Eccoci arrivati all’ultimo appuntamento di questo speciale de “Il Punto” in compagnia del collega Alessandro Marinai. Con Alessandro proveremo ad analizzare il momento degli azzurri alla vigilia della finale playoff di ritorno.

“Il Punto” tornerà poi giovedi prossimo per quello che sarà l’ultimo appuntamento della stagione.

 

Alessandro ben trovato. Allora, gara 1 è andata ed è finita in parità. Un 1-1 che lascia il doppio vantaggio al Livorno ma che ci ha mostrato un discreto Empoli…

“Un risultato indubbiamente giusto dal momento che le due squadre si sono divise i tempi, il primo in favore dell’Empoli e il secondo in favore del Livorno. Se proprio dovessi essere pignolo potrei dire che gli amaranto nel primo tempo non hanno avuto occasioni, eccezion fatta, se la vogliamo chiamare occasione, per quella rovesciata di Belingheri sul finale di tempo mentre nella ripresa gli azzurri hanno avuto un paio di occasioni importanti. Come detto però è per andare a cercare il particolare, ripeto che il risultato finale rispecchia quanto successo in campo”.

 

Una gara nella quale, forse si è pagato anche un calo fisiologico dei nostri che, va detto, vengono da una stagione sempre a mille…

Sai, in partite come queste non è mai facile capire se il calo è fisico, mentale o, come dici tu, fisiologico. Io credo che stavolta la tensione, e quindi le energie nervose, abbiano avuto un ruolo di primo piano. Semmai non mi aspettavo sinceramente un secondo tempo del genere del Livorno perchè da come me lo avevano dipinto sembrava che fossero in debito di forze. Invece non mi pare di aver visto la squadra di Nicola in difficoltà da questo punto di vista e, anzi, ha mostrato di avere personalità e di essere una bella squadra”. 

 

Senti per chiudere con la gara che ormai è agli archivi, ti chiedo un giudizio sul pubblico azzurro che è tornato ad invadere addirittura settori chiusi da anni… Adesso, comunque vada, la squadra non va abbandonata di nuovo…

Non ci credo moltissimo son sincero, anche se molto dipenderà dalla categoria. Sai, in partite come queste riesce a molti venire allo stadio e va bene così ci mancherebbe, il problema però è portarcele di novembre o dicembre quando giochi col Cittadella o il Lanciano. Tuttavia è stato bello vivere una serata con questa cornice di pubblico, si respira un clima diverso, un’atmosfera più magica e per come intendo io il calcio gli stadi dovrebbero essere sempre così, ma purtroppo l’Italia non è la Germania e nemmeno l’Inghilterra”.

 

Adesso si va a Livorno, però, prima di parlare di calcio, c’è sempre la questione Under21 che tiene banco. Ieri avevamo scritto di come lo scenario sarebbe potuto cambiare, che c’era la possibilità di vedere in campo i ragazzi e proprio mentre scriviamo è arrivata l’ufficialità che a Livorno giocheranno….

Finalmente una decisione a questa snervante telenovela che si sarebbe dovuta chiarire molto tempo prima. Si è scritto di tutto e di più, ognuno ha detto la sua e spesso per spirito di parte; si è finiti a carte bollate, a cavilli, insomma tutto questo casino quando avrebbe potuto prevalere il buonsenso. Ufficialmente non sono a conoscenza del documento in mano all’Empoli da parte della FIFA, ma ho provato a capirlo ed ho visto, attraverso le NOIF, che l’obbligo dei 14 giorni per lo svincolo dei calciatori convocati per una manifestazione finale internazionale decade dal momento in cui tale manifestazione non è inserita nel calendario coordinato della FIFA. Lo trovo certamente strano che un Campionato Europeo Under 21 non figuri in questo elenco, ma se questo fosse il motivo dell’istanza presentata dall’Empoli non ci sarebbe nessuna violazione di regolamento ma soltanto un colpo da fuoriclasse da parte di chi è riuscito a scovare questa norma”. 

 

Senti a fine gara, lo confermava anche mister Sarri, i livornesi hanno festeggiato come quasi avessero vinto. Glielo ricordiamo che la gara è aperta e che l’Empoli fuori casa ne ha vinte 11?

