Eccoci arrivati all’abituale appuntamento settimanale in compagnia del collega Alessandro Marinai per la rubrica di approfondimento “Il Punto”.

Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento degli azzurri a cavallo tra l’ultimo match giocato e quello a venire.

La rubrica “Il Punto” si prenderà, dopo oggi, due settimane di riposo, tornando mercoledì 8 gennaio 2014.

 

Alessandro buongiorno. Con il Cesena è arrivato il terzo pari consecutivo ed ancora una volta le chiavi di lettura, fermo restando l’ennesima bella prestazione, si sprecano…

“Per quanto mi riguarda ce ne sono poche di chiavi di lettura: l’Empoli meritava di vincere e basta. Contro una squadra che ha badato solo a difendersi, senza tirare mai in porta, gli azzurri sono stati capaci di costruire 5/6 palle gol nitide, non concretizzate per puro caso. Rimane il rammarico soltanto per il risultato, sarei stato preoccupato se le occasioni non fossero state costruite, non lo sono per gli errori sotto porta, sono cose che capitano”.

 

marinaiUn brutto Cesena che però è stato efficace. Dovremmo abituarci a questi atteggiamenti?

“Noi siamo già abituati a questi atteggiamenti e dico che sono contento di seguire settimanalmente l’Empoli. Se ti ricordi, giovedì scorso, durante la trasmissione “PEnAlty”, al collega di Cesena chiesi soltanto se il pubblico si divertiva a veder giocare la propria squadra perchè mi ero prefigurato una simile identità dei bianconeri. Era una domanda anche provocatoria chiaramente, il Cesena visto ad Empoli ha confermato di essere una squadra noiosa, poco divertente, sebbene abbia la “scusante” di essere venuta qua con il chiaro intento di portare a casa lo 0-0 che, con un pizzico di fortuna, è riuscita ad ottenere. E pensare che avrebbe anche giocatori interessanti per cercare di esprimere un altro tipo di calcio…”.

 

Domanda da un milione di dollari, influenzata dalla gara di sabato scorso: vale ancora la pena ostinarsi a giocare col trequartista?

“Perchè sono migliorate le cose con il 4-3-3 nella parte finale? Da sempre sostengo che questa squadra, con questi due attaccanti, non possa attuare un sistema di gioco diverso per vari motivi. Si può discutere sul fatto che ci sia o meno un vero trequartista in rosa oppure se sia giusto giocare con Tavano e Maccarone. Sulla seconda considerazione non perdo nemmeno tempo, anche se qualcuno non esiterebbe a lasciare fuori uno dei due, almeno così sento e leggo… Non vedo onestamente nemmeno il problema del trequartista, siamo a parlare di una gara che è finita 0-0 per casualità”.

 

Bene Hysaj, ma Mario Rui ha forse qualcosa in più in questo momento…

“Potessimo fonderli insieme probabilmente otterremmo il miglior terzino sinistro d’Europa ma ciò non è possibile. Mario Rui ha qualcosa in più? Forse, ma non ne sono poi così convinto. Tra i due, nel complesso, ci sono differenze sottili che diventano più marcate a seconda di quale fase di gara pensiamo: Hysaj infonde più sicurezza quando parliamo di fase difensiva mentre Mario Rui riempie più gli occhi quando parliamo di fase offensiva. Dipende dal tipo di gara che si vuol fare, dal tipo di avversario. Al tifoso piace di più l’irruenza e l’esplosività del portoghese, ma un allenatore deve pensare agli equilibri”.

 

E adesso Novara, dove non troveremo Aglietti ma troveremo una squadra che ha voglia di raddrizzare un avvio di stagione non all’altezza…

“Una squadra che con Calori sembra aver rimesso in sesto alcune cose a giudicare dagli ultimi risultati. Quella del Novara è senz’altro una rosa importante e non è facile per noi capire cosa possa essere successo in precedenza con Aglietti. Credo che proveranno a vincere ma con giudizio, saranno determinanti gli episodi”.

