All’indomani dell’ennesimo successo azzurro, coronato da una prestazione maiuscola, ha parlato il ds azzurro Marcello Carli.

Ha raccolto le sue dichiarazioni il collega Carlo Salvadori de “La Nazione”, nell’articolo uscito stamane sul quotidiano di Firenze.

 

Parlare di salvezza non è un bluff?
«Ma quale finta, noi dobbiamo soltanto pensare alla salvezza. Negli scorsi due mesi abbiamo realizzato passi da gigante, ma guai a mollare adesso».

 

 
Gli elogi che vi arrivano non sono motivo di orgoglio?
«Sono del parere che meno si parla e meglio è, ma sarei ipocrita se dicessi che non fanno piacere. Però non bisogna che ci distolgano dalla realtà».

 
E’ inoltre generale l’approvazione per aver confermato Sarri dopo il pessimo avvio stagionale….«Questa è una domanda che mi è stata posta un centinaio di volte e continuare a rispondere mi sembra una mancanza di rispetto verso il nostro allenatore. Pertanto ripeto ancora che per noi dirigenti la partenza stentata, con nove turni in cui non abbiamo colto alcun successo, non dipendeva affatto dal tecnico. Avevamo, infatti, parecchi calciatori che per una ragione o per l’altra non potevano essere al top del proprio rendimento. Stop».

 
La preoccupano le assenze di Valdifiori e Croce nella partita di domenica prossima a Cittadella?
«Sono due elementi preziosi dello stesso reparto ma abbiamo fiducia nelle scelte del mister. Intanto Signorelli ha segnato un bel gol col Vicenza e, nel finale, è tornato in campo Cristiano. Comunque domenica avremo una sfida molto impegnativa e bisognerà dare il massimo per ottenere un altro risultato positivo».

 
Nonostante l’incidente a Croce, il quadro degli infortunati sta migliorando…
«E’ vero, abbiamo tanti giocatori che sono quasi guariti. Così sfrutteremo la sosta di gennaio per recuperare i vari Accardi, Mori, Coralli, Gigliotti e tutti gli altri che stanno per assicurare la loro totale disponibilità».

 
In compenso, il vostro organico è di circa trenta unità: lo sfoltirete nella finestra invernale di mercato?
«Il mercato è l’ultima cosa a cui pensiamo in questo momento. Tuttavia, qualora ci venisse fatta una proposta interessante per qualche nostro giovane che trova poco spazio, la prenderemmo in considerazione. Attenzione, però: non ho detto che cederemo qualcuno, bensì che saremo vigili come tutti i dirigenti delle altre società».

 
Quando l’unico obiettivo è il mantenimento della categoria, si può chiederle quanti punti occorreranno per centrarlo?
«Non lo so, ma essere a quota 28 a due incontri dalla fine dell’andata, rappresenta un ottimo bilancio. Di solito, i punti necessari sono intorno a 50, però quest’anno potrebbero bastarne meno perché le prime tre della classifica stanno volando».

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiovanissimi a valanga
Articolo successivoEmpoli Fc | Domani la ripresa
Giornalista pubblicista, da sempre tifoso azzurro è tra i fondatori di Pianetaempoli.it sul quale scrive ininterrottamente dal 2008. Per PE, oltre all'attività quotidiana, si occupa principalmente delle interviste post gara da tutta Italia. E' stato speaker ufficiale dell'Empoli FC per 5 stagioni.

