Queste le pagelle redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it sulla prestazione degli azzurri usciti sconfitti per 2-1 da Crotone:

 

PELAGOTTI 6: Assolutamente senza colpe sui gol subiti è semmai mette spesso i pugni per respingere i tanti cross piovuti in area azzurra.

 

BUSCE’ 5 : In difesa si limita al compitino non facendo mai venir fuori l’esperienza. Sul primo gol non oppone la minima resistenza venendo sopraffatto dall’autore del pareggio calabrese.

 

COPPOLA 5: Si fa notare per i tanti lanci lunghi inutili.

 

MORI 6: Sicuramente dalla sua la non perfetta condizione fisica, ma Daniele fa vedere che la pasta c’è giocando una gara di sostanza, supplendo spesso anche ad alcune mancanze altrui, soprattutto sulla destra.

 

STOVINI 6: Centralmente l’Empoli oggi ha sofferto poco, anche per la reale pochezza degli avversari. Buona la gara del capitano che nel finale toglie dai piedi di De Giorgio il gol del 3-1.

 

FATIC 5 : La fase offensiva non la fa praticamente mai, dietro non brilla ma nemmeno balla, ad eccezione però della troppa libertà sul cross del gol che pareggia il match.

 

SAPONARA 4,5: Prestazione, e non è la prima, lontana da quella di un futuro campione. Al di la del troppo egoismo che costa il gol del 2-0 (la porta non la vede mai) è troppo evanescente e serve solo un buon pallone a Tavano in tutto il match.

 

MORO 5 : Gara troppo nervosa quella di Davide che becca l’amonizione ed il cambio del mister.

 

SIGNORELLI 5: Ci si aspettava un po’ di qualità che non arriva.

 

VALDIFIORI 5: Il centrocampo diventa troppo spesso terra di conquiste per i modesti crotonesi, si l’uomo in più rende le cose difficili, ma il buon Mirko non riesce a metterci la sua grinta e spesso cade in errore.

 

CESARETTI 3: Gara pessima quella dell’ex Frosinone, che si fa espellere per due ingenuità che un calciatore professionista non deve fare, soprattutto il primo giallo è uno scatto di nervi inutile per tutti se non per gli avversari. Oltretutto è recidivo in questi atteggiamenti. Ha gran parte del peso della sconfitta.

 

TAVANO 6,5: Una luce in mezzo a tante ombre. E’ sempre e solo lui che crea qualche ansia agli avversari ed è l’unico che dall’inizio del campionato mette impegno e grinta per tutti i novanti minuti.

 

MCHEDLIDZE 4,5: Mai pericoloso, mai nel vivo dell’azione mai utile a fare da sponda. Giusto il cambio.

 

DUMITRU 5: Sempre troppo lezioso, serviva una marcia in più anche caratteriale che non viene fuori.

 

AGLIETTI 4: Manda in campo una formazione che soffre palesemente sulle fasce e che, questo il male maggiore, non cresce mentalmente continuando a commettere delle grandi ingenuità. Contro una squadra modestissima gli azzurri colgono la quarta sconfitta di fila non mostrando mai gli occhi di tigre, limitandosi ad un gioco arruffato con un passivo che non aumenta solo per le grandi lacune degli avverarsi. Non va bene, questo è chiaro e se dovesse avere ancora tempo per lavorare deve rimettere le cose apposto in tempo facendosi sentire e facendo capire che questo Empoli puo’ e deve fare di più. La squadra potrebbe non essere pronta a lottare per la salvezza, attenzione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteViola vittoriosi con la Primavera
Articolo successivoComunicazione PE postpartita Crotone
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.