All’indomani della sconfitta rimediata a Reggio Emilia contro il Sassuolo, il ds Carli ha parlato provando a spiegare il momento della squadra. Vi riportiamo l’intervista rilasciata quest’oggi al quotidiano “Il Tirreno”

 

Direttore cosa sta succedendo alla squadra, non tanto da un punto di vista tecnico e di risultati quanto del nervosismo…

ph efc
ph efc

Qualcosa sta succedendo, ma fatico a capire da cosa possa dipendere. Fino a poco tempo fa siamo sempre stati bravi a gestire situazioni anche pericolose, ora no, non so se è la voglia di spaccare il mondo o altro. Di sicuro sono segnali che non ci piacciono e che non mi piacciono e di cui voglio parlare con i ragazzi al più presto.”

 

Punirete Tonelli?

I provvedimenti si prendono, non si annunciano. C’è un regolamento interno che, come successo nel caso di Livaja, viene applicato quando è il caso, tutto qui.”

 

Sembri arrabbiato…

Di sicuro mi dispiace aver buttato via una partita che avevamo in mano, pero’ mi consola anche la reazione che i ragazzi hanno avuto dopo il terribile uno/due nel secondo tempo. Potevamo rischiare il tracollo invece abbiamo reagito e riaperto la partita.”

 

Allora è preoccupato per le sconfitte?

Neanche quello. A parte quella di Napoli, dove abbiamo perso da una squadra nettamente superiore, le altre sono state figlie degli episodi. Ci sono solo questi segnali di nervosismo che non capisco e che voglio analizzare con i ragazzi.”

 

Anche perchè certi comportamenti hanno conseguenze sul futuro…

E’ vero. Adesso per esempio affrontiamo una squadra come la Roma, forte ed in palla, e lo dovremo fare fronteggiando tante assenze. E’ un periodo cosi, c’è poco da fare. Gli infortuni capitano, pero’ stanno capitando tutti nello stesso reparto (la difesa, ndr.) e questo è un motivo in più per non regalare squalifiche.

 

Intanto però c’è un difensore in più…

La nota lieta dell’ultima partita è stata Cosic. Mi è piaciuto molto anche per personalità

CONDIVIDI
Articolo precedenteSettore ospiti verso il "sold out"
Articolo successivoGiudice Sportivo serie A – Stangata a Tonelli
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

13 Commenti

  1. io credo che il vero motivo è che il calcio mercato dovrebbe esserci solo in estate e che bisogna abolire immediatamente il mercato di riparazione che porta solo danni così come tutti questi agenti e procuratori che gravano sulla testa dei calciatori !!! purtroppo prima fino agli anni 90 c’era molta riconoscenza da parte dei giocatori verso la propria società di appartenenza ora invece si fa presto a montarsi la testa e i procuratori basta che si parla nei giornali o nei media dei propri assistiti gli fanno i lavaggi del cervello come è successo ad esempio con valdifiori che il suo agente lo ha fatto diventare il nuovo Pirlo e ora invece ora porta gli scarpini ad higuain !!!! io capisco che l’ Empoli è un trampolino di lancio verso società e realtà più grandi ma se fossi un giocatore soprattutto di 20 anni starei molto con i piedi per terra visto che ora a bruciarsi velocemente non ci vuole molto !!!! poi vero è che Empoli è una realtà piccola ma è anche vero che è una realtà splendida unica e rara dove sei gestito da una società sana che ti paga regolarmente , un ambiente ovattato dove nessuno ti rompe i maronx e se sbagli 3-4-5 partite nessuno ti mette fuori rosa anzi ti danno la possibilità e la fiducia di riprovarci !!!! e poi sinceramente mi sentirei più al sicuro di giocare nell’ empoli che nella samp nel genoa nel palermo ecc. visto che sono pieni di debiti e cambiano allenatori e giocatori a raffica !!!!!!!!!