32 Commenti

  1. SU MARCELLO CARLI:
    (Poi ognuno la pensi come vuole…)

    Dunque ci sono due domande nell’intervista le cui risposte è bene riscriverle per come vanno e per come sono andate le cose. Realmente.
    ————————————————————
    DOMANDA.1.
    -Parlare di salvezza non è un bluff?
    -Ma quale finta, noi dobbiamo soltanto pensare alla salvezza…

    RISPOSTA
    La natura della squadra è prettamente offensiva.
    Quindi se dobbiamo darci degli obbiettivi devono essere Congrui a quello che si può realizzare.
    I numeri parlano chiaro basta vedere il numero dei gol segnati dalla nona partita in poi. E la natura delle prestazioni (non sappiamo difenderci o gestire i risultati ma sappiamo attaccare e anche aspettare il momento giusto).
    L’ Obbiettivo giusto per noi sono puntare a i Play.off.
    Accampare scuse. Storie. Predicare la Calma. Stare coi piedi per terra è controproducente.
    In questo momento l’Empoli è da Play.Off. per quale motivo si dovrebbe abbassare le aspettative. Controproducente.
    Puntiamo in alto che è Producente.
    E poi dite che non ci sono soldi e tutto ad un tratto spendete per i teloni copricampo per favorire le nostre caratteristiche di gioco.
    Una cosa che non si era mai vista a Empoli.
    Questo vuol dire che ci tenete e come a puntare in alto.
    Perciò sarebbe meglio non parlare “il politichese” e dire le cose per come stanno.
    ————————————————————
    DOMANDA.2.
    -E’ inoltre generale l’approvazione per aver confermato Sarri dopo il pessimo avvio stagionale…
    -Questa è una domanda che mi è stata posta un centinaio di volte e continuare a rispondere mi sembra una mancanza di rispetto verso il nostro allenatore…

    RISPOSTA.
    Non c’è nessuna mancanza di rispetto verso il Mister Sarri.
    Quest’uomo è venuto quà con un idea precisa di gioco.
    L’opposto di quella che ha attuato con successo nelle ultime dieci partite.
    E’ venuto quà con un modulo da gioco di fascia, di copertura, cercado pressing alto puntando molto sulla difesa, e ripartenze veloci.
    Ma tutto questo non ha portato frutto.
    Certo va detto anche grazie a acquisti non proprio azzeccati che lo hanno penalizzato.
    Se fosse stato esonerato nelle prime 8 gare non ci sarebbe stato alcun scalpore. Sarebbe stato normale.
    Poi complice la mancanza di fondi e magari anche il tentativo di invertire i continui cambi di allenatore della passata stagione da parte della Socetà.
    Non ultimo anche la giusta idea (non si è capito bene se di Sarri o della Società o concordata) di riproporre il modulo di Aglietti tutte queste cose hanno Concorso a migiorare i risultati e a Riabilitare Sarri a Legittimo allenatore dell’Empoli.
    Non c’è alcuna mancanza di rispetto nell’avere dei dubbi e nell’averli esternati.
    Se lavori male si vede e ottieni cattivi risultati.
    Se lavori bene si vede e ottieni buoni risultati.
    Sarri ha lavorato con un’idea inappropriata per 8 partite
    e l’assenza di risultati e gioco si sono visti.
    Poi ha cambiato.
    E’ stato bravo a tornare sui suoi passi.
    A cambiare tipo di gioco modulo (anche andando contro se stesso) e ora è giusto che si goda questo momento.
    Sarri così ha una grande occasione.
    Quella di affermarsi alla ribalta.
    Il mio invito è a crederci e di puntare in alto.
    Ma il mio invito è anche quello che lui si possa ripresentare con una idea tutta sua di gioco trascendendo dal modulo di Aglietti.
    Andando a giocarsela con 3 difensori 2 esterni 2 centrocampisti 1 trequartista e le 2 punte.
    Come ha fatto con Brescia e Varese.
    Sarri non deve dimenticarsi chi è.
    Tute le sue squadre hanno avuto gioco sulle fasce.
    E l’Empoli è stato costruito con giocatori di fascia.
    Usiamoli. Non ci fermiamo quà
    Sarri ha in mano questa opportunità
    E’ giusto diro.
    Poi ognulo la pensi come caxxo vuole…

