Queste le pagelle redatte dallo staff di PianetaEmpoli inerenti le prestazioni dei calciatori azzurri nel match perso per 2-1 a Brescia:

 

PELAGOTTI 6 : Incolpevole sui gol è sempre puntuale quando chiamato a smanacciare i cross e sugli interventi tra i pali, “salvando” anche gli azzurri dal terzo  gol nei secondi finali.

 

VINCI 5,5: Come tutto il reparto arretrato non gioca una grande partita. Non parte male, chiude in affanno.

 

FATIC 5,5 : Fatica ad entrare in partita anche se alla fine è dai suoi piedi che  parte uno dei pochi pericoli alla porta lombarda. Dimostra di avere un caratterino niente male. Da rivedere.

 

TONELLI 5: Anche se restano dei dubbi, è ancora lui a commettere il fallo da penalty per i nostri avversari. Anche durante l’incontro subisce spesso le accelerazioni di Jonathas. Sicuramente meglio rispetto a Pescara.

 

STOVINI 5,5 : Il capitano non è il solito baluardo perfetto, anche lui subisce la giornata no della difesa azzurra.

 

REGINI 5: Da un difensore ci si aspetta anche un po’ di gioco maschio che Vasco non fa mai vedere. Non aiuta nemmeno in fase di costruzione dove non lo si vede quasi mai a scodellare quei cross ai quali ci stavamo abituando.

 

COPPOLA 5,5 : Gioca una partita in maniera fin troppo statica anche se è l’elemento di centrocampo che mostra maggiore combattività.

 

MORO 5: A differenza del compagno, di movimento, Davide ne fa molto ma molti sono anche gli errori in appoggio. Lodevole nell’essere uno dei pochi che ha sempre gli attributi per andare al tiro, purtroppo la mira non è delle migliori.

 

GUITTO 6 : Scampolo di gara positivo per l’ex fantasista della primavera azzurra che entra bene in partita e quando tocca la palla dimostra di saperlo fare.

 

VALDIFIORI 5,5 : Prestazione lontana dall’essere quella del leone a cui siamo abituati, corre spesso a vuoto ed alla fine la sostituzione è inevitabile.

 

CESARETTI 5 : Entra con grande grinta, forse anche troppa, ma la sua gara è impalpabile

 

BUSCE’ 5,5 : Molto meglio quando scala in difesa per l’uscita di Vinci. Prova alcune verticalizzazioni ma il suo apporto non è quello sperato.

 

TAVANO 6 : Se l’Empoli crea qualche brivido ai tifosi bresciani questi sono portati da Ciccio che trova il terzo gol stagionale in tre partite. Gara comunque sottotono fino al lampo che riaccende le speranze azzurre.

 

DUMITRU 6 : Classica partita da attaccante di sacrificio. Buona l’intesa con Ciccio Tavano ma per  essere un bomber di razza serve qualcosa in più.

 

AGLIETTI 5 : Passino le tante assenze che non fanno rifiatare chi ne avrebbe bisogno. Passi il rigore fin troppo generoso assegnato al Brescia, non può però passare un atteggiamento rinunciatario e troppo molle con un Brescia che vince con il minimo sforzo. In mezzo al campo il mister prova a ridisegnare l’assetto ed è proprio in quella zona del campo che gli azzurri vengono surclassati. Sono poi troppi 6 gol presi in tre partite, una media altissima per un allenatore che fa del “non prendere gol” un suo must. Se vogliamo provare a giocare tra i grandi, certo questa è la strada sbagliata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisultati 3a giornata serie Bwin
Articolo successivoTV | Le interviste del dopogara di Brescia-Empoli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

20 Commenti

  1. La verità è che il presuntuoso di Aglietti non capisce niente !!! Ha fatto un casino per giocare con il famosissimo 4 2 4 e poi si inventa un 433 con a centrocampo dei pitbull che non sanno fare un passaggio per il verso !!!
    Ha rovinato i giocatori di qualità e ora crede di poter vincere il campionato con la sola corsa!!!
    Ma un nostro modo di giocare lo abbiamo?
    Ci sappiamo solo adattare agli altri !!!
    Abbiamo un mister da serie C!!!!

  2. Oh ma io dico…calma…..e siamo alla terza giornata, si fosse alla decima mi preoccuperei…ma che Aglietti abbia solo difetti (come la maggior parte degli empolesi sostiene) è un po’ troppo…mica è sempre colpa sua…ha difetti ma anche pregi….e stiamo un po’ calmi dai 🙂

  3. E’ proprio vero: Empoli isola felice nella quale si lavora senza pressioni…e infatti alla terza giornata si comincia coi processi sommari LOL

    Via, calma e sangue freddo gente…

  4. E’ giusto predicare calma e sangue freddo, ma lo è altrettando far notare come la tanto decantata rosa ampia, forse è da considerarsi normale e con dei limiti imposti dalla giovanissima età di chi la compone. Cmq non voglio criticare i valori che son sicuro esserci e che dovranno venir fuori, critico però un’atteggiamento che sin dall’anno scorso mi è parso sempre e fin troppo rinunciatario (specialmente per alcuni elementi). Forse servirebbe un po’ più d’esperienza anche in panchina?