  2. Gentilissimo direttore dica la verità c’è casino nello spogliatoio non è possibile perdere tre partite di seguito lasciamo perdere il napoli ma il frosinone il sassuolo io l’ho viste tutte le partite ci può stare essere nervosi …..bisogna che i giocatori scendino dal gradino e ritornino quelli che erano prima poi il mister mi sembra uno che stà li con la solita calata che tartaglia quando gli fanno l’intervista che tiri fuori le palle anche lui come fà martuscello che è un grande….bisogna che la società intervenga a muso duro con chi non si impegna….saluti a tutti forza empoli rossano di fucecchio settore degli sfigati in carrozzina

  3. Non c’è dubbio che le cose non stanno andando nel migliore dei modi,ma la squadra bene o male è sempre riuscita a giocarsi la partita alla pari con tutti e questo è successo anche quando siamo usciti sconfitti dal campo,perfino a Napoli fino alla sciagurata autorete di Camporese eravamo in partita e mi pare che i due goals subiti a fine partita contino come il due di briscola.Certo le ingenuità delle ultime partite ci son costate care,compreso l’errore dal dischetto di Saponara.Il trittico di partite che avrebbe dovuto lanciarci verso una lotta per l’Europa invece di almeno 7 punti ce ne ha portati solo 2 e la partita di Sassuolo che sembrava in mano nostra ha evidenziato questa nostra flessione non certo fisica ma mentale.GIà….L’Europa….da quando si è incominciato a parlare di questo….la squadra ha avuto un rendimento da squadra che deve salvarsi.Ma quale Europa….con 32 punti in classifica come avevamo e una salvezza ormai certa,l’unico pensiero doveva essere di far rifiatare qualche giocatore che aveva giocato di più e di mandare in campo a turno,ma dal 1 minuto i vari Bittante,Più,Cosic,Zambelli,Levan,Hassan,Livaja,Camporese,Krunic e chi più ce ne ha ce ne metta,per pensare ad allestire la squadra del prossimo anno.Tonelli,Rui,Saponara e qualche altro se ne andranno di sicuro alternarli ad altri non avrebbe fatto male a nessuno.L’Europa….ma non è che la squadra è nervosa proprio per questo?Non è che vedendo allontanarsi l’obiettivo dell’Europa Ligue,alcuni giocatori hanno smesso di giocare con la loro semplicità e la voglia di stupire che li ha sempre contraddistinti e hanno incominciato invece a giocare contratti e più i risultati non vengono e più lo sono.Dobbiamo tornare indietro e fare un bagno di umiltà,ma senza per questo dimenticarsi che la squadra è forte.Sotto con i punti salvezza e chi pensa di essere arrivato,si puo’ accomodare in panca….Cosic è li a dimostrare che l’umiltà e la voglia di emergere non deve mai mancare….e i sogni Europei lasciamoli agli altri….pensiamo al nostro scudetto che è quasi cucito per l’ennesima volta sulla nostra maglia.E’ uno scudetto virtuale ma per noi tifosi vale come quello vero.

  4. Marcello entrerà negli spogliatoi e si farà sentire. Adesso è l’ora di chiudere questa falla che ci sta facendo imbarcare acqua.

    Voglio un partitone con la Roma e …
    Non dico nient’altro.

    • No Maurizio: Pensiamo a i’genoa alla samp e a i’palermo: La Roma è superlanciata e dispone di 5 grandi attaccanti. noi in flessione e senza difensori titolari. Come prima del sassuolo, io dico che sarà durissima far punti sabato. Mi dispiace.

  5. Quello che non si capisce a Empoli è chi sia preposto a cosa. Segnalare e disinnescare questo nervosismo latente a chi spettava? Accardi (team manager), al duo Giampaolo/Martuscello (allenatori), a Carli (direttore) o a Maccarone (capitano)?

    A tutto questo aggiungiamo un ufficio stampa che invece di far chiarezza e mettere un punto sulle questioni, le ingarbuglia ulteriormente con comunicati stampa (caso Livaja) che sono al limite della supercazzola. Ora ci mancherebbe solo un’altra conferenza senza senso come quella successiva alle due sconfitte in fila della scorsa stagione.

  6. AVANTI CON I GIOVANI più ne gioca meglio ê così salvezza e quattrini per il futuro. ..in panca chi non é di proprietà e chi é già promesso ad altre squadre.
    Forza empoli non perdiamo mai di vista la nostra dimensione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here