 

L’Empoli, sia chiaro, non ha particolari obblighi, ma per restare lassù, serviranno i tre punti…

“Lassù sarà importante esserci quando conterà… Se a Novara l’Empoli non dovesse vincere non cambierebbe nulla, ci potrebbe stare, ma al contrario se invece dovesse ottenere tre punti sarebbe una molla non indifferente prima della lunga sosta. Non dobbiamo farci prendere da frenesie in questo momento, la squadra ha dimostrato di essere viva e non esiste motivo alcuno di metterle pressione addosso. Se dopo tre pareggi consecutivi sei ancora secondo è evidente che c’è tanto equilibrio e questo può essere solo spezzato dalla qualità che alla lunga verrà inevitabilmente fuori. E l’Empoli di qualità ne ha molta…”.

 

Chiudiamo come sempre con i promossi e bocciati dell’ultimo turno di B…

“Promuovo Calori, proprio il tecnico del Novara, che è riuscito a restituire serenità ad un gruppo che probabilmente aveva smarrito la strada. Promuovo anche il Crotone, una vittoria pesante quella ottenuta a Latina contro una squadra che stava facendo ottime cose. E poi il Palermo per essersi preso la testa della classifica, chiaro no? Tra i bocciati il Modena che pare aver intrapreso una brutta strada e la dirigenza dello Spezia alle prese con l’ennesimo ribaltone societario e tecnico. Adesso vedremo di che pasta è fatto Mangia…”.

 

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteF. Corsi: "Torneremo alla vittoria"
Articolo successivoDa Novara…parla l'ex Buzzegoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

66 Commenti

  1. Ciao Alessandro
    Tralasciando l’aspetto sportivo (da te ampiamente dibattuto)e considerando la nuova legge fianziaria (la parte che riguarda i nuovi stadi)…. credi che potremmo vedere a Empoli uno nuovo Castellani senza la pista d’atletica? Il Presidente si è espresso a più riprese in tal senso, ma avere un Empoli Stadium mi intrigherebbe e non poco.

    • Sarebbe bello uno stadio all’inglese, senza pista, ma chi paga? Chi finanzia l’opera? Sono sincero: parlare di uno stadio nuovo in questo momento, con tutti i problemi che hanno le famiglie e l’Italia in generale, mi crea un po’ di imbarazzo.

  2. Ciao Alessandro, leggo su alcuni quotidiani nazionali che si parla di mini crisi. Quella parola è ovviamente sbagliata, ma di certo se l’Empoli fosse in corsa per la A sta buttando via diversi punti. Cosa ne pensi?
    Che interventi faresti a gennaio?

    • Io non considero buttati via i due punti con il Cesena perchè l’Empoli ha provato a farli suoi creando i presupposti. Sono due punti che mancano, certo, ma che non son venuti per errori che nella logica non dovrebbero esserci. Non capiterà spesso di essere così imprecisi sotto porta. Mi infastidisce non aver vinto con il Cesena, ma mi provoca più fastidio il pareggio di Crotone. Magari sbaglio, ma è la sensazione che mi è rimasta addosso e non posso farci nulla. Nessun intervento farei a gennaio, per me la squadra non presenta grosse lacune anche se è sempre meglio restare vigili per cogliere un eventuale affare che potrebbe capitare.

  3. la fase difensiva di Hysaj io la vedo inferiore a quella di Marione Rui. hysaj ogni volta che lo puntano nn ci capisce nulla e sta troppo distante all avversario. vabbene temporeggiare ma quando l’avversario e’ in area di rigore non puoi stargli a 2 metri

    • Io parlo per attitudine, se poi è in un momento di scarsa forma è un altro discorso. Non mi pare comunque che Mario Rui eccella da questo punto di vista.

  4. Mancano tre partite alla fine del girone di andata. Due peraltro in trasferta. Che bottino ti aspetti da parte degli azzurri? La gara di Pescara, visto che non ne parlaretef fermandovi per le feste, come la giudichi?

    • Novara e Pescara sono due trasferte difficilissime allo stesso modo di come per loro saranno gare casalinghe impegnative. L’Empoli se la può giocare con chiunque anche se in questo momento, per queste sfide di cui stiamo parlando, vedo equilibrio e potrebbe succedere di tutto. E’ chiaro che prima di Pescara ci sono due gare e potrebbe influire ciò che le due squadre riusciranno a cogliere prima. Potrebbe rivelarsi una sfida molto, molto importante per le ambizioni di entrambe.

  5. Dalla tua risposta su Hysaj faresti capire che a Novara andresti con lui dal primo minuto, è cosi?
    Temi i gol beffa di Coralli e Dumitru nella partita del 26?

