IL CRACK DEL CALCIO | Anche il Grosseto sprofonda nei dilettanti: sarà Serie D, Eccellenza o Terza Categoria?

IL CRACK DEL CALCIO | Anche il Grosseto sprofonda nei dilettanti: sarà Serie D, Eccellenza o Terza Categoria?

[caption id="attachment_251421" align="alignleft" width="184"] Il presidente del Grosseto Piero Camilli[/caption] Ve lo avevamo anticipato in un pezzo nel pomeriggio di ieri martedi, ora è ufficiale: il Grosseto è la quinta vittima di questa folle estate 2015 di questo calcio italiano sempre più

Piero Camilli presidente grosseto
Il presidente del Grosseto Piero Camilli
Ve lo avevamo anticipato in un pezzo nel pomeriggio di ieri martedi, ora è ufficiale: il Grosseto è la quinta vittima di questa folle estate 2015 di questo calcio italiano sempre più malato. Dopo i crack di Parma, Savoia e Monza, e la rinuncia per mancanza di soldi del Castiglione, arriva l’ennesimo crack estivo. Il primo della serie che coinvolge una squadra toscana, e speriamo l’ultimo (la Carrarese si è salvata in extremis, ndr), che riduce le squadre del granducato della prossima Serie C da dieci a nove squadre. Il patron Camilli nelle scorse settimane lo aveva più volte ribadito: “se non mi aiuta nessuno – diceva – non iscrivo il Grosseto alla Serie C, ed il calcio qui finisce”. Aveva ragione il vulcanico presidente dei maremmani, e così il Grosseto è sparito dalla cartina del calcio professionistico italiano. Adesso i prossimi giorni saranno decisivi per capire se il Grosseto potrà ripartire dalla Serie D (difficile, ndr), dall’Eccellenza (massimo torneo a carattere regionale) o addirittura dalla Terza Categoria, cosa già successa qualche anno fa ad altre due ex pro come Cecina e Ponsacco. . Gabriele Guastella

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy