Grande attesa per il derby veneto del “Bentegodi” tra l’ambizioso Verona e la capolista Padova. Dopo una prima fase equilibrata e vivace il match si sblocca al 22′: Gomez si libera di Legati sulla sinistra e serve al centro Russo che, da sottomisura, spedisce il pallone alle spalle di Pelizzoli per il vantaggio del Verona. Il Padova reagisce con ponderatezza e al 29′ pareggia con un tiro da fuori area di Cutolo che batte sotto la traversa e finisce altre la linea di porta veronese. L’esultanza di Cutolo, ex dal dente avvelenato, è eccessiva e indispettisce il tecnico veronese Mandorlini che reagisce di brutto e viene espulso dal sig. Ciampi. La gara è accesa, il Verona insiste e torna in vantaggio al 35′ con un tiro al volo di D’Alessandro dalla destra interna dell’area patavina su cross dal fondo dalla parte opposta di Scaglia autore di uno spunto pregevolissimo. Bel primo tempo. Il Padova parte di gran carriera nella ripresa e al 53′ pareggia con un Cacia, al suo primo goal con i patavini, bravissimo a controllare un assist basso di Cutolo e a liberarsi a centro area per poi battere con un preciso rasoterra il portiere veronese Rafael. Al 72′ Padova vicino al terzo goal con Cacia, bravo Rafael a salvare in uscita. La gara rimane avvincente ma il risultato non cambia più e, dopo 4 minuti di recupero, al fischio finale del sig. Ciampi le squadre tornano negli spogliatoi con un 2-2 che può far contente entrambe.

M.dL.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie A | Le probabili formazioni
Articolo successivoFantacalcio, cambiano alcuni risultati in Serie C1
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here