Credo lo sappiano anche loro… Hanno festeggiato oltre misura probabilmente perchè temevano molto la partita del “Castellani” ed essere riusciti a tornare a casa con ancora il doppio vantaggio sotto forma di risultati è motivo di soddisfazione. Detto questo è ancora tutto in gioco per la promozione, partendo però da 51% Livorno e 49% Empoli. Spero sia una bella finale in campo e fuori e che, qualunque sia l’esito, non vi siano strascichi ulteriori. Il caso Saponara-Regini, purtroppo, mi fa pensare che non sarà così ma l’Empoli ha agito nel proprio interesse e, ribadisco, non venendo meno a nessun dovere regolamenti alla mano”. 

 

Ti aspetti un Empoli a spron battuto o attendista?

Mi aspetto un Empoli intelligente, nel senso che non dovrà essere un Empoli all’arrembaggio ma nemmeno un Empoli versione “Aspettando Godot”. Il Livorno sarà sicuramente attendista, pronto a chiudere i varchi nella propria difesa, in poche parole non mi aspetto, tatticamente, una gara molto diversa da quella vista al “Castellani” nel primo tempo. Se poi un episodio, una giocata o altro sbloccheranno il risultato allora il tema cambierà, ma inizialmente me la immagino proprio come mercoledì scorso”.

 

Alessandro Marinai come la sente questa partita?

La vivo in maniera elettrizzante perchè è una finale e per chi respira calcio queste sono partite bellissime da qualsiasi punto di vista, dalla preparazione, all’attesa, all’evento stesso. Vedo in vantaggio il Livorno ma spero che vinca l’Empoli chiaramente, se ciò non dovesse accadere sarò il primo a complimentarmi e a battere le mani al Livorno per il grande campionato che ha fatto. Sarei ugualmente orgoglioso di quanto fatto dall’Empoli, per quanto ci ha fatto divertire; una rimonta fantastica per giocarsi questa possibilità perchè gli azzurri sono stati l’unica squadra a meritarsela questa possibilità, non chi è arrivato a 16 o 18 punti dal Livorno”.

.

Alessio Cocchi

CONDIVIDI
Articolo precedenteUFFICIALE | I due Under21 restano ad Empoli e domenica giocano
Articolo successivoNon ci sarà il maxischermo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

64 Commenti

  1. Grazie Alessandro per i costanti aggiornamenti sul tuo profilo FB riguardanti il “caso” Regini-Saponara.

    Ci farebbe piacere sapere chi ha trovato questo “cavillo”.

    • Per lo sport e per quello che rappresenta il valore della partita sì, ma non è possibile assistere a queste cose. Quello che è importante è che l’Empoli non ha violato nessun regolamento, se vogliamo essere scrupolosi appellandosi alle norme, ha solo tutelato i propri interessi.

  2. …..o vediamo se ora piovono critiche anche al Marinai che, in maniera più diplomatica, ha fatto capire che tutta la gente che è venuta in questi due spareggi in casa è gente ibrida. L

    • In una finale può succedere di tutto e le percentuali sono sempre al 50 e 50. L’1% in più è dettato dal vantaggio del Livorno in caso di parità. Non considero il fattore campo che da anni ormai lo ritengo superfluo.

  3. ….l’opinionista ha detto una sacrosanta verità, magari in maniera diplomatica, ma il succo è quello. Vediamo se ora anche lui si becca le reprimende come succede a me in ‘sti giorni.

  4. Alessandro ora Spinelli piange e dice che chiederà la vittoria a tavolino. Ci confermi che quanto accaduto è regolare e loro non potranno attaccarsi a niente?

    • La chieda pure la vittoria a tavolino, male che vada gli diranno di no… :-). Mi pare di aver spiegato bene il motivo per il quale i due ragazzi scenderanno in campo. Se poi Spinelli si lamenta del 2009 per Candreva vada prima a verificare se lo scorso Campionato Europeo era stato inserito nel calendario coordinato FIFA, se c’era non poteva fare nulla ma se non c’era che se la prenda con i suoi dirigenti, collaboratori, consiglieri ecc…

    • Spinelli può andare dove gli pare… Fatevi una domanda sul perchè la FIGC ha dovuto lasciarli ad Empoli… Forse perchè quel documento FIFA ha valore? Io credo di sì…

