Riceviamo dall’Unione Club Azzurri e pubblichiamo.

 

Sabato 4 Ottobre, orario ancora da decidere (ma con ogni probabilità dovrebbe svolgersi nella mattinata, presumibilmente con inizio ore 11.00), si svolgerà la cerimonia di inaugurazione della Maratona che sarà così ufficialmente intitolata a Emiliano Del Rosso, tifoso azzurro tragicamente scomparso in un incidente stradale nel dicembre del 2004.

 

Tifosi azzurri in maratonaIl prossimo 4 ottobre, dunque, sarà compiuto il passo che tutti gli sportivi empolesi si attendono ormai da molti mesi. Sarà apposta una targa in ricordo del giovane tifoso scomparso all’ingresso centrale della Maratona Inferiore, proprio in prossimità delle scalinate di accesso al settore dello stadio, cuore pulsante della tifoseria azzurra, che non ha mai dimenticato il “nostro Emi”. Alla cerimonia, che sarà organizzata dal Comune di Empoli in stretta collaborazione con i gruppi ultras (Rangers e Desperados) e il Centro di Coordinamento Empoli Clubs, sono invitati a partecipare tutti i tifosi azzurri.

 

Il programma prevede oltre all’istallazione della targa celebrativa e al taglio del nastro, anche la presentazione di un progetto che coinvolgerà tutte le scuole del comprensorio empolese, elementari e medie, le quali sono già a conoscenza di questa iniziativa, con la speranza che detto progetto dia inizio ad un ciclo di collaborazioni tra la città, intesa per Comune, enti vari e cittadini, la società Empoli Calcio e tutti i gruppi che rappresentano gli sportivi empolesi, per non perdere di vista l’obiettivo che si è posta da sempre Empoli città in materia di amicizia nello sport e lotta alla violenza. Desperados: uno scorcio della maratona

Empoli ed Emiliano in questo campo sono sempre stati da insegnamento verso tutto il nostro paese: non ultime le iniziative di amicizia e solidarietà nello sport che i vari gruppi di tifosi azzurri in stretta collaborazione tra loro hanno portato a compimento con grande dedizione e passione. Non è un caso se ad Empoli, in un momento delicato come ha vissuto e sta tuttora vivendo il nostro calcio, si continui a respirare un clima sereno e rilassato, con allo stadio bambini e famiglie intere. Proprio per questo, come Emiliano credeva, ad Empoli esiste una grande unica coesione e collaborazione tra tutti, in nome di Empoli e dell’Empoli calcio.

 

Ufficio Stampa

Centro di Coordinamento Empoli Clubs

(www.empoliclub.it) 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here