    • Sì, assolutamente con Hysaj dal primo minuto. Con tutto il rispetto che ho per il Cittadella, ma non voglio prendere in considerazione un risultato diverso dalla vittoria il 26. Questione di ambizioni…

  6. Ale, confronta la formazione del Novara con la nostra. La rosa del Novara con la nostra: Te la senti di dire che l’Empoli è superiore tecnicamente? Grazie.

    • L’ho già detto in altre occasioni: per me l’Empoli ha la rosa più forte di tutti, quindi anche del Novara. Avere la rosa più forte non significa però vincere il campionato.

  7. Alessandro ti faccio una domanda scema, da una che non è certo una tecnica, ma è quello che mi arriva: come mai quando abbiamo palla le nostre azioni sono infinite e nessuno tira mai in porta?

    • E’ un problema vecchio, purtroppo questa squadra non ha nelle sue corde il tiro dalla distanza e spesso si finisce con il voler entrare in porta col pallone. E’ un aspetto difficilmente migliorabile, secondo me, con questi giocatori.

      • Mi permetto di intromettermi… è vero quello che dici Alessandro, ma non ho mai visto agli allenamenti provare sessioni di tiri da lontano. Basterebbe che alla fine degli allenamenti si trattenessero 3-4 calciatori + un portiere e provare tiri da lontano.

        • Se basterebbe non lo so, potrebbero farlo, questo sì, ma credo sia inutile aggiustare la mira se come indole non hai il tiro dentro di te.

    • No, non mi sembra anche perchè non mi pongo il problema. Rimango dell’idea che quando una squadra fa quello che deve fare l’arbitro diventa un aspetto marginale.

    • Non lo so, non ho avuto nemmeno modo di rivederlo e sinceramente mi interessa il giusto… Siamo reduci da una partita in cui un giocatore dell’Empoli ha sbagliato un gol a porta vuota e mi dovrei preoccupare se c’era o non c’era un calcio di rigore? Non rientra nel mio modo di pensare. Grazie e buone feste anche a te!

  8. Secondo te Alessandro quessta squadra ha le caratteristiche tecnico/psicologiche per arrivare fino in fondo? Qui tutti, mi riferisco ai dirigenti ed al mister, non fanno che ripetere la storiella dei 51 punti, lo fanno secondo me perchè sanno che non ce la faremo

    • Anche l’anno scorso ripetevano lo stesso concetto fino alla noia, eppure la A è svanita per un soffio… Non penso proprio lo facciano per il motivo che dici, ma semplicemente per non alimentare aspettative e pressioni che potrebbero diventare deleterie a lungo andare. Mi chiedo anche una cosa: ma perchè è così importante il dire o non dire che l’obbiettivo sono i 51 punti? Che cosa cambia nella mente di un tifoso se lui stesso ha la convinzione di potersela giocare fino in fondo?

  9. Alessandro intanto buon natale e complimentoni per questa bella rubrica.
    senti ma te, a gennaio non lo manderesti a giocare il Pelagotti?
    Poi ti volevo chiedere se non sarebbe il caso di mandare via anche i due giorgiani che tanto fanno poco o nulla. Grazie

    • Se mandi a giocare Pelagotti poi rischi di non avere il portiere di riserva… Se lui non ha problemi a fare il secondo non vedo questa necessità che, semmai, andava perfezionata nelle stagioni precedenti. Su Levan deciderà la società cosa sarà meglio fare, su Shekiladze confesso di essere un po’ in imbarazzo a parlarne perchè alla resa dei conti non lo conosco… Gli ho visto solo fare qualche amichevole e nulla di più, quindi non saprei.

  10. Alessandro, qui la vedete tutti rosa, si gioca bene, non ci dice culo, continuando così non avremo problemi etc..
    Io mi permetto di non essere d’accordo, primo il modulo 4-3-1-2 prevede il trequartista, ed il nostro mister insiste con il Puccia che di trequartista non ha proprio nulla, essendo una seconda punta (nemmeno poi così male), quindi ci portiamo dietro questo errore da ormai troppe partite ed in campo si paga caro, siamo in debito di ossigeno e nemmeno di poco visto che continuiamo imperterriti a far giocare sempre gli stessi giocatori, tutti a criticare Miche, che quando va bene gioca gli ultimi 10 minuti e ci si aspetta che risolva le partite, abbiamo tesserato il pampa che potrebbe essere una grande risorsa per il nostro campionato a venire, e non si è visto nemmeno per un minuto, sarà anche come dite voi…..
    Ultimo pensiero sul nostro mister, ha indubbiamente dei meriti, ma la cocciutaggine non gli farà mai fare quel salto di qualità che potrebbe far diventare grande lui e la squadra, come al solito spero di sbagliarmi ma la vedo dura

