LegaPro | Tentata combine a Gavorrano? C’è la denuncia di un calciatore della Salernitana…

LegaPro | Tentata combine a Gavorrano? C’è la denuncia di un calciatore della Salernitana…

David Mounard come Simone Farina. L’attaccante granata veste i panni dell’ambasciatore del calcio pulito così come fece Farina quando militava nel Gubbio. Mounard ha denunciato in settimana il tentativo di combine del match tra la Salernitanae il Gavorrano, gara valida come 33esima giornata

David Mounard come Simone Farina. L’attaccante granata veste i panni dell’ambasciatore del calcio pulito così come fece Farina quando militava nel Gubbio. Mounard ha denunciato in settimana il tentativo di combine del match tra la Salernitanae il Gavorrano, gara valida come 33esima giornata del campionato di seconda divisione in programma domani pomeriggio all’Arechi. Tutto a seguito di una telefonata ricevuta proprio dal talento di Grenoble mercoledì scorso. Una chiamata fatta da un suo ex compagno di squadra, sul cui nome vige il più stretto riserbo. A quanto pare il francese ha risposto al “collega” – che non sentiva da tempo – incassando inizialmente i complimenti per il campionato vinto dalla Salernitana e per la trionfale stagione dei granata. I consueti convenevoli e le frasi di circostanza, insomma. Poi, però, si sarebbe consumato il peggio. La telefonata avrebbe preso una piega diversa che ha mandato su tutte le furie il francese.

L’interlocutore, infatti, avrebbe provato a coinvolgere Mounard nel tentare di “accomodare” il match di domani pomeriggio con il Gavorrano nel principe degli stadi. Difficile sapere in che modo, con quale risultato e, soprattutto in favore di chi. Una sola cosa è trapelata. Mounard ha subito rispedito al mittente ogni tentativo di combine. La conversazione si è interrotta in maniera brutale. Una chiusura netta, marcata e senza mezzi termini da parte del francese. Il tutto, però, con un’appendice di natura ufficiale. Il francese, infatti, ha deciso di informare subito le autorità competenti.

L’attaccante ha denunciato il tentativo di combine alla Procura Federale di Roma. Probabilmente la comunicazione è avvenuta inizialmente via telefono, salvo poi metterla nero su bianco tramite un telegramma oppure via fax.

 

IL PARERE DELL’AVVOCATO GENTILE

In città, ormai, non si parla d’altro: il presunto tentativo di combine denunciato alla Procura Federale da David Mounard, sostenuto ed avallato dalla società, è divenuto l’argomentodi discussione negli ambienti sportivi salernitani e, con il passare delle ore, la situazione diventa sempre più chiara al punto che iniziano ad emergere dettagli significativi circa il contenuto degli sms inviati al fantasista francese. L’avvocato Gianmichele Gentile, alla redazione di Granatissimi.com, esordisce con una premessa: “Mounard ha fatto quello che il codice di giustizia sportiva prevede in questi  casi, ha ricevuto un contatto piuttosto sospetto ed ha ritenuto opportuno agire immediatamente per tutelare sè stesso e la società che rappresenta, è stato molto corretto. Dopo aver ricevuto alcuni messaggi sul cellulare, il calciatore ha telefonato al presidente e successivamente si è messo in contatto con me, ho scritto sotto forma di denuncia ciò che mi aveva raccontato. L’esposto alla Procura Federale, dunque, è  a nome di Mounard. Non toccava alla Salernitana fare un’ulteriore denuncia perchè non è stata direttamente contattata da questa persona, ma la proprietà è al fianco del proprio tesserato, avremmo rischiato qualcosa soltanto se il calciatore avesse taciuto”. Il contenuto degli sms è, effettivamente, ambiguo: questo calciatore si informava circa la formazione che sarebbe scesa in campo interessandosi della gara di domani dopo un iniziale colloquio nel quale si limitava a fare i complimenti a Mounard per la vittoria del campionato: “C’è qualcosa di strano” – dichiara Gentile – “questa persona si è presentata come un uomo vicino al presidente di un club toscano; non è tesserato per il Gavorrano, ha parlato in linea generale di società della Toscana, ma non credo che a Pontedera o Poggibonsi possano interessare tanti dettagli circa la formazione che scenderà in campo domani”
Il nome, ovviamente, resta top secret, ma emerge qualche dettaglio in più: “Attualmente gioca in Toscana” aggiunge il legale di fiducia di Lotito “è stato compagno di squadra di Mounard sia nel Foggia, sia nel Gallipoli, come ho detto prima non è un tesserato del Gavorrano, ma sembrava molto interessato a come la Salernitana avrebbe affrontato questa gara. Si interrogava su chi avesse giocato, ha parlato spesso della partita di domani, sembrava una persona anche abbastanza informata, ora spetterà alla Procura stabilire quale sia la verità”. Al momento Mounard (subissato di messaggi d’affetto da parte della tifoseria e molto scosso per l’accaduto) non ha ricevuto alcuna convocazione in Procura “nè mi ha detto che questa persona lo ha ricontattato dopo la denuncia” – aggiunge Gentile – “era molto turbato e dispiaciuto, ma dev’essere contento di aver agito nell’interesse della Salernitana e nel pieno rispetto delle regole. Sarà la Procura a stabilire se c’è stato o meno un illecito o un tentativo di combine, noi abbiamo segnalato una situazione obiettivamente sospetta”.