  5. Alessandro buongiorno, volevo farvi i complimenti per come avete seguito giornalisticamente la vicenda. Volevo capire questo, questa normativa che libera i due ragazzi a giocare con noi non l’hanno fatta ora, quindi perché ci si è trovati a discuterla ora? Mi sembra di poter dire che i ringraziamenti non vanno fatto all’Empoli fc
    Buon lavoro

    • Grazie… Le norme NOIF sono una giungla, ma come le leggi italiane… Quante volte gli avvocati si sono attaccati a cavilli, postille, interpretazioni ed altro. Le norme che regolano il calcio hanno anch’esse dei lati oscuri e normative monche. Qua non si capisce per quale motivo non ci sia nel calendario una competizione finale come l’Europeo Under 21, ma è proprio questo che consente all’Empoli di far valere i propri diritti.

  6. ciao Alessandro,ti faccio i doverosi complimenti e ti chiedo cosa ne pensi di questa eventuale situazione: Abodi tempo fa si dimise dalla presidenza della Lega B per concorrere ad un posto in federazione, recentemente durante alcune interviste altri giornalisti (uno è Criscitiello di Sportitalia)sostenevano che era l’uomo ideale per il rilancio del calcio Italiano; siccome Abodi si era fatto promotore della tutela delle squadre di B con giocatori in Under 21 dicendo che andavano in Israele dopom i playoff, non può essere che tutto quello che è successo sia stata una mossa per minare la sua credibilità e bloccare l’autodeterminazione della Lega B che si sta per lo meno dimostrando(anche se con pessimi risultati) vogliosa di apportare dei cambiamenti? mi viene da pensare che la lega B abbia lavorato nell’ombra, sottoposta ai diktat della federazione, per aiutare l’Empoli, e che alla fine il famoso cavillo Fifa lo abbiano suggerito proprio loro. Ho scritto questa domanda anche ad ABODI e giustamente si è visto bemne dal rispondermi. Ciao e vivissimi complimenti ancora per la tua rubrica e per gli articoli che ho avuto modo di apprezzare su wordpress.

    • Grazie, ma non credo che sia come dici tu. Io ho stima di Abodi perchè ho sempre pensato che fosse portatore di novità positive. Il fatto che ne abbia chiesto le dimissioni nei giorni scorsi è solo perchè essendo a capo della Lega di B e non essendo riuscito a garantire la regolarità del campionato mi sembrava quasi un atto dovuto. Detto questo devo altresì dire che in questo caso la Lega di B è come se fosse stata prigioniera del calendario stesso e che veramente non si potesse fare in maniera diversa. Quello che io contestavo e contesto alla Lega in riferimento alla questione è quello di non essere stati chiari fin dall’inizio. Loro sostengono di sì, ma se si arriva ad avere poi un sacco di polemiche, tipo tizio dà colpa a caio e caio dà colpa a tizio significa che non c’è chiarezza. In questo contesto anche le società devono assumersi le proprie responsabilità perchè tutte hanno firmato i calendari, mentre la FIGC ha la colpa di non aver usato buonsenso e di essere stata troppo rigida sulle proprie posizioni. Ha indispettito molto anche il silenzio nei giorni immediatamente precedenti la doppia finale, un pasticcio all’italiana insomma su un argomento che da anni meriterebbe una serena valutazione volta alla soluzione. Abodi era in corsa per la Lega di A.

  7. Ragazzi Spinelli non è un coglione, lasciatelo lavorare .
    Ripeto non me ne frega un cavolo se Saponara ci sara o no, mi frega solo non essere preso per il culo dalla Lega .

  8. Alessandro, parliamo di pallone, con un Croce così così e con un Signorelli out non sarebbe logico partite con Casoli per poi mandare dentro Croce per l’assalto finale?
    Che atteggiamento ti aspetti dal Livorno?
    Grazie

    • MAI. Io devo scendere in campo con la formazione migliore possibile e Croce rappresenta un punto fermo per costruire questo tipo di formazione. Capisco il tuo ragionamento che può avere anche una sua logica, ma se ti dico che gioco con Croce perchè ho più possibilità di segnare e poi metto Casoli per difendere il vantaggio ha anch’essa una sua logica :-). Ci sono pro e contro sempre, ma in questo caso meglio non aver rimpianti. Il Livorno, come ho detto nell’intervista, me lo aspetto più o meno come quello visto al “Castellani” nella prima mezz’ora.