    • Mi scrivi per favore la formazione che schiereresti tu e con quale modulo e perchè? Così giusto per capire… Perchè mi dici che Pucciarelli non è un trequartista, che Levan non può giocare solo dieci minuti, che Pratali deve giocare, che questo modulo non va bene… La critica per essere costruttiva deve avere anche delle proposte alternative, per questo te lo chiedo, per avere un’idea di partenza per intavolare un confronto nel rispetto delle idee di ognuno 🙂

      • Io la mia formazione l’ho già data da molto tempo.
        Qualche volta farei giocare il Puccia da seconda punta e dal primo minuto, lo stesso con Miche, prima punta e dal primo minuto, se i vecchietti saltano qualche partita alternandosi ne guadagnerebbero loro e la squadra, visto che così potrebbero mantenere la freschezza atletica per tutto il campionato, darei minutaggio a Ronaldo, Castiglia ed anche a Barba che tecnicamente potrebbero dare un grande apporto alternando i titolari, inizierei ad inserire anche il Pampa che se tornasse ai suoi livelli nel ritorno potrebbe fare la differenza.
        Insomma cercherei di creare un vero gruppo che potrebbe lottare per il campionato con meno stress psichico e fisico ed arrivare al momento del dunque molto più fresco, motivato e soprattutto molto più compatto.
        Se c’è qualcuno che pensa di arrivare in fondo e lottare per la A in un campionato di 42 partite con 12/13 giocatori come sta accadendo adesso è bene che vada a vedere un altro sport, i campionati si vincono con le rose ampie e non lo dico certo io, ma lo dicono i campionati passati di A e B, cosi come sta facendo il nostro mister alla fine arriva il conto da pagare, statene certi.

        • Io rispetto la tua idea, ma non la condivido e ciò non significa che abbia ragione io, ci mancherebbe. Io, per esempio, non alternerei mai per scelta Tavano e Maccarone e quello che vorresti fare tu con i centrali di difesa è lontano anni luce dalla mia concezione… Dubito che tu avresti il tempo materiale per farli giocare tutti quei difensori. Questo è un gruppo vero, se qualcuno non sta bene chiederà di essere ceduto e la società lo accontenterà, ma non mi risultano mal di pancia. La rosa è fin troppo ampia, sarebbe sufficiente averne due per ruolo, ma se la società riesce a supportarli e i giocatori non creano problemi va bene così. Non mi hai spiegato con quale modulo giocheresti, come scioglieresti il nodo del trequartista… 🙂

          • Nemmeno io alternerei Tavano e Maccarone per scelta, ma per preservarli dallo scoppio fisico che secondo me è già un pò arrivato.
            Insisterei su Verdi che come caretteristiche è senz’altro più trequartista del Puccia, e come detto nel precedente commento farei giocare quest’ultimo da seconda punta alternadolo ai vecchietti.

          • Io continuo a non capire… Credevo criticassi il modulo con il trequartista e poi mi dici di insistere di più su Verdi… Comunque potremmo parlare all’infinito perchè non sarò mai d’accordo con te sul fatto di alternare quelli che tu chiami “vecchietti”. Mi permetto di far notare che se l’Empoli si trova in quella posizione di classifica e se ha sfiorato la Serie A per un soffio l’anno scorso un bel grazie lo deve dire proprio a quei vecchietti…

  11. Buonasera Marinai, volevo farti questo tipo di domanda:
    Ma provare Croce dietro le punte o lo stesso verdi e mettere Pucciarelli a fare l’interno a sinistra, ruolo secondo me e non solo a lui più congeniale.
    Grazie mille per la risposta

    • Croce trequartista è una soluzione di emergenza già provata, ma Pucciarelli interno a sinistra io non riesco proprio a vederlo.