    • Punto 1….Quando si son fatti proclami di play off,si è visto poi come è andata a finire….
      Punto 2….Non mi sembra che NONOSTANTE LO STESSO MODULO ADOTTATO DA AGLIETTI,il gioco risulti lo stesso….mai visto con Aglietti un gioco di prima,come mai visto con Aglietti possesso palla e soprattutto NON MI SONO MAI DIVERTITO A VEDERE L’EMPOLI COME QUEST’ANNO!Tavano,Maccarone,Saponara,Valdifiori,Moro,Signorelli,Regini…li avevamo anche l’anno scorso……

        • ma io non l’ho mai detto questo.
          Non ho mai detto che l’ha inventato Aglietti.
          Fu proposto da Pillon prima col Verona poi ripreso da Carboni e infine consolidato da Aglietti.
          Aglietti spesso preferiva i due trequartisti 4-3-2-1 rispetto al 4-3-1-2.
          Ma perchè era fissato che il gioco glielo facessero solo gli attaccanti.
          Maccarone lo ha avuto solo dopo quando è tornato.

      • E ti rispondo subito.
        Punto 1 quando il primo anno di Aglietti si è pensato ai play.off. è mancato solo un punto per andarci.
        Quindi gli obbiettivi congruenti sono quelli giusti.
        Il secondo anno sono stati presi giocatori troppo giovani e non pronti per la B COMPRESI SAPONARA SIGNORELLI e REGINI.
        Troppi come dissero Buscè e Stovini.
        Non è una questione di proclami Daniele…è’ una questione di giusti obbiettivi con la giusta qualità a disposizione.
        ——
        Punto 2 l’anno passato Saponara faceva pietà tanto è che gli preferivano il “vostro gioiello” Brugman un altro signor nessuno.
        Ma poi Aglietti fu bravo a promuovere Lazzari.
        E ci salvò (nessuno glielo riconosce più).
        Inoltre Aglietti non aveva un giocatore come Croce chè è il quarto attaccante aggiunto che parte da dietro.
        Aglietti aveva a disposizione tre mediani Moro (Valdif. sempre infortunato) Coppola e Zeedoardo. Che non hanno il passo di Croce e che sono più difensivi.
        Ecco spiegato perche vedi giocare di più rispetto alla scorsa stagione.
        E facilissimo spiegarlo.
        Il fraseggio poi che si vede non era stato chiesto da Sarri.
        Sarri ha sempre chiesto due tocchi e via.
        Anche con il modulo nuovo.
        Il fraseggio nasce dalla natura degli uomini che si trovano megio a scambiare e a palleggiare per guadagnarsi gli spazi.
        Diciamo che Sarri è stato bravo ad assecondare anche questa caratteristica.
        Ma poui pensarla come vuoi…Daniele….

    • Precisazione per Dash. I teloni sono stati fortemente voluti dal tecnico Sarri per tutelare il gioco tecnico dei nostri e su questo non ci “piove” (toh 🙂 siamo in argomento…), però, dopo le avverse condizioni meteo degli ultimi anni, vorrei anche precisare che è stata la Lega Serie B ad obbligare le società partecipanti al campionato cadetto a dotarsene.

      • Si Guaste..
        ma infati ho sottolineato che ci tengono molto a salire sù.
        Cioè che i teloni il tecnico li ha voluti per tutelare il nostro gioco.
        Sopratutto il tecnico secondo me ci tiene ma anche la società.
        Io non ci credo quando dicono che pensano solo alla salvezza.
        Questa è la mia banale opinione.

