Tuttocuoio L'Aquila 21 settembre 2014
Un momento di Tuttocuoio-L’Aquila 1-1 del 21 settembre 2014

Da Pontedera – Simone Galli

Più che Tuttocuoio potrebbe chiamarsi Tuttocuore. Perchè nella partita di oggi, la terza nel giro di pochi giorni, i neroverdi hanno dimostrato di saper soffrire e di mettere in campo una forza agonistica fuori dal comune. Il pareggio va quindi visto con grande soddisfazione, se si pensa che questa squadra è molto giovane e certamente non abituata a giocare così spesso.

I ragazzi di Alvini cominciano il match con il piede giusto, passando in vantaggio già al 2′ del primo tempo, grazie ad un beffardo pallonetto di Konate, che il portiere ospite non riesce a trattenere. Per il mediano scuola Empoli è il terzo gol su cinque incontri totali.

L’Aquila, preso il gol, non si scompone e cerca di portarsi in avanti alla ricerca del pareggio, che avviena al 29′ dopo un’azione prolungata, che vede il suo epilogo con il tiro di Scrugli, che si infila alla sinistra dell’incolpevole Bacci.

Il Tuttocuoio cambia assetto nella ripresa, con l’entrata in campo di Colombini al posto dell’acciaccato (e ammonito) Konate. Si passa dal 4312 al 352, con il neo entrato che si piazza al centro della difesa e Gargiulo che scala dalla trequarti alla linea mediana. L’Aquila tiene maggiormente il pallino del gioco, va vicino al gol con un’incursione di Sandomenico, che trova impreparato l’attaccante Perna che calcia a lato.

Il Tuttocuoio soffre, si compatta in difesa e cerca le ripartenze giuste per far male alla difesa abruzzese. Su un calcio di punizione, i neroverdi riescono pure a riportarsi in vantaggio, ma l’arbitro annulla il colpo di testa ravvicinato di Colombini per un fallo precedente di Colombo.

Non ci sono ulteriori sussulti, la partita finisce 1-1.

Come detto, il Tuttocuoio ha portato a casa un pareggio che non solo gli permette di mantenere l’imbattibilità, ma che lo consolida al secondo posto in classifica. Mister Alvini, a fine gara, ha voluto fare i complimenti ai suoi, perché pur scendendo in campo in non perfette condizioni fisiche (già alla fine del primo tempo c’erano numerosi giocatori che chiedevano il cambio) hanno lottato su ogni pallone e, come si dice in gergo, hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo. «È la miglior partita che abbiamo fatto dall’inizio del campionato» non sono parole di circostanza, ma rappresentano l’idea che nonostante le avversità, nonostante la stanchezza e l’inesperienza, questo gruppo ha tutte le carte in regole per far bene e rimanere nella categoria. Il cuore di una squadra esalta la sua anima e la truppa di Alvini di cuore ne ha da vendere.

TABELLINO

Tuttocuoio : Bacci, Mulas, Zanchi, Konate (1′ st Colombini), Ingrosso, Falivena, Deiola, Serrotti, Gioe’ (16′ st Cherillo), Colombo, Gargiulo (30′ st Pane).

A disp.: Morandi, Mancini, Vitale, Tempesti

Allenatore: Alvini
L’Aquila: Zandrini, Scrugli, Pedrelli, Corapi, Zaffagnini, Pomante, Ceccarelli (30′ st Bernasconi), Zappacosta (18′ st Del Pinto), Perna, Mancini (35′ st De Francesco), Sandomenico

A disp.: Cacchioli, Maccarone, Di Mercurio, Di Lollo
Allenatore: Pagliari

Arbitro: Sig. Giuseppe Strippoli di Bari

Marcatori: 2′ Konate (T), 29′ Scrugli (L)

Ammoniti: Konate (T), Pedrelli, Sandomenico (L)

CONDIVIDI
Articolo precedenteFlash dal campo
Articolo successivoTV | risultati e tutti i gol della 3a giornata di A
Empolese DOC e da sempre tifoso azzurro, è un amante delle tattiche e delle statistiche sportive. Entrato a far parte della redazione di PianetaEmpoli.it nel 2013, ritiene che gli approfondimenti siano fondamentali per un sito calcistico. Cura molte rubriche, tra cui i "Più e Meno" e "Meteore Azzurre.

7 Commenti

  1. Ma che cazzo se ne frega del tuttocuoio sempre a fare articoli ed elogi al tuttocuoio, chiamate il sito pianetatucuoio a questo punto tanto se retrocedono falliscono subito

  2. Benissimo il tuttocuoio.. Non ho parole per questi utenti che vengono a fare le nane su pianetaempoli.. a Empoli ci sono gli sportivi, non le nane

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here