  12. Alessandro che idea ti stai facendo di quest’sltra ondata del calcioscommesse? non ne usciremo mai…e le due gare dell’Empoli?
    Un bambino di oggi non potrà mai innamorarsi come un ragazzo degli anni 80 di questo sport

    • Visto che stanno indagando da due anni, a questo punto potevano aspettare a pubblicare un elenco di partite sospette e proseguire nelle indagini per arrivare a conclusioni certe. Non capisco a che pro far uscire tutto ora, boh… Il mondo del calcio è solo lo specchio della società di oggi: dove ci sono tanti soldi arriva inevitabilmente la criminalità e con i mezzi che ci sono diventa quasi impossibile riuscire a parare tutto. Le due partite dell’Empoli mi preoccupano meno di zero, quella col Modena è in elenco perchè hanno intercettato Bellucci (e solo lui), intercettato per svariate altre gare; quella con il Cittadella fa parte di un’intera giornata di campionato, quindi sarebbero tutte coinvolte.

  13. Ciao Ale a chi metteresti a centrocampo a novara ??? ma secondo te le squadre avversarie hanno paura dell’ empoli capolista o dell’ empoli squadra visto che vengono a difendersi in 10 …secondo te ora che siamo secondi verrano sempre e cmq a difendersi in 10 ?????

    • Non essendo l’allenatore dell’Empoli e, di conseguenza, non conoscendo lo stato di forma e soprattutto di utilità di un giocatore piuttosto che un altro, posso dirti quelli che credo scenderanno in campo ovvero Signorelli spostato in mezzo e Castiglia interno. Gli avversari temono l’Empoli per quello che è, non perchè è primo o secondo in classifica e a difendersi in 10 verranno anche se l’Empoli dovesse scivolare al quarto o quinto posto.

  14. Alessandro ti appreziamo soprattutto per la tua grande schiettezza ed allora ti chiedo una risposta sincera anche per capire poi come dovremmo valutare certe cose.
    Questa squadra, per andare in serie A, perche noi si vuole andare in serie A e ci piace anche poco questo atteggiamento sempre a tirare indietro la gamba (mi riferisco alle dichiarazioni di taluni dirigenti), a gennaio deve fare qualcosa o no?
    Grazie e forza empoli sempre e comunque

    • Quando una dirigenza è chiamata a fare qualcosa spesso è per migliorare. Io sinceramente non so come migliorare questa squadra, in difesa è a posto e a centrocampo pure (ricordiamo che un rinforzo sarà, paradossalmente, il capitano). Forse, e dico forse, un attaccante di scorta, di prestanza fisica, potrebbe far comodo ma solo a determinate condizioni e con determinate caratteristiche.

  15. Tu dici giustamente che anche la partita di Cesena è finita in parità ma l’Empoli di fatto non ha soltanto trovato il gol. Non ti sembra pero’ che i nostri attaccanti ultimamente stiano siupando un po troppo. Anche Signorelli dopo due ottime partite è tornato a fare il compitino.

    • E se gli attaccanti sbagliano più del dovuto in questo periodo cosa dobbiamo fare? Qual è la medicina? Per come ragiono io gli errori ci stanno da parte di tutti, per questo non mi infervoro contro gli arbitri come fanno altri… Sarei più preoccupato se la squadra non costruisse, invece i numeri danno sempre ragione agli azzurri e i gol arriveranno. Signorelli per me è stato più che sufficiente contro il Cesena.

  16. Credo che dopo aver messo alla prova diverse volte la nostra difesa,con le assenze di Laurinì,Rugani,Tonelli,Hisaj e con quella di Pratali che ancora non viene preso in considerazione da mr.Sarri,ne venga fuori un quadro estremamente positivo,visto i risultati conseguiti e che al momento siamo una delle migliori difese(sicuramente la migliore per la media dell’età)……Probabilmente prima o poi succedera’ anche all’attacco di far vedere che, nonostante la grandezza dei nostri 2 bomber,ci sono ragazzi che li possono sostituire in caso di lievi malanni(per carita’ lievissimi…anzi speriamo che nemmeno ci siano questi malanni),scadimento “esagerato” di forma,tourn over(Sarri permettendo) o squalifiche….ma questo non è scritto da nessuna parte che sia poi una cosa così imminente…..La cosa davvero imminente è la PARTITA DI NOVARA…dove capiremo se davvero il nostro organico,parlando di centrocampo,dimostrera’ che anche lì riusciamo a sopperire ad assenze importanti…..perché è chiaro che le assenze unisone di VALDIFIORI E MORO,portino mille pensieri…..Tu Alessandro che ne pensi?Credi che chiunque sia schierato riuscira’ a fare il solito gioco o che visto l’importanza di Mirco nello scacchiere centrale,forse si potrebbe mettere un uomo in piu’ a centrocampo,dando magari liberta’ ad un Signorelli,di inserirsi magari centralmente a seconda dei momenti della partita?….

