Queste le pagelle dei calciatori azzurri redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it inerenti il pari interno per 1-1 contro il Vicenza:

 

HANDANOVIC 6,5– Bravo in più di una occasione sullo 0-0, soprattutto su Abbruscato nel primo tempo. Sul gol, soprattutto dopo averlo rivesto, non puo’ niente.

 

VINCI 6– E’ vero che sul risultato di 0-0 ha una ghiotta palla gol che chiedeva giustizia venendo sparata nel sacco, ma non è un attaccante e lo dobbiamo giustificare. Sulla destra spinge tanto e dietro è ordinato.

 

TONELLI 6– Bravo, Lorenzo quando gioca si fa sempre trovare pronto. Anche contro un cliente difficile come Abbruscato se la cava bene e porta meritatamente a casa la pagnotta.

 

STOVINI 6,5 – Il capitano è tornato e si è visto. Con lui in campo tutta la squadra acquisisce maggiore sicurezza. Il suo è un ritorno che dovrà essere importante anche per quello che sarà l’aspetto mentale della squadra.

 

GORZEGNO  6– Rientrate da un lungo stop aveva fame di campo ed oggi ha messo in campo tutta la verve agonistica che lo contraddistingue. Dietro è bravo e quando sale butta dentro diversi cross che però non trovano mai il finalizzatore.

 

MORO 6– Freddo nell’occasione del suo primo gol stagionale e non poco per uno che di mestiere non fa il bomber. Per il resto la sua partita è tutta di sacrificio in un centrocampo che subisce la predominanza territoriale veneta.

 

VALDIFIORI 6– Un primo tempo non da lui, meglio nella ripresa dove contribuisce alla crescita di tutta la squadra. Bravo nel crederci e provare il tiro quando in posizione consona.

 

SORIANO 5– I numeri il giocatore li ha, ma oggi oltre a giocare leggermente sotto tono rispetto alle sue ultime uscite, ha grosse responsabilità sull’azione che porta al gol del pari vicentino.

 

FABBRINI 5– C’era curiosità  nel vederlo giocare come trequartista, un ruolo che abitualmente ispira fantasia e giocate illuminanti. Onestamente abbiamo visto poco di questo, anche se ha provato con i suoi dribling a mandare in confusione gli avversari, portando a casa alcune punizioni.

 

CESARETTI 4– L’approccio alla gara era stato interessante, ma fa l’unica cosa che non deve fare nel momento in cui l’Empoli puo’ spingere con l’uomo in più. Lui invece si tuffa in area prendendo un giallo e poi, anche se rimane qualche dubbio, prende il secondo giallo dopo 4 minuti e pareggia il conto numerico degli effettivi in campo.

 

MCHEDLIDZE 5,5– Dobbiamo analizzare la sua partita, una partita dove ha fatto molto movimento ma alla fine non è mai stato in condizione di mettere in difficoltà la retroguardia avversaria. Da la sua una condizione che ancora è da trovare, e quindi anche se il voto non può essere sufficiente c’è su di lui ottimismo.

 

SAPONARA 6 – Positivi i suoi venti minuti, dove fa vedere che seppur la strada da fare è tanta, i presupposti ci sono.

 

CORALLI 5 – Costretto ad abbandonare alla fine del primo tempo per infortunio, la sua partita non è stata certamente quella che da lui ci aspettiamo. Mai incisivo e quasi sempre fuori dal gioco. Da segnalare solo il passaggio che mette Vinci davanti al portiere.

 

FOTI 5,5– Il dato che colpisce di più è l’infinità di volte che va in fuorigioco, perseverare è davvero diabolico. Bravo nel dare la palla giusta a Moro, ma per il resto la gara dell’ex Vicenza non passerà agli archivi come la sua migliore.

 

AGLIETTI 5,5– Vediamo il bicchiere mezzo pieno, è stato messo uno stop alle cinque sconfitte consecutive e qualcosa in più dal punto di vista del gioco si è visto. Purtroppo però ci sono ancora diverse cose che lasciano perplessi, su tutte la gran fatica, ormai già decantata, che facciamo dalla trequarti in su. Sicuramente il recupero di alcuni elementi fondamentali potranno tornare utile alla causa, se poi la società mettesse mano al portafogli ancora meglio. Oggi è costretto nel finale ad attaccarsi ai più giovane del gruppo ed in serie B questo non è il massimo della vita. Dovrà essere bravo di qui a sabato perchè quella partita potrebbe essere determinate.

