Rieccoci, dopo pochi giorni, in compagnia del collega Alessandro Marinai per il solito approfondimento a cavallo tra il match giocato e quello da disputare.

 

Buongiorno Alessandro, ripartiamo da Bari, da quel magnifico secondo tempo. Voglio subito chiederti se anche tu, all’intervallo, eri tra i tanti che non avrebbero scommesso un euro sulla rimonta…

“Non ci credevo, sono sincero. Anche se il Bari non mi aveva fatto una grandissima impressione, ma capovolgere la situazione andava oltre i miei pensieri. A fine partita è facile dire, da parte di qualcuno, che non aveva perso le speranze, che ci credeva eccetera…”-

 

Cosa è successo/cambiato secondo te? Ti voglio anche chiedere una battuta sul Bari che a me (ma va bene cosi) ha deluso, tanto da non comprendere come possa aver fatto i punti che ha fatto….

Sicuramente qualcosa nell’intervallo è successo, Sarri evidentemente ha saputo toccare le corde giuste nel dare la carica. Credo dipenda da tanti particolari, anche il gol sfiorato da Maccarone nel finale di tempo che ha fatto capire, forse, che l’Empoli se la poteva ancora giocare. L’ingresso di Valdifiori, al posto di uno spento Croce, che ha cambiato il volto alla squadra e la convinzione generale. Il Bari ha sbagliato completamente partita, può capitare un passaggio a vuoto perchè, come dici tu, questo Bari difficilmente avrebbe potuto fare tutti questi punti. La gara del “San Nicola” ci ha regalato però un Empoli di grandissima personalità“.

 

Quanto c’è di Sarri in quella vittoria?

C’è. Difficile quantificare, ma c’è. E’ chiaro che il beneficio più importante è la crescita di condizione di diversi giocatori, tra cui quelli più importanti. Ad inizio campionato, a Sarri, veniva contestato, anche da me, la difficoltà di andare in gol, nelle ultime tre gare l’Empoli ne ha fatti dieci ed il cambiamento è quindi sotto gli occhi di tutti.  Se viene attaccato dopo le sconfitte è giusto dargli meriti dopo le vittorie”.

 

Non possiamo non parlare dell’uomo del giorno: Lorenzo Tonelli. Una grande partita la sua, un gol pesantissimo, un giocatore che però continua a far discutere, nel bene e nel male…

Segnare un gol del genere, a tre minuti dal termine e a suggello di una rimonta incredibile, lo ripaga di tanti bocconi amari ingoiati nelle scorse settimane. Emergono due cose di Tonelli: la prima è che a destra si esprime meglio e la seconda è il carattere, le tante critiche ricevute avrebbero potuto veramente buttarlo definitivamente giù. Può crescere ancora e sicuramente questo gol può fargli solo che bene“.

 

Tre vittorie nelle ultime tre gare, playoff a cinque punti. Sabato potrebbero cambiare le prospettive in casa azzurra in caso di vittoria?

Piano, non facciamoci prendere da facili entusiasmi. La Serie B è un campionato lunghissimo e lo sappiamo bene; due settimane fa era tutto da gettare, oggi lo stato d’animo è diametralmente opposto. Ritengo che questa rosa abbia dei valori importanti e non lo dico da oggi. L’Empoli a Bari ha giocato da grande squadra ed ha ancora ampi margini per poter fare ancora meglio. Viviamo alla giornata, un primo bilancio lo faremo al termine del girone d’andata. Non precludo niente, ma è presto… Le scottature sono ancora presenti“.

 

Tu segui molto da vicino la LegaPro e conosci bene questa ProVercelli.Che squadra dobbiamo aspettarci dopo la vittoria interna con lo Spezia?

E’ una squadra che però ha cambiato allenatore e qualcosa di nuovo avrà portato. Intanto vengono da due gare in cui hanno ottenuto un pari a Brescia e regolato, appunto, lo Spezia. Probabilmente la Pro Vercelli ha pagato il noviziato in serie cadetta ed anche il fatto di aver dovuto giocare le prime gare casalinghe a Piacenza. Davanti possono vantare un certo Tiribocchi che è senza dubbio un attaccante temibile. Vedremo che tipo di gara sceglierà di giocare ad Empoli Camolese. Se gli azzurri dovessero centrare il quarto successo di fila allora la classifica assumerebbe connotati più consoni“.