  9. Buonasera Alessandro,

    Tu parli di NOIF, quindi si rimarrebbe a livello di FIGC, mentre nell’articolo e anche su altre testate si vociferava invece di questa normativa/direttiva della FIFA.
    Sono due cose collegate?
    Potresti farmi un pò di chiarezza, ammesso che ti sia chiaro.

    grazie

    • Non è chiaro a loro, figurati se lo possa essere per me :-), considerando che a tutti ci è fuso il cervello in questi giorni. Comunque per me norme, NOIF e quant’altro è tutto collegato. Credo che sia una direttiva FIFA che poi ovviamente deve essere ripresa dalle Federazioni. E’ l’Allegato 1 Svincolo dei calciatori per le squadre nazionali, del Regolamento sullo status dei calciatori, ma tutto ruota al fatto che la manifestazione non è nel calendario FIFA.

  10. Non ho una domanda ma volevo dire ad Alessio, Alessandro, Gabriele e tutta la redazione che nel successo di questa stagione c’è anche il vostro lavoro e l’amore oltre che la professionalità, che avete messo in tutto. Alessio da brividi mercoledì sera.
    Alessandro una cosa si, te la chiedo, se si dovesse andare di sopra, x te, Regini potrebbe restare?

    • Grazie. La risposta alla domanda è che la vedo una cosa molto improbabile, anche se le vie del Signore sono infinite.

  11. Scusa Alessandro ( e anche tutta la redazione), ma poi(potete) scrivere un articolo con lettere CUBITALI che il caso Candreva con questo non c’entra assolutamente niente, lo so che lo avete già fatto,ma questi livornesi che invadono i nostri portali e forum stanno impazzendo come se la federazione avesse prese due giocatori loro…non ne posso più!!! è possibile che non riescano a capire nulla(sopratutto Spinelli), è come se vivessero in un mondo parallelo creato apposta per loro!!!!

    • Non so se il caso Candreva sia analogo a questo e lo spiego in altro commento, ma sinceramente mi interessa poco. Mi sono occupato di questa vicenda ed ormai mi appare molto chiara e spero di farla apparire tale anche a chi legge. Se Candreva fosse stato nella stessa posizione di Saponara e Regini potevano agire anche loro nel 2009 nella maniera in cui ha agito l’Empoli. Si chiedano semmai perchè non l’hanno fatto, ribadendo se sono due cose identiche.

  12. Com’è il detto??? Al cuor non si comanda……. È allora, con tutto il cuore, da tifoso che ama questi colori…….Forza ragazzi…..regalate un sogno a questa società ed a questa città!
    Andrea Innocenti

  13. Alessandro buonasera, credo di poter dire che la vittoria più grande sia per i due ragazzi che andavano incontro ad un i giustizia umana non indifferente. Adesso no resta che andare la e giocare come sappiamo, contro una squadra che ha già iniziato i festaggiamenti e noi siamo contenti per loro.
    Grazie per il grande lavoro in questa situazione ed in tutta la stagione.

    • I ragazzi, tra le parti in causa, erano quelli che non c’entravano assolutamente nulla ed hanno rischiato di saltare l’evento clou per il quale hanno lavorato con passione tutto l’anno. E’ proprio l’umanità che è mancata la vera sconfitta di questa situazione, figlia delle responsabilità di tutte le istituzioni nazionali, ma anche delle società tutte. Si è dovuti ricorrere alla pazienza certosina di qualcuno per studiare le norme anzichè applicare una legge non scritta: l’etica sportiva. L’Empoli va a Livorno a fare la sua gara, che vinca il migliore.

  14. ciao alessandro, mi congratulo con te per l tua professionalità e l’ entusiasmo e passione per l’ empoli che trasmetti.penso che il livorno visto che ha due risultati su tre pensa di aver già vinto e visto anche che gioca in casa ma nel calcio non ci sono regole, cioè non c’è logica, tutto può essere l’incontrario di tutto. mi viene in mente quella partita con il verona prima di natale che con un tiro in porta al minuto 95 pareggiarono,una partita dominata dall’empoli senza mai chiuderla. siamo indebito con la fortuna, chissà se a livorno magari ci ripagano con interessi. ci dobbiamo credere!