CONDIVIDI
Articolo precedente21a giornata serie Bwin
Articolo successivoEmpoli-Vicenza: le interviste esclusive
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

12 Commenti

  1. Ennesimo flop di Fabbrini, ma perchè non lo diamo via prima del 31? Peccato per il gol preso, dietro con Stovini e Gorzegno è stata un altra musica.

  2. volevo fare una critica alla redazione tutti i giocatori che sbagliano sono da giustificare chi per una cosa chi per l’altra .il solo fabbrini non puo’ sbagliare e viene sempre criticato. perche’ visto che una buona percentuale di tifosi lo vogliono mandare via a gennaio non parlate con la societa’ e lo fate andar via

    • Per favore indicami una partita a parte l’andata con il Frosinone, in cui Fabbrini è stato determinante. A uno con il 10 sulla schiena si chiede solo di essere determinante, ma lui? Eccoti spiegate le critiche!!!!

  3. Forse stoppino perchè x Fabbrini è stato dipinto come un fenomeno e gli altri no. Giusta l’osservazione su Cesaretti, giocatore mediocre non meglio di Caturano, gira voce che sia raccomandato. La squadra è modesta, lo vogliamo dare un bel 3 alla società!

  4. Ma come fate a dare 5,5 a Levan…è l’unico che si da da fare lassù in cima…fisicamente è devastante ed è via spesso all’uomo…calcolando che non giocava titolare dalla coppa italia secondo me si merita un buon 6,5…
    Fabbrini 4…con l’aggravante di aver giocato nel ruolo che dice di essere il suo…

  5. come si fa a dare 4 a cesaretti il primo giallo non era simulazione e il secondo era esaferato,mentre al fenomeno si da 5 e non ha fatto niente, in più giocava da trequartista quello che dice essere il suo ruolo.
    si è montato la testa e basta quindi per il bene dell’empoli è meglio venderlo subito

  6. Nessuno critica Aglietti, che ha sostituito Coralli, Levan e Fabbrini, per mettere Cesaretti e Saponara. Cesaretti non la butta mai dentro e spesso combina cavolate assurde, come la plateale simulazione in area e il fallo successivo (anche se forse l’arbitro è stato troppo pignolo). Saponara è quasi un esordiente, non mi sembrava il momento e la partita adatta per farlo giocare, visto il momento difficile che stiamo attraversando. Anche se ha giocato discretamente difficilmente poteva sbloccare il risutalto. Vero che Levan, Fabbrini e Coralli non hanno fatto molto, ma toglierli tutti e 3 mi sembra assurdo e comunque sono sempre giocatori che possono trovarti la giocata vincente.
    Io darei un bel 3 ad Aglietti, perchè giocatori di qualità li abbiamo e trovarsi in quella posizione di classifica è al di sotto delle nostre potenzialità.

  7. Basta con Fabbrini in campo, un lo reggo più,
    Voi usate il coraggio di valutare obbiettivamente quello che fa in campo: “IL MEDICO PIETOSO FA LA PIAGA PUZZOLENTE”

  8. Io penso che in prospettiva futura (magari anche per il prossimo anno) abbiamo la squadra più forte. I ns giovani sono di valore e con l’acquisizione di maggiore personalità lo dimostreranno. Levan a mio avviso, come troverà continuità diverrà devastante, i numeri ci sono e si vedono quando ha palla. Nel momento attuale credo che tutto si risolvedrebbe con l’acquisto di un uomo d’area di rigore, che sappia metterla dentro, per il resto, sempre secondo me, va bene così.

  9. Senza partire con le crociate pro o contro Fabbrini,è indiscutibile che ora come ora Diego deve stare in panca.Sabato è stato davvero irritante,nel secondo tempo fino al suo cambio siamo stati in dieci,onestamente lo dobbiamo dire.Diventerà anche un grandissimo ma in questo momento ha bisogno di ritrovarsi.La società,alla luce di un intero girone di andata,ha l’obbligo di comprare una punta di categoria,SENZA SE e SENZA MA,altrimenti si lotterà fino alla fine per la salvezza ,temo,con qualche patema d’animo di troppo.Fatichiamo a buttarla dentro e essendo una squadra molto giovane paghiamo ingenuità come quella di Soriano.D’altronde se giochi con molti classe ’90 o ’91,devi mettere in conto che certi errori possono succedere.
    Contro il Vicenza,la squadra è stata retta dalla grande corsa di Moro e Valdifiori,perchè quando loro ripartivano Levan Coralli e Fabbrini rimanevano sempre alti e non pressavano mai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here