L’avversaria | La Juventus di Massimiliano Allegri

L’avversaria | La Juventus di Massimiliano Allegri

Il prossimo incontro è di quelli proibitivi, almeno sulla carta, visto che l’Empoli andrà a far visita alla prima della classe, la Juventus. I bianconeri sono reduci da tre vittorie consecutive e non perdono dal 29 ottobre scorso (1-0 contro il Genoa a Marassi): una ragione in più per rendere la

Commenta per primo!

Il prossimo incontro è di quelli proibitivi, almeno sulla carta, visto che l’Empoli andrà a far visita alla prima della classe, la Juventus. I bianconeri sono reduci da tre vittorie consecutive e non perdono dal 29 ottobre scorso (1-0 contro il Genoa a Marassi): una ragione in più per rendere la gara di sabato di una difficoltà estrema. Vediamo quali sono le caratteristiche principali del prossimo avversario degli azzurri. empoli_juventus (11)   LA ROSA Il tecnico Massimiliano Allegri ha preso le redini della “Vecchia Signora” in estate, tra scetticismo e nostalgia di Conte: invece l’allenatore livornese ha dimostrato di avere i comandi giusti per manovrare la Juve. In porta il monumento Buffon, forse il miglior portiere italiano di tutti i tempi, comanda una difesa composta dal trio della Nazionale Italiana Barzagli-Bonucci-Chiellini. Sulle fasce agiranno quasi sicuramente Lichsteiner e Evra, capaci di abbinare fase difensiva a qualità offensiva. A centrocampo di solito giocano Pogba, Pirlo e Marchisio, ma questi ultimi due saranno destinati alla tribuna; al loro posto probabile l’inserimento di Sturaro e l’arretramento di Vidal, con Pereyra spostato più avanti in qualità di trequartista. In avanti il fuoriclasse è Tevez, calciatore capace di fare la differenza sia nel campionato italiano sia in Europa, coadiuvato dal giovane Morata, sempre più in rampa di lancio. Non sappiamo ancora se Allegri opterà per il turnover, in vista delle prossime sfide, ma anche i panchinari (Llorente, Matri) garantiscono un apporto di una certa importanza.   COSA TEMERE DI PIÚ La Juventus non ha grossi punti deboli, è compatta in difesa e a centrocampo e può contare anche su calciatori in grado di risolvere le partite con le loro giocate individuali. Occhio in particolare a Pogba e Tevez, i veri fuoriclasse del team bianconero.   COSA TEMERE DI MENO Quando si va nella tana di un lupo famelico come la Juve, l’unico modo è giocare al 150% e mettere in campo tutto quello che si ha. Senza pensare, senza timore. Non c’è un aspetto di cui non tenere conto, ma solo dare tutto quello che si ha contro un avversario sulla carta più forte.   Simone Galli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy