Delusione anche per un altro ex cresciuto nell’Empoli: Pizza.

Ad alzare la coppa è il Latina dove milita l’ex Schetter

 

LATINA-VIAREGGIO 1-1 (Andata 2-1)

 

Forte del successo in Versilia per 2-1 il Latina nel return match della finalissima di Coppa Italia LegaPro (ex Serie C) ha più percentuali di risultato rispetto al Viareggio per alzare la coppa. I versiliesi infatti devono vincere e con due gol di scarto oppure giocarsi il tutto ai rigori riuscendo a ripetere l’impresa dei laziali nel match di andata.

 

Sole e gran caldo nel capoluogo laziale, poco più di 3mila spettatori sugli spalti che, dopo il beachsoccer, provano ad entusiasmarsi anche con il calcio vero.

 

Al 42′ però il gioiellino dell’Atalanta Magnaghi trova il gol con cui il Viareggio passa in vantaggio. Alle zebre basterebbe un altro gol per alzare la coppa. Nella ripresa il Latina prova il forcing per segnare quella rete che vorrebbe dire molto, ma il Viareggio è pericoloso in contropiede. Nel finale succede di tutto. L’arbitro, il sig.Maresca di Napoli assegna cinque minuti di recupero che poi diventano otto. E al 53′ su rigore il Latina pareggia con Burrai, dopo che sia il portiere Gazzoli che Pellegrini vengono espulsi per reiterate proteste facendo finire la partita alle zebre in nove.

 

Niente da fare dunque per gli ex Pizza e Gazzoli, con quest’ultimo che cercava il bis in coppa dopo che nel lontano 1996 aveva alzato al cielo il trofeo con la maglia dell’Empoli.

 

Gabriele Guastella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here