    • Grazie. Io non credo proprio che a Livorno pensino di aver già vinto, hanno esultato ad Empoli perchè hanno ottenuto un risultato importante che gli consente di poter contare su due risultati su tre. La trovo del tutto comprensibile la loro euforia che cela sicuramente il timore, lo stesso che c’era ad Empoli in occasione della gara di ritorno con il Novara, è una cosa umana. La partita di andata con il Verona è un altro film che non si collega minimamente a questa partita.

  15. Il caso Candreva non è analogo perché l’europeo si giocava in contemporanea con i play-off…in quel caso anche la normativa della FIFA dice che i giocatori devono andare in nazionale entro 48h dall’evento.
    Nel caso in cui Italia-Inghilterra si fosse giocata il 2/06 non avremmo potuto fare niente se non appellarsi al buon senso (che non c’è stato)
    Secondo te Alessandro, le colpe di questo pasticcio come vanno divise in percentuale?
    Grazie per i continui aggiornamenti sul caso…la tua pagina Facebook è stato il mio profilo più visualizzato 😉

    • Appunto, non mi sono nemmeno preso la briga di verificare lo svolgimento delll’Europeo del 2009, non mi interessa. Difficile dividere la torta delle responsabilità, ma rimango convinto che con un pizzico di buonsenso tutti si potevano “lavare” delle proprie colpe. Da una parte però è un bene che sia scoppiato questo casino perchè chi dirige e decide deve mettersi in testa che questa storia delle Nazionali relativa al campionato di Serie B va risolta! La B non è come 20 anni fa che era evento rarissimo vedere un giocatore convocato in Nazionale, si devono mettere al passo con i tempi ed attuare il prima possibile la riforma dei campionati per alleggerire gli impegni. Grazie a te. 🙂

  16. Ciao Alessandro buonasera.
    Alla fine il buon senso ha vinto, al di là ed a prescindere dal famoso documento FIFA che, comunque, se c’è, sarebbe meglio diventasse di dominio pubblico al fine di poterne verificare l’autenticità e calmare un pò le accuse avversarie.
    Ciò detto,
    mi piacerebbe parlare con te delle eventuali “ripercussioni” che tutta questa storia ha creato e potrà creare sul match di domenica:
    1) innanzitutto si sono inaspriti, e non poco, i rapporti fra le opposte tifoserie perchè, da una parte noi ci siamo sentiti vittime di errori e vane promesse di altri (Abodi) e l’ottusità di altri ancora (FIGC); dall’altra, i livornesi (fomentati dal loro presidente) hanno voluto entrare nella questione, adducendo di sentirsi vittime di un PRESUNTO “cambio di regole in corsa”, quando ciò non è affatto avvenuto: insomma, lo scontro di questi opposti pensieri ha rotto un patto di NON BELLIGERANZA che esisteva fra due tifoserie mai gemellate, ma anche unite da tanti fattori (l’odio comune per i pisani e la matrice politica condivisa per dirne due): pensi ci potranno essere problemi domenica allo stadio?
    2) nei riguardi delle squadre: questo tira e molla sicuramente avrà creato tensione in casa azzurra, fosse anche solo perchè sarri avrà preparato 2 squadre e 2 partite, finchè l’ipotesi “addio ai nazionali” non è finalmente tramontata: potrebbero i giocatori aver distolto pericolosamente la concentrazione dalla finale? Ed i Livorno? come scenderà in campo? sarà caricato per dimostrare di aver subito un’ingiustizia (presunta)?
    3) a mio modesto avviso la “fisicità” (soprattutto a centrocampo) del Livorno, più che il doppio risultato in casa che permetterebbe loro di passare, rende gli amaranto favoriti per la finale, direi una 55% a 45% per loro. Questo sarebbe potuto cambiare, secondo me, solo se l’andata fosse finita con una vittoria azzurra: che ne dici?
    4) nell’anno delle imprese, delle storiche vittorie a Brescia, Vicenza, Grosseto ed Ascoli, per dirne alcune, ci manca la ciliegina, ovvero la vittoria a Livorno (dove in campionato abbiamo perso 4-2 ma con un’altra squadra in campo, per noi, rispetto all’attuale): sarà possibile per te sfatare il tabù del Picchi? A leggere le statistiche delle nostre partite a Livorno, durante gli anni passati, tremano i ginocchi… ma , come si dice, i numeri quando sono così “netti” sembrerebbero fatti a posta per essere invertiti, o no? 😉
    5) una riflessione finale: vada come vada, quest’anno è stata la stagione della rinascita, del ritrovato amore per una squadra che ha dato tutto, per un presidente che finalmente “ha tirato fuori le palle”! In fondo questo vogliono i tifosi, a prescindere dalle vittorie e dalle promozioni, vogliono attaccamento alla maglia e sacrificio. Per questo, voltandosi indietro e ripensando da dove siamo partiti (playout col Vicenza) direi che, senza ombra di dubbio, “vada come vada è stato comunque un successo!”