  5. Pelagotti 6 stovini 6 vinci 5.5 tonelli 3 regini 6 Valdifiori 3 moro 2 coppola 6 tavano 5.5 dumitru 5 buscè 5 cesaretti 5 guitto 5 fatic 6.5 Aglietti 2 Ultras 0 (non presenti)

  6. ..e c’era chi si lamentava lo scorso anno..(15 risultati utili consecutivi e playoff sfiorati!!!)..quest’anno andremo incontro ad una sofferta salvezza……..

  7. In sede di commento a Pescara-Empoli mi ero permesso alcune esternazioni circa soprattutto circa le “modalità” infami con cui avevamo perso, ovvero dopo aver recuperato 2 goal ed aver sfiorato il terzo, nonchè per aver buttato via un punto d’ora.
    Fra le tante levate di scudi CONTRO il mio messaggio, il buon “Simone” (che invito al confronto anche sulla partita di Brescia) mi scriveva, fra l’altro, “…come fai a dire che abbiamo perso una grandissima occasione…ieri abbiamo giocato male, non meritavamo neanche di pareggiare…se lo avessimo fatto sarebbe stato un colpo di fortuna…non l’abbiamo avuta questa fortuna e abbiamo perso…meritatamente peró!”.
    Ora, caro Simone, spero Tu abbia capito quello che volevo dire: in un campionato, dalla PRIMA all’ULTIMA, ci sarannno sempre partite in cui giochi bene ed altre male. In serie B, col livellamento che c’è (verso il basso, quest’anno) la differenza fra una squadra che arriva ai play off ed un’altra che vai ai play out è molto labile ed alla fine chi avrà fatto punti anche quando NON meritava andrà a giocarsi la A, chi invece avrà perso pur giocando bene, andrà a lottare per evitare la lega Pro. E questo contando TUTTE le partite, poco importa che sia la seconda, prima, ventesima giornata! Capisci cosa avrebbe voluto dire aver preso un punto “immeritato” a Pescara? Tante cose… innanzi tutto avere noi un punto in più ed il pescara due in meno; poi avere molta più coscienza dei propri mezzi prima della partita a brescia, dove saremmo arrivati con tanta tranquillità in più e senza l’assillo di dover fare almeno un punto in due trasferte (perchè già fatto); poi, alla fine del campionato, e qui mi ripeto, un punto può significare TANTISSIMO… e poco importa se ce lo siamo presi meritatamente o no, oppure se arriva da una partita alla seconda o alla quarantesima giornata!
    Con queste mie parole, di fatto, ho commentato anche la partita di ieri, perchè a mio avviso l’occasione è stata pescara, dove dovevamo prendere quantomeno un punto per avere + serenità a brescia.
    Poi, è chiaro che se aglietti rimette tonelli che, anche volendolo difendere ad oltranza, non avrebbe dovuto giocare ieri mai e poi mai. Anche per non bruciarlo ulteriormente! Come fa aglietti, che è un uomo di calcio, a non capire che ci sono momenti dell’anno in cui alcuni giocatori trasformano in oro tutto ciò che toccano ed altri in cui ogni cosa che fanno la fanno male? Secondo Voi, al riguardo, è stato un caso che il rigore (seppur dubbio) l’abbia fatto proprio Tonelli? A mio avviso no, perchè questo è il suo momento NO. Voglio dire: pur non avendo fatto i disastri di pescara, Tonelli è stato comunque decisivo in negativo (suo malgrado, ci mancherebbe…) anche nella partita di ieri, perchè comunque in questo periodo è capace di catalizzare tutto il peggio del peggio, ovvero… piove sempre sul bagnato!
    Per salvare lui e noi, sarebbe bastato poco… sarebbe stato sufficiente non farlo giocare.
    Tutto qui.
    Magari perdevamo lo stesso, perchè a brescia abbiamo sempre perso, anche con di natale, rocchi e tutti i nostri miglior giocatori, ma lo avremmo fatto per altri motivi e su tonelli non si sarebbero addensate ulteriori nubi, oltre quelle che già lo caratterizzano.
    Umilmente vi salut

    • Condivido la tua riflessione!! su una cosa però non mi trovi molto d’accordo, io penso che la differenza tra almeno tre squadre e il resto ci sia, e che questa differenza non sia molto labile…spero di sbagliarmi….Ma vedendo anche le altre partite di domenica, Sampdoria, Torino e Padova, mi sembrano superiori qualitativamente rispetto alle altre!!!…ok poi avranno anche loro le giornate no, però se giocano come sanno sono un passo avanti rispetto alle altre!!…cmq rispetto all’Empoli di ieri devo dire che manca qualcuno in cabina di regia, ci manca un Vannucchi per intenderci!! un trequartista che riesca a verticalizzare con facilità!! ieri non riuscivamo quasi mai a verticalizzare!!! e così andiamo poco lontani!!

