L’Empoli esce sconfitto dalla trasferta di Marassi grazie ad un gol del difensore doriano Gastaldello al 21′ della ripresa. Buona prestazione nel primo tempo degli azzurri che sfiorano il vantaggio con Tavano. Poi, a poco a poco, la Sampdoria s’impossessa del pallino del gioco e, nella seconda frazione di gara, i blucerchiati schiacciano i ragazzi di Aglietti legittimando il proprio successo. Passo indietro per l’Empoli dopo la coraggiosa gara interna con il Livorno e classifica sempre più preoccupante.
Queste le pagelle degli azzurri, redatte dallo staff di PianetaEmpoli.it


DOSSENA 7 Incolpevole sull’incornata di Gastaldello, per il resto scende in campo con grande sicurezza e concentrazione. Neutralizza numerose occasioni di Pozzi e compagni e, in gran parte, si deve a lui se l’Empoli capitola soltanto dopo più di un’ora di gioco. La parata più spettacolare è su un tiro da fuori di Pozzi nella ripresa. Di gran lunga il migliore degli azzurri scesi in campo a Marassi.

 

BUSCE’ 6 Si limita a controllare la fascia di competenza. Non demerita nella fase difensiva ma, quando si tratta di spingere sulla propria corsia, lo fa troppo di rado e con eccessiva timidezza. Assente ingiustificato quando Soriano gode di toppa libertà in occasione del cross che manda in rete il compagno Gastaldello.

 

FICAGNA 6,5 Pozzi è un terribile cliente ma il difensore ex Siena non rinuncia alla lotta. Anzi, riesce a limitare l’ex azzurro non trascurando numerosi corpo a corpo che innalzano il livello agonistico del match. Partita ad alto coefficiente di difficoltà per lui ma se la cava benone.  Sembra a suo agio proprio quando il gioco si fa duro…

 

STOVINI 6 Mezzo voto in meno perchè il capitano si trova fuori posizione in occasione del gol vittoria doriano. Per il resto lotta con il solito ardore e dirige con autorevolezza il pacchetto difensivo. Proprio il reparto che esce meglio dalla sfida del Ferraris.


REGINI 6,5 Una delle migliori gare del terzino azzurro. Sarà il palcoscenico che gli regala grandi motivazioni, sarà la volontà di ben figurare di fronte al club che possiede il suo cartellino, fatto sta che Regini regala pochi spazi sulla corsia di competenza e riparte con generosità e precisione. In crescita.

  

ZE EDUARDO 5,5 Parte con il piglio giusto mettendo a disposizione della squadra muscoli e forza fisica. Cala vistosamente nel corso del secondo tempo manifestando evidenti limiti tecnici. Quando si tratta di produrre gioco ed impostare la manovra mostra tutte le sue carenze.
 

 

MORO 6 Risulta il più in palla della linea mediana. Stavolta il centrocampista azzurro non demerita e, a parte alcuni errori in fase di disimpegno, disputa una gara tutto sommato positiva sul piano del temperamento. Si fa ammonire e, dopo esser stato graziato dall’arbitro, esce acciaccato dopo aver accusato una botta alla coscia.



65′ GALLOZZI 5 Il suo ingresso fa rimpiangere Moro che assicurava maggior ordine e copertura. Non entra mai in partita e si nasconde tra le pieghe della gara senza esibire alcuno spunto degno di nota. Timido e impacciato.



COPPOLA 5 Non riesce mai a prendere le misure agli avversari. Se la Sampdoria mostra tutta la sua superiorità a centrocampo, lo si deve anche alla sua personale giornata no. Nel secondo tempo, si sposta al centro senza elevare il proprio rendimento.


 

LAZZARI 5,5 Incoraggiante avvio di partita. Libera al tiro Dumitru e Tavano con interessanti verticalizzazioni. E’ l’unico che cerca la profondità e impegna Romero con una conclusione forte ma troppo centrale. Sul più bello però si spegne improvvisamente ed esce dal match. Aglietti lo richiama in panchina ma il suo sostituto riesce addirittura a farlo rimpiangere.
 

 

54′ SAPONARA 4,5 Dispiace accanirsi con questo ragazzo che ha mezzi e doti tecniche. Peccato che il suo campionato resti ancora un rebus, mistero irrisolto. Gioca quasi un tempo da spettatore senza mai cercare un’accelerazione e senza prendersi mai la responsabilità di entrare nel vivo del gioco. Prestazione molto negativa ma non è una novità. Putroppo.



TAVANO 5,5 Ciccio fatica ancora a trovare la condizione migliore ma è suo l’unico spunto di rilevo nella gara dell’Empoli. Al 14′ si libera del diretto marcatore e, dopo una serpentina, impegna seriamente Romero. Sarà l’unica vera occasione per gli azzurri, a dimostrazione che soltanto il miglior Tavano sembra in grado di far emergere la squadra dalla crisi che l’ha pervasa negli ultimi mesi del torneo. Esce per far posto a Mchelidze ma, anche quando non è al top, sembra azzardato toglierlo dal campo.