 

Quello di martedi scorso è stato un turno strano, con risultati a sorpresa ed alcune conferme come quella del super Sassuolo e della crisi (da cui è scaturito il cambio tecnico di ieri) del Novara…

“I turni infrasettimanali sono quasi sempre movimentati. La marcia del Sassuolo è impressionante, fare 31 punti su 36 significa avere una squadra molto forte. Non era facile superare lo scoglio della Ternana che pure ha fatto una discreta gara. Nel posticipo ci sarà Verona-Sassuolo, se i neroverdi dovessero vincere anche al “Bentegodi” sarebbe come mettere una serie ipoteca sulla promozione. Continua a vincere la Juve Stabia che ormai è lanciatissima verso i primi posti del campionato. Si complica la vita il Grosseto che sta perdendo troppi punti per strada che rendono sempre più difficile la risalita. La sconfitta a Cesena ha il sapore della beffa. Rimane comunque dell’Empoli il colpo che ha fatto più notizia”.

.

 

 

Al. Coc.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTV | Intervista a Marcello Carli: "guai a perdere concentrazione ora…"
Articolo successivoCon Lorenzo Tonelli…
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

6 Commenti

  1. Ultimamente leggo sempre le vostre opinioni (domanda-risposta) ci sono spunti interessanti sia nell’una che nelle altre. L’equilibrio e la prudenza sono ok anche se in un futuro immediato attendiamo soluzioni da Sarri per quei problemi in difesa che abbiamo visto nel primo tempo a Bari. Per quanto riguarda i nostri avversari Pro Vercelli, quando dici “E’ una squadra che però ha cambiato allenatore e qualcosa di nuovo avrà portato”, ti faccio notare che a squadra invariata il nuovo al’allenatore ha messo in campo una squadra più motivata e insidiosa. Sul rendimento influisce l’aspetto tattico a la disposizione in campo infine il risultato. Inizialmente Sarri insisteva con moduli sbagliati rispetto agli avversari che incontravamo e si è visto. Insistere ed opporsi rigidamente ha portato, per esempio, una squadra mediocre come l’Ascoli a fare bella figura, poi accorciando il centrocampo con l’attacco e disponendo la difesa a 4, una squadra meglio assemblata come il Modena ha rimediato una sonora sconfitta.
    Abbiamo un potenziale di giocatori molto forti. Ora i risultati ci sono, meno male, speriamo di godere un lungo periodo di buon gioco, è un anno che aspettiamo una squadra che “se la gioca”.