 

LA RISPOSTA DEL GAVORRANO: “NON VORREMMO CHE CI SIA UN DISEGNO CONTRO DI NOI…”

Nella giornata di oggi è esploso il caso Mounard. Il fantasista della Salernitana ha denunciato un possibile tentativo di combine col Gavorrano. Una situazione ancora poco chiara e per illustrarla al meglioTuttoLegaPro.com ha intervistato in esclusiva il direttore generale del Gavorrano Filippo Vetrini:

“Ritengo davvero strana tutta questa situazione. A inizio settimana Mounard su Facebook, essendo in scadenza di contratto e a rischio taglio, giura amore eterno alla Salernitana, dopodichè il diesse del Melfi Novelli inneggia allo schieramento della miglior formazione da parte della Salernitana contro il Gavorrano. Tutto rispettabile, ma mi pongo delle domande…”.

Dica…

“Perchè allora non invitare anche l’Aversa Normanna a giocare al massimo e a non fare sconti contro l’Hinterreggio, nonostante i campani siano già retrocessi. Non vorrei che ci possa essere un disegno contro il Gavorrano, che è una piccola società di un paese di 3mila abitanti rispetto a piazze più importanti. Ora Mounard asserisce di aver parlato con un fantomatico ex compagno di squadra per “accomodare” la sfida contro di noi. Se fosse vero quello che dice Mounard, come ha detto lo stesso presidente Macalli, credo che il ragazzo abbia fatto solo il suo dovere e la cosa giusta. Se poi tutto ciò fa parte di un circuito, votato alla beatificazione del giocatore per ottenere il rinnovo di contratto, allora non ci sto. Quella di domani è una partita decisiva solo per il Gavorrano e non vorrei ci fosse un disegno contro di noi. Servono prove, altrimenti in Italia dalla Serie A alla Seconda Divisione chiunque può parlare in merito alle gare di fine stagione. Inoltre sono certo che nessun tesserato del Gavorrano abbia contattato Mounard. Non capisco come mai Mounard se ne esca con queste denunce, per le quali servono prove”.

Cosa farete?

“Faremo valere in tutte le sedi legali e non la difesa del buon nome della nostra società. Non vogliamo essere infangati e che il nome del Gavorrano venga associato a situazioni del genere. Ribadisco: non vorrei che tutta questa situazione – innescatasi a poche ore da una partita cruciale e decisiva per le sorti del nostro campionato – sia solo un tentativo di destabilizzare la tranquillità di un ambiente giovane come quello del Gavorrano”.

Fonte: tuttolegapro.it – granatissimi.it – gavorranocalcio

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy