Ad Empoli ho trascorso quattro anni splendidi, eravamo un gruppo affiatato ed ho instaurato un rapporto duraturo con tutti ed ancora oggi ho tanti amici in città. È stato un bilancio ampiamente positivo perché ho avuto l’occasione di esordire in serie A e di crescere professionalmente, resta il rammarico per quella retrocessione. Ancora oggi ci penso perché fu una retrocessione strana ed a condannarci fu l’indisponibilità degli attaccanti nel momento decisivo della stagione visto che sia io che Saudati ci  infortunammo. Ad Empoli ho avuto tutti tecnici competenti e preparati, sono particolarmente riconoscente a Somma per avermi lanciato ed oltretutto fu tra i primi ad utilizzare il 4-2-3-1 in Italia.  Non posso però nemmeno dimenticare Cagni, Malesani ed il grande motivatore, Baldini. Quest’anno l’Empoli ha perso indubbiamente qualità a centrocampo, rimpiazzare coloro che sono partiti non sarebbe stato facile ma anche le assenze in difesa a mio avviso si sono fatte sentire; bisognerà lottare fino all’ultima giornata per salvarsi.

1 commento

  1. Pozzi, non credo che qualcuno ti abbia dimenticato. Mi ricordo i gol contro il Napoli, a Napoli, e tutto il tuo impegno. Buon Anno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here