Al termine di un iportante settimana dal punto di vista del mercato, ha parlato il Ds azzurro, Marcello Carli.

Ha raccolto le sue dichiarazioni il quotidiano livornese “Il Tirreno”:

 

Che giudizia da a quanto fatto per ora?
«Siamo contenti di quello che abbiamo fatto – sottolinea il ds – soprattutto perché era importante, determinante, riuscire a consegnare a Sarri una rosa sulla quale lavorare. Ora, dunque,l’attenzione si sposta dalle trattative al campo».
Dunque mercato chiuso?
«Sì, per ora. Intanto perché continueremo ad essere vigili e poi perché non si può mai dire quel che succederà. Basta guardare il Milan… Ma è chiaro che siamo arrivati auncerto puntoe ora le priorità diventano altre. Passiamo alla fase delle valutazioni ».
In che senso?
«Che ci prendiamo un po’ di tempo, due o tre settimane almeno, per osservare, analizzare,capire. Quindi trovare anche gli eventuali punti deboli e, in caso ce ne fosse bisogno, intervenire ».
Il gruppo, soprattutto dietro, sembra molto giovane.
«Non sembra, lo è. Lo è per una nostra precisa scelta. Ora, ripeto, la palla passa al campo. Staremo vicini al tecnico e ci riserviamo la possibilità di aggiungere qualche elemento più esperto se lo riterremo necessario e dove lo riterremo necessario. Intanto, però, posso dire che abbiamo centrato i nostri obiettivi: abbiamo preso tanti ragazzi giovani, dalle squadre Primavera o dalla Lega Pro, che hanno stimoli e motivazioni da vendere. Vanno ad unirsi a un gruppo di giocatori più esperti che avevamo e che siamo contenti di tenere. Ora, come ha detto il presidente Corsi, durante il ritiro cercheremo di capire chi ha gli stimoli giusti per fare parte di questo progettoo meno».
In che senso?
«Che, come dicevo, ora l’attenzione si sposta sul campo. Quindi sul lavoro che deve fare Sarri, che avrà tutto il nostro appoggio,ma anche sulla gestione del gruppo. In questi giorni non sono potuto essere vicino alla squadramadadomani(oggi per chi legge, ndr) inizierò a parlare singolarmente coi ragazzi per capire se ci sono delle problematiche. Ed eventualmente trovare le soluzioni migliori per tutti».
Si riferisce a qualcuno in particolare?
«No. Ma è normale che qualcuno possa pensare al mercato, altri al contratto in scadenza. Sarò chiaro, con loro, come è stato chiaro il presidente a dettare le linee guida della nostra stagione:vogliamo gente motivata, che ci creda, che abbia qualcosada darci. Altrimenti si può semprecambiare. Fermo restando che anche la società ha le sue esigenze ».
E se qualcuno dovesse andare sarà sostituito.
«Ovviamente».
Nell’immediato cosa resta da fare?
«Trovare una sistemazione a chi qui avrebbe poco spazio. Penso a Cesaretti (vicino al ritornoal Frosinone, ndr), Bassi (potrebbe andare ad Ascoli se Guarna passerà alla Reggina, ndr) eIacoponi (quasi certo il ritorno al Sud Tirol, ndr). Intanto Caturanoè passato alla Paganese (in comproprietà, mentre l’ex Dumitru è a un passo dalla Ternana, ndr)».
È stato difficile “strappare” Laurini al Lecce?
«È stato merito del presidente che, in un mercato bloccato, ha deciso di investire dei soldi su un giocatore che seguivamo da tempo».
Perché cedere Rovini?
«Per avere una certa serenità nella gestione. Ma se ce lo avessero portato via subito non l’avremmo mai dato».

CONDIVIDI
Articolo precedenteSul portierino azzurro Furlan piomba un club di LegaPro
Articolo successivoPresentazione Empoli: si farà il 23 Luglio
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

14 Commenti

  1. Probabilmente sono in stanby…..perchè ci sara’ da valutare quello che succedera’ con Valdifiori e Corallone…nel caso di una loro cessione arriveranno tutti e due…..nel caso che i due suddetti rimanessero ad Empoli(nel caso di Corallone credo che valga anche il parere di Sarri)non credo propio che a livello di qualita’ ci rimetteremo qualcosa!….anzi se rimangono sono un valore aggiunto!

    • Aggiungo che magari Sarri dopo averli visti giocare…potrebbe anche non essere poi contento che Guitto e Signorelli vadano a fare esperienza da qualche altra parte…tantomeno in C!

