“Ad Empoli è sempre difficile ma questo Sassuolo mi dà fiducia”.

 

L’esperienza e la sicurezza tranquilla di Lino Marzorati valgono come una garanzia.
Il difensore centrale promuove il nuovo corso del Sassuolo:
“La delusione dello scorso anno – assicura il difensore, che domenica al Castellani vestirà i panni dell’ex – è già stata smaltita. Abbiamo ricominciato molto bene sotto il profilo mentale, il rischio era di sentirsi troppo bravi dopo gli 80 punti della scorsa stagione. Ora bisogna soltanto proseguire su questa strada”.
E se anche il traguardo record della scorsa stagione non dovesse essere raggiunto, per Marzorati questo Sassuolo ha già proposto novità interessanti:
“Stiamo facendo molti gol, più azioni offensive. Quindi per il momento il nostro gioco sta giovando alla classifica e al morale della squadra. Quando arriverà il mio momento? Sto abbastanza bene – racconta Marzorati, che ha avuto qualche problema fisico durante la preparazione estiva -manon sono ancora al massimo: per arrivare al 100 % mi serve un po’ di tempo. Sono in condizione di giocare ma è normale che finché arrivano questi risultati il mister non cambi formazione”.
Nessuna polemica, quindi, e soltanto la voglia di tornare presto protagonista dentro un campionato che, secondo Marzorati, “anche quest’anno saprà regalare le sue sorprese: non dobbiamo pensare che sia più facile dello scorso. Il mercato conta ma fino a un certo punto: nel corso della stagione saltano sempre fuori le squadre che non ti aspetti. Per questo bisogna vivere alla giornata: ora c’è l’Empoli, poi toccherà alla Pro Vercelli e anche quest’ultima sarà una partita molto difficile”. Prima, però, per Marzorati e compagni c’è da raccogliere il massimo da un campo non semplice come il Castellani. Quattro stagioni tra i toscani non si dimenticano facilmente e infatti Marzorati resta un “tifoso” degli azzurri: “Rispetto a quando c’ero io, sono cambiati molti giocatori. Quello che non è cambiato è lo spirito. L’Empoli resta sempre una squadra che lotta: forse negli ultimi anni hanno sofferto un po’ troppo. Ma, dopo l’anno scorso, certi errori non li ripeteranno più: e questo – avverte Marzorati – renderà ancora più difficile la nostra partita domenica prossima. Il Sassuolo però mi dà fiducia: nella passata stagione abbiamo messo delle basi importanti. Ora, anche senza Sansone, abbiamo le qualità per fare bene”.

.

fonte: gazzettadimodena

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlla Roma la Supercoppa Primavera TIM
Articolo successivoLa storia di Empoli-Sassuolo
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

3 Commenti

  1. ti dimentichi forse che con il “grande” Aglietti faceva praticamente sempre tribuna e che la società ha sempre cercato di venderlo.
    Lui però è sempre stato buono al suo posto.
    Confermo che è legato ad Empoli molto più di altri ex che osanniamo tutti.
    Prima che qualcuno cominci ad insinuare non sono un parente, ma semplicemente un conosciente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here