    • Perdonami, ma non ho capito nulla :-). Un uomo in più a centrocampo, chi? Al posto di chi? Vorresti fare quindi un centrocampo a quattro? Fermo restando che sostituire Valdifiori non è cosa estremamente semplice e lo confermano anche i numeri del campionato che dicono che Mirko è un’eccellenza assoluta della Serie B.

      • Certo Alessandro…un centrocampo a quattro,propio perché il gioco di Valdifiori non è in grado di farlo nessuno….se non a meta’,perché nessuno dei centrocampisti che verra’ schierato al posto di Mirco è interditore e allo stesso tempo uomo che imposta anche il gioco,come fa il nostro numero 6….ed è proprio la fase di non possesso che mi fa paura,visto anche la mancanza,del nostro capitano Davide Moro….CASTIGLIA,SIGNORELLI,CAMILLUCCI,CROCE….mi farebbero stare piu’ tranquillo che con un Signorelli lasciato solo in mezzo al campo,soprattutto quando sono gli altri che vengono in avanti….E’chiaro che si dovrebbe rinunciare al trequartista e puntare sugli inserimenti dei nostri centrocampisti….credo che poi sia Croce che Castiglia se ben supportati dai nostri 2 terzini,non avrebbero problemi a giocare leggermente piu’ all’esterno…MA TUTTO QUESTO SOLO PERCHE’ PER ME LA MANCANZA “UNISONA”DI 2 PEDINE COME I SUDDETTI RIPETO CHE NON MI FA STARE TRANQUILLO…….Quindi la mia domanda era proprio quella……”Cosa ne pensi di un centrocampo a 4 visto la mancanza di un uomo con le caratteristiche di Mirko?

        • Ne penso molto male, perchè cambiare modulo per sopperire ad un’assenza (non considero quella di Moro ormai metabolizzata) è un po’ come celare la propria identità e lanciare un messaggio di difficoltà, e poi Croce e Castiglia non li vedo esterni in un centrocampo a quattro. Io non cambierei modulo, i ragazzi sanno quello che devono fare. E’ sempre il solito dilemma: è meglio saper fare poco di diversi moduli oppure saper fare tanto di un modulo solo? Io sono per la seconda tesi…

  17. Alessandro come lo vedresti Fioretti del Catanzaro? Sta facendo molto bene e con Pucciarelli a Gavorrano erano una grande coppia.

    • Non fa al caso dell’Empoli, poteva essere una scommessa quando fece quella stagione bella a Gavorrano, ma ora no. Se l’Empoli dovesse ingaggiare un attaccante servirebbe uno già pronto, una certezza.

  18. Alessandro, tu dici di non sapere cosa non sia andato a Novara, però puoi immaginartelo? Chiaramente il riferimento non so quanto velato è legato alle capacità della coppia Aglietti-Sorbello.

    • Non vivo quella realtà e quindi non posso sapere i veri motivi che hanno messo in difficoltà il Novara. Nella mia immaginazione, visto l’esonero, c’è solo l’idea che qualcosa non ha funzionato, ma non saprei dire cosa.

  19. Alessandro, tu dici di non sapere cosa non sia andato a Novara, però puoi immaginartelo? Chiaramente il riferimento non so quanto velato è legato alle capacità della coppia Aglietti-Sorbello.

  20. Ciao Alessandro, bravissimo come sempre… parlare di stadio nuovo è fuori discussione ma parlare di spostare la pista in altro posto è fattibile credo, a maggior ragione perchè è da rifare e dato che siamo a spendere almeno prendiamo in considerazione (comune e società) la possibilità di rifarla in altra sede, vicino o lontana che sia.
    Secondo me non è così proibitivo economicamente parlando, anche perchè, facendo la pista da un’altra parte, si potrebbe avvicinare e unire la curva sud e nord dietro le porte, svvicinando il terreno alla maratona di 10 metri si avrebbe già 2/3 di stadio all’inglese !! alla tribuna penseremo più avanti.
    Ripeto, ci vuole una sinergia economica tra comune e società altrimenti è inutile parlarne! ma l’occasione se andiamo in A c’è tutta secondo me.
    Non ti sembra fattibile Alessandro? Grazie ciao.