  2. Scusate il dubbio, ma la situazione di Stovini qual e’? E di Busce? Ficagna e Gorzegno sono a questo punto sbolognati…
    Comunque ipotizziamo una formazione attuale (classico 442): Dossena, Pecorini, Tonelli, Mori, Regini, Signorelli, Moro, Valdifiori, Spinazzola, Levan, Tavano. Con opzione per 4312 con trequartista (Lazzari, Saponara).

    • sarebbe Valdifiori. Ovviamente e’ una scelta forzosa, ma non mi sembra la rosa di centrocampisti conceda alternative. Per quello chiedevo di Busce’. A meno che il mister non abbia gia’ in mente un modulo del tutto diverso e non escluda a priori il 442.

  3. Sono d’accordo con Daniele, andremo sul mercato solo in caso di cessione di Valdifiori e Coralli, forse spererei nella cessione di Coralli per Ciofani, ma se devo decidere tra Camilucci e Valdifiori, e’ meglio Mirko….
    Modulo;4-2-3-1
    Dossena
    Pecorini-Ferreira-Mori-Regini/Laurini
    Moro-Valdifiori
    Boniperti-Lazzari-Spinazzola
    Tavano

    • Sam il discorso di Coralli è legato al fatto che gli empolesi pensano che ha fatto una cosa che non doveva fare….cioè abbandonare la nave mentre affondava….però che sia vero o no,non bisogna dimenticarsi che la societa’poteva benissimo obbligarlo a restare……Io credo che se Claudio restera’ e comincera’ ad essere la mitraglia di due-tre campionati fa….la gente piano piano dimentichera’ e magari anche lui riuscira’ a trovare la forza per scusarsi con i tifosi…..io mi ripeto….secondo me lui non ha avuto paura di Maccarone,ma probabilmente dopo essere stato un grande bomber per due anni,ha preso l’arrivo di Maccarone come una bocciatura nei suoi confronti e ha fatto quello che ha fatto solo per un motivo d’orgoglio “Ti ho fatto 33 goals in due anni,adesso perchè vengo da due gravi infortuni e non riesco a metterla dentro tu mi metti in discussione?OK mi puoi anche cedere”.Ciofani è un buon giocatore e in serie C HA FATTO MOLTI GOALS,ma in serie B,iL CARTELLINO L’HA TIMBRATO SOLO 7 VOLTE….Io personalmente preferisco Coralli…spero che resti e che tutto quello che c’è stato venga chiarito!Per quel che riguarda la formazione che tu auspichi che venga schierata,credo che tra gli undici…trovera’ posto Croce a destra e che al posto di Ciccio(che in questo modulo non è certo quello che regge palla e ti fa salire),giochera’ un centravanti vero(indiziato probabile Coralli-Mchelidze)con lo spostamento di Ciccio a sinistra!Comunque vedremo…inutile adesso fare formazioni senza conoscere chi è arrivato…..magari ci si aspetta tanto da Ferreira e magari ci si accorge che Romeo è piu’ forte di lui…e cosi’ magari Laurini…di cui si dice un gran bene….ma in fondo il passo dalla C alla B,non è poi tanto minimo…..Magari ti aspetti che gli Juventini possano fare chissa’ che cosa è poi ti accorgi che Pucciarelli è cresciuto a dismisura……è VERAMENTE TROPPO PRESTO PER REALIZZARE CHE SQUADRA METTERA’ IN CAMPO SARRI!

      • “Ti ho fatto 33 goals in due anni,adesso perchè vengo da due gravi infortuni e non riesco a metterla dent ro tu mi metti in discussione?OK mi puoi anche cedere”…

        la risposta sua a questa domanda doveva essere da uomo maturo.. “si sto facendo cahare e se continuo cosi´ si va in serie c..?meglio che venga maccarone cosi´ almeno potro´ giocare ogni tanto senza la pressione di metterla dentro a tutti i costi che almeno le responsabilita´ sono condivise e magari se maccarone fa male o tavano ci sono sempre io…”

        questo doveva pensare…cmq ancora si deve capite cosa accadde perche´ chiarezza non e´ mai stata fatta..

  4. Questo e’ vero Daniele, anche se ciccio ha sinistra la vedo un po’ dura, comincia ad avere un eta’ e non so’ se puo’ reggere un ruolo del genere…
    Per quanto riguarda Coralli,io sono uno di quei tipi che non lo vorrebbe ad Empoli, semplicemente per il fatto che e’ vero che ha fatto tanti goal per l’Empoli, ma poi(vedi gli infortuni..) si e’ bloccato e anche grazie alla sua astinenza eravamo in fondo alla classifica, perciò noi essendo in una posizione critica, abbiamo cercato un’attaccante, lui doveva rimanere e giocarsi il posto, e non credere di avere il posto al sicuro, perché questi giocatori guadagnano profumatamente, sono professionisti e devono lottare per tenere il posto, lui e’ stato un codardo e fifone…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here