    • Come al solito mi trovo perfettamente d’accordo con Dash!
      1) Anche secondo me alzare l’asticella non è detto che sia di per sè controproducente, anche perchè (come fa capire giustamente dash) non siamo una squadra che può stare a speculare sul risultato, ma anzi deve necessariamente provare sempre a vincere e a fare un goal più dell’avversario. Ovvero: tipico profilo da squadra che deve puntare le squadre in alto, non contare i punti su quelle dietro. Mi ricordo che Baldini, ai tempi della prima promozione, parlò molto e spesso del lavoro fatto nella testa dei giocatori per far loro capire che erano “bravi” e che dovevano “ambire”, non accontentarsi…
      2) Su Sarri hai pienamente ragione.
      Il suo 4-4-1-1 era una chiavica, ma è anche vero che gli interpreti di allora non erano quelli attuali e quelli che c’erano avevano una forma assai scarsa. Certo il merito di Sarri, l’ho già scritto, è stato quello di accettare le “sollecitazioni” del Corsi nello schierare un più consono 4-3-1-2 e CAMBIARE idea sul modulo.
      Poi, come hanno scritto in tanti (specie Renaissance’96) l’occasionalità ha creato dei vantaggi incredibili: nessuno se lo ricorda, oggi, ma se riandate a vedere gli articoli di PE al riguardo, l’ultima nostra linea difensiva (Bassi; Laurini (Tonelli), Pratali, Regini, Hisay) è nata per caso, per far fronte alle tante assenze di difensori centrali (Mori e Accardi) con lo spostamento al centro di Regini ed il debutto di Hisay a sinistra.
      E poi è diventata un riferimento, per scelta degli uomini e del modulo (vi ricordate che sarri ha provato anche la difesa a 3?).
      Spesso, peraltro, il calcio vive di questi “episodi”, impensabili, non programmabili, che possono cambiarti la stagione in un attimo, nel bene o nel male.
      Spero solo, e lo ribadisco ancora, per l’ennesima volta, di non perdere per troppo tempo Croce, un giocatore “unico” nella nostra rosa, che da quando è entrato ha cambiato il volto della squadra, capace come è stato di fare il “quarto” attaccante (dietro Saponara, Tavano e Maccarone) correndo a centrocampo come un mediano.
      Forza AZZURRI!!

      • Grande Usua!
        hai sottolineato una cosa importantissima!
        L’occasionalità
        e a questo punto le buone scelte intraprese di Sarri.
        Mi ritrovo a pieno quando dici:
        “Spesso, peraltro, il calcio vive di questi “episodi”, impensabili, non programmabili, che possono cambiarti la stagione in un attimo, nel bene o nel male.”
        E’ qui che giustamente Sarri va riabilitato ed è giusto che la panchina sia sua.
        Quando alla fine è stato chiamato a fare qualcosa alla fine ha inmboccato una buona strada (certo incredibilmente “favorito” da queste occasionalità mettiamoci 50% merito di Sarri e 50% dea bendata che in precedenza ci aveva abbandonato).
        Io penso che la Dirigenza dell’Empoli si sia trovata in mano una squadra che proprio non si aspettava.
        Assolutamente non programmata!
        Ne nel male come all’inizio (però c’era chi tra di noi l’aveva previsto facilmente viste le mancanze in difesa) ne nel Bene di oggi chè è quasi incredibile.
        Ormai tutti noi abbiamo capito che i tre attaccanti per ragioni diverse sono da serie A. Ed è li che pigiano! Ma giustamente.
        E tutti gli altri dietro molto bene a farsi valere.
        In più Sarri ha Croce che è il quarto attaccante. Come dici tu pedina tremendamente importante. E mossa azzeccata.

  2. mi devo togliere dei sassolini,ma yoringovero,cip,s’ostina e lo stesso vannucchi che ora elogia,dopo averlo offeso,tonelli dove sono??? e anche quelli che si sono strappati i capelli per non avere rinnovato a stovini e al grande campione,lazzari,probabilmente si rifaranno vivi alla prima sconfitta che avra’ l’empoli per parlare di lega pro…ma andate a cacare

    • Io non ho mai detto niente su Tonelli…solo che non può giocare centrale…ma terzino in B si. Rileggiti i post.