    • No, non credo abbia vinto il buonsenso e nemmeno ritengo importante pubblicare quel documento. Basta verificare il calendario coordinato della FIFA per appurare che l’evento di Israele non figura in questo calendario e pertanto, automaticamente, decade l’obbligo di svincolo 4 giorni. Stop, non c’è da aggiungere altro. Adesso ti rispondo sui punti. 1) E’ una guerra tra poveri, i tifosi sono soltanto vittime di queste normative obsolete e poco chiare. Io ho preso posizioni forti su questa vicenda senza MAI citare il Livorno perchè non c’entra nulla! E non capisco perchè adesso il Livorno se la debba prendere con l’Empoli. La società azzurra fa soltanto il suo interesse nel rispetto delle norme e per dovere proprio i propri azionisti, se il Livorno ritiene di essere nel giusto la battaglia la deve fare con la FIGC, non con l’Empoli. Spinelli ha detto che chiederà la vittoria a tavolino? Benissimo, lo faccia pure, è un suo diritto e ci mancherebbe che non lo potesse esercitare, poi starà alle autorità stabilire chi ha ragione. Trovo assurdi certi commenti che leggo anche qua sopra per una partita di calcio, importante certamente, ma sempre calcio è. E’ normale che ognuno speri nella promozione della propria squadra, è normale avvertire un’adrenalina maggiore, ma se domenica sera fosse il Livorno ad andare in A dobbiamo soltanto fargli i complimenti. Come mi auguro facciano loro in caso di vittoria dell’Empoli. Spero non ci siano problemi allo stadio, questa sì che sarebbe una sconfitta, di tutti però. 2) Non lo so, non è facile capire con quale emotività hanno preparato la gara le due squadre, è inevitabile che l’Empoli sia stato un po’ rapito dalle vicende extra campo, mentre il Livorno non credo abbia risentito di questa situazione e nemmeno penso che sarà caricato per la convinzione di aver subìto un’ingiustizia. Caricato lo sarà, ma per il fatto di voler andare in Serie A e questa è un’altra cosa. 3) Eh beh, fosse finita con una vittoria all’andata lo scenario sarebbe stato completamente diverso, mi pare un’ovvietà, sarebbe stato il Livorno a dover fare la partita anzichè l’Empoli, non mi pare una differenza da poco onestamente :-). Il Livorno è una squadra forte, inutile girarci intorno. 4) La storia dice che l’Empoli non ha mai vinto a Livorno, ma questo significa poco. Se l’Empoli ha vinto 11 volte in trasferta significa che ha i crismi per espugnare anche il Picchi, ma sarebbe un’impresa con la I maiuscola. 5) Sicuramente sì, il sogno se lo sta giocando più l’Empoli che non il Livorno che ha avuto un rendimento ed un cammino più lineare. L’Empoli paga lo sciagurato inizio di stagione, è partito con 8 turni di ritardo insomma, ma poi ha fatto cose straordinarie altrimenti non sarebbe qui adesso. Partire per salvarsi all’ultima giornata e ritrovarsi a giocare una finale per andare in Serie A è sufficiente per affermare che la stagione è stata un successo. Vada come vada.

  17. Salve Alessandro, leggo su forum livornesi che c’è un grande incitamento a “spaccare le gambe” ai nostri due ragazzi. Pensi che questa situazione che si è venuta a creare possa giocare contro Saponara e Regini e magari anche l”Empoli?

    • Dovrei pure commentarla una cosa del genere? Non dimentichiamo mai che stiamo parlando di una partita di calcio… Va bene lo sfottò, va bene l’adrenalina, va bene tutto, ma la violenza non c’entra nulla. Mi pare che anche qui, in altri articoli, si stia un po’ esagerando. Poi non vedo quali responsabilità possano avere in questo caso Saponara e Regini. Diamoci una regolata che è meglio.

