carliDopo la brutta sconfitta rimediata contro la Lazio ci si aspettava un vero e proprio riscatto da parte dell’Empoli, una reazione d’orgoglio che potesse trasformare la rabbia per la gara persa in energia positiva. Ma contro il Parma probabilmente il riscatto per la squadra di Sarri è arrivato soltanto a metà. Guai però a guardare il pareggio contro i gialloblù soltanto come un occasione sprecata.
Parola del Ds azzurro Marcello Carli che dopo il 2-2 contro la squadra di Donadoni vede il bicchiere mezzo pieno. «Non credo che i ragazzi non siano riusciti a riscattarsi – dice Carli – la squadra ha creato, ha giocato è andata sotto all’inizio e poi ha saputo reagire. Nel secondo tempo abbiamo anche sfiorato il 3-1 che poteva chiudere la gara. L’unico errore è stato quello di pensare di poter gestire il vantaggio, un atteggiamento che poi ha permesso al Parma di rimettere in piedi la partita. Ma non posso essere deluso dalla gara che hanno fatto i ragazzi – prosegue – abbiamo fatto questo errore ma per il resto abbiamo fatto una buona partita e siamo comunque riusciti a conquistare un risultato positivo.

 

E non è da poco in un momento così importante del campionato e contro una squadra che nelle ultime partite ha dato fastidio a numerose avversarie». Carli insomma non vuol sentir parlare di delusione. «Credo che questo pareggio non ci possa lasciare delusi ogni punto conquistato in serie A che ci avvicina alla salvezza è un punto importante. È vero abbiamo abituato bene il nostro pubblico e magari quando ci sono partite che non sono giocate sui soliti standard qualcuno storce la bocca, ma non scordiamoci che siamo in serie A e che l’Empoli sta facendo un campionato straordinario. Non possiamo negarlo, una vittoria probabilmente avrebbe chiuso il discorso salvezza, ma quella contro il Parma è stata una gara difficile». Una gara in cui alcuni calciatori si sono messi in luce, tra questi anche Laurini tornato ai massimi livelli dopo un infortunio che ha fortemente condizionato la sua stagione. «Siamo felici per Vincent – dice Carli – perché ha sofferto molto ad inizio stagione, la pubalgia crea molto fastidio e purtroppo ha condizionato molto la sua annata. Ma lui è un lottatore è riuscito a rialzarsi e adesso è in un buon momento di forma come tanti altri suoi compagni. I nostri ragazzi, per lo spirito che ci mettono sono davvero l’emblema di questo Empoli».

 

Il direttore poi prova a fare il punto sulla situazione salvezza e su come l’Empoli debba affrontare queste ultime giornate di campionato. «Non so quanti punti serviranno per salvarsi, ma in questo momento a sette gare dalla fine, non possiamo negare di avere un vantaggio importante sulle dirette concorrenti. La salvezza però non è ancora conquistata e dobbiamo già dalla prossima gara dare il massimo per raggiungerla il prima possibile. Come affrontare questo finale? La squadra dovrà cercare di rimanere quella che abbiamo visto sempre, dovrà scendere in campo ed essere se stessa, senza stare a fare tanti calcoli. Ma soprattutto ricordarsi da dove arriva. Più vinciamo più dobbiamo ricordarci da dove siamo arrivati, da quel playout con il Vicenza. È per questo che ottenere la salvezza vorrebbe dire completare in modo straordinario quel cerchio che si è aperto 3 anni fa».

 

fonte: iltirreno

 

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteUFFICIALE – Il Parma è all'asta
Articolo successivoDal campo | Problemi per Mario Rui
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

1 commento

  1. Mi secca giocare prima di Genoa Cesena,non credo che il Cesena possa vincere,però’ il Genoa ha meno motivazioni,l’Atalanta invece ne ha di più’ e vincendo può gestire al meglio lo scontro diretto col Cesena la prossima settimana…..insomma atalanta empoli sarà’ partita vera

  2. Troppe distrazioni da quando Pucciarelli ha firmato il precontratto con il Real Madrid!!!
    Il futuro e’ PUCCIARELLI conteso tra Gavorrano e Real madrid

  3. Poche motivazioni purtroppo, cerchiamo di non rovinare tutto il buono che abbiamo fatto che è veramente tanto, certo che a discorsi in Italia siamo messi bene, si vive di chiacchere in tutto e per tutto quindi di cosa ci meravigliamo !

  4. Dai che il prossimo anno torniamo in trasferta a Vicenza…che campionato sta facendo il Marino Team … con gli esuberi delle varie rose in una settimana sono riusciti a fare un gruppo niente male.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here