia opinione… E’ normale che ti risponda per come sono fatto, non potrei rispondere per come piacerebbe a te che rispondessi e ciò non significa essere unti dal Signore… Non ho la pretesa di dover piacere a tutti, ci mancherebbe.

  13. Alessandro ho appena letto di Moro e che Signorelli è in pole per sostituirlo. Siamo sicuri, anche tu mandaresti dentro Signorelli??

    • Se Sarri ritiene che possa dare ciò di cui ha bisogno la squadra sì. Mica è la prima volta che Signorelli gioca titolare :-). Diciamo che, qualora dovesse essere lui il prescelto, sarà un’ulteriore occasione per mettersi in luce. Magari farà pure gol…

  14. Come Paolo anche io sarei x una scelta diversa da Signorelli se davvero Moro non c’è la facesse: Cstiglia?
    Alessandro chi temi del Bari?

    • E’ una squadra strana il Bari, dovremmo essere all’interno per capire se è successo qualcosa perchè nelle prime 6 giornate avevano raccolto 11 punti, vincendo tre gare di fila contro Modena, Pescara e Palermo… Poi ha iniziato a perdere fino a sabato scorso quando è riuscito nel finale a raggiungere un pareggio insperato. C’è da dire che non è mai crollato, quando ha perso lo ha sempre fatto di misura. Altro dato da tenere in considerazione sono i giovani interessanti che ha in rosa che lasciavano prevedere un altro tipo di campionato. Sciaudone e Fedato fecero un bel campionato l’anno scorso, Sabelli era sulla bocca di molti e Fossati (ad Ascoli) a detta di molti fu il miglior giovane della B. Per non dimenticare Romizi (a segno ad Empoli l’anno scorso) che in prospettiva sarebbe dovuto diventare un giocatore interessante. Insomma, nel complesso una squadra interessante che sta avendo qualche contrattempo di troppo e si parla anche di qualche malumore all’interno.

  15. Alessandro ciao 6un grande!ma secondo te ronaldo e camillucci non chiederanno loro di essere ceduti?non li hai nominati forse per te saranno i futuri titolari?

    • Non li ho nominati a ragione e mi spiego: rimango dell’idea che Ronaldo abbia delle qualità e non scopro certo io che quelle caratteristiche le ha solo lui tra le seconde linee. Secondo me in questo gruppo può crescere e qualora si presentasse l’opportunità potrà dare anche il suo contributo. E’ giovane, di prospettiva, farei sinceramente fatica a comprendere una sua richiesta di cessione. Per Camillucci non faccio altro che seguire le sua volontà, in estate ha fatto di tutto per rimanere qua pur avendo la possibilità di partire e ne abbiamo parlato più volte. Perchè partire allora a gennaio? E’ vero che nel calcio le cose cambiano velocemente ma sinceramente ritenevo più logica una scelta del genere nell’estate scorsa. Non penso siano i futuri titolari, è dura togliere il posto a quelli di adesso.

  16. La simpatia non c e ma fa parte della sfera emotiva! Se poi è reciproca me ne faccio una ragione. La stima per le tue qualità professionali e dettata dalla mia parte razionale non capisco perché non si possa avere un confronto! Il mio vokeva essere solo un grosso complimento alla società che in quella circostanza ha scelto varenne, affaticato, ma sempre con doti importanti dimostrate in alcune circostanze (sangiovannese Pescara Alessandria e Sorrento esonerato in terza posizione con media punti/partita di 1,86) e non un puledro che non è riuscito nelle varie esperienze se non in quelle di settore giovanile, magari un giorno diventerà il nuovo varenne
    @antonio il tuo giudizio credo fosse riferito a me, ti faccio presente che il confronto anche se aspro e meglio dell’omologazione culturale! Mi dispiace in certi caso il silenzio e d’oro

    • Scusami eh… Se io rispondo ad un altro tifoso commentando il lavoro di Baroni e dicendo che “evidentemente la società aveva visto giusto”, di fatto esaltando le qualità dello stesso Baroni e tu mi spiattelli il suo curriculum costellato da esoneri cosa dovrei pensare? Tu dici che volevi rimarcare la bontà della scelta societaria, io posso anche averlo interpretato come una critica a me per quanto precedentemente sostenuto su Baroni. Non sono così bravo come te a capire il tono usato in un commento scritto su internet :-). Forse sono stato brusco nel dire che “non mi interessa che tu mi dica che non eri tra quelli che avevano bollato Sarri come pluriesonerato”, ma non voleva essere aggressivo o polemico bensì una premessa perchè succede spesso che poi arriva quello che dice “io non l’avevo detto”. Non devi poi parlare a me di Sarri e ricordarmi quello che ha fatto, io sono stato tra i pochissimi a sposare e sostenere la scelta della società perchè ho avuto modo di seguirlo nelle precedenti esperienze prima di Empoli. Questa è storia, verificabile andando a ritroso. E lo dico solo per chiarire che mi tengo dieci volte Sarri e lascio Baroni dov’è, facendogli comunque i complimenti per quanto sta facendo.

  17. Visto che la tastiera crea equivoci vorrà dire che la prossima volta telefonerò durante la trasmissione(ci stava l occhiolino smile ma non riesco a farlo)!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here