Speciale Serie A | Facciamo le carte agli avversari: il Parma

Speciale Serie A | Facciamo le carte agli avversari: il Parma

L’esclusione dall’Europa League conquistata sul campo è una ferita non semplice da rimarginare. Restano la rabbia diffusa e la voglia di disimpegno manifestata dal presidente Ghirardi. Peccato, perché il Parma era tornato a livelli “Tanziani”, ma senza i tarocchi finanziari di mister Parmalat. Tra

ParmaL’esclusione dall’Europa League conquistata sul campo è una ferita non semplice da rimarginare. Restano la rabbia diffusa e la voglia di disimpegno manifestata dal presidente Ghirardi. Peccato, perché il Parma era tornato a livelli “Tanziani”, ma senza i tarocchi finanziari di mister Parmalat. Trasformare l’amarezza in motivazione sarà la missione cruciale di mister Donadoni: se centrata, il Parma potrà ripetere una stagione di alto livello, nonostante le cessioni necessarie per far quadrare i conti. Il pericolo invece è vivere di rendita, in un ambiente che tradizionalmente non mette pressione. A caccia di stimoli contro l’appagamento. . Obiettivo: qualificazione Europa league . Come gioca: 3-5-2 . Punto forte: ha ciccato (e male) la chance mondiale, ma nella tranquillità di Parma potrà dispensare altre perle: Antonio Cassano genio crociato, Donadoni gli consegna la squadra. . Punto debole: in un’estate hanno salutato Gargano, Obi, Schelotto e soprattutto Parolo. Al centrocampo crociato mancano alternative e senso del gol, urgono innesti corposi. . Gabriele Guastella – In collaborazione con il Guerin Sportivo Dir.Resp.Matteo Marani | Guerin Sportivo sponsor tecnico Premio Leone d’Argento PianetaEmpoli.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy