“Tira la bomba Sergio Almiròn…” era uno dei cori più gettonati della Maratona azzurra qualche stagione fa, quando l’argentino, di chiare origini italiane e figlio d’arte visto che suo padre fu campione del mondo con la maglia della nazionale argentina in Mexico ’86 (giocava con Diego Maradona, ndr), vestiva la maglia numero 4 dell’Empoli. Memorabili alcuni suoi gol, come quello contro il Palermo, tiro nel sette dopo essersi bevuto la difesa rosanero, oppure la saettante rete contro il Catania che spinse l’Empoli verso la qualificazione alla coppa Uefa. Ma Sergio ad Empoli non sarà mai dimenticato, anche perchè è uno dei centrocampisti più “prolifici” della storia azzurra: ad Empoli ha segnato molti gol.

 

Bene la comunione tra Almiròn e l’Empoli, iniziata negli ultimi giorni di calciomercato dell’estate 2004 con la squadra azzurra in B, si interruppe nel luglio del 2007 con il passaggio dell’argentino alla Juventus dopo tre esaltanti stagioni in maglia empolese (una promozione in A, una salvezza e una qualificazione Uefa…). Con i bianconeri non è mai andata benissimo. Prima spedito al Monaco (Francia), poi la scorsa stagione alla Fiorentina. Ebbene nel pomeriggio di giovedi 20 agosto l’ex azzurro Sergio Bernardo Almiròn è passato in prestito dalla Juventus al Bari. E con i pugliesi l’argentino vuole riscattarsi.

 

G. G.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here