  18. Condivido. Stiamo pursempre parlando di 22 uomini in mutande dietro una zucca….
    Ale, cosa saresti disposto a fare pur di vincere domenica?

    • Non mi sono mai posto la domanda Claudio, quindi non saprei… Ma non sono tipo da fare fioretti o cose del genere 🙂

  19. I fiorentini vogliono la A….. ahahahahahahahahhahahahahah Preparatevi alla festa AMARANTO! Verona: stiamo arrivAAAAAndo

    • I fiorentini già ci sono in A. Io sono pronto ad una festa amaranto, sono perfettamente cosciente che le possibilità maggiori le ha il Livorno. Ma tu sei pronto per un’eventuale festa azzurra? 🙂

  20. livornese aspetta a cantar vittoria…porta male vendere la pelle dell orso prima di averlo ammazzato…se vinciamo noi godro come un.maiale a vedere la tua faccia piena di lacrime

  21. Empolesi, fossi in voi sarei molto tranquillo. Punto di penalizzazione restituito, Belingheri diffidato ammonito al primo fallo, Moro diffidato graziato per un fallo di mano volontario, Saponara e Regini concessi… secondo voi chi ci DEVE andare in serie A?

    • ahahahah oh venvia ora secondo te c’è un piano premeditato per mandare l’Empoli in A, ahahahah bisogna essere folli per pensare certe cose, ancora di più a scriverle ahahahah come si dice a qualcuno che dice una cavolata: okay pensalo ma almeno non ti far sentire a giro, per favore ahahahahahahahah

  22. secondo me la partita di domenica sarà nell’analoga situazione di Sassuolo-Livorno all’ultima giornata solo che adesso è il Livorno ad avere due risultati su tre. Prima di quella partita leggendo qua e là sembrava favorito proprio il Livorno, che tutti davano più in forma rispetto al Sassuolo…. Anche stavolta la favorita è senza ombra di dubbio il Livorno, anche se stavolta come detto il Livorno recita la parte del Sassuolo, ma noi siamo sicuri che reciteremo lo stesso copione del Livorno?… Ai posteri l’ardua sentenza…

    • La partita di domenica è una finale… Con tutti i risvolti che porta con sè una finale sia a livello psicologico, nervoso, emotivo, fisico e tutto il resto. Non è facile prevedere l’esito di una finale anche se in questo caso sappiamo che già prima di iniziare è il Livorno ad essere promosso avendo il pareggio come risultato utile. Dici che tutti davano favorito il Livorno sul Sassuolo perchè stava meglio, è la stessa cosa che abbiamo detto nei giorni scorsi quando dicevamo che l’Empoli stava meglio del Livorno. La partita di mercoledì invece ci ha consegnato un Livorno piuttosto in salute, quanto meno migliore rispetto a quello che potevamo pensare. E’ una partita da tripla ed è giusto che sia così.

  23. secondo me il mafioso spinelli avrs fatto pressioni sull arbitro vedrete che vi daranno un rigorino o ci butteranno fori uno…me lo sento

  24. mi piacerebbe tanto vincere al 95 in pieno recupero solo con un tiro in porta!!! forza empoli e vedere le faccie stranite dei livornesi…..

  25. Alessandro buonasera. Ormai no resta che giocare questa partita e che vinca il migliore, perché in questi giorni, ma anche in queste ore si sta parlando di tante cose ma poco di calcio. Detto questo, onestamente, secondo te, andare la senza Regini e Saponara sarebbe equivalso a perdere di sicuro?

    • Buonasera… Ovviamente no, l’Empoli avrebbe ugualmente giocato in 11, loro sono senza Siligardi e Belingheri… Detto questo, non sta nemmeno scritto da nessuna parte che con Saponara e Regini vincerai di sicuro :-). Meglio averli, ma la strada è ancora lunga…

  26. Ale so che non sei molto propenso a parlare di arbitri, ho letto anche quella discussione con quel tipo l’altra volta, però mi piaceva sapere da te che sei un addetto ai lavoi, ma anche Alessio Cocchi mi farebbe piacere se rispondesse, cosa ne pensi della scelta di Tommasi?
    Grazie e forza Empoli

    • E’ una buona scelta, un arbitro esperto che ha già arbitrato andata e ritorno in campionato tra Empoli e Livorno. Mi aspettavo Ciampi, son sincero, invece lo hanno messo a fare il giudice di porta. Va bene così, è tra i migliori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here