  2. RIPORTATO DALL’ARTICOLO:
    Quanto c’è di Sarri in quella vittoria?
    “C’è. Difficile quantificare, ma c’è…il beneficio più importante è la crescita di condizione di diversi giocatori…Sarri, veniva contestato…difficoltà di andare in gol…il cambiamento è quindi sotto gli occhi di tutti. Se viene attaccato dopo le sconfitte è giusto dargli meriti dopo le vittorie”.
    ——————————————————————————————————————–
    Io condivido l’analisi di Marinai.
    Come ho sempre ripetuto. Non tutte le colpe erano del’allenatore ma anche della qualità dei giocatori messa a disposizione.
    E le colpe qui si ridistribuiscono equamente tra Sarri e Carli-Corsi perchè mezza squadra l’ha fatta Carli e l’altra metà l’ha portata Sarri.
    Quindi già qui ci sono delle responsabilità.
    ——————————————————————————————————————–
    Il modulo (Sarriano) iniziale studiato per gli uomini acquisitati è stato completamente stravolto per un gioco che premia quando in campo ci sono Tavano Maccarone e Saponara (completamente recuperato dallo scorso campionato come ci auguravamo io e Sam se qualcuno si ricorda).
    Chiaramente quando non potremo schierarli duraremo molta più fatica.
    Ed è proprio su questo punto che vedremo le capacità di Sarri.
    Se quando non potrà schierare questi giocatori ruscirà a ottenere prestazioni simili (non parlo di vittorie dovute o di risultati sorprendenti come i tanti gol messi a segno) parlo di prestazioni con gioco determinazione e abnegazione non arrendersi come è successo a Bari.
    Giocare con coscenza.
    Allora riabiliterò mister Sarri a grande mister.
    ——————————————————————————————————————–
    Ritengo che qualcosa di Sarri ci sia in queste tre vittorie.
    Ma non delle sue tecniche.
    Le sue mosse giuste sono state:
    1) Riprendere il modulo di Aglietti intuendo la possibilià di riproporre Tavano Maccarone e Saponara (al posto di Lazzeri). Modulo iniziato da Pillon e portato avanti senza successo da Carboni.
    2) Tenere duro anche sotto i risultati negativi continui anche perchè nei pareggi c’è sempre stato qualcosa che si vedeva che non dava particolari garanzie.
    3) Essere abbastanza furbo da capire che la società in altri tempi avrebbe esonerato chiunque….starsene buono e cercare di lavorare per bene sapendo che soldi per un cabio non ce ne erano ha giovato al consolidamento del suo posto e a dare comunque una certa compattezza al gruppo.
    ———————————————————————————————————————
    La squadra gioca anche meglio cioè a Bari abbiamo assistito a un palleggio a mezzo campo con tocchi di sponda e movimento a salire fino a cercare il trequartista o le punte o l’esterno difensivo di turno che saliva.
    Questo è il punto fondamentale.
    E’ un prodotto di Sarri?
    O è solamente un invenzione dei giocatori che si sono sentiti più forti e sicuri?
    E’ qui che si gioca tutta la credibilità di allenatore.
    Se è sua di Sarri allora è un grande allenatore.
    Se invece è un sottoprodotto allora Sarri è bravo solo fino ad un certo punto e i successi sono solo legati alla presenza contemporanea di Tavano Maccarione e Saponara.
    Un c’è altro dubbio.
    ———————————————————————————————————————Personalmente l’invenzione propria di Sarri che mi è piaciuta di più è stata la diposizione 5-2-1-2 contro il Brescia.
    Che tatticamente è stata eccezionale.
    Su questa ho fatto i complimenti al Mister.
    ——————————————————————————————————————–
    L’augurio è che sia Sarri ad aver portato gioco.
    Fino ad allora la mia opinione resterà che è come ho sempre detto un buon allenatore di legaPro (perchè comunque la stoffa c’è) ma non ancora sufficiente per la serie B.
    Spero quindi di sbagliarmi per tutti noi.
    e Per lui stesso Sarri.
    ——————————————————————————————————————-
    Ora (non mi rivolgo a nessuno in particolare ma in senso lato..) dico:
    non mi pare che ci sia nessuna gufata in questo commento.
    Quindi:
    Il primo che rompe i coglio..ni con la storia dei gufi…
    è pregato di andare a scrivere altrove….ma proprio altrove…in quell’altrove dove “simpaticamente” vengono invitati ad andare molti….
    E’ pregato di scrivere cose che hanno un senso….e non solo devono essere motivate.
    Altrimenti invece di pigiare i tasti della tastiera e bene che vada altrove a contestare le idee degli altri.
    A in questo post non mi sembra di avere offeso nessuno.
    Quindi anche gli altri possono esprime la loro opinione senza infamare….
    A voi le eventuali conclusioni….Su Sarri se le avete…
    altrimenti resterà per ora solo la mia.
    Perchè ora vo’ a comprare il biglietto…

  3. dash!!! bene se ritiani giusto il contenuto del commento, a volte ci sono commenti troppo critici come se si vedesse una cosa ma non si vede il complessivo, il tutto.
    Ti leggo spesso e vedo una buona profondità di campo nella visione del gioco che fa la squadra per cui tifiamo, sono dell’idea che alcuni esagerano fino quasi all’inutile insulto. Oltre alle idee tiferecce che sono diverse, conta il bel gioco della squadra, il risultato, e dopo aver ammessi tutti i limiti possibili, divertirmi e godere del bel gioco è quello che vorrei. Con singoli giocatori così forti dovrebbe essere possibile spesso. Tifiamo per i prossimi 3 punti. Il momento è buono e i punti serviranno in seguito Forza Empoli!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here