L’Empoli vince anche contro la Pro Vercelli e vola a più undici sulle inseguitrici. Ecco le considerazioni improbabili della partita.

– L’Empoli vince, mentre il Palermo e il Frosinone si dimostrano ancora una volta imbattibili come le dipingono i giornali nazionali: due pareggi d’oro.

– Tra l’ottavo e il decimo minuto, non ve lo nascondiamo, abbiamo avuto bisogno di cambiare il pannolone.

– Il tuffo di testa di Caputo è stato valutato 9.8 dai giudici a bordo vasca.
– 41 gol in due tra Caputo e Donnarumma: dodici in più di tutto l’Empoli 2016-17.

– Le discese di Krunic hanno ridefinito il concetto di “lama nel burro”.
– E comunque a noi Pigliacelli piace. Tira da centrocampo, fa le finte sugli attaccanti, avanza fino alla trequarti: è pazzo, ci piace.

– Castiglia, ma l’Empoli che t’ha fatto?
– Aggiorniamo la classifica marcatori all time dell’Empoli: Gilardino 1, Luperto 2.

– Mammarella ha provato qualche volta a aggrapparsi a Di Lorenzo: c’è salito sopra, ma per salire sul Frecciargento va pagato il biglietto…

– Arrivare a +11 senza più mezza birra nelle gambe è un miracolo: altro che Nonno Aurelio, San Aurelio.

– Visto che siamo in tema di santi, venga consacrato il palo della porta lato Arno, grazie.

– Bennacer cerca di tirare, col sinistro si calcia il destro. Un bel gesto tecnico, ma nella danza tribale e non nel calcio.

– Traoré si dimostra il giocatore più concreto del mondo dal 1′ all’89’ minuto.

– Per sua fortuna, non esiste più “Mai dire gol”.

– Svelato il discorso di Andreazzoli a fine primo tempo: “Oh ragazzi sbrighiamoci a andare in Serie A, che a maggio ho trovato un’offertona RyanAir per Alghero”.

6 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here