Per tutti i tifosi azzurri che vorranno seguire la squadra nella vicina trasferta di Livono, sono da oggi disponibili i tagliandi per accedere all’impianto sportivo labronico.

 

I tagliandi per il settore ospiti, che costano 12 euro, potranno essere acquistati presso la sede del centro di coordinamento. Ovviamente ricordiamo che per poter acquistare il tagliando d’ingresso c’è la necessità di aver sottoscritto la Tessera del Tifoso.

 

C’è però una ghiotta opportunità anche per chi non avesse la tessera.

Infatti, grazie all’iniziativa “porta un amico”, un tifoso tesserato può acquistare un altro tagliando da destinare anche a chi non avesse, appunto, la suddetta card.

L’unico vincolo è che l’acquisto deve essere contemporaneo.

 

Redazione PE

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie B: penalizzazioni in arrivo
Articolo successivoDue nuovi collaboratori per Pianetaempoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

9 Commenti

  1. Vorrei un chiarimento da Pianeta o da chi lo sa:”Ma chi possiede la tessera del tifoso,puo’andare solo nel settore ospiti o anche in altri settori?

    • Soprattutto a me…..che alle 13,30,me ne sono venuto via da Tirrenia,mentre ero al mare,con una giornata stupenda,per vedere la partita……e non ti dico come era contenta mia moglie mentre la riportavo a casa 🙂

  2. ….poveri noi “violenti”, costretti a casa, ma è giusto se serve a riportare pace ed amore nei campi sportivi. Scusate forze dell’ordine se in tutti questi anni vi abbiamo creato problemi. Vi vogliamo tanto tanto bene.

  3. Digià a vede le partite un ci va nessuno, special modo quelle in trasferta e ieri cosa succede?? Non riescono a stampare i biglietti per Livorno. Bravi. Continuate con questa passione a prendervi cura dell’Empoli e dei suoi pochi ma onesti tifosi. Siete una vergogna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here