    • Non sono al corrente delle problematiche che può avere questa pista di atletica in relazione agli sport ad essa deputati, se debba o meno necessitare di un rifacimento. Ricordo che questo discorso venne fuori anni fa quando l’Empoli era alla ricerca dello spazio per il centro sportivo e si parlava spesso della zona della Viaccia. Non mi sembra ad ogni modo operazione semplice come la possiamo scrivere o immaginare e soprattutto, mi ripeto, quella frase “sinergia economica tra comune e società” in questo momento stona e non poco. Ci sono altre priorità ben più importanti secondo me.

      • Grazie della risposta, che ci siano altre priorità è sottointeso, ci mancherebbe altro! ma siccome la pista deve essere rifatta e già il comune si è espresso in tal senso con una futura spesa di c.a € 600.000 … quello che io propongo è che il comune spenda gli stessi soldi, magari la società interviene con altre risorse (tipo per la copertura della maratona) e si riesce a fare la stessa cosa accontentando più persone, la serie A porterebbe tante risorse…
        Almeno che se ne parli.
        Grazie Alessandro e buona giornata.

        • Se deve essere rifatta è un altro discorso, a quel punto sarebbe opportuno parlarne non solo per il discorso stadio senza pista ma anche per gli atleti stessi per allenarsi meglio in uno spazio tutto loro. Vedremo…

  21. Ciao Alessandro,
    È la prima volta che ti scrivo; prima di tutto ci tengo a fare i complimenti a te e a tutto lo staff di pianeta empoli per l’impegno e l’affetto che dimostrate ogni giorno per questa squadra e per questa città, se non ci foste bisognerebbe inventarvi! 😀
    Comunque, la mia domanda è: cosa pensi che manchi a questa squadra per conquistare il sogno? Abbiamo la rosa più forte e il gioco migliore della categoria, il problema è che ormai gli altri lo sanno che giochiamo così e si chiudono a testuggine rinunciando completamente a giocare, e se non la sblocchiamo subito, come col Cesena, poi rischiamo di non vincerla. Cosa ci serve per diventare una vera macchina da guerra, capace di segnare il prima possibile, anche contro avversari chiusi dal primo al novantesimo?
    E poi vorrei sollevare un’altra questione, che probabilmente non è nemmeno nelle tue competenze ma più in quelle dell’ottimo max ciabattini: è possibile non poter acquistare una maglia da gioco di una taglia decente? Stanani sono stato all’empoli point e la commessa mi ha detto che la royal distribuisce solo materiale per bambini (quindi taglia da S in giù) o per i giocatori (da L in su), sia per le maglie che per le tute, ecc…io che ho una M come faccio?? La maglia è un vero capolavoro, e non costa nemmeno tanto (45 euro), ma è inutile fare un così bel lavoro se poi non si dà a ogni tifoso la possibilità di acquistarla…

    • Grazie per i complimenti. Secondo me non manca nulla, l’Empoli ha tutti i requisiti per poter lottare fino alla fine per traguardi importanti. Come ho già avuto modo di dire, la vittoria contro il Cesena non è arrivata per puro caso, ma continuando sulla falsa riga delle ultime prestazioni arriveranno anche i successi. Sulla maglia non saprei veramente cosa dirti, non sono a conoscenza di questo aspetto mi dispiace.

  22. ciao ale,quali sono secondo te,senza nominare l empoli,le squadre che secondo te potrebbero giocarsela fino alla fine?

    • Palermo e Pescara sicure, forse il Brescia e pure il Siena anche se pesa l’incognita dei punti di penalizzazione e la possibile necessità di vendere pezzi pregiati a gennaio.

  23. alessandro ti stimo un sacco ,non trovi scuse sei obiettivo e non sembri mai preoccupato(calcisticamente parlando), vorrei pensarla come te anch’io,invece sono terribilmente incazzato, vorrei 10 punti in più… ancora complimenti, per tutto

    • Anch’io li vorrei, pure 12 se possibile ma questi sono eheh… E’ una questione di equilibrio credo, anche se è lecito avere alti e bassi in base ai risultati. Grazie per la stima e i complimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here