      Ho attaccato…attacco…e attaccherò sempre C&C…con qualche puntatina verso il mister esautorato…

    • è o franco a te per un vai a ca… non ti ci scrivono niente…
      a me per una seg.. subito moderazione.
      Chiedo equità…la mia regola è che io non offendo se nessuno mi offende.
      Parlo se gli altri parlano.
      Il problama è che spesso la gente si incxxa.

  3. Abbiamo una grande squadra ed un mister che ha ritrovato se stesso, su questo non ci piove sopra..ma dobbiamo pensare alla salvezza fino a quando non abbiamo fatto quei famosi 50 punti, poi da quel momento potremo sognare..(come dice Daniele) tutte le volte che abbiamo puntato in alto abbiamo fatto male, il primo anno di Aglietti ( dove sfiorammo i play off) avevamo fatto una squadra molto giovane per fare un campionato tranquillo, il secondo anno ( abbiamo centrato i play aut) con gli innesti di Tavano e Busce’ ed in più i giovani avevano acquisito più esperienza puntammo ai play off…

  4. Non puoi cambiare modulo adesso!! Stai facendo benissimo,segni una marea di goal e la difesa comincia a subire meno, cambiare sarebbe un suicidio…. Se in rosa c’è un abbondanza di esterni dobbiamo mandarli in prestito a Gennaio.

  5. Mi sembra evidente che la squadra sia nata per una certa idea di gioco.Dopo ,fra il lavoro effettivo sul campo,la serie incredibile di infortuni,l’affermarsi di un giocatore come Hysaj e la maturazione definitiva di Saponara ha portato ad avere una rosa che con tutti a disposizione è troppo lunga.Nel calcio esistono anche dei valori che vengono fuori con il tempo.L’esempio classico è Buffon;esordì a neanche 17 anni prendendo il posto occasionalmente lasciato fuori da Bucci che era nella rosa della nazionale.Dimostrà di essere così bravo da tenere fuori un signor portiere come il Bucci di allora.Però se a luglio avessero detto di puntare subito su un ragazzino avrebbero fatto una mossa avventata e in molti avrebbero urlato allo sbaglio madornale.Se in estate ci avessero detto che il terzino titolare sarebbe stato Hysaj cosa avremmo detto? Non c’è più soldi e si fa giocare un diciottenne dalla Primavera,siamo allo sfascio e bla bla bla.
    D’altra parte il mercato di gennaio c’è proprio per questo.
    Io credo che ragazzi come Pelagotti,Romeo,uno fra Coralli e Cori debbono andare per forza a giocare,qui rischierebbero di perdere un anno senza fare vedere il loro valore.Inoltre ci sono situazioni al limite tipo Spinazzola,Pecorini e lo stesso Pucciarelli dove bisognerà ragionare bene per valorizzarli al meglio.Per me a gennaio andrebbe preso solamente un buon centrocampista.

    • Con il tuo commento sono daccordo in tutto tranne che in un punto che riporto:
      “Se in estate ci avessero detto che il terzino titolare sarebbe stato Hysaj cosa avremmo detto? Non c’è più soldi e si fa giocare un diciottenne dalla Primavera,siamo allo sfascio e bla bla bla.”
      Quando la gente si è arrabbiata non è stato per il troppo ringiovanimento ma per aver ceduto pedine importanti. E anche per il modo come questo è avvenuto.
      Pensa adesso a cosa poteva essere l’Empoli con Stovini e Pratali/Tonelli centrali.
      Buscè/Laurini tersini destri. Pensiamo anche a Saponara intercambiabile con Lazzeri.
      Comunque.
      Alla via così.

    • Ma io intendo dire che non c’è nulla di male nell’osannare un calciatore quando uno ci stravede o ci fà il tifo.
      Dico solo che non era un fenomeno!
      Un giocatore di ruolo ma normale!
      Era stato dato per salvatore della partia….
      Mi ricordo invece che allora insieme a Sam (con il quale non concordo le tattiche ne di puntare a partita per partita) dicevamo che Saponara era un giocatore da recuperare.
      Sembra che si sia recuperato bene!

