Intervistato in esclusiva dai colleghi di tmw.com l’ex allenatore azzurro Gigi Cagni commenta così la sconfitta dell’Empoli in quel di Terni.

.

Gigi Cagni ai tempi di EmpoliPenso che ieri l’Empoli non meritasse di perdere. In Serie B, come anche in massima divisione, c’è e ci sarà grande equilibrio per tutta la stagione, anche perché la qualità è andata verso il basso e non verso l’alto. L’Empoli ha un gioco solido e giocatori di qualità, una squadra da promozione o playoff, ma forse dipende troppo da Tavano e Maccarone. A differenza di altre squadre, come ad esempio lo Spezia, mancano valide alternative nel reparto avanzato“.

.

E sulla sfida di domenica contro la capolista Lanciano… “E’ vero, la classifica dice questo ma l’Empoli è più forte del Lanciano. La squadra di Baroni ha qualità, ma, come abbiamo visto anche sabato, non riesce a chiudere le gare“.

.

Fonte: tmw.com

8 Commenti

  1. Secondo me non mancano delle alternative..se Tavano non ce la fa’ abbiamo Pucciarelli o Shekiliadze, se Maccarone non ce la fa’ c’è Levan..
    Io più che altro credo che Levan in questo momento ha una forma più che invidiabile e avrebbe bisogno di giocare di più, anche partendo titolare e far rifiatare Maccarone che in questo momento ne ha bisogno…

  2. A differenza di Gigi io vedo un Lanciano ancora una spanna sopra di noi non solo per la classifica. E’ vero che nelle ultime due partite hanno raccolto solo 1 punto come noi ma nonostante tutto sono sempre primi con due punti di vantaggio il che fa capire ai giocatori del Lanciano che lassù ci possono stare. Noi domenica abbiamo necessità dei 3 punti perché verrebbero ottenuti con chi è prima, la scavalcheremo in classifica e riscatteremmo le ultime due opache prestazioni. Occorre dinamismo e aggressività ma noi senza Moro queste caratteristiche le abbiamo?

  3. Il problema è che Sarri non cambia formazione neppure se così facendo potesse evitare la terza guerra mondiale. E gli avversari hanno imparato come imbrigliare il nostro gioco. Anche le sostituzioni sono sempre le stesse: Verdi per Pucciarelli, Levan per Tavano. Quel bidone di Signorelli sembra inamovibile come sostituto di Moro, mai che una volta venga provato Castiglia. Mario Rui non gioca mai, eppure quelle poche volte che ha giocato ha dimostrato di avere dei numeri. Probabilmente si preferirà far giocare Hisaj che rientra solo Venerdì piuttosto che Mario Rui. Il Pampa continua e stare in panchina, come fosse una colpa l’aver aspettato così tanto a firmare il contratto, mentre invece è stata dimostrazione di grande professionalità. Ronaldo pure lui sta solo a scaldare la sedia in panchina. Camillucci non saprei, praticamente non l’ho mai visto giocare. E Schekiladze è un vero e proprio oggetto del mistero. Mi sa che nessuno ad Empoli sappia come sia la sua fisionomia. Il fatto è che le alternative le abbiamo, solo che non vengono mai provate.

  4. Io credo che non sia solo un fatto di quali pedine mettere sulla scacchiera, ma di un modo di giocare a cui gli altri trovano ormai troppo spesso le contro misure.E’vero che non siamo il Barcellona, ma e’ anche vero che in fatto di nomi, non dobbiamo certo invidiare nessuna squadra che calca i campi della serie B.Questo tipo di gioco ha pagato per tanto tempo, ma e’indubbio che la mancanza di un vero trequartista che metta in condizione di tirare in porta con molta piu’frequenza le nostre 2 punte, e nello stesso tempo riesca puntare la porta lui stesso per sfaldare le difese avversarie, quest’anno e almeno fino ad ora non l’abbiamo….probabilmente e’l’unica pedina che ci manca……Pucciarelli e Mchelidze bastano e avanzano per il reparto avanzato e possono andare a sostituire benissimo o Ciccio o SuperMac anche dal primo minuto……Poi vorrei anche dire….che senso ha allenarsi tutta la settimana e poi quando un tuo collega d’attacco il sabato dimostra di non essere in palla tu non vieni mai preso in considerazione? E poi…..mettiamo il caso che ad un attaccante succeda un piccolo problema e che debba star fuori per 2 o 3 settimane (faccio le corna 1000 volte per carita’)…..mi dite in che condizioni di forma il Georgiano va a sostituire una punta, quando ha nelle gambe 15 minuti a partita e obbiettivamente anche l’intesa con i compagni credo che andra’a mancare e di parecchio…..Quando tu hai giocatori di valore anche in panchina, come quest’anno, tu li devi far giocare….soprattutto se chi deve rendere non rende…….magari anche solo una partita….e non per infortunio o squalifica…..anche loro si debbono sentire importanti e trovare un ritmo partita…..indubbiamente vedere in che condizioni stanno giocando Hisaj, SuperMac, Signorelli e in questo momento anche Tonelli…..non prendere in considerazione fior di giocatori come il Pampa, Barba, Mchelidze, Rui, Castiglia…..alla fine potrebbe anche essere pericoloso…..sia per la nostra classifica finale…..ma soprattutto per uno spogliatoio che potrebbe andare a gambe all’aria….

  5. Sono più o meno in linea con i pareri di sopra.
    Ma una soluzione c’è.
    Via il trequartista. Dentro tre punte.
    Modulo. 4-3-2-1
    Bassi
    Laurini.Tonelli.Barba.Rui.
    Croce.Valdifiori.Castiglia.
    Maccarone.Tavano.
    Levan.

    Gioco palla a terra. Levan entra centrale o destra o sinistra. Uno tra Maccarone o Tavano si allargano.
    Il terzo entra nello spazio e vede la porta.

    Se piove sponda di Levan. vi ricorda qualcosa Riganò Tavano con il cagiari?.

    Dai Sarri è ora di provarci.

  6. Contro un’altra squadra magari si, ma il Lanciano ci infilzerebbe: Son maestri nel contropiede. con le nostre 3 punte andrebbero a nozze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here