Il Ds azzurro, Marcello Carli, si dice soddisfatto della reazione immediata della squadra al secondo KO stagionale, quello di Reggio. Un analisi del momento raccolta nelle pagine dell’edizione di ieri de “Il Tirreno” che vi riportiamo:

 

Dopo il Ko di Reggio la squadra è tornata subito al successo, dimostrando che è davvero molto diversa da come lo era 365 giorni fa…

carli La sconfitta di reggio ci aveva lasciato l’amaro in bocca per come era andata, non era stata una prestazione negativa, la squadra aveva sempre cercato di giocare a calcio e probabilmente il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Col Varese, se ci aspettavamo una reazione, è puntualmente arrivata. Ho visto in campo quella squadra in grado di emozionare, bella da vedere per chi viene allo stadio. Non era una gara semplice ma siamo riusciti a portare via i tre punti giocando sempre la palla a terra e facendo sempre il nostro calcio manovrato.”

 

Se dovesse fare un bilancio di queste prime dieci giornate?

Abbiamo collezionato 20 punti in dieci partite, è davvero un ottimo bottino ma è ancora presto per dare dei giudizi, il campionato di serie B è lunghissimo e tutto puo’ cambiare rapidamente. Quello però che sicuramente si nota, è che ci sono diverse squadre nate per fare il salto di categoria che stanno facendo fatica, mentre per ora i risultati stanno dando ragione a quelle squadre che hanno tanti giovani di valore e bravi allenatori.

 

E l’Empoli sta vedendo la crescita di diversi giovani come Pucciarelli e Mchedlidze…

Abbiamo tanti giovani di valore che con il passare dei giorni stano crescendo e prendendo sempre più confidenza. Pucciarelli? Sta facendo cose importanti, è un ragazzo serio, che ha fatto esperienze importanti lontano da Empoli, è rientrato, ha saputo aspettare il suo momento e adesso sta migliorando partita dopo partita. Ma non solo lui, anche gli stessi Hysaj, Rugani, Mario Rui stanno facendo grandi progressi. Lo stesso Levan, nonostante abbia due mostri sacri la davanti, ha accettato il ruolo e sabato non appena è entrato in campo ha mostrato tutte le sue qualità. la filosofia dell’Empoli deve essere quella di puntare sui giovani, ma soprattutto dobbiamo avere la pazienza di aspettarli.”

CONDIVIDI
Articolo precedentePanchine calde in B – gia 7 cambi
Articolo successivoIl Catania pensa a Valdifiori?
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

13 Commenti

  1. verità sacrosanta bisogna aspettare i giovani soprattutto quelli che già fanno vedere qulcosa.perdonatemi però quando dico che signorelli è sopravvalutato, forse farebbero bene anche a lui un paio di anni a gavorrano

  2. signorelli andava mandato in prestito molto prima, tipo il primo o il secondo anno di aglietti…secondo me però il prossimo anno dovrebbe essere quello buono per lui…mchedlidze sono 3 anni che lo aspetto, speriamo che questo anno esploda definitivamente…pucciarelli così in forma invece non me lo sarei mai aspettato, per ora è la migliore notizia (insieme a rugani) di questo empoli, oltre alla classifica e al gioco espresso naturalmente

  3. Alla luce dei risultati qualcuno, anche più di qualcuno, dirà che non se ne è sentita la mancanza. Mi piacerebbe chiedere a Carli però i veri perché dei mancati rinnovi a Buscè e Stovini.
    Per il resto ottimo lavoro, i numeri parlano per lui.

    • Ancora?……Che tutti siamo grati per quello che hanno fatto i due che rammenti e’ un dato di fatto…..ma la scelta della societa’e’ stata giusta…..nessuno ti puo’garantire che 2 calciatori di 35 e 36 anni possano giocare agli stessi livelli dell’anno prima…..e difatti Stovini arrivato a Brescia, dopo prestazioni che definire pessime e’ gia bella cosa, ha alzato bandiera bianca e se non sbaglio ha attaccato le scarpe al chiodo, prima di finire il girone di andata……Busce’ invece ha giocato il suo ultimo campionato a Pisa…..senza infamia e senza lode……37 anni e piu’ niente da dire sul piano tecnico e fisico per poter fare un campionato da primo della classe neppure in serie C……Quindi solo una questione di carta d’identita’ e cambio di rotta per tornare a valorizzare i nostri giovani…..e poi chissa’…forse hanno chiesto troppo per le tasche della societa’ e la societa’ ha reputato che per la loro eta’ non valeva la pena di investirci cosi tanto…..e alla fine…..mi pare che il Corsi……abbia avuto ragione……D’altronde questo succedera’ anche con Pratali…..finita l’annata….anche se fosse serie A e se lui disputasse alla grande il girone di ritorno di questo campionato…..se rinnovo ci sara’…dovra’ accontentarsi…..Anche se magari il fatto di arrivare in A, qualche vantaggio pecuniario lo porta sempre….

  4. Beh al sue secondo anno da DS unico credo che gli si possa dire soltanto grazie per l’eccellente lavoro. Per me resta il neo Brugman ma alla luce dei risultati e della grande esplosione di Saponara (a proposito ma come sta?) va tutto bene.

  5. Marcello fino ad ora sta’ facendo un bel lavoro!! Anche quest’anno tanti giovani si stanno mettendo in mostra ( fra tutti Pucciarelli e Rugani..) oltre a conferme importanti come Hisay e Tonelli!!
    Quello più indietro in fatto di crescita’ può essere Signorelli…credo anch’io che un’anno in prestito gli poteva dare più continuità , ma l’Empoli ha sempre creduto in lui tenendolo sempre parte importante della rosa…spero davvero che prima o poi arrivi anche il suo momento!!!

    • o ven via.. ora 8 milioni di euro. ma che sei ciucco? 🙂
      Tonelli ha un limite che è l’altezza, seppur in parte colmata dalla esplosività. Ad ogni modo, massimo massimo si parla di 2-3 milioni ma proprio guarda perchè oggi sono generoso.

  6. Volevo esprimere tutta la gratitudine personale a Carli molto criticato la scorsa estate. Anche io non ero convinto al 100% ma il suo fiuto è venuto fuori e sono due stagioni che ci divertiamo. Grazie Marcello Carli

  7. Spett.le redazione,
    Credo che piacerebbe a tutti sapere dove sono e come vanno i nostri ex ragazzi.
    Perché PE non pensa ad una rubrica fissa che, settimanalmente,
    ci faccia sapere le prestazioni domenicali dei nostri?????
    Si potrebbe chiamare “DOVE SONO??”
    Grazie per l’attenzione.
    Gian Carlo

    • Ciao Giancarlo, la rubrica che citi c’è già… 🙂 la facciamo sia sulla Serie A che sulla LegaPro, ogni tanto diamo anche notizie sui dilettanti… è chiaro che sono centinaia di ragazzi per cui non possiamo tutte le settimane parlare sempre degli stessi, però settimanalmente cerchiamo di dare notizie… comunque grazie e continua a seguirci 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here