  8. Se tonelli avesse segnato il goal all’ultimo secondo (e ci è mancato pochissimo) qui si sarebbe tutti a parlare di un grande empoli. Ma come fate a criticare la prestazione di ieri? Il brescia ha vinto con il minimo sforzo??? Oooo ma l’avete visto il primo tempo??? Abbiamo preso goal su un rigore dubbio e abbiamo creato almeno 4 occasioni da goal.. Io dico che non si può valutare una prestazione solo in base al risultato, bisogna vedere nel complesso. Eravamo sotto per colpa dell’arbitro e per un miracolo di leali..
    L’unica cosa è stato il secondo tempo un pò sottotono, ma è subentrata anche la stanchezza.. Io dico che quando rientra levan davanti (altro che coralli come tanti attendono) e mori in difesa siamo davvero forti.
    Aspettiamo a criticare il tempo pre recuperare c’è.

    • Caro Albe, se vogliamo davvero arrivare ai ply off dobbiamo smetterla, dirigenti, giocatori E TIFOSI, di accampare sempre e comunque ALIBI ad ogni sconfitta!
      “Il rigore non c’era”, “eravamo sotto per colpa dell’arbitro”, “è subentrata la stanchezza”… “a pescara era il 30 agosto”, “dopotutto è solo al seconda giornata”, “non possiamo fare processi alla terza”…
      Ma Ti rendi conto, da tifoso, che pensando così non faremo mai un passo in avanti? Come si fa a “crescere” se poi quando si perde è sempre colpa di qualcun altro, che ci sono sempre scuse a giustificare i nostri errori?
      Alla fine arriveremo a dire che abbiamo perso perchè “il campo pendeva a favore degli avversari”, come giocosamente diceva un mio conoscente quando da giovani giocavamo a calcio e lui perdeva, ovvero, ci sarà sempre una scusa, un alibi, un motivo giustificante che potrà permetterci di non guardare in faccia ai nostri errori.
      Cominciamo NOI TIFOSI per primi ad essere obiettivi ed a lasciar perdere le scuse, vedrete che poi lo faranno anche i giocatori, la dirigenza e l’allenatore
      Io dico, assumiamoci le nostre responsabilità, se davvero vogliamo andare ai playoff.
      Per un campionato anonimo, invece, o per lottare per non andare ai play out, invece, basterà continuare così, dicendo che abbiamo perso per colpa dell’arbitro, che ci mancavano troppi giocatori, che domenica pioveva ed il campo era pesante, che a brescia c’è il lago, che a pescara c’è il mare…

  9. Certo che per criticare a caso dovete sempre scegliere l’anello debole, ovvero il più giovane…troppo facile! Intanto nessuno dice che il rigore non c’era e vi nascondete sul fatto che “era Tonelli, quindi il rigore c’era”, poi a parte la prova disastrosa di Pescara, ma chi si intende di calcio sa che Tonelli è fortissimo e che farà carriera, aldilà delle critiche di chi non ci capisce nulla! Forza Lorenzo!

    • Mi auguro per Tonelli e per l’Empoli, di cui sono tifoso, che Tu sia come dici l’unico che si intende di calcio.
      Comunque, hai ragione il rigore era sicuramente dubbio, ma quello che ho voluto dire, e se lo rileggi lo capisci, è che chi ha giocato al calcio sa che ci sono momenti dell’anno in cui Ti va tutto male, anche a prescindere dal Tuo impegno e dalla Tua voglia.
      Questa tipologia di “momento no” è adesso sulla testa di tonelli, sfido chiunque a dire di no. Se tale momento capita ad n attaccante, questi sbaglia goal già fatti, se invece capita ad un difensore, il suo uomo fa sempre goal e ogni suo intervento viene giudicato (anche inspiegabilmente), un “fallo”.
      Mi auguro che passi, per lui, ma anche per me che sono tifoso della squadra dove lui gioca.
      Ciò che mi meraviglia è che un allenatore che ha giocato a calcio per tanti anni come Aglietti, non capisca che in questo momento avrebbe fatto meglio, per soddisfazione di tutti (tonelli, tifosi e allenatore), a scegliere un altro centrale al posto di tonelli, con ciò facendo riposare il ragazzo… Ma capiscimi, non per non farlo giocare mai più, ma per fargli “passare la nottata”, ovvero far trascorrere il tempo necessario affinchè tonelli possa tornare a giocare su livelli accettabili.

  10. Ma l’avete visto il primo tempo di pescara…come ogni squadra allenata da zeman bastava fare il lancio da dietro e questi con i loro fuorigioco altissimi davano sempre la possibilità di avere uno dei nostri oltre i loro difensori. Nel secondo tempo abbiamo fatto il gol guarda strano cosi e dopo….nulla, il grande allenatore ha adattato la squadra a giocare praticamente per loro. Lo so anch’io che se saponara segnava la e tonelli contro (mi sbaglierò di poco son convinto) una delle squadre più squallide del torneo la musica sarebbe stata diversa ma allora anche se alla mi nonna gli mettevo le rote…diventava una carretta!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here