    • Secondo te Saponara di oggi l’avrebbe un posto in squadra a Pescara?
      Io dico di si. Mi sembra meglio di Brugman un botto.
      Ripeto brugman mi sembra un giocatore buono ma nella norma….

  6. Adesso siamo una squadra, e di questo il merito è si dei giocatori, di chi li ha presi, ma anche e soprattutto di chi li ha allenati…Sarri, Calzona, Martusciello, Selmi, Marchiso…..hanno creato quella magia che rende una gruppo di giocatori una squadra, e la squadra è più forte della somma dei valori dei singoli. copio e incollo questo msg da un’altro forum perchè non trovo parole per rendere in maniera migliore il concetto. Una sola precisazione la difesa occasionale… bhè allora è solo una cosa occasionale che nel momento in cui sono rientrati gli attaccanti titolari abbiamo cominciato a segnare? Scusate, ma nessuno d voi è mai andato agli allenamenti? Forse Bar? discorsi da bar? possibile? Ritenete ciò un’offesa? Possibile.

  7. Ma perchè C è qualcuno che vuole, in ogni modo, sminuire il lavoro di Sarri ?
    Questo signore è venuto qui con una idea di calcio, che poi non si è rivelata calzante per la rosa a disposizione.
    Ha messo in campo la squadra nel modo piu congeniale agli uomini a disposizione ed ora gioca un gran calcio.
    Sempre tenendo fede a quelli che sono i suoi punti fermi, cioè pochi tocchi, possibilmente 1, palla a terra , verticalizzazioni e contropiedi fulminei.
    Se questi signori venissero a vedere qualche allenamento si renderebbero conto del perchè la squadra gioca con tanta naturalezza, perchè con 4passaggi di prima arriviamo in porta e perchè si fanno goal su calci piazzati senza torri in area .
    A mio avviso è un gran bell allenatore, che sta facendo divertire gli empolesi come da tantissimo non succedeva e che ci dta facendo togliere delle soddisfazioni.
    Pertanto onore al merito
    Grande mister e grandi ragazzi

    • Marco.
      Nessuno vuole sminuire il lavoro di Sarri.
      Se tu avessi letto meglio i discorsi iniziali che son stati fatti è stato dato a Sarri quello che è di Sarri.
      Ma è stato anche giustamente osservato como sono andate le cose.
      Male inizialmente bene dopo. Abbiamo detto anche i perchè.
      E siamo andati oltre. Chiedendo di cambiare obbiettivi.
      Perchè i numeri ci spingono altrove.
      Comunque io è una vita che vado alla partita.
      Ho fatto anche tante trasferte.
      Ho strappato l’abbonamento appena è nata la tessera del tifoso. E compro il biglietto. Farebbero di tutto per non dartelo.
      Non sono io a dare giudizi avventati siete voi!

    • …un’altra cosa un tocco e via mai che gli sia successo…
      gli è successo l’esatto opposto tre quattro tocchi..si chiama palleggio ed è sempre quello che ho chiesto io…
      tanto per essere precisi…

  8. Vabbè dash probabilmente vediamo allenamenti d squadre diverse, probabilmente andrai al bar stadio dopo… no a parte gli scherzi probabilmente vediamo le stesse cose in modo diverso, x te sn trovate occasionali, x me sn studiate, poi provate e quindi X ME volute. Io vedo in allenamento provare il tocco d prima te i palleggi, io vedevo titolari infortunati e seconde linee che provavano fare i titolari con scarsi risultati (prime 8/9 giornate) BHO! Se vediamo il gioco del calcio in modo differente nn significa che tu nn sia un tifoso (tesserato, abbonato, bigliettato chi te l’ha chiesto? È nn me ne può frega d meno!) può significare che vai al barre… può, ma evidentemente sbagliavo. Nn mi pare tanto difficile dire d sbagliare a volte!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here