 

72′ MCHEDLIDZE s.v. Ha a disposizione venti minuti per incidere, ma entra quando ormai l’Empoli sembra essersi rassegnato e non viene mai innescato dai propri compagni che si stanno trascinando verso un’inevitabile sconfitta.

 

DUMITRU 5,5 Non possiede la pericolosità di Tavano nè la sua lucidità sotto porta. Eppure sembra stare meglio fisicamente del suo compagno di reparto. Tanto che si muove su tutto il fronte d’attacco con dinamismo e partecipazione alla manovra. Peccato che agisca troppo lontano dalla porta degli avversari e non si renda quasi mai pericoloso.

 

AGLIETTI 5,5 Ha trasmesso combattività e carattere ai suoi ragazzi che non sbagliano l’approccio alla partita e, per 20-25 minuti si fanno preferire ai più quotati avversari. Propone una linea difensiva attenta ed ordinata ma presenta un centrocampo povero di idee e di qualità. Quando la luce si spegne e la Samp prende il sopravvento, il mister azzurro corre ai ripari inserendo alcuni elementi che però si rivelano poco efficaci. Infelici le sue sostituzioni, forse occorreva dare maggiore fosforo al centrocampo attraverso l’inserimento di Brugman.

 

 

17 Commenti

  1. Dare 5,5 a Dumitru dimostra chiaramente che qualcuno in redazione è di parte. Se uno che un la vede mai piglia 5,5, ad uno che fa una doppietta quanto date, 11????

  2. certo che se faceva entrare brugman,questa partita la si vinceva di sicuro,solo lui puo’ salvarci,quando entra illumina il gioco

  3. Continuo a dire che con un centrocampo cosi’ non si va’ da nessuna parte……basta con Coppola il suo gioco lo può fare qualunque giocatore di lega pro, anzi forse meglio….quindi in attesa di Valdifiori, dato che non c’è di meglio, uno tra Brugman o Signorelli e che si sveglino, e poi un pò + di cattiveria da parte di tutti. Ultimo consiglio al mister dato che ha cambiato giustamente il portiere, secondo me sarebbe il caso di dare qualche turno di stop anche a Stovini……. Bonaaa!!

  4. AL DI LA’ DELLA PRESTAZIONE CHE NON E’ STATA BRUTTA TANTO CHE LA SAMPDORIA NON AVEVA AVUTO SINO A QUEL MOMENTO GROSSISSIME OCCASIONI VOLEVO FARE DUE CONSIDERAZIONI :
    1. VISTO CHE ORMAI TANTE PARTITE SI DECIDONO SU INVEZIONI INDIVIDUALI, PERCHE’ NON FARE ENTRARE BRUGMAN ANZICHE’ SAPONARA?
    2. AD UN QUARTO D’ORA DALLA FINE , PERDENDO UNO A ZERO NON ERA MEGLIO FAR USCIRE ZE EDUARDO E LASCIARE IN CAMPO TAVANO ?

  5. Scusate ma com’è possibile che nella gazzetta di stamattina a saponara abbiano dato 6 e qui 4,5? C’è qualcosa che non va in uno dei due giudizi mi pare!!!

  6. Stesso motivo per cui FABBRINI fu votato insieme ad EL SHARAWY come miglior giovane della serie b (e non aveva giocato nemmeno 45′ in totale).
    Immaginatelo te il motivo.

  7. Sono d’accordo con i voti che ha dato PE..
    Spero anche che Dossena rimanga anche per la prossima partita, moro mi sta’ piacendo..

    Pero’ adesso basta di far giocare ze eduardo, meglio provare con guitto e signorelli, infatti visto che valdifiori e’ scomparso e nel mercato di inverno quei geniacci della dirigenza non hanno preso un regista… Io farei una formazione del genere per vincere col Livorno..

    DOSSENA

    BUSCE’-STOVINI-FICAGNA-REGINI/GORZE

    SIGNORELLI-GUITTO-MORO

    BRUGMAN/LAZZARI

    TAVANO-MACCARONE

  8. cocchi,il campionato rebus e’quello dell’empoli,mistero irrisolto,non quello di saponara,l’equilibrio della partita si e’ rotto per un errore difensivo e il calcio si gioca in undici,da soli si riesce a fare ben poco.A leggere i tuoi commenti sembra che si sia perso per colpa di saponara,io ho visto la partita e non mi pare sia andata cosi’.Poi certo tutti possono fare di meglio e di piu’.

  9. poi perche’ non ci dici chi ha sbagliato e chi doveva marcare il giocatore della samp che ci ha fatto gol???? forse perche’ e’ piu’ conveniente prendersela con i giovani che con qualche vecchio, vero?? e